Volley A1 maschile: Piacenza accorcia su Macerata

La Copra Elior Piacenza, dopo due ore di gioco riesce a mettere al sicuro il bottino pieno contro Modena, nonostante una partita dalla doppia faccia e chiusa con un quarto set molto nervoso e tirato.

PIACENZA - Piacenza, nonostante la stanchezza accumulata a causa dei numerosi impegni di Champions League e Campionato, porta a termine due primi set impeccabili (il primo tiratissimo chiuso sul 29-27, il secondo più agevole sul 25-22), giocati con intelligenza e minuzia, in cui riesce a risollevarsi dai momenti negativi. Poi nel terzo parziale tutto cambia: i biancorossi calano drasticamente, nessun fondamentale ingrana più e Casa Modena ne approfitta chiudendo il parziale con ben 8 lunghezze di vantaggio (17-25). Quando nel quarto set tutto sembra dato per perso (Modena avanti 19-23) e la partita sembra doversi decidere al tie break come nella gara d’andata, una decisione arbitrale ribalta completamente la gara: la palla di Modena del 19-23 fischiata contesa porta nervosismo e agitazione in casa gialloblù; gli uomini di Lorenzetti vanno in tilt e la Copra Elior non si lascia pregare: Simon e Fei diventano i protagonisti della chiusura. Il cubano fa esplodere il PalaBanca, tutto esaurito in occasione del derby d’Emilia, con la rimonta del 24-24, Fei, sui 9 metri, va a segno con l’ace del 25-24 per poi ripassare la palla al numero 10 biancorosso che mette il punto definitivo della gara facendo esplodere il palazzetto piacentino sul 26-24. Spettacolare il confronto tra i due palleggiatori, De Cecco e Bruninho; Simon (eletto MVP a fine gara) si dimostra il trascinatore della Copra Elior: per lui 22 punti (di cui 1 ace e 6 muri); a seguire Zlatanov (6 di cui 1 muro) e Fei (10 di cui 2 ace e 1 muro). Dall’altra parte della rete Bartman (23 di cui 2 muri), Deroo (19 di cui 3 ace e 1 muro) e Sala (12 di cui 1 ace e 3 muri) riescono, nel terzo e quarto set, a mettere i bastoni tra le ruote a una Piacenza un po’ intorpidita.

 

I PROTAGONISTI -

Luca Tencati (Copra Elior Piacenza):«La nostra reazione dell’ultimo giro è stata stupefacente. Siamo riusciti a risollevarci dal momento negativo e complicato nonostante stiamo vivendo un periodo pieno di carico lavorativo».

Hendriks Niki (Casa Modena): «Peccato per il finale e per delle decisioni che, nonostante il regolamento, possono cambiare l’umore e l’esito della partita. Il tabellone però dice effettivamente come è andata a finire. Ora c’è sia amarezza che rabbia».

 

 

IL TABELLINO -

COPRA ELIOR PIACENZA - CASA MODENA 3-1 (29-27, 25-22, 17-25, 26-24)

COPRA ELIOR PIACENZA: Marra (L), Le Roux 8, Partenio, Papi 2, Fei 10, Kaliberda 4, Simon 22, Zlatanov 16, Husaj, Tencati, Vettori 6, De Cecco 3. Non entrati Smerilli. All. Monti.

CASA MODENA: Manià (L), Donadio, Sala 12, Sket 6, Deroo 19, Kampa 1, Bartman 23, Beretta 8, Bossi, Mossa De Rezende 1, Kovacevic 7. Non entrati Hendriks. All. Lorenzetti.

ARBITRI: Cesare, Santi.

NOTE - Spettatori 3900, incasso 29000, durata set: 37', 33', 25', 35'; tot: 130'.

http://www.legavolley.it/TabellinoGaraA2.asp?IdGara=26223

Commenti