Volley: Superlega, Trento cade, la Lube vola

Nelle partite odierne del turno infrasettimanale il colpo di giornata lo fa l'Exprivia Molfetta che impone lo stop ai Campioni d'Italia; gli uomini di Blengini vincono a Milano e confermano il primato; Modena supera Piacenza; Latina, protagonista dell'ennesimo tie break, lascia due punti alla CMC Ravenna
Volley: Superlega, Trento cade, la Lube vola
14 min

ROMA- Nei quattro incontri di oggi della settima giornata di Superlega il risultato da incorniciare è quello centrato da Molfetta che, fra le mura amiche, ha imposto lo stop ai Campioni d’Italia della Diatec Trentino. Resta in vetta la Cucine Lube Civitanova che va a spadroneggiare sul campo di Milano, Modena non soffre oltre il lecito per battere Piacenza al Pala Panini mentre Latina si rende protagonista dell’ennesimo tie break stavolta negativo contro il CMC Ravenna

                                                                   TUTTE LE SFIDE-

EXPRIVIA MOLFETTA - DIATEC TRENTINO-

La partita che non t’aspetti e un risultato impensabile alla vigilia. L’Exprivia Molfetta supera 3-0 la Diatec Trentino in una gara a senso unico. I parziali (25-21, 25-21, 25-20) sono emblematici. Exprivia perfetta, Trento assente. Decisivo il fondamentale della battuta con i padroni di casa capaci di realizzare 9 ace. Molfetta bene anche in attacco con una percentuale del 51%. In casa Trento troppa imprecisione. Generoso, ma non risolutivo Antonov. Non alla sua altezza la prestazione di Lanza, sia in attacco che in ricezione. Gulinelli si affida al solito starting six con la diagonale Hierrezuelo-Hernandez, Randazzo e Joao Rafael schiacciatori, Barone e Candellaro centrali, De Pandis libero. Stoytchev risponde con Giannelli e Djuric, Antonov-Lanza laterali, Solè e Van De Voorde al centro, Colaci libero. L’inizio dell’Exprivia è devastante. La Diatec pare distratta, mentre i padroni di casa volano fino al 16-7, con Hernandez e Hierrezuelo già in palla. Un po’ per volta Trento trova le misura con Solè e Djuric, ma è troppo tardi per rientrare nel parziale. Un errore di Djuric in battuta vale il 25-21 molfettese. Prova di forza dell’Exprivia anche nel secondo set (17-15). Hernandez continua a martellare e Molfetta si impone ancora 25-21. Il terzo set inizia all’insegna dell’equilibrio. Stoytchev sostituisce Giannelli con Bratoev. Hernandez porta l’Exprivia avanti 12-10. I molfettesi provano l’allungo, ma Trento rintuzza questo tentativo, con l’ottimo ingresso di Daniele Mazzone, autore di un muro e un ace. A decidere è Hernandez: il cubano realizza due ace e due attacchi vincenti. Finisce 25-20 e 3-0. Un risultato sorprendente in un PalaPoli capace di fare ancora la differenza. Molfetta si esalta. Per Trento c’è la necessità di voltare subito pagina.

 

I PROTAGONISTI-

Joao Rafael De Barros (Exprivia Molfetta)- « Stiamo giocando bene. Più tempo ci alleniamo insieme, più miglioriamo. Oggi lo abbiamo dimostrato. Siamo stati perfetti in ogni fondamentale e per questo abbiamo battuto una super squadra come Trento. Dicono che io sia Joao Meravigliao, ma la meraviglia sono i nostri tifosi, che sono stati immensi. Sono emozionato, abbiamo realizzato un’impresa ».
Massimo Colaci (Diatec Trentino)- « È un ritorno amaro nella mia Puglia, ma Molfetta ha meritato, c’è poco da dire. Volevamo dare continuità alla bellissima vittoria contro Modena, ma non ci siamo riusciti. Da domani dobbiamo già pensare alla prossima importante gara contro Latina ».

IL TABELLINO-

EXPRIVIA MOLFETTA - DIATEC TRENTINO 3-0 (25-21, 25-21, 25-20)

EXPRIVIA MOLFETTA: Candellaro 9, Randazzo 7, Del Vecchio, De Barros Ferreira 7, Barone 3, De Pandis (L), Porcelli (L), Hierrezuelo 7, Hernandez Ramos 19. Non entrati Kaczynski, Spadavecchia, Mariella, Fedrizzi. All. Gulinelli.

DIATEC TRENTINO: Nelli, Antonov 9, Bratoev 1, De Angelis, Giannelli 1, Lanza 3, Solé 7, Djuric 12, Colaci (L), Van De Voorde 6, Mazzone 2. Non entrati Mazzone, Urnaut. All. Stoytchev.

ARBITRI: Florian, Lot. NOTE - Spettatori 1900, incasso 5500, durata set: 25', 26', 29'; tot: 80'.
Mvp Fernando Hernandez (Exprivia Molfetta)

REVIVRE MILANO - CUCINE LUBE BANCA MARCHE CIVITANOVA -

In notturna, davanti a un PalaBorsani gremito con quasi 2000 spettatori per l’occasione, Revivre Milano cade in casa con la Cucine Lube Banca Marche Civitanova, squadra in vetta alla SuperLega. Coach Monti manda in campo la formazione già rodata durante le ultime gare con una novità: lo schiacciatore bulgaro Todor Skrimov, debuttante in SuperLega con la maglia di Milano dopo l’infortunio alla spalla. Milano si presenta con Sottile in regia, Milushev opposto, Alletti e Burgsthaler al centro, Baranek e Skrimov schiacciatori di banda e Tosi come libero. La gara inizia subito con l’allungo della formazione ospite che costringe i milanesi a chiamare il time out (2-5) e a inseguire gli avversari per tutto il set che termina 13-25 con ben 5 errori al servizio da parte di Milano. Anche nel secondo set i ragazzi di coach Monti iniziano in salita e sono costretti a inseguire Juantorena e compagni, ma riescono a esprimere un gioco migliore, limando gli errori al servizio. Non basta, però, a fermare la capolista che va a chiudere anche il secondo parziale (18-25). Nel terzo e ultimo set sono ancora i marchigiani a condurre il gioco, autori di azioni che fanno surriscaldare tutto il PalaBorsani. Coach Monti cambia la regia: dentro Sbertoli su Sottile e a seguire arriva la seconda sostituzione con Russomanno su Baranek, dopo l’ennesimo servizio sbagliato. Buona la prestazione di Skrimov e Milushev in attacco, ma non è sufficiente per fermare la corazzata biancorossa: la Lube si aggiudica anche il terzo set (16-25).

I PROTAGONISTI-

 Kamil Baranek (Revivre Milano)- « Contro una squadra così forte siamo stati in difficoltà in tutti i fondamentali. Abbiamo fatto meglio all’inizio della partita e siamo riusciti a tenere un po’ il gioco, poi gli avversari hanno fatto il loro lavoro e sono sempre riusciti a mantenere un vantaggio su di noi » .
Osmany Juantorena (Cucine Lube Banca Marche Civitanova)- « Abbiamo dovuto mantenere una grande attenzione perché Milano è una squadra che sta vivendo un momento difficile e oggi si volevano riscattare. Noi siamo stati bravi a far capire che volevamo vincere e così è stato ».
 

IL TABELLINO-

REVIVRE MILANO - CUCINE LUBE BANCA MARCHE CIVITANOVA 0-3 (13-25, 18-25, 16-25)

REVIVRE MILANO: Milushev 13, Alletti 5, Sottile 1, Sbertoli 1, Skrimov 4, Russomanno Dos Santos, Tosi (L), De Togni, Baranek 7, Burgsthaler 2. Non entrati Gavenda, Rivan, Galaverna, Marretta. All. Monti.

CUCINE LUBE BANCA MARCHE CIVITANOVA: Fei 1, Parodi, Juantorena 10, Stankovic 6, Christenson 6, Cester 10, Grebennikov (L), Miljkovic 11, Corvetta, Cebulj 13. Non entrati Gabriele, Vitelli, Podrascanin. All. Blengini.

ARBITRI: Goitre, Braico.

NOTE - Spettatori 1900, incasso 6000, durata set: 20', 26', 27'; tot: 73'.
MVP Micah Christenson (Lube Volley)

DHL MODENA - LPR PIACENZA -

Prima della gara viene premiato Samuele Papi, un campione che ha fatto e sta facendo la storia del volley. DHL Modena parte con Bruno–Vettori, Nikic-Petric, Piano-Lucas, libero Rossini. Piacenza risponde con Coscione-Luburic, Zlatanov-Perrin, Patriarca-Kohut, libero Mania. Il match inizia con un punto a punto in cui regna equilibrio (13-13). Piacenza prende il largo durante la seconda parte del set e vince il primo parziale 25-20 con una Modena sottotono. Il secondo set inizia con lo stesso canovaccio del primo: grande equilibrio interrotto da un rosso a coach Giuliani sull’8-9. Modena, con Ngapeth in campo per Nikic piazza il break (19-15) e vince il secondo parziale 25-20 rimettendo in parità l’incontro. Il terzo parziale inizia con il break della DHL che si porta sull’11-7 e scappa via (19-12) per poi chiudere 25-16. Nel quarto set Modena parte fortissimo e mantiene sempre il vantaggio sino al 19-14. Nel finale i padroni di casa vincono il terzo set 25-17 e chiude il match 3-1.
 

I PROTAGONISTI-

Angelo Lorenzetti (Allenatore DHL Modena)- « Abbiamo vinto una gara difficile. I ragazzi sono stati bravi a rientrare in partita dopo un primo set giocato non bene, anche perché Piacenza è una squadra di buon livello. Ora si riparte a mille. Domenica andremo a Civitanova per giocare contro una squadra dal roster fortissimo ».
Alberto Giuliani (Allenatore LPR Piacenza)- « Abbiamo perso contro una grande squadra, ma sono soddisfatto dei miei ragazzi. In questa prima parte di campionato stiamo esprimendo un buon volley. Si riparte con la consapevolezza di poter fare bene ».

 IL TABELLINO-

DHL MODENA - LPR PIACENZA 3-1 (20-25, 25-20, 25-16, 25-17)

DHL MODENA: Mossa De Rezende 3, Donadio (L), Petric 22, Rossini (L), Ngapeth 10, Nikic, Piano 7, Saatkamp 11, Vettori 11. Non entrati Soli, Casadei, Sartoretti, Sighinolfi. All. Lorenzetti. LPR PIACENZA: Manià (L), Coscione 3, Kohut 8, Ter Horst 15, Perrin 5, Papi 2, Sedlacek, Patriarca 7, Zlatanov, Luburic 17, Tavares Rodrigues. Non entrati Tencati, Cottarelli. All. Giuliani.

ARBITRI: Cipolla, Santi.

NOTE - Spettatori 2900, incasso 23000, durata set: 26', 25', 23', 23'; tot: 97'.
MVP Nemanja Petric (DHL Modena)

CMC ROMAGNA - NINFA LATINA -

La settima giornata di Superlega ha visto i romagnoli tornare a giocare al Pala De Andrè di Ravenna dopo un anno e mezzo di assenza, per affrontare la Ninfa Latina. E’ stata battaglia per oltre due ore e mezzo, ma alla fine sono stati i padroni di casa a prevalere, trascinati dall’opposto Torres. Prima della -gara è stato osservato un minuto di silenzio in memoria di Enrico Liverani, assessore del Comune e candidato sindaco di Ravenna, venuto tragicamente a mancare nel weekend appena trascorso. I padroni di casa hanno approfittato della possibilità di inserire un ospite in panchina, novità proposta dalla Lega per questa stagione, mettendo a referto Alberto Morigi, responsabile amministrativo dell’azienda main sponsor CMC. I romagnoli hanno patito la serata no dei posti 4. Kantor ha provato a cambiare più volte la coppia di attaccanti di banda senza mai trovare la chiave per la svolta, ma riuscendo comunque ad allungare la gara grazie alla prova di “quantità” di Torres e alla fine a portarla a casa. Latina dal canto suo ha trovato in Simon Hirsch un attaccante implacabile fino a metà gara, poi un po’ di scarsa lucidità nei momenti caldi del match e qualche errore di troppo hanno permesso alla CMC di restare viva, e alla fine di aggiudicarsi l’incontro. Partita non brillante, in cui alla fine il cuore dei romagnoli ha prevalso.

 

I PROTAGONISTI-

Maximiliano Cavanna (CMC Romagna)- « Siamo stati bravi a non mollare e a compattarci nelle difficoltà. Non siamo stati perfetti ma ci abbiamo messo il cuore. Faccio i complimenti a Torres che è stato straordinario e a tutti i ragazzi entrati dalla panchina. E’ una vittoria di gruppo. Abbiamo faticato a giocare contro Latina, ma la cosa più importante è il risultato e sono davvero felice ».
Dante Boninfante (Ninfa Latina)-  « Abbiamo regalato tanto alla CMC, a partire dal secondo set per come è finito. Idem il quarto, subendo un break nel finale. Secondo me ci è mancata un po’ di tranquillità e lucidità nei momenti chiave per chiudere la partita ».

IL TABELLINO-

CMC ROMAGNA - NINFA LATINA 3-2 (19-25, 25-20, 15-25, 25-21, 18-16) - CMC ROMAGNA: Mengozzi 11, Ricci, Cavanna 2, Zappoli 3, Della Lunga 9, Van Garderen 4, Polo 9, Koumentakis 7, Goi (L), Torres 28, Boswinkel 2, Bari (L), Perini De Aviz 2. All. Kantor.

NINFA LATINA: Krumins, Sket 12, Romiti (L), Boninfante 3, Tailli, Hirsch 24, Yosifov 10, Rossi 9, Maruotti 13. Non entrati Mattei, Pavlov, Ferenciac. All. Placì.

ARBITRI: Rapisarda, Piana. NOTE - durata set: 26', 30', 23', 27', 22'; tot: 128'
MVP: Maurice Torres (CMC Romagna)

I RISULTATI-

Exprivia Molfetta-Diatec Trentino 3-0 (25-21, 25-21, 25-20);

CMC Romagna-Ninfa Latina 3-2 (19-25, 25-20, 15-25, 25-21, 18-16);

DHL Modena-LPR Piacenza 3-1 (20-25, 25-20, 25-16, 25-17);

Calzedonia Verona-Tonazzo Padova – si gioca il 26/11/2015 ore 20.30;

Revivre Milano-Cucine Lube Banca Marche Civitanova 0-3 (13-25, 18-25, 16-25);

Sir Safety Conad Perugia-Gi Group Monza 3-0 (25-19, 35-33, 25-17)

LA CLASSIFICA-

Cucine Lube Banca Marche Civitanova 19, DHL Modena 18, Sir Safety Conad Perugia 15, Diatec Trentino 14, Exprivia Molfetta 13, Calzedonia Verona 11, Ninfa Latina 9, CMC Romagna 9, Gi Group Monza 7, LPR Piacenza 3, Tonazzo Padova 3, Revivre Milano 2.
Note: 1 Incontro in meno: Calzedonia Verona, Tonazzo Padova

IL PROSSIMO TURNO-

Domenica 29 novembre 2015, ore 17.45
Cucine Lube Banca Marche Civitanova - DHL Modena (Saltalippi-Bartolini)

Domenica 29 novembre 2015, ore 18.00
Diatec Trentino - Ninfa Latina (Boris-Pozzato)
Sir Safety Conad Perugia - Exprivia Molfetta (Simbari-Sampaolo)
Calzedonia Verona - Revivre Milano (Satanassi-La Micela)
Tonazzo Padova - CMC Romagna (Zucca-Cipolla)

Martedì 1 dicembre 2015, ore 20.30
LPR Piacenza - Gi Group Monza Diretta RAI Sport 1 (Tanasi-Piana)

 

 


Acquista ora il tuo biglietto! Segui dal vivo la partita.

Abbonati a Corriere dello sport

Scegli fra le nostre proposte Plus e Full e leggi su tutti i dispositivi con un unico abbonamento.

Ora ad un prezzo mai visto!

A partire da 4,99

0,99 /mese

Scopri l'offerta

Commenti