SuperLega

Vedi Tutte
SuperLega

Volley A1 maschile: Città di Castello, che impresa!

© Legavolley

L'Altotevere va sotto 2-0 contro la Lube, poi rialza la testa e vince la gara al tie break: è la quarta vittoria consecutiva per la squadra di Radici.

 

domenica 9 febbraio 2014 22:13

SAN GIUSTINO - Autentica impresa dell'Altotevere Città di Castello che, sotto di due set, rimonta e batte al tie break la Cucine Lube Banca Marche Macerata e si propone come l’autentica sorpresa del Campionato di Serie A1. Palakemon gremito all'inverosimile già un’ora prima dell'inizio per  l'arrivo della capolista che fa registrare il primo sold out stagionale ed il record d'incasso per la Società del Presidente Arveno Joan. Si parte con i sestetti annunciati con Radici che conferma il sestetto delle due vittorie a Verona e Modena schierando Corvetta e Van Walle in diagonale, Fromm e Massari alle bande, Piano e Rossi al centro con Tosi libero. Giuliani risponde con la diagonale Baranowicz-Zaytsev (appaluditissimo dal pubblico tifernate), Kovar e Kurek, Podrascanin e Stankovic al centro con Henno libero. Il primo vantaggio è per i padroni di casa con l'errore di Stankovic (6-3). Un fallo di posizione fischiato a Corvetta riavvicina i marchigiani (9-8) che riacciuffano la parità (11-11) su un contrattacco di Stankovic. Bellissimo il punto che da il primo vantaggio alla squadra di Giuliani (12-13) con il muro di Podrascanin dopo un'azione lunghissima con gesti tecnici di valore assoluto in entrambe le metà campo. Città di Castello cerca di rimanere in scia della corazzata maceratese con Fromm (21-22 tempo Giuliani). Al rientro in campo il tedesco sbaglia il servizio (21-23) e Zaytsev chiude poi il set con un attacco devastante  (22-25). Il secondo set inizia con Martino al posto di Kurek sofferente alla schiena ed il neo entrato viene murato subito da Piano. L'attacco vincente dello Zar e due muri consecutivi di Kovar e Podrascanin consentono il sorpasso alla Lube (6-7). Muro di Podrascanin su Dolfo subentrato a Fromm e Lube ancora avanti (14-15). Piano mura Podrascanin e poi Zaytsev per il sorpasso Altotevere (18-17) e time out Lube. Un contrattacco dell'opposto azzurro riporta avanti la Lube e stavolta è Radici a chiamare il time out sul 18-19. Un palleggio da fuoriclasse di Baranowicz per Martino da il 20-22 agli ospiti. Il break è decisivo per le sorti del set che si chiude sul 22-25 con un errore di Van Walle al servizio. Nel terzo set il servizio di Massari da il primo break ai tifernati (3-1). L'attacco di Fromm (7-3) costringe Giuliani al time out. Si rientra ed il muro di Rossi su Podrascanin e l'attacco vincente di Van Walle portano il punteggio sul 10-4. Dentro Monopoli e l'ex Giombini. L'entusiasmo del pubblico trascina i ragazzi di Radici e Piano mura Zaytsev (21-15). Ancora il centrale di Asti mette a terra il punto del 23-17 ed il mani fuori del 24-18, ed è una veloce di Rossi che permette ai biancorossi padroni di casa di chiudere 25-19. Nel quarto set partenza sprint dei padroni di casa che vanno sul 4-0 con Piano sugli scudi e Giuliani toglie Kovar per Martino. Una serie di difese bellissime permettono a Città di Castello di arrivare fino al 10-6 poi la reazione di Macerata con Podrascanin e Zaytsev porta gli ospiti fino al 10-9. Un muro di Piano su Stankovic e l'attacco da posto 2 di Van Walle fanno allungare i padroni di casa (14-10). Il Video Check da ragione ai tifernati su un primo tempo di Piano chiamato out dagli arbitri (15-11). Fromm fa morire all'incrocio delle righe il punto del 17-12. Reagisce la Lube che, complice un il cartellino rosso alla panchina tifernate, sul turno al servizio di Stankovic si riporta avanti 17-18. La squadra tifernate si innervosisce e la Lube allunga in un amen con Podrascanin (17-20). Reagisce d'orgoglio l'Altotevere e l'ace di Dolfo e l'attacco di Van Walle danno la parità (21-21). Spettacolare la pipe di Van Walle per il 23-22. Chiude il set lo strepitoso muro di Piano su Zaytsev che fa esplodere il Palakemon (25-23). Si va così al tie break. Inizio del set punto a punto, ma l'ace di Rossi su Kovar vale il primo allungo dei padroni di casa (7-5). Zaytsev riporta tutto in parità (7-7). Mani out di Van Walle e cambio di campo (8-7). Massari riceve bene il servizio di Zaytsev e Dolfo mette a terra l'11-10 con Giuliani che chiama il time out. Rossi mura Zaytsev (13-11). Massari mette a terra il 14-12 e Piano mura Kovar per l'apoteosi della squadra tifernate (15-12).

 

I PROTAGONISTI -

Andrea Radici (allenatore Altotevere Città di Castello): «La partita è stata difficile come ce lo aspettavamo. Nei primi due set la loro forza straordinaria in attacco ci ha creato grossi problemi, poi dal terzo ci hanno lasciato margine per poter recuperare. Siamo riusciti ad aggiudicarci la gara grazie ad un’eccellente condizione che ci sta portando frutti straordinari». 

Alberto Giuliani (allenatore Cucine Lube Banca Marche Macerata): «Nel match di stasera siamo scesi di continuità nel cambio palla e siamo stati molto poco efficaci al servizio, fondamentale dal quale devo dire abbiamo raccolto pochissimo. Dopo i primi due set vinti contro una buona Città di Castello, in quel quarto parziale potevamo sicuramente chiudere la partita, ma gli umbri sono cresciuti, si sono galvanizzati e infine sono riusciti a chiudere il match in loro favore. C’è un problema di personalità fuori casa, questo credo sia ormai risaputo e ci stiamo lavorando. I ragazzi si impegnano molto. Ma sono proprio queste partite quelle che ci devono far crescere da qui alla fine. In alcuni fondamentali ci siamo espressi bene, però il servizio nella pallavolo moderna conta molto, per mettere in difficoltà l’avversario. Contemporaneamente è importante fare pochi errori. Dobbiamo concentrarci su questo e abbinare il tutto ad un cambio palla più fluido. Kurek? Si è bloccato alla schiena, valuteremo le sue condizioni nei prossimi giorni».

 

 

IL TABELLINO -

ALTOTEVERE CITTA' DI CASTELLO - CUCINE LUBE BANCA MARCHE MACERATA 3-2 (22-25, 22-25, 25-19, 25-23, 15-12)

ALTOTEVERE CITTA' DI CASTELLO: Franceschini, Fromm 6, Carminati, Corvetta 1, Dolfo 4, Massari 10, Tosi (L), Piano 14, Van Walle 28, Rossi 8. Non entrati Lensi, Sartoretti, Marchiani. All. Radici.

CUCINE LUBE BANCA MARCHE MACERATA: Henno (L), Parodi, Zaytsev 26, Stankovic 6, Kovar 12, Martino 8, Monopoli, Giombini, Kurek 2, Baranowicz 2, Podrascanin 18. Non entrati Patriarca. All. Giuliani.

ARBITRI: Cappello, Cipolla.

NOTE - durata set: 29', 29', 25', 32', 15'; tot: 130'.

http://www.legavolley.it/TabellinoGaraA2.asp?IdGara=26233

Per Approfondire