Fognini, la frase urlata da un tifoso sull'Inter lo fa infuriare!

Durante il match contro Sinner, il tennista ligure è stato disturbato dal pubblico sugli spalti del Foro Italico: la sua reazione non è sfuggita alle telecamere
Fognini, la frase urlata da un tifoso sull'Inter lo fa infuriare!© LAPRESSE
TagsfogninisinnerInter

È derby d'Italia anche al Foro Italico: a poche centinaia di metri dallo stadio Olimpico e da Juve-Inter di Coppa, Jannik Sinner e Fabio Fognini si sono giocati un posto agli ottavi degli Internazionali d'Italia davanti al pubblico di casa. Dopo aver battuto lo spagnolo Pedro Martinez in due set, il numero 13 del ranking mondiale ha conquistato il pass per i sedicesimi di finale, dove per la prima volta in carriera ha affrontato (e battuto) il connazionale, vincitore nel suo match con Thiem. Proprio il tennista ligure, famoso per per i suoi “colpi di testa” e per un tennis tutto genio e sregolatezza, si è infuriato in campo durante il match. Tutta colpa di una frase urlata da un tifoso seduto sugli spalti.

Internazionali d’Italia, il film della giornata
Guarda la gallery
Internazionali d’Italia, il film della giornata

Fognini, rabbia durante il match contro Sinner

"Fabio, l'Inter sta perdendo!", si sente distintamente nel teso silenzio del Foro Italico nei confronti di Fognini, tifosissimo nerazzurro. L'esternazione non è piaciuta al diretto interessato, che si è visibilmente innervosito. Le telecamere hanno catturato la sua reazione e tutta la sua rabbia: concentrato sulla sua battuta, il 34enne sanremese si è fermato, ha chiuso gli occhi con nervosismo e ha poi borbottato qualcosa per sfogarsi. "Per favore, per favore", ha intimato l'arbitro riportando la calma in campo. 

Mourinho star agli Internazionali d'Italia: si concede a tifosi e fan
Guarda il video
Mourinho star agli Internazionali d'Italia: si concede a tifosi e fan

Corriere dello Sport - Stadio

Abbonati all'edizione digitale del Corriere dello Sport!

Scegli l'abbonamento su misura per te

Sempre con te, come vuoi

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti