Corriere dello Sport

A2 maschile

Vedi Tutte
A2 maschile

Volley: Coppa Italia A2 Maschile, in semifinale Siena e Tuscania

Volley: Coppa Italia A2 Maschile, in semifinale Siena e Tuscania
© Legavolley

Nella seconda giornata dei quarti di finale i toscani superano 3-0 Brescia ed ora se la vedranno con Mondovì. I laziali si impongono al tie break, dopo dura lotta sul terreno di Spoleto, e conquistano il derby con Civita Castellana

Sullo stesso argomento

 

giovedì 15 dicembre 2016 22:59

ROMA-Con la vittoria interna di Emma Villas Siena contro la Centrale del Latte McDonald’s Brescia ed il colpo esterno a Spoleto della Maury’s Italiana Assicurazioni Tuscania è completo il quadro delle Semifinaliste per la Del Monte® Coppa Italia Serie A2. I match si disputeranno giovedì 29 dicembre a Mondovì e Viterbo, in casa delle teste di serie migliori classificate in Regular Season. Le vincenti staccheranno il biglietto per la finale bolognese del 29 gennaio all’Unipol Arena.

LE DUE SFIDE-

EMMA VILLAS SIENA - CENTRALE DEL LATTE MCDONALD'S BRESCIA-

La Emma Villas Siena vince 3-0 contro la Centrale del Latte McDonald’s Brescia e conquista la semifinale della Coppa Italia di Serie A2. La partita si giocherà il prossimo 29 dicembre in Piemonte, a Mondovì, contro la formazione locale.

Siena mantiene una alta continuità di gioco per l’intera durata della sfida. Due muri di Williams Padura Diaz consentono a Siena di prendere il primo vantaggio significativo nel corso del primo set: 8-5. Torna in campo Patriarca, che non aveva giocato in campionato contro Roma e Lagonegro, che è autore di un muro vincente. Padura Diaz realizza un ace che fa spellare le mani al pubblico senese. Il ritmo delle due formazioni non è comunque altissimo e si vedono numerosi errori da una parte e dall’altra. L’opposto della Centrale del Latte McDonald’s Bisi non è ancora entrato in partita (per lui appena 2 punti nel primo parziale). Ci entra, invece, Renato Russomanno: prima con un muro vincente e poi con una schiacciata con il pallone messo a terra. Il protagonista assoluto ora è Vincenzo Spadavecchia, autore di tre punti di fila che portano Siena sul 19-13. Altri due errori in battuta di Brescia (sono 7 nel set), questa volta di Tiberti e di Tartaglione, avvicinano la Emma Villas al traguardo del primo parziale. Patriarca schiaccia ancora, poi Tartaglione sbaglia nuovamente il servizio. Il primo set si chiude sul 25-18.

La difesa della Emma Villas sale di intensità all’inizio del secondo set. E Brescia commette alcuni errori con i suoi schiacciatori. Siena si porta sul 9-4, un vantaggio importante in avvio di parziale. I ragazzi di Tofoli non mollano, mentre i bresciani beneficiano di due invasioni a rete consecutive dei senesi. Coach Tofoli inserisce Noda Blanco per Vedovotto e lo spagnolo trova immediatamente il modo per mettere a terra il pallone. E’ il turno in battuta di Padura Diaz che piega le mani ai giocatori lombardi. Brescia trova un punto al termine di un salvataggio miracoloso anche di piede. Tiberti di seconda trova un punto spettacolare eludendo il muro senese: 19-17. Fabroni mette le cose a posto con il suo servizio. Con un tocco leggiadro e meraviglioso Cisolla dà prova del suo talento, ma ci pensano Russomanno e Padura Diaz a chiudere i conti nel secondo parziale: 25-19.

Siena a questo punto vuole provare a chiuderla in tre set. Padura Diaz realizza due ace in avvio di parziale, Rodella non arriva sui servizi dell’opposto cubano. Brescia allunga con il turno di servizio di Alberto Cisolla, mentre coach Zambonardi richiama in panchina Bisi, che non sembra in grande giornata. E in grande giornata non è nemmeno Tartaglione. Però Brescia rimane lì, anche perché errori ne commette anche la Emma Villas. Padura Diaz trova un altro muro vincente, il terzo in questo match, subito dopo che gli spettatori presenti avevano potuto applaudire un sontuoso salvataggio di Cesarini. Brescia non vuole mollare e il terzo set è più lottato dei precedenti. Padura Diaz gioca ancora su alti livelli, segnando punti su punti. Un errore di Tartaglione consente a Siena di vincere il terzo set 25-23 e di chiudere in questo modo l’incontro.

IL TABELLINO-

EMMA VILLAS SIENA - CENTRALE DEL LATTE MCDONALD'S BRESCIA 3-0 (25-18, 25-19, 25-23)

EMMA VILLAS SIENA: Fabroni 2, Russomanno Dos Santos 5, Spadavecchia 6, Padura Diaz 21, Vedovotto 1, Patriarca 5, Battista (L), Cesarini (L), Noda Blanco 7. N.E. Menicali, Cannistrà, Gradi, Di Tommaso. All. Tofoli. CENTRALE DEL LATTE MCDONALD'S BRESCIA: Tiberti 5, Tartaglione 11, Esposito 5, Bisi 2, Cisolla 13, Agnellini 0, Fusco (L), Sorlini 0, Rodella 3, Fabi 4, Tasholli 0. N.E. All. Zambonardi.

ARBITRI: Oranelli, Luciani.

NOTE - durata set: 23', 25', 29'; tot: 77'.

MONINI SPOLETO - MAURY'S ITALIANA ASSICURAZIONI TUSCANIA-

Fattore campo annullato da Tuscania che si conquista la  semifinale al termine di un match estremamente combattuto, vissuto sul filo per tutta la sua durata. Fa festa la squadra di Montagnani ma la Monini gioca una gara di grinta e di cuore e alla fine riceve i giusti applausi dei propri tifosi. Si può riassumere così il quarto di finale andato in scena al Palarota tra due grandissime squadre che si sono rincorse, riprese e sorpassate per oltre due ore e mezzo dando vita ad un grande spettacolo di pallavolo.

Provvedi cambia il suo sestetto rispetto al campionato riproponendo dall’inizio Zamagni in coppia con Bargi. In posto 4 col confermatissimo Bertoli c’è Mariano, mentre sulla diagonale palleggiatore-opposto giocano Monopoli e Morelli. Novità anche nel reparto dei liberi con Romiti in ricezione e Marta libero di difesa. Sestetto tipo per coach Montagnani che può contare sulla vena di Shavrak e Maciel, subito molto positivi in attacco e battuta. E’ partita vera sin dalle prime battute, Tuscania avanti di tre (10-13) sul fallo fischiato a Mariano ma Monini che risponde colpo su colpo. Time out è per Provvedi sul primo vero tentativo di allungo (11-15), la risposta sono due muri consecutivi per il nuovo meno due ma poi Tuscania riprende a macinare punti e il tecnico spoletino è costretto ad operare qualche cambio: dentro Segoni e Vanini, dentro anche Garofalo in seconda linea. Gli ultimi squilli del set sono però il muro di Shavrak e l’ace di Pinelli (18-25).

Meglio la Monini di inizio secondo set, anche grazie ad un paio di errori di misura di Ottaviani e al muro di Mariano (6-3). Quando Monopoli vince la sfida sottorete con Shavrak Montagnani ferma il gioco per parlare coi suoi, ma si rientra con l’ace di Mariano che scrive il 9-4. I due martelli oleari sono ispiratissimi in attacco, Bertoli si permette anche di murare a uno Shavrak ed è di nuovo time out per Montagnani sul 19-14. Sembra fatta, e invece arriva la rabbiosa reazione di Tuscania che risale fino al meno due ma viene ricacciata indietro da tre sontuosi attacchi di Matteo Segoni: 25-22.

Rimane in campo il golden boy spoletino nel terzo parziale che si apre con una doppia, incredibile difesa di piede di Bertoli (5-1 Spoleto). L’inerzia sembra dalla parte dei locali anche se un cartellino rosso comminato alla panchina olearia e due attacchi di Shavrak riequilibrano il punteggio a quota 11. Ora si procede punto a punto nel più assoluto equilibrio e, peraltro, con un godibilissimo spettacolo in campo. Ancora una volta sono i missili dai 9 metri di Bertoli a consentire il break point alla Monini, poi tocca a Mariano trasformarlo nel 2-1 (25-23).

Di fronte ci sono due grandi squadre, lo dimostra anche il tiratissimo avvio di quarto set in cui il libero spoletino Romiti si getta su ogni pallone vagante e si improvvisa ottimo alzatore quando confeziona il cioccolatino che Segoni deve solo scartare per il 9 pari. Il break ospite di 3-0 viene subito ricucito da Bargi e dall’errore di Shavrak, poi però un paio di errori in ricezione consentono di nuovo la fuga dei laziali e allora Provvedi ricorre ancora alla panchina: dentro Joventino e Garofalo, poi doppio cambio con Vanini e Morelli. Il ‘Moro’ torna con la faccia cattiva e soprattutto con tre attacchi vincenti e un muro che rimettono in partita Spoleto. Solo per un attimo però, il tempo di un muro su Bertoli e un attacco di Maciel che trascinano la gara al tie break.

Dove la Monini comincia un po’ fallosa in ricezione e Tuscania scappa sul 4-1 nel tripudio dei suoi sostenitori giunti fino in Umbria. Si cambia campo coi laziali sempre in vantaggio di 4 lunghezze e tante battute sbagliate da entrambe le parti che certamente fanno il loro gioco. Provvedi chiama time out dopo il muro di Sesto su Joventino (8-12), Bargi risponde a sua volta con un muro ma ormai è troppo tardi. Vince Tuscania 3-2, l’ultimo punto lo firma l’opposto Maciel de Souza.

IL TABELLINO-

MONINI SPOLETO - MAURY'S ITALIANA ASSICURAZIONI TUSCANIA 2-3 (18-25, 25-22, 25-23, 23-25, 10-15)  MONINI SPOLETO: Monopoli 2, Bertoli 14, Bargi 9, Morelli 9, Joventino Venceslau 2, Zamagni 9, Vanini 0, Romiti (L), Segoni 14, Mariano 12, Marta (L), Garofalo 0, Festi 0. N.E. Iaccarino. All. Provvedi.

MAURY'S ITALIANA ASSICURAZIONI TUSCANIA: Pinelli 1, Shavrak 20, Sesto 7, De Souza 28, Ottaviani 7, Calonico 5, Pieri (L), Marchisio (L), Buzzelli 0, Bondini 1, Mazzon 1. N.E. Vitangeli, Dellepiaggi. All. Montagnani.

Articoli correlati

Commenti