Corriere dello Sport

A2 maschile

Vedi Tutte
A2 maschile

Volley: A2 Maschile, Potenza Picena mette Bucciarelli al centro

Volley: A2 Maschile, Potenza Picena mette Bucciarelli al centro
© Volley Potentino

L'atleta umbro, cresciuto nel vivaio della Sir safety, sarà l'alternativa a Codarin e Biiglino

Sullo stesso argomento

 

venerdì 10 giugno 2016 14:00

POTENZA PICENA (MACERATA)- Il Volley Potentino blinda il reparto dei centrali affiancando a Lorenzo Codarin e Omar Biglino l’atleta umbro Luca Bucciarelli, classe ’95, originario di Foligno e cresciuto nel vivaio della Sir Safety Perugia.

Un gigante di 201 cm approdato nel mondo del volley a 17 anni dopo ben 11 stagioni nel calcio giovanile e con Potenza Picena nel suo destino. A cambiare la sua vita di sportivo, infatti, è stato l’incontro con un potentino doc, il tecnico Romano Giannini, che all’epoca allenava le giovanili a Perugia e che ha visto nell’ex baby calciatore un mix azzeccato di fisicità e talento per intraprendere un percorso di crescita nella pallavolo. Così è iniziata l’avventura di Bucciarelli nella Sir Safety. Nel 2012-2013 un primo approccio nell’Under 19 e, contestualmente, nel campionato di Serie C, poi nell’annata 2013-2014 la seconda esperienza con l’U19 e l’exploit in prestito a Foligno con tanto di vittoria del campionato di C. Gratificante anche l’esperienza nel 2014-2015 con la militanza in Serie C nella selezione minore della Sir Safety e l’inserimento in lista Champions con la prima squadra di SuperLega. Un balzo in avanti certificato da allenamenti costanti con i campioni e persino una trasferta internazionale ad Ankara in cui il giovane atleta ha respirato la grande pallavolo internazionale. Nella passata stagione il centrale umbro si è messo in evidenza in B2 a Orvieto destando l’interesse della società biancazzurra che ne ha voluto saggiare le qualità su campo convocandolo al PalaPrincipi per poi inserirlo nel roster del prossimo campionato di Serie A2 UnipolSai.

LE PAROLE DI LUCA BUCCIARELLI-

« A Potenza Picena ormai la pallavolo è una religione e i migliori giovani talenti della categoria negli ultimi anni si sono messi in evidenza con la casacca biancazzurra. Logico che ho accettato con entusiasmo. Sono qui per fare bene e migliorarmi. Con la compattezza del gruppo e il massimo impegno sia in allenamento che in partita nulla è impossibile, come il Volley Potentino ha già dimostrato. Ci tengo che i tifosi vivano un campionato spettacolare e percepiscano la voglia di lavorare sodo. La società mi ha già conquistato. E’ stato bello venire al PalaPrincipi per un allenamento tempo fa e trovarmi di fronte il vecchio coach Gianluca Graziosi con il nuovo allenatore Adriano Di Pinto che collaboravano fianco a fianco. La testimonianza di un ambiente sereno in cui l’amore per il volley viene prima di qualsiasi altra cosa ».

 

 

Articoli correlati

Commenti