Corriere dello Sport

SuperLega

Vedi Tutte
SuperLega

Volley: Superlega, la partitissima dell' 11a è Modena-Trento

Volley: Superlega, la partitissima dell' 11a è Modena-Trento
© Legavolley

Dopo l'anticipo di questa sera fra Monza e Molfetta domenica si gioca alle 18.00.Il match clou al PalaPanini fra i Campioni d'Italia e la capolista. Lorenzetti torna sul campo dove ha vinto lo scudetto

Sullo stesso argomento

 

venerdì 18 novembre 2016 16:29

ROMA-  Dopo quattro turni di Regular Season con tutte le 14 squadre di SuperLega UnipolSai in campo quasi simultaneamente, l’undicesima giornata di andata ripropone l’anticipo del venerdì con Monza e Molfetta questa sera di fronte alle telecamere di Rai Sport 1. Domenica alle 17.30, sempre in diretta su RAI Sport 1, il remake dell’ultima finale Play Off di A2 tra Vibo Valentia e Sora. Alle 18.00 su Lega Volley Channel il big match Modena –Trento, Civitanova – Verona, Padova – Piacenza e Ravenna – Milano. Mercoledì 23 novembre posticipo al PalaEvangelisti tra Perugia e Latina, con gli umbri domenica impegnati nel ritorno del Terzo Turno preliminare di Champions League.

 Il Gi Group Monza, settimo in classifica con 15 punti, resta in casa dopo la prova deludente contro Perugia, ma inaugura gli sconti natalizi sui prodotti ufficiali con il “Black Friday” e sfida nell’anticipo odierno l’Exprivia Molfetta, che ora occupa la decima piazza a parità di punti dalla nona Vibo Valentia, dopo l’exploit interno per 3-1 contro i Campioni d’Italia della Azimut Modena.

La Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia assapora una parentesi magica di tre vittorie in successione resa ancora più saporita dai nomi illustri delle vittime mietute: dopo il successo esterno da 3 punti a Padova, sono arrivate l’affermazione casalinga per 3-1 con Piacenza e l’impresa al tie break sul campo di Verona. Forte degli 11 punti in classifica, il gruppo calabrese agli ordini di Waldo Kantor ha nel mirino il quarto successo di fila e i 1000 attacchi vincenti di Michalovic in Campionato nel remake simbolico della Finale Play Off di Serie A2 UnipolSai con la

Biosì Indexa Sora, l’altra matricola della categoria. Nella passata stagione il club volsco fu sconfitto nella Finale di Del Monte® Coppa Italia Serie A2 da Vibo Valentia, ma si riscattò con gli interessi nella finalissima per il salto di categoria centrando una clamorosa rimonta nella serie e facendo così pendere l’ago della bilancia degli scontri diretti dalla propria parte per 7 a 4. Ultimo della classe a 7 punti, ma rigenerato dal successo interno con Milano nell’ultimo turno, il sestetto di Bruno Bagnoli ora cerca una continuità nei risultati.

La Azimut Modena si ritrova ad affrontare una “classica” nel suo momento più delicato. Gli uomini di Roberto Piazza hanno perso due gare consecutive con il punteggio di 3-1. Una débâcle casalinga con Monza e una delusione esterna a Molfetta. Due flop viziati dall’infortunio di Ngapeth, atleta chiave tra gli emiliani per i suoi colpi vincenti e il suo carisma. Assente con i brianzoli, il talento francese è entrato a mezzo servizio in Puglia. Oltre a inseguire il millesimo punto di Piano in Campionato, Modena, ora terza, vorrebbe l’aggancio in classifica.

La Diatec Trentino, capolista della SuperLega UnipolSai, è scesa in campo ieri sera a Piacenza per il recupero della quinta giornata incappando in una sconfitta per 3-1 al culmine di quattro parziali molto equilibrati. Resta invariato il primato in classifica ad una lunghezza su Civitanova. I gialloblù vantano 36 successi a fronte delle 27 sconfitte subite negli scontri diretti del passato con Modena. L’allenatore Angelo Lorenzetti tornerà per la prima volta in Campionato nel palazzetto che lo ha visto vincere tutto in Italia. Ex di lusso anche Stokr, a Modena nel 2004/05, e a meno 4 muri dai 300 in Regular Season.

La Cucine Lube Civitanova è in agguato, pronta ad approfittare dello scontro diretto tra Modena e Trento per migliorare la propria classifica. Attualmente, infatti, i biancorossi sono secondi dopo aver perso la leadership nella sconfitta al PalaTrento nel fine settimana scorso. Contro i due ex, Baranowicz e Giovi (1 incontro ai 400 giocati in Campionato), gli uomini di Gianlorenzo Blengini puntano alla vittoria numero 24 nel faccia a faccia con la formazione scaligera. Finora ne hanno persi 4 su 27 disputati. Candellaro a 1 muro vincente dai 300 in Campionato. La Calzedonia Verona annuncia l’imminente sold out per la trasferta in pullman alla volta di Civitanova Marche. Una partita cruciale per l’umore e la classifica, visto che i veneti hanno collezionato tre sconfitte di fila con Modena, Trento e Vibo Valentia perdendo la possibilità di portarsi a ridosso delle prime. Ora il collettivo di Andrea Giani è quinto a 19 punti a braccetto con Perugia, quarta ma con gli stessi punti. Con Mengozzi a un block dai 400 in Campionato, gli ospiti lanceranno la sfida ai due ex: Kovar, nella città dell’Arena nel 2009/10 e Pesaresi, tesserato con Verona dal 2012 al 2016.

La Kioene Padova ha posto fine alla striscia negativa di due sconfitte grazie al 3-2 in rimonta centrato al PalaBianchini di Latina nell’ultimo turno, con i padroni di casa per due volte in vantaggio, ma sempre raggiunti fino alla beffa finale. Nella centesima partita in Regular Season di Balaso e Fedrizzi (prossimo ai 1000 punti in Campionato), la formazione patavina cerca punti importanti, soprattutto in ottica Coppa Italia, e vuole riequilibrare i confronti diretti contro la LPR Piacenza, che nei faccia a faccia con Padova ha vinto 17 volte perdendo solamente in 9 occasioni. Reduci dall’exploit di ieri in notturna nel posticipo con la capolista Diatec Trentino, gli atleti emiliani hanno collezionato ben 7 successi negli ultimi 8 incontri di Regular Season e ora occupano la sesta piazza in classifica. L’umore è alto a tre settimane dall’esordio in CEV Cup, previsto per il prossimo 8 dicembre nei 32esimi di Finale contro lo Stroitel Minks.

La Bunge Ravenna vuole bagnare con una vittoria la partita numero 100 di Bossi tra Campionato e Coppa Italia. Undicesima in classifica a 8 punti alla pari con Milano, la compagine romagnola deve uscire da un ciclo negativo fatto di quattro sconfitte: prima lo stop casalingo con la Diatec Trentino, poi la caduta al tie break sul campo di Monza. Infine la delusione al Pala De Andrè con Civitanova e il flop nel derby contro Piacenza. Una catena che coach Fabio Soli vuole spezzare Intanto Torres intravede i 1000 punti personali in Campionato, ora distanti 25 giocate vincenti. La Revivre Milano vuole gettarsi subito alle spalle lo scivolone rimediato al PalaPolsinelli in tre set contro la matricola Sora. Il modo migliore per tornare in carreggiata sarebbe strappare un successo in trasferta al cospetto dei dirimpettai in classifica aumentando il vantaggio nel faccia a faccia. Finora i meneghini hanno vinto tre confronti diretti contro i romagnoli sui cinque giocati in totale. Gli uomini di Luca Monti hanno le idee chiare e vogliono lasciare il segno lontano dal PalaYamamay per garantirsi buone chance di entrare tra i 12 team di Coppa Italia. La Sir Safety Conad Perugia, reduce, inversione Sicoma Colussi, dal successo esterno per 3-1 in Champions League con gli svizzeri del Volley Amriswil, domenica disputerà il match di ritorno al PalaEvangelisti. Quindi gli umbri recupereranno la sfida dell’undicesimo turno contro la Top Volley Latina mercoledì 23 novembre alle 20.30 con live streaming sul LVC. I pontini hanno bisogno di punti per abbandonare la penultima posizione a quota 7.

TUTTE LE SFIDE-

Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia - Biosì Indexa Sora-

PRECEDENTI: 11 (4 successi Vibo Valentia, 7 successi Sora)

EX: non ci sono ex tra queste due formazioni

A CACCIA DI RECORD:

In Regular Season: Peter Michalovic – 3 attacchi vincenti ai 1000 (Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia).

In Campionato: Manuel Coscione – 2 muri vincenti ai 300 (Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia); Mattia Rosso – 2 battute vincenti alle 200 (Biosì Indexa Sora).

 Waldo Kantor (allenatore Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia)- « In questo periodo stiamo giocando bene e dobbiamo approfittarne sia sotto il profilo tecnico, che mentale sul piano agonistico. Siamo una squadra più matura che compie meno errori, che gestisce bene le situazioni di gioco e poi siamo cresciuti tanto mentalmente perché non molliamo mai e nelle ultime due partite si è vista questa nostra caratteristica. Ora contro Sora ci attende una partita ancora più difficile delle altre, dobbiamo dare il massimo: in questo Campionato non ci sono partite scontate, dovremo giocarla fino in fondo ».

Matteo Sperandio (Biosì Indexa Sora)- « Tornare a Vibo sarà sicuramente emozionante, ma questo è un altro Campionato e di fronte avremo un’altra squadra rispetto a quella dello scorso anno, rinnovata quasi totalmente tranne che per il libero e l’opposto. La storia dunque sarà diversa: quindi, dopo l’emozione di rientrare al PalaValentia, dovremo essere bravi a tenere la testa sulla partita. Il match sarà difficile, ma noi daremo il meglio forti degli ultimi 4 punti conquistati che ci hanno fatto maturare un po’ più di serenità e di esperienza, ma soprattutto dopo essere tornati ad allenarci per una settimana intera. La Tonno Callipo è in un momento molto positivo che si è tradotto in belle vittorie e nono posto in classifica, ma questo non ci spaventa e la pallavolo ci insegna che alle volte non vuole dire nulla ».

Azimut Modena - Diatec Trentino-

 PRECEDENTI: 63 (27 successi Modena, 36 successi Trento)

EX: Jan Stokr a Modena nel 2004-2005.

A CACCIA DI RECORD:

In Regular Season: Luca Vettori – 23 punti ai 2000 (Azimut Modena); Matteo Burgsthaler – 1 partita giocata alle 300, – 3 attacchi vincenti ai 500 e – 2 muri vincenti ai 400, Sebastian Solé – 2 muri vincenti ai 200, Daniele Mazzone – 12 punti ai 1000, Jan Stokr – 4 muri vincenti ai 300 (Diatec Trentino)

In Campionato: Matteo Piano – 1 punto ai 1000 (Azimut Modena).

In Campionato e Coppa Italia: Earvin Ngapeth – 2 battute vincenti alle 200, Nemanja Petric – 4 muri vincenti ai 200 (Azimut Modena); Filippo Lanza – 3 muri vincenti ai 100 (Diatec Trentino).

Roberto Piazza (Allenatore Azimut Modena)- « Modena è pronta a giocare una grande partita. Trento, dopo la sconfitta di ieri sera a Piacenza, vorrà riprendere immediatamente la marcia. All’inizio ci sarà sicuramente una tensione molto elevata, poi le due squadre si scioglieranno e sarà possibile veder una bella partita. Battuta e ricezione sono le armi più importanti di entrambe le squadre e sarà una gara che si vincerà con molta pazienza e giocando bene a pallavolo. La squadra sta bene e siamo “a posto” per giocare una grande partita. Il pubblico? Non finirò mai di dire che giocare al ‘Palapanini’ è una grande emozione e io sono fortunato a poterla provare. Il PalaPanini dovrà essere l’ottavo uomo in campo, visto che sette ci sono già, e sono carichi ».

Angelo Lorenzetti (Allenatore Diatec Trentino)- « Sarà una partita impegnativa sotto tutti i punti di vista, in particolare lo sarà per me dal lato emozionale anche se sotto questo aspetto ho rotto il ghiaccio nella Semifinale di Del Monte® Supercoppa 2016. Al di là del risultato che potrà maturare, la mia speranza è poter dimostrare di essere più competitivi, assorbendo bene la lezione di giovedì sera a Piacenza. Tutto questo avendo ben presente la qualità del gioco dell’Azimut Modena ed il fatto che è reduce da due sconfitte e vorrà cancellarle con un colpo di spugna, provando a vincere questo match ».

Cucine Lube Civitanova - Calzedonia Verona-

PRECEDENTI: 27 (23 successi Civitanova, 4 successi Verona)

EX: Jiri Kovar a Verona nel 2009-2010, Nicola Pesaresi a Verona dal 2012 al 2016, Michele Baranowicz a Civitanova dal 2013 al 2015, Andrea Giovi a Civitanova nel 2008-2009.

A CACCIA DI RECORD:

In Regular Season: Osmany Juantorena – 4 muri vincenti ai 100, Jiri Kovar – 15 punti ai 1000 (Cucine Lube Civitanova).

In Campionato: Davide Candellaro – 1 muro vincente ai 300 (Cucine Lube Civitanova); Andrea Giovi – 1 partita giocata alle 400, Stefano Mengozzi – 1 muro vincente ai 400 (Calzedonia Verona).

In Campionato e Coppa Italia: Osmany Juantorena – 4 attacchi vincenti ai 2000, Dragan Stankovic – 3 muri vincenti ai 400 (Cucine Lube Civitanova).

Dragan Stankovic (Cucine Lube Civitanova)- « La Calzedonia è una squadra forte e costruita per vincere, servirà un'ottima Lube per avere la meglio in questa gara: pazienza e determinazione sono le parole d’ordine, dobbiamo giocare palla dopo palla con grande concentrazione, trovando un buon impatto col match sin dai primi palloni. Mancano tre giornate al termine del girone di andata e ogni gara mette in palio punti importanti, vogliamo dunque sfruttare al meglio il doppio turno casalingo che ci attende: prima pensiamo a Verona, poi a Molfetta  ».

Andrea Giovi (Calzedonia Verona)- « Dobbiamo fare una partita spregiudicata con il gusto di affrontare una gara importante e difficile, sapendo che pochi hanno il privilegio di poter disputare match di questa intensità. Dobbiamo viverla tutti al cento per cento e con il massimo entusiasmo ».

Kioene Padova - LPR Piacenza-

PRECEDENTI: 26 (9 successi Padova, 17 successi Piacenza)

EX: non ci sono ex tra queste due formazioni

A CACCIA DI RECORD:

In Regular Season: Fabio Balaso – 1 partita giocata alle 100, Michele Fedrizzi – 1 battuta vincente alle 100 (Kioene Padova); Aimone Alletti – 2 muri vincenti ai 300 (LPR Piacenza).

In Campionato: Michele Fedrizzi – 12 punti ai 1000 e – 3 muri vincenti ai 100 (Kioene Padova); Aimone Alletti – 1 battuta vincente alle 100, Simone Parodi – 1 partita giocata alle 300 (LPR Piacenza).

 Valerio Baldovin (Allenatore Kioene Padova)- « Domenica ci troveremo di fronte ad una squadra formata da giocatori di livello internazionale e che può contare sulla molta esperienza degli stessi. La LPR ha ottenuto buoni risultati in questa prima parte della stagione e sappiamo che sarà una gara difficile in cui dovremo anzitutto contenere i loro battitori, Clevenot e i loro atleti cubani su tutti. Noi però vogliamo giocarcela a testa alta. Il Campionato sta dimostrando che il livello di gioco è molto alto e servono pertanto prestazioni molto buone contro ogni avversario ».

Francesco Cottarelli (LPR Piacenza)-  « Con Trento possiamo dire di aver recuperato i punti persi a Vibo Valentia, siamo tutti soddisfatti della nostra prova corale, abbiamo portato a termine una bella partita. La cosa importante ora è non abbassare la guardia e sederci sugli allori: domenica ci aspetta un’altra partita importante contro Padova, sarà sicuramente un’altra sfida all’ultima azione di gioco. Noi dobbiamo rimanere concentrati come abbiamo fatto con Trento e fare del nostro meglio anche sul campo di Padova ».

                                          Bunge Ravenna - Revivre Milano-

 PRECEDENTI: 5 (2 successi Ravenna, 3 successi Milano)

EX: non ci sono ex tra queste due formazioni

A CACCIA DI RECORD:

In Campionato: Maurice Armando Torres – 25 punti ai 1000 (Bunge Ravenna).

In Campionato e Coppa Italia: Elia Bossi – 1 partita giocata alle 100 (Bunge Ravenna).

Fabio Soli (Allenatore Bunge Ravenna)- « La partita contro Milano è due volte più importante perché noi veniamo da una brutta prestazione, non semplice da archiviare. Affrontiamo un avversario costruito per lottare per i due posti che restano per partecipare ai Play Off, in quanto i primi sei sono già prenotati delle cosiddette corazzate. Anche la Revivre arriva da un pesante ko e avrà la stessa nostra voglia di rivalsa, ma in più dovrebbe recuperare un elemento di prima fascia come Skrimov. Mi aspetto un match che non decollerà subito, dove vincerà chi sarà più sciolto nei momenti decisivi e chi sarà capace di esprimere la sua migliore pallavolo. Noi dovremo essere molto pazienti nella fase ricezione-attacco e pronti a lavorare al meglio sulle palle staccate, riducendo al minimo i momenti di difficoltà e giocando con grande concentrazione ».

Gianluca Galassi (Revivre Milano)- « Abbiamo lavorato molto e bene questa settimana e contiamo di migliorare ancora alcuni aspetti negli ultimi allenamenti che precedono la gara di domenica contro Ravenna. Per noi è una patita importante, da dentro o fuori, in cui dobbiamo cercare di dare il meglio di noi stessi e provare ad ottenere un successo. Purtroppo dopo il passo falso di Sora ci servono più certezze: contro Ravenna per primo dovremo entrare in campo con un morale differente e cercare di impostare noi la gara. Stiamo lentamente recuperando tutti gli infortunati e questo è un aspetto molto significativo per noi. Speriamo che il nostro periodo sfortunato sia finito e che al completo possiamo recuperare posizioni in classifica e ottenere più vittorie ».

Sir Safety Conad Perugia - Top Volley Latina-

 PRECEDENTI: 8 (7 successi Perugia, 1 successo Latina)

EX: Luciano De Cecco a Latina nel 2008-2009 (Serie A2), Ivan Zaytsev a Latina nel 2007-2008, Fabio Fanuli a Perugia dal 2013 al 2016, Gabriele Maruotti a Perugia nel 2014-2015.

A CACCIA DI RECORD:

In Regular Season: Andrea Bari – 1 partita giocata alle 400, Luciano De Cecco – 2 battute vincenti alle 100, Ivan Zaytsev – 11 attacchi vincenti ai 2000 (Sir Safety Conad Perugia).

In Campionato: Simone Buti – 2 battute vincenti alle 100, Marko Podrascanin – 2 muri vincenti ai 600 (Sir Safety Conad Perugia).

In Campionato e Coppa Italia: Aleksandar Atanasijevic – 16 attacchi vincenti ai 2000 (Sir Safety Conad Perugia).

PROGRAMA E ARBITRI DELL’11° DI ANDATA-

Venerdì 18 novembre 2016, ore 20.30

Gi Group Monza - Exprivia Molfetta (Satanassi-Rapisarda)

Domenica 20 novembre 2016, ore 17.30

Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia - Biosì Indexa Sora  (Cappello-Gnani)

Domenica 20 novembre 2016, ore 18.00

Azimut Modena - Diatec Trentino (Cipolla-Sobrero)

Cucine Lube Civitanova - Calzedonia Verona  (Cesare-Zavater)

Kioene Padova - LPR Piacenza  (Saltalippi F.-Vagni)

Bunge Ravenna - Revivre Milano (Puecher-Cerra)

Mercoledì 23 novembre 2016, ore 20.30

Sir Safety Conad Perugia - Top Volley Latina  (Frapiccini-Turtù)

LA CLASSIFICA-

Diatec Trentino 26, Cucine Lube Civitanova 25, Azimut Modena 23, Sir Safety Conad Perugia 19, Calzedonia Verona 19, LPR Piacenza 18, Gi Group Monza 15, Kioene Padova 13, Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia 11, Exprivia Molfetta 11, Bunge Ravenna 8, Revivre Milano 8, Top Volley Latina 7, Biosì Indexa Sora 7

Articoli correlati

Commenti