Corriere dello Sport

SuperLega

Vedi Tutte
SuperLega

Volley: Superlega, Trento supera Perugia in quattro set

Volley: Superlega, Trento supera Perugia in quattro set
© Legavolley

Dura lotta in Gara 3 fra le formazioni di Lorenzetti e Bernardi. Con cinque uomini in doppia cifra la spunta la Diatec che ora è in vantaggio 2-1 nella serie

Sullo stesso argomento

 

domenica 9 aprile 2017 21:26

TRENTO- Al PalaTrento non si passa ! Gara 3 della semifinale Play Off ha riportato avanti nella serie la formazione di Lorenzetti che ha superato Perugia soffrendo però non poco per avere ragione della formazione di Bernardi che ha lottato alla pari con Giannelli e compagni ed arrendendosi al termine di quattro set tirati fino all’ultima palla. Quattro uomini in doppia cifra, Lanza, Van De Voorde, Stokr, Urnaut e Solè, hanno portato Trento al successo, agli umbri non sono bastati i 22 punti di Atanasijevic.

LA CRONACA DEL MATCH-

La Diatec Trentino si propone nuovamente in formazione tipo per la seconda sfida casalinga della serie: Lorenzetti sceglie Stokr come opposto in diagonale a Giannelli, Urnaut e Lanza in banda, Solé e Van de Voorde al centro e Colaci libero. Perugia risponde con De Cecco alzatore, Atanasijevic opposto, Zaytsev e Berger laterali, Buti e Podrascanin al centro, Bari e Tosi in alternanza nel ruolo libero. L’inizio di partita della Diatec Trentino è determinato ed efficace come l’allenatore marchigiano aveva chiesto alla vigilia: spinta dal proprio pubblico la squadra di casa scappa subito sul 4-1, ma Perugia risponde immediatamente con De Cecco al servizio e Podrascanin a rete, pareggiando in fretta i conti (5-5). Solé con un ace riaccende subito la fase di break point gialloblù, imitato subito dopo da Stokr (11-9), Bernardi spende un time out ma alla ripresa del gioco un muro di Giannelli su Zaytsev allarga ulteriormente la forbice (14-11). La Sir Safety Conad non demorde e grazie ad un errore di Solé e un contrattacco di Atanasijevic pareggia i conti a quota 17. Lorenzetti interrompe allora a sua volta il gioco ma alla ripresa un ace di Podrascanin e un muro dell’opposto serbo su Lanza invertono nettamente la tendenza (17-20). Trento però ha ancora benzina in corpo e con Lanza al servizio (ace) pareggia i conti a quota 22, portando la contesa di conseguenza ai vantaggi (24-24). I padroni di casa annullano due palle set agli ospiti e alla seconda occasione, procacciata da Stokr chiude il conto: 28-26, ace di Urnaut.
Sul filo dell’equilibrio anche l’avvio del secondo parziale, con le due squadre che si rincorrono sino al 7-7, momento in cui la Diatec Trentino piazza un parziale di 3-0 (10-7) con Giannelli e Lanza scatenati. La distanza fra le due formazioni resiste sino al 14-11, poi Buti mura Urnaut e Atanasjievic realizza il punto della parità (14-14). Lanza in attacco e Giannelli a muro offrono un nuovo importante spunto (19-16), a cui Perugia replica immediatamente sfruttando due errori a rete di Urnaut e Stokr (19-19). I gialloblù si disuniscono (19-21 e poi 19-23) rivelandosi ancora fallosi ma nel momento più difficile si ritrovano risalendo nuovamente la china sino al 23-23 (Perugia a sua volta sbaglia). Anche in questo caso la soluzione del parziale è ai vantaggi (24-24, 26-26, 27-27): Trento annulla tre palle set e chiude alla seconda opportunità (30-28), dopo un muro di Van de Voorde su Zaytsev e una invasione di Atanasijevic.
La sfida punto a punto riprende nel terzo periodo, in cui Perugia risale immediatamente dall’iniziale 4-2 interno,, ribaltando la situazione sul 10-12 dopo una lunga serie di cambiopalla. Zaytsev picchia dalla linea dei nove metri (10-13), imitato subito dopo da Atanasijevic (13-16); Trento sbanda ma rimane comunque in carreggiata e continua a lottare (18-19 e 20-21 dopo ace di Antonov). Stavolta però Perugia non perde la calma, gestisce il vantaggio che Atanasjievic costruisce di nuovo fra battuta ed attacco (21-24) e riapre la gara sul 2-1 realizzando la seconda palla set sempre con il serbo.
Sull’onda dell’entusiasmo la Sir Safety Conad parte sparata anche nel quarto parziale, forzando il servizio ed affidandosi sovente al proprio opposto (6-10). Lorenzetti corre ai ripari e getta nella mischia Nelli per Stokr, ma sono gli errori ospiti più che le conclusioni vincenti dei gialloblù a riportare in linea di galleggiamento Trento, che impatta già sul 10-10. Si lotta col coltello fra i denti su ogni pallone (13-14, 16-14 e 17-17); Urnaut fulmina Bari in ricezione per il 20-18, Perugia sbaglia due attacchi consecutivi (22-18). Il vantaggio è consistente e Trento se lo tiene stretto chiudendo per 25-21.

I PROTAGONISTI-

Tine Urnaut (Diatec Trentino)- « Giocare di fronte ad un PalaTrento così ci ha sicuramente aiutato perché abbiamo sentito fortissima la spinta del nostro pubblico. Sia nel primo sia nel secondo set siamo stati bravi a risalire la china. Siamo avanti nella serie ma a Perugia durante questa stagione abbiamo sempre faticato ».
Lorenzo Bernardi (allenatore Sir Safety Conad Perugia): « Trento ha ancora una volta dimostrato di saper lottare sino all’ultimo pallone, come accaduto nei primi due set e nel quarto parziale. Noi dal canto nostro forse ci siamo illusi di aver chiuso il discorso troppo presto almeno nei primi due set e abbiamo pagato a caro prezzo questo tipo di atteggiamento. Abbiamo sprecato una grande occasione ».

 

IL TABELLINO-
DIATEC TRENTINO - SIR SAFETY CONAD PERUGIA 3-1 (28-26, 30-28, 22-25, 25-21)

DIATEC TRENTINO: Giannelli 3, Urnaut 12, Solé 11, Stokr 12, Lanza 15, Van De Voorde 13, Chiappa (L), Nelli 0, Antonov 1, Colaci (L), Mazzone T. 0, Mazzone D. 0. N.E. Burgsthaler, Blasi. All. Lorenzetti.

SIR SAFETY CONAD PERUGIA: De Cecco 0, Zaytsev 15, Podrascanin 10, Atanasijevic 22, Berger 7, Buti 6, Tosi (L), Birarelli 0, Bari (L), Mitic 0, Della Lunga 0. N.E. Chernokozhev, Franceschini, Paris. All. Bernardi.

ARBITRI: Cesare, Simbari.

NOTE - durata set: 34', 36', 30', 30'; tot: 130'.


Articoli correlati

Commenti