Corriere dello Sport

A2 maschile

Vedi Tutte
A2 maschile

Volley: A2 Maschile, Vibo che rimonta ! adesso è 2-0

Volley: A2 Maschile, Vibo che rimonta ! adesso è 2-0
© Tonno Callipo Vibo Valentia

In Gara 2 delle semifinali dei Play Off a Reggio Emilia la formazione di Mastrangelo va sotto per 2-0 ma non molla, risale la china e finisce per imporsi al tie break 2-3 (27-25; 30-28; 22-25; 23-25; 13-15)

Sullo stesso argomento

 

sabato 16 aprile 2016 20:22

REGGIO EMILIA- La Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia vince anche Gara 2. La Conad Reggio Emilia di Luca Cantagalli ha girato al massimo nei primi due set, vinti entrambi ai vantaggi, ma ha pagato in battuta e ricezione nel seguito della partita sprecando anche il vantaggio del terzo set (23-20). Con gli attaccanti a piena efficienza ed una bella mano dell’Under Sardanelli al servizio, la squadra di Mastrangelo porta Gara 3 a Vibo Valentia: gli emiliani ci riprovano, ma il match ball anticipato per la Finale è ora calabrese.

La cronaca del match.

Il primo punto del match lo mette a segno Vibo con un primo tempo di Presta, ma Tondo risponde con la stessa arma come a dire: siamo a Reggio, in un PalaBigi gremito e caldissimo. Non vogliamo arrenderci. E con un urlo del Pirata Benaglia e un’invasione a rete dei calabresi è 4-2 per la Conad. Ma la Tonno Callipo mostra la sua forza con un ace di Michalovic e ribalta il parziale: 5-7. Vibo prova a scappare, ma Reggio reagisce e Dolfo di potenza fa esplodere i tifosi con una bordata pazzesca che vale il 9-9. Cetrullo mette giù un gran punto in diagonale, poi colleziona un errore successivo e al riposo tecnico i calabresi sono sopra di un punto: 11-12. Cetrullo sbaglia ancora e sarebbe già pronto il cambio con Kody, ma Cantagalli prima chiede il video check che gli dà ragione. Punto e un Cetrullo carichissimo successivamente va a segnare il punto che porta al 14-14. Michalovic centra un altro ace: 14-17. Si fa dura. Ma Reggio ha grande cuore e ruggisce con Silva: 16-18. E ancora Silva: 18-19! Ora è coach Mastrangelo a chiedere timeout. Che set spumeggiante. E al rientro sul parquet, Dolfo azzera il gap: 19-19! La Tonno Callipo torna sopra (19-21), momento cruciale. Set che si innervosisce un po’ per qualche scelta arbitrale, Dolfo però tira fuori dal cilindro il 21-22 e Benaglia un primo tempo di rabbia che vale il 22-22. Tutto da giocare. E ancora un super Dolfo (7 punti per lui sul referto a fine set) che sigla il 23-22! Pazza Reggio. Vibo pareggia, ma Dolfo mura Forni e fa 24-23: set ball e Cantagalli mette dentro Tom D.P. Ma i calabresi si portano sul 24-24 nonostante una difesa grandiosa di Morgese: si va ai vantaggi. Vibo sbaglia l’attacco e altro set ball Conad con Kody in campo. Poi ecco il Kangaroo Killer Tom D.P. che mette il colpo del 26-25, poi invasione fischiata a Vibo e confermata pure dopo il videocheck: la Conad esulta per l’1-0!

In avvio di seconda frazione parte meglio Vibo con un grande Forni: 1-4 e Cantagalli chiama subito i suoi a rapporto. Una pausa che porta i suoi frutti con Reggio che azzera lo svantaggio: 6-6. Vibo viaggia costante sul punto di vantaggio, con la Conad sempre pronta a mordere: 10-11 con Cetrullo che piazza una bomba potentissima. E poi dopo il riposo tecnico, ecco l’aggancio col solito indiavolato Dolfo: 12-12. Vibo va a segno, poi un immenso Morgese rimette in aria praticamente una palla a terra, Marchiani confeziona la pipe e Dolfo la mette nell’angolino: 13-13. Partita combattutissima. Ora Vibo grazie a due errorini di Reggio si porta sul +2: 15-17. Momento clou. Sbaglia anche la Tonno Callipo con Michalovic in battuta e così Cetrullo riporta tutto in parità: 18-18! Vibo va sopra, ma Benaglia erge un muro ed è 19-19. Cantagalli inserisce Tom D.P., come di consueto nei finali di set. E poi il Pirata Benaglia fa portare la mano sugli occhi di tutto il PalaBigi con un altro muro fenomenale: 20-19, la Conad ora conduce. Fase caldissima. Vibo ripareggia i conti, ma ecco il Kangaroo Killer che fa 21-20! Si gioca punto a punto, ma Dolfo vuole mettersi in tasca anche questo set: 22-21. E poi Presta sbaglia l’attacco e Reggio va sul 23-21! Forni poi erge un muro incredibile su Cetrullo ed è 23-23. Cantagalli chiama timeout. Ora il secondo set va nelle mani di chi ha i nervi più saldi. Cetrullo si fa perdonare alla grande l’attacco sbagliato e scaglia la bordata del 24-23. Set ball per la Conad! Michalovic però lo annulla e si va ancora ai vantaggi: 24-24. Vibo va sopra 25-24 nonostante il videocheck chiamato da Cantagalli, ma Dolfo subito dopo riequilibra tutto: 25-25 E poi ancora un muro spaziale di Benaglia: 26-25 e ancora set ball Reggio. E ancora Michalovic lo annulla: 26-26. Che set. Che gara. E’ sempre Dolfo a far gioire la folla: 27-26. Ma sulla free ball successiva, viene murato ed è 27-27. Poi ancora super Benaglia con un primo tempo: 28-27! Ancora set ball Conad. Ma Vibo annulla tutto. Poi ci prova Cetrullo a guadagnarsi il set ball buono: 29-28. E lo stesso Cetrullo esplode sul petto di Michalovic la schiacciata vincente che vale il 30-28 e il 2-0 per Reggio!

Avvio equilibratissimo anche nel terzo set, ma con tanti errori specie al servizio: 4-4. Reggio la vuole chiudere, ma Vibo la vuole riaprire e vincerà chi oserà di più in questo set. I calabresi vanno avanti di due, provando a costruirsi un buon vantaggio: 5-7. La Conad però va subito ad impattare sul 7-7. Che partitona e che spettacolo al PalaBigi. Si viaggia sempre in parità assoluta: 11-11 con un Benaglia scatenato. La Tonno Callipo riprova a prendere il largo con un muro di Presta su Silva: 11-14. Ma la Conad centra il break che permette di riavvicinarsi agli ospiti: 13-14. Poi Vedovotto trova un ace che manda ancora in fuga i suoi: 13-16. Michalovic sbaglia qualcosa in battuta e Reggio resta a meno due: 16-18. Poi Hitman Cetrullo trova il proiettile del -1: 17-18. Vantaggio di Vibo che resta costante: 19-20. Dentro ora l’australiano Tom D.P. Poi ecco l’aggancio: Vedovotto tira fuori ed è 20-20! Vibo guadagna il +1 ancora, ma proprio Douglas-Powell pareggia i conti: 21-21. Cantagalli si gioca anche la carta Kody per un grande Cetrullo. Benaglia sbaglia il servizio ed è 21-22. Momento cruciale del set e della partita. L’arbitro fischia il doppio a Morgese e ora si mette male: 21-23. Cantagalli chiama timeout per spezzare il momento favorevole ai calabresi. E sortisce l’effetto desiderato con Vedovotto che sbaglia la battuta: 22-23. Ma Vibo si porta sul 22-24 e guadagna il primo set ball. Che va a concretizzarsi con un ace: 22-25 e 2-1, con la Tonno Callipo che accorcia le distanze.

Comincia meglio la Conad, con la rabbia in corpo per non aver chiuso la partita e piazza subito un bel 3-0. Prova a recuperare terreno Vibo, ma Reggio ha grande determinazione e tiene il +3 di vantaggio: 5-2. Ma qualche errore e un pizzico di nervosismo riportano sotto a -1 la Tonno Callipo: 6-5. Michalovic poi trova il colpo del pari: 8-8. Una gara sempre equilibratissima. Dolfo riporta la Conad a condurre con un grande diagonale: 10-9. Sempre in parità questo match che Reggio e Vibo giocano palla su palla: 13-13. Poi Cetrullo e un grande ace di capitan Tondo portano la Conad sul +2: 17-15. Tenta la fuga decisiva il Volley Tricolore. Poi l’ennesimo muro di Davide Benaglia fa godere il PalaBigi: 18-15. Momento chiave. Per Michalovic non è serata in battuta e Reggio va avanti sul 19-16. Straordinario il Pirata che con un primo tempo potentissimo schiaccia il 20-17. Cantagalli manda dentro Tom D.P. che mette giù una palla pesantissima che vale il 21-18. Canta il PalaBigi come mai ha fatto per la pallavolo, spettacolo coinvolgente. Timeout chiesto da Mastrangelo, ma al rientro sul parquet Cetrullo spara il 22-19 a terra. Vedovotto sbaglia ancora dal servizio e la Conad è sul 23-20! Vantaggio importante che Vibo però va a ridurre spaventosamente: Tom D.P. sbaglia al servizio e poi il muro reggiano invade a rete ed è 23-22, calabresi a -1. Forni poi mura Cetrullo e il gap è azzerato: 23-23. Incredibile. Tutto da rifare per la Conad. L’inerzia va dalla parte di Vibo che va sul 23-24 e serve per il set. Sardanelli centra l’ace e il break di 5-0 con cui Vibo si porta sul 2-2 clamorosamente. Si va al tie-break. Che mazzata per Reggio che vedeva il traguardo all’orizzonte.

Quinto set, quello decisivo di questa bellissima odissea pallavolistica, che si apre col totale equilibrio: 2-2. Cetrullo commette due errori e Vibo si porta sul 2-4. Cantagalli mette dentro Kody per giocarsi il tutto per tutto. Resiste per ora il +2 dei calabresi: 4-6. Poi un grande attacco proprio del Puma camerunense e un gran muro di Tondo riporta sotto di uno Reggio: 6-7. Match apertissimo ancora. Kody croce e delizia: sbaglia il servizio, ma poi sgancia un siluro galattico: 7-8.

Michalovic mura Dolfo e Vibo piazza un allungo importante nel momento clou del tie-break: 7-10.

Cantagalli scuote i suoi col timeout e Kody tiene accese le speranze: 8-10. Tondo sbaglia il servizio, ma Dolfo ci mette una toppa: 9-11. E ancora Kody con una bomba a rosicchiare lo svantaggio: 10-11! La Conad è lì. Alle calcagna della Tonno Callipo. Vibo piazza il 12-10, ma è ancora Kody a scaricare una saetta sul petto del libero Marra: 11-12. Dolfo però sbaglia il servizio, ma è Tom D.P. a tenere ancora acceso brillante il lumicino: 12-13. Ma Vibo non sbaglia l’attacco successivo e si guadagna due match-ball. Tondo annulla il primo con un gran primo tempo ed è 13-14. Ma Forni non sbaglia il colpo del ko e Vibo si porta la vittoria a casa dopo una grande rimonta, ponendo la serie sul 2-0 a suo favore.

IL TABELLINO-

CONAD REGGIO EMILIA - TONNO CALLIPO CALABRIA VIBO VALENTIA 2-3 (27-25, 30-28, 22-25, 23-25, 13-15)

CONAD REGGIO EMILIA: Cetrullo 20, Dolfo 18, Tondo 10, Bevilacqua, Kody 5, Benaglia 14, Silva 5, Scaltriti, Marchiani 2, Morgese (L), Douglas-powell 5. Non entrati Cargioli, Bonante. All. Cantagalli.

TONNO CALLIPO CALABRIA VIBO VALENTIA: Pinelli 1, Marra (L), Casoli 15, Michalovic 17, Forni 20, Vedovotto 15, Maccarone 6, Sardanelli 3, Silva De Araujo, Presta 4. Non entrati Korniienko, Ferraro, Corrado. All. Mastrangelo.

ARBITRI: Curto, Montanari.

NOTE - Spettatori 1007, durata set: 33', 32', 26', 27', 17'; tot: 135'.

Articoli correlati

Commenti