Champions League: una brutta Conegliano crolla col Fenerbahce

Nella gara di andata dei quarti di finale la squadra di Santarelli incappa in una giornata no e si arrende 3-0 (25-19, 25-17, 25-19) al cospetto delle turche di Terzic
Champions League: una brutta Conegliano crolla col Fenerbahce© Cev
7 min

ISTANBUL (TURCHIA)- Amara serata, nell'andata dei Quarti di Finale di Champions League, per la A.Carraro Imoco Conegliano che ad Istanbul, al cospetto del Fenerbahce Opet Istanbul di Zoran Terzic. Al  Burhan Felek Voleybol Salonu le pantere di Santarelli sono incappate in una serata decisamente no, non entrando praticamente mai in partita e finendo per arrendersi dinanzi al gioco spumeggiante della formazione turca che ha avuto in Fedorovtseva, Menezes e Vargas tre bocche da fuoco praticamente incontenibili. Finisce con un largo ed inequivocabile 3-0 (25-19, 25-17, 25-19) che sarà durissima ribaltare nel match di ritorno al Pala Verde.

Il sestetto scelto dalle padrone di casa è Macris-Vargas, Vuchkova (ex Pantera), Erdem, Fedorovtseva-Ana Cristina, libero Orge. Coach Santarelli, che oggi gioca in Turchia per la prima volta come ct della nazionale ottomana, mette in campo Wolosz-Haak, De Kruijf-Squarcini, Plummer-Robinson Cook (ex), libero De Gennaro.

La squadra di coach Terzic, storico predecessore proprio di Santarelli sulla panchina della Serbia, inizia confermandosi in un periodo di forma eccezionale, attualmente il team che gioca meglio in Europa, costringendo le venete a un set tutto a inseguire. Il primo break con le battute di Vargas, protagonista del set (4 punti nel set) decisiva nel parziale insieme alle altre due attaccanti di palla alta, la brasiliana Ana Cristina (5) e la baby-fenomeno russa Fedortvtseva (6), porta le turche a +3 (9-6), poi le Pantere cominciano a commettere errori insusuali e sulla pressione delle padrone di casa sprofondano a -7 (18-11). Coach Santarelli prova anche con i cambi (Lubian e Samedy) e limitando gli errori l’A.Carraro Imoco piano piano si riavvicina fino al -3 (20-17), in un match dove entrambe le squadre si affidano alla palla alta anche perchè le battute sono forzate da entrambe le parti. Con Haak sotto i suoi standard (25% in attacco nel set per la svedese, 32% in totale di squadra) però Conegliano fatica e dopo una leggera flessione il Fenerbahce si riprende e chiude con un comodo 25-19.

Nel secondo set dopo un inizio guardingo arriva un’altra accelerata del Fener che continua a mettere una pressione infernale in battuta e prende presto un buon vantaggio (12-7) grazie auna battuta sempre ficcante che lascia poche opportunità di costruire gioco a capitan Wolosz. Entra Fahr per Squarcini a cui non entra il servizio, ma la musica non cambia: Feodorovtseva riceve bene, ma soprattutto colpisce con successo da ogni posizione mostrando tutto il suo talento e l’A.Carraro Imoco si trova a inseguire (18-12). La regista brasiliana Macris insiste sulle bande (zero attacchi per le centrali nei primi due set) e la tattica si rivela vincente, 9 punti per una scatenata Feodorovtseva, 6 per Vargas e 5 per Ana Cristina.
Con qualche ricezione pulita, Wolosz innesca una buona Plummer e anche De Kruijf che colpisce per il 21-17 che regala qualche speranza, ma le Pantere stasera mancano nella continuità e ne approfitta Ana Cristina per riportare a distanza di sicurezza il Fenerbahce. Poi ci pensa la formidabile cubana (prossimamente turca) Melissa Vargas a chiudere i conti con due aces per l’impietoso 25-17.

Il terzo set vede Conegliano confermare Fahr in sestetto, ma la diagonale Wolosz-Haak fatica a confezionare palloni vincenti. Gli errori gialloblù e la varietà di colpi di un’ottima Feodorovtseva che furoreggia sia in attacco che in battuta. Il break della giovane russa, incrementato anche dai “soliti” errori in attacco di questa sera per le Pantere, manda subito avanti la squadra di Istanbul (6-2) e c’è un altro time out per coach Santarelli. L’A.Carraro Imoco sembra giù di giri, invece Ana Cristina e compagne continuano a difendere e martellare. Capitan Erdem alza le mani a muro e allunga il margine, poi Vargas su un contrattacco spara il 10-5 che indirizza anche il terzo set verso il Fenerbahce. L’A.Carraro Imoco spinge al servizio, ma la palla alta “caraibica” di Vargas e Ana Cristina (infallibile) continua a fare male e i 6000 di Istanbul fanno festa sul +6 (13-7). Con Haak spuntata (con “soli” 9 punti è top scorer di un’A.Carraro Imoco che chiuderà con il 38% in attacco, molto sotto al suo standard), coach Santarelli prova il doppio cambio inserendo Samedy e Carraro, ma come nei primi due set Feodorovtseva (19 punti alla fine), ora è la fortissima brasiliana Ana Cristina (16 punti, MVP) a condurre l’attacco turco. Samedy piazza qualche buon colpo, tre punti in fila dell’opposta-USA (mentre è dentro anche Gennari per Plummer) consigliano il time out al Fener sul 17-12. C’è anche Lubian, ma Erdem la ferma, poi Feodorovtseva spacca il muro e continua il pomeriggio amaro delle Pantere (20-12). Il finale vede l’ultimo sussulto di De Gennaro e compagne, mai in questa stagione così in difficoltà,  che risalgono con carattere fino al -3 (22-19), ma il Fenerbahce  chiude senza soffrire troppo con il 25-19 di Vargas che vuol dire un netto e meritato 3-0 in questo match di andata. E’ la prima sconfitta stagionale in Europa, la seconda stagionale dopo quella in campionato con Scandicci.

I PROTAGONISTI-

Monica De Gennaro (A.Carraro Imoco Conegliano)- « Siamo partite titubanti, loro hanno preso fiducia. Avevamo già visto al video che loro hanno dei terminali in attacco molto forti e stasera lo hanno dimostrato mettendo giù qualsiasi tipo di pallone. La nostra fase muro/difesa non ha funzionato per niente. Ora dobbiamo riguardarci la partita per capire le tante cose che non sono andate per approcciare una partita diversa in casa. Ora pensiamo a Scandicci ma al ritorno con il Fenerbahce ce la giocheremo. Spero di vedere un Pala Verde pieno perché dovremo fare un’ impresa contro questa squadra che sta giocando un’eccellente pallavolo ed è in una grande condizione fisica. Il nostro pubblico sarà fondamentale ».

IL TABELLINO-

FENERBAHCE OPET ISTANBUL – A. CARRARO IMOCO CONEGLIANO 3-0 (25-19, 25-17, 25-19)

FENERBAHCE OPET ISTANBUL: Silva Carneiro 1, Fedorovtseva 19, Menezes Oliveira De Souza 16, Erdem Dundar 2, Vuchkova 2, Vargas 17, Orge (L), Lazareva. Non entrate: Eroglu, Cetin (L), Kalac, Diken, Boz, Unal. All. Terzic.

CARRARO IMOCO CONEGLIANO: Plummer 4, Robinson Cook 6, Squarcini 3, De Kruijf 4, Haak 10, Wolosz 2, De Gennaro (L), Carraro, Gennari 2, Samedy 4, Lubian 1, Fahr 1. Non entrate: Gray, Pericati (L). All. Santarelli.

ARBITRI: Geukes, Krticka.

NOTE – Durata set: 25′, 23′, 27′; Tot: 75′.

IL TABELLINO-

FENERBAHCE OPET ISTANBUL – A. CARRARO IMOCO CONEGLIANO 3-0 (25-19, 25-17, 25-19)

FENERBAHCE OPET ISTANBUL: Silva Carneiro 1, Fedorovtseva 19, Menezes Oliveira De Souza 16, Erdem Dundar 2, Vuchkova 2, Vargas 17, Orge (L), Lazareva. Non entrate: Eroglu, Cetin (L), Kalac, Diken, Boz, Unal. All. Terzic.

CARRARO IMOCO CONEGLIANO: Plummer 4, Robinson Cook 6, Squarcini 3, De Kruijf 4, Haak 10, Wolosz 2, De Gennaro (L), Carraro, Gennari 2, Samedy 4, Lubian 1, Fahr 1. Non entrate: Gray, Pericati (L). All. Santarelli.

ARBITRI: Geukes, Krticka.

NOTE – Durata set: 25′, 23′, 27′; Tot: 75′.


Acquista ora il tuo biglietto! Segui dal vivo la partita.© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti