Volley: Superlega, riscatto Civitanova, Latina si arrende

Dopo la rivoluzione in panchina, con Camperi al posto di Medei, i cucinieri erano chiamati a cancellare la sconfitta di Padova. Lo hanno fatto con autorevolezza superando la formazione di Tubertini per 3-0 (25-23, 25-17, 25-18)
Volley: Superlega, riscatto Civitanova, Latina si arrende© Legavolley

CIVITANOVA MARCHE (MACERATA)- La Cucine Lube riscatta la batosta di domenica scorsa a Milano rialzando la testa nel recupero della 10ª di andata della Superlega Credem Banca, andato in scena all’Eurosuole Forum di Civitanova Marche davanti a più di 2200 spettatori.
La formazione marchigiana, che dopo le recentissime dimissioni di Giampaolo Medei si è presentata all’appuntamento con Marco Camperi nelle vesti di primo allenatore, ha battuto la Top Volley Latina in tre set (25-23, 25-17, 25-18), a conclusione di una sfida che ha corso sul filo dell’equilibrio soltanto nel parziale d’apertura in cui gli ospiti, arrivati nelle Marche ancora con Parodi libero al posto dell’indisponibile Tosi, grazie ad un fantastico turno al servizio dell’argentino Palacios (6 punti, con 2 ace) avevano rovesciato completamente l’andamento del set portando la Top Volley dal 14-17 addirittura al 21-17. Poi la riscossa Lube, firmata dalla battuta float di Cester e dal trio caraibico: di Juantorena (5 punti, 62% di efficacia) e Simon (4) i contrattacchi per la parità (21-21), di Leal (6, col 56%) quello del definitivo 25-23.
Tutto in discesa per i padroni di casa, invece, il secondo set, in cui i padroni di casa prendono subito il largo con i muri vincenti di Simon e Cester (prima 13-19, poi 17-13), quindi si assicurano il 2-0 trascinati da Juantorena (7 punti) e Sokolov (5), efficace sia dai nove metri (suo l’ace del 19-13) che in attacco. Chiude Simon con il suo terzo muro personale (il quinto di squadra nel parziale) sul 25-17.
E così anche il terzo, in cui dopo il 2-5 iniziale la Lube recupera e firma il break a suo favore con Leal (11-8), per poi scappare definitivamente verso il 3-0. Mvp della partita Osmany Juantorena, autore di 19 punti, con il 67% di positività in attacco ed un muro vincente. Con questa vittoria i cucinieri aggiungono tre punti preziosissimi alla propria classifica, utili per accorciare a sole quattro lunghezze il distacco dalla vetta. 

I PROTAGONISTI-

Giuseppe Cormio (Direttore Sportivo Cucine Lube Civitanova)- « Dopo le vicissitudini degli ultimi giorni stasera contava soprattutto vincere, e direi che la squadra lo ha fatto nel migliore dei modi. Prima tirando fuori il carattere nel momento più complicato del primo set, poi portando a casa d’autorità i parziali successivi ».

Lorenzo Tubertini (Allenatore Top Volley Latina)- « Abbiamo avuto una ghiotta opportunità nel primo set, ma nel momento più importante la Lube, che era partita contratta, è riuscita a risalire forzando il servizio. Nei set successivi, poi, ha amministrato facendo valere la propria superiorità tecnica. Abbiamo incontrato una squadra che stasera avrebbe fatto proprio di tutto per riuscire a vincere, e si è visto. Ma usciamo a testa alta ».

IL TABELLINO-

CUCINE LUBE CIVITANOVA – TOP VOLLEY LATINA 3-0 (25-23, 25-17, 25-18)

CUCINE LUBE CIVITANOVA: Mossa De Rezende 3, Juantorena 19, Simon 8, Sokolov 11, Leal 14, Cester 6, Marchisio (L), Massari 0, Cantagalli 0, Balaso (L), D’Hulst 0. N.E. Stankovic, Diamantini, Sander. All. Camperi.

TOP VOLLEY LATINA: Sottile 1, Palacios 11, Rossi 3, Stern 11, Ngapeth 9, Gitto 2, Caccioppola (L), Barone 1, Parodi (L), Huang 0, Gavenda 1. N.E. All. Tubertini.

ARBITRI: Curto, Pozzato.

NOTE – durata set: 29′, 23′, 24′; tot: 76′.

Spettatori 2322

MVP: Osmay Juantorena (Cucine Lube Civitanova)

LA CLASSIFICA-

Sir Safety Conad Perugia 28, Itas Trentino 27, Azimut Leo Shoes Modena 26, Cucine Lube Civitanova 24, Revivre Axopower Milano 18, Vero Volley Monza 16, Calzedonia Verona 15, Consar Ravenna 15, Kioene Padova 15, Top Volley Latina 13, Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia 11, Globo Banca Popolare del Frusinate Sora 10, Emma Villas Siena 9, BCC Castellana Grotte 4.

 

Commenti