Volley: A2 Maschile, Play Off Promozione, Spoleto fa il miracolo, Siena è fuori

Davanti al pubblico del PalaRota la formazione di Provvedi in Gara 4 non si fa sfuggire l'occasione e si impone 3-0 ( conquistando a sorpresa la finale che vale la Superlega
Volley: A2 Maschile, Play Off Promozione, Spoleto fa il miracolo, Siena è fuori
9 min
TagsMoniniEmma VillasProvvedi

SPOLETO (PERUGIA)- La Monini Spoleto, al termine di una grande prestazione, spegne il sogno della Emma Villas Siena di conquistare la Superlega. I ragazzi di Provvedi conquistano, davanti al proprio pubblico in delirio, il successo per 3-0 nella gara 4 della semifinale play off , firmando una grandissima impresa, conquistando l’accesso all’atto finale di questi play off  per continuare la corsa verso la Superlega. Gli umbri troveranno la vincente della gara 5 che si disputerà in Puglia tra le altre due semifinaliste, la Bcc Castellana Grotte e la Caloni Agnelli Bergamo.

LA CRONACA DEL MATCH- 

Nessuna sorpresa e nessun cambio nel sestetto di Spoleto: in campo ci sono capitan Monopoli e Morelli, poi Bertoli e Mariano in banda, Bargi e Zamagni titolari al centro e Romiti è il libero.

Torna Filippo Vedovotto nel sestetto di Siena, titolare nel posto di schiacciatore di banda insieme a Renato Russomanno. Per il resto non ci sono novità, ci sono capitan Fabroni e Padura Diaz sulla diagonale palleggiatore – opposto, Spadavecchia e Patriarca al centro, Cesarini libero.

Si comincia in un PalaRota gremito e infuocato. La gara vale tanto per tutte e due le squadre. Il primo punto è di Morelli, Siena nelle prime azioni non attacca con profitto e gli umbri si portano immediatamente sul 2-0. Coach Paolo Tofoli ricorre subito alla panchina, inserendo prima Roby Braga per Spadavecchia e poi inserendo in campo anche Leo Battista. Fabroni cerca al centro e trova risposte da Stefano Patriarca, che è bravo a mettere a terra tre palloni. Il numero 8 biancoblu urla la sua gioia. Spoleto però accelera poco dopo con alcune buone giocate di Bertoli e Mariano, toccando il +3. Ma la Emma Villa in questo momento sta bene in campo: cresce l’intensità del gioco dei biancoblu, arrivano i servizi vincenti di Vedovotto e di Russomanno, i muri vincenti di Braga e di Russomanno e quindi il pareggio sull’11-11. Il match si sta giocando su ritmi altissimi, ed i colpi di classe da una parte e dall’altra rischiano di dare spallate rilevanti al match. E così sul turno di battuta di Matteo Bertoli gli oleari tornano avanti di 3 lunghezze. L’opposto cubano della Emma Villas, Williams Padura Diaz, non è ancora riuscito ad entrare nel match. Quando Willi sbaglia le misure e spedisce out il pallone coach Paolo Tofoli lo richiama accanto a sé inserendo Cannistrà: nel primo set Padura Diaz totalizzerà 2 punti. La Monini invece viaggia sulle ali dell’entusiasmo e con la solita coppia Morelli – Bertoli (nel primo parziale autori rispettivamente di 7 e 4 punti) vola fino al 22-15. Le percentuali offensive degli oleari sono alte in questo set. Lo chiude Zamagni, che trova le mani di Braga con il pallone che termina la sua corsa fuori dal campo: 25-19. Siena termina il primo parziale con il 33% in attacco contro il 50% degli avversari.

Si riparte con Tofoli che torna ad inserire il sestetto base, ma con la Monini che piazza un altro break proprio in apertura di secondo set. Dei primi sei punti del secondo parziale Spoleto se ne aggiudica cinque, portandosi sul 5-1. Un avvio di secondo set portentoso. Williams Padura Diaz non ha ancora carburato mentre Michele Morelli sbaglia raramente. In più anche il servizio senese produce scarsi risultati: tre errori consecutivi dei biancoblu agevolano la strada alla Monini che con il turno in battuta del solito Matteo Bertoli allunga portandosi sul 12-7. Un piccolo risveglio arriva con due punti di fila messi a segno da Filippo Vedovotto, ma non basta perché gli oleari continuano a colpire e a mettere il pallone a terra tanto con gli schiacciatori quanto al centro con Zamagni e Bargi. Willi non riesce ad incidere nel match, e allora coach Tofoli torna a chiedere a Maurizio Cannistrà di dare il suo contributo in campo. Manca però ancora continuità nel gioco senese, la squadra biancoblu prova a caricarsi quando Sergio Noda Blanco trova un servizio che tocca la linea di fondo campo eludendo in questo modo la ricezione dei padroni di casa. Qualcosa in campo cambia, perché Russomanno riesce a mettere giù due palloni e finalmente il servizio della Emma Villas crea problemi alla ricezione della Monini. Tanto che un passettino alla volta la formazione di coach Paolo Tofoli si ritrova lì, sul -1, con il punteggio di 19-18. Coach Riccardo Provvedi chiama time out per parlarne con i suoi. Si gioca sul filo del rasoio, con Spoleto che guadagna un punto importante quando il muro a due Zamagni – Morelli blocca la schiacciata di Sergio Noda Blanco: 22-20. Qui Siena trova nuove energie fisiche e mentali: Morelli sbaglia il servizio e la lunga azione successiva viene chiusa da Patriarca. E’ però solamente un lampo che si spegne poco dopo. Mariano in una situazione difficile di gioco e trovandosi davanti a sé il muro a tre dei senesi, trova con classe il mani-out. E’ il punto decisivo a livello psicologico perché successivamente Russomanno fallisce un buona occasione mentre il set viene chiuso sul 25-23 con l’errore in battuta di Sergio Noda Blanco. Nel secondo set si sono alzate le percentuali del team senese, che fa registrare in questo parziale il 50% di produzione offensiva, però Spoleto tocca un altissimo 61%. E Michele Morelli è già a quota 14 punti personali: dopo i 7 punti del primo set ne totalizza altrettanti nel secondo.

La Emma Villas conquista il suo primo vantaggio in avvio di terzo set sul 2-3. La Emma Villas adesso sta lottando. In campo ci sono Cannistrà da opposto e Roby Braga al centro, con Vedovotto e Russomanno in banda. Una grande difesa di squadra e un tocco intelligente di Cannistrà riportano avanti Siena. Ed il vantaggio si amplia nell’azione successiva grazie al tocco di Braga: 8-10. Il +3 è opera di Russomanno, bravissimo a muro. Siena torna a crederci. Cannistrà si fa valere anche a muro, bloccando Morelli: 11-14. Ora le percentuali della Monini si sono abbassate. Cannistrà fa buone cose e pure da Vedovotto e Patriarca arrivano punti che consentono alla Emma Villas di rimanere avanti. La Monini difende strenuamente in ogni azione, alcuni salvataggi dei giocatori di casa sono spettacolari. Il match è infuocato e altissimo il tifo dei sostenitori da una parte e dall’altra. Il tabellone indica che il punteggio del terzo set è in parità: 18-18. Dopo una lunga rincorsa la Monini torna in vantaggio con un tocco di Roberto Festi. Poi Cannistrà sbaglia di poco la mira e gli umbri esultano per un divario che si amplia alle due lunghezze. La partita va a strappi, e dopo i due punti della Monini arrivano i due punti della Emma Villas. Bravo Roberto Braga, il cui muro vale il 20-20. Arriva un momento assai delicato, con lo spoletino Vanini che sceglie la pipe per Bertoli. A segno. Ancora Bertoli, poco dopo, per il 22-20. La coppia Morelli – Bertoli porta gli oleari sul 24-21 mettendo a segno un altro break. I primi due match point vengono annullati, ma sul 24-23 Morelli mette la firma. Finisce 3-0 per Spoleto, dando inizio alla torcida del pubblico del PalaRota.

I PROTAGONISTI-

Niccolò Lattanzi (DS Monini Spoleto)- « Voglio ringraziare la città di Spoleto, il nostro allenatore Riccardo Provvedi, bravissimo in tutto l’arco della stagione a gestire situazioni delicate, e i miei più stretti collaboratori, nonché amici, Daniele Grechi e Cristian Vigilante, con i quali c’è un rapporto splendido che ci ha permesso di costruire questa incredibile stagione. E poi ovviamente il ringraziamento è per i giocatori, eccezionali in tutto l’arco del campionato e quasi eroici in questa semifinale ».

IL TABELLINO-

MONINI SPOLETO - EMMA VILLAS SIENA 3-0 (25-19, 25-23, 25-23)

MONINI SPOLETO: Monopoli 0, Bertoli 12, Bargi 6, Morelli 20, Mariano 7, Zamagni 7, Marta (L), Festi 1, Romiti (L), Segoni 0, Vanini 0, Garofalo 0. N.E. Joventino Venceslau, Iaccarino. All. Provvedi.

EMMA VILLAS SIENA: Fabroni 1, Russomanno Dos Santos 9, Spadavecchia 0, Padura Diaz 2, Vedovotto 8, Patriarca 10, Noda Blanco 2, Braga 5, Cannistrà 6, Cesarini (L), Battista (L), Di Tommaso 0, Menicali 0. N.E. Gradi. All. Tofoli.

ARBITRI: Canessa, Zingaro.

NOTE - durata set: 26', 30', 38'; tot: 94'.

Abbonati al Corriere dello Sport

Scegli fra le nostre proposte Plus e Full e leggi su tutti i dispositivi con un unico abbonamento.

Ora ad un prezzo mai visto!

A partire da 4,99

0,99 /mese

Scopri l'offerta

Commenti