Serie A, il pronostico di Napoli-Lecce

La squadra di Spalletti prova a tornare al successo dopo il pareggio a reti inviolate di Firenze. Trova un avversario sulla carta abbordabile e, di conseguenza, parte favorita
Serie A, il pronostico di Napoli-Lecce© LAPRESSE
2 min

Nove reti fatte e sei punti in due partite. Il Napoli quest’anno in campionato è partito così ma poi, al Franchi contro la Fiorentina, Osimhen e compagni si sono dovuti accontentare dello 0-0 interrompendo quello che sembrava un avvio formidabile. Adesso, nel primo turno infrasettimanale di questa stagione, gli azzurri trovano il Lecce che, dopo i ko contro Inter e Sassuolo, al terzo tentativo (contro l’Empoli) ha rimediato il primo punto in classifica. Tornando al Napoli vale la pena aggiungere che, dopo le due reti subìte a Verona all’esordio, Meret ha tenuto la sua porta inviolata, recuperi compresi, nei 191 minuti successivi (che diventano 239 se si aggiungono i 48’ di gioco trascorsi tra il terzo minuto del secondo tempo, quando Henry ha realizzato la seconda rete del Verona, e la fine del match al 96’) e adesso ha l’opportunità di allungare il suo periodo di imbattibilità.

Fai ora i tuoi pronostici!

Attacco pugliese, al momento, poco brillante

Se il Napoli ha incassato finora soltanto due reti (ed entrambe al Bentegodi alla prima giornata), il Lecce ne ha invece subìte il doppio: due all’esordio contro l’Inter e poi, nelle due esibizioni successive, una contro il Sassuolo prima e l’altra contro l’Empoli poi. A fronte di quattro reti al passivo i pugliesi ne hanno realizzate soltanto due ed entrambe in casa evidenziando, almeno finora, un reparto offensivo che non fa certo scintille. Allo stadio Maradona per i giallorossi non si preannuncia per niente facile. Il Napoli, con la consueta spinta del suo pubblico, avrà sicuramente voglia di tornare a vincere e… convincere. I favori del pronostico, anche per le quote, sono tutti dalla parte degli azzurri con il segno “1” che fa inevitabilmente, la parte del leone. Per quanto detto prima, in alternativa o in abbinamento, anche il “NoGoal” diventa un esito che potrebbe meritare più di una semplice attenzione.


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti