Australian Open: tutto facile per Nadal, bene Zverev. Hurkacz col brivido

Sul cemento di Melbourne approdano al secondo turno anche Shapovalov, Mannarino, Korda, Carreno Busta e Opelka
Australian Open: tutto facile per Nadal, bene Zverev. Hurkacz col brivido© EPA
TagsNadalZverevHurkacz

MELBOURNE (AUSTRALIA) - Dopo aver saltato lo scorso anno sia Wimbledon che Us Open, Rafa Nadal vince al debutto negli Australian Open 2022. Alla Rod Laver Arena lo spagnolo si impone senza troppe difficoltà sullo statunitense Marcos Giron per 6-1, 6-4, 6-2. Bene pure il polacco Hubert Hurkacz, che fatica contro Egor Gerasimov, riuscendo però a vincere con un punteggio di 6-2, 7-6(3), 6-7(5), 6-3. Accedono al secondo turno anche il numero 13 del ranking Atp Denis Shapovalov, battendo Laslo Dere per 7-6(3), 6-4, 3-6, 7-6(3), e la terza forza della classifica mondiale, il tedesco Alexander Zverev, che liquida il connazionale Altmaier 7-6(3), 6-1, 7-6(1).

Impresa di Korda, bene Mannarino e Busta

La sorpresa di giornata è senza alcun dubbio lo statunitense Sebastian Korda, il numero 43 del ranking Atp, che elimina clamorosamente il britannico Cameron Norrie (n. 12), superandolo per 6-3 6-0 6-4. Successi di rilievo anche per Adrian Mannarino, che ha la meglio sull'australiano James Duckworth in seguito ad una sfida combattutissima (6-4 2-6 3-6 6-2 6-1), Pablo Carreño Busta, che estromette dal torneo l'argentino Tomas Martin Etcheverry per 6-1 6-2 7-6(2) e Reilly Opelka, che batte il sudafricano Kevin Anderson per 6-3 6-4 7-6(3). Chiude il programma maschile il russo numero 18 in tabellone Aslan Karatsev che batte in un maratona (4 ore 52 minuti) di 5 set lo spagnolo Juame Munar per 3-6, 7-6(1), 6-7, 6-4, 6-3.

Djokovic tra Karate Kid e The Terminal: le più belle ironie dei social
Guarda la gallery
Djokovic tra Karate Kid e The Terminal: le più belle ironie dei social

Corriere dello Sport - Stadio

Abbonati all'edizione digitale del Corriere dello Sport!

Scegli l'abbonamento su misura per te

Sempre con te, come vuoi

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti