Volley: Superlega, successi per Trento, Civitanova, Latina e Milano
© Legavolley
SuperLega
0

Volley: Superlega, successi per Trento, Civitanova, Latina e Milano

Nelle quattro partite che hanno completato la settima giornata la squadra di Lorenzetti ha superato Castellana Grotte, quella di De Giorgi ha espugnato Sora, la formazione pontina ha vinto a Vibo, i ragazzi di Giani hanno dominato il derby di Monza

ROMA- Dopo i due anticipi di ieri e la vittoria della Sir Safety Perugia nella supersfida di Modena nella gara giocata nel pomeriggio, sono state quattro le partite giocate alle 18.00 per completare il quadro della 7a di ritorno di Superlega. Vincono anche le più immediate inseguitrici dei Block Devils. L’Itas Trentino, dominando in casa contro la BCC Castellana Grotte, rimane ad un punto dalla vetta. La Cucine Lube Civitanova dimostra di essere in condizione espugnando con un netto 0-3 il campo della Globo Banca Popolare Del Frusinate Sora. Colpi esterni per la Top Volley Latina, che si è presa i tre punti in Calabria sul campo della Tonno Callipo Vibo Valentia, e della Revivre Axopower Milano, che nel derby ha travolto la Vero Volley Monza.

LE QUATTRO SFIDE-

TONNO CALLIPO CALABRIA VIBO VALENTIA – TOP VOLLEY LATINA-

La Top Volley Latina torna alla vittoria espugnando in quattro set il PalaValentia. Successo fondamentale in chiave salvezza per la compagine pontina doma la Tonno Callipo al termine di una sfida lottata. Partita dai due volti con Sottile e compagni bravi a manifestare più lucidità e concretezza nel corso dei primi due parziali vinti a 20 e 21. Una Latina che si dimostra più reattiva e meno fallosa, guidata da un servizio float efficace e sorretta dalle prestazioni positive dei vari Stern (19 punti, miglior marcatore dei suoi) e Ngapeth (Mvp del match, 16 punti per il martello transalpino con il 70% in attacco). La Tonno Callipo rientra in partita trascinata dalla bella cornice di pubblico di un PalaValentia trasformatosi ben presto in un’autentica bolgia. Kadu (19 punti con il 65% in attacco) e Al Hachdadi (27 punti con il 60% in attacco) sono gli assoluti trascinatori della rimonta giallorossa culminata in un quarto set giocato con grandissima intensità dalle due squadre. La poderosa difesa di Marra di piede sulle transenne della propria panchina infiamma ancor di più gli spettatori presenti nel finale di quarto set. La compagine di coach Valentini spreca una palla set per portare il match al quinto set. Fatale l’errore dai nove metri di Zhukouski. Poi ai vantaggi è Ngapeth a picchiar duro con la battuta al salto: due errori banali di Marra e compagni, uno in difesa e uno in appoggio, per una morbida freeball nelle mani degli ospiti, terminato out consegnano l’intera posta in palio alla Top Volley Latina.

I PROTAGONISTI-

Matteo Battocchio (Secondo Allenatore Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia)- « Quando perdi ai vantaggi una palla fa la differenza. E’ stato un grandissimo peccato, mi spiace per i ragazzi perché si meritavano questa soddisfazione dopo aver cercato una rimonta con tutte le forze. Non è stato un problema di approccio alla gara, siamo scesi in campo bene ma un pò contratti. Dobbiamo analizzare i problemi e rimetterci a lavoro ».

Swan Ngapeth (Top Volley Latina)- « Era una partita importantissima per noi e volevamo fare bene, consapevoli che sarebbe stato difficile contro una Vibo sempre a suo agio in casa. Questi tre punti sono molto importanti per noi, ci aiutano tanto nel nostro percorso ».

IL TABELLINO-

TONNO CALLIPO CALABRIA VIBO VALENTIA – TOP VOLLEY LATINA 1-3 (20-25, 21-25, 25-20, 24-26)

TONNO CALLIPO CALABRIA VIBO VALENTIA: Zhukouski 2, Skrimov 3, Mengozzi 8, Al Hachdadi 27, Barreto Silva 19, Vitelli 6, Cappio (L), Marsili 0, Lopez 2, Marra (L). N.E. Presta, Domagala, Strohbach. All. Valentini.

TOP VOLLEY LATINA: Sottile 2, Palacios 4, Rossi 6, Stern T. 19, Ngapeth 16, Gitto 9, Caccioppola (L), Santucci (L), Barone 0, Gavenda 0, Stern Z. 0, Parodi 8, Huang 0. N.E. All. Tubertini.

ARBITRI: Sobrero, Canessa.

NOTE – durata set: 21′, 28′, 25′, 29′; tot: 103′.

Spettatori: 1.390

Mvp: Swan Ngapeth (Top Volley Latina)

ITAS TRENTINO – BCC CASTELLANA GROTTE-

L’Itas Trentino non lascia scampo al fanalino di coda BCC Castellana Grotte nel ventesimo turno di regular season di SuperLega Credem Banca 2018/19. I Campioni del Mondo questa sera hanno impiegato poco più di un’ora e un quarto per avere la meglio sulla formazione pugliese ultima della classe, che ha ben presto alzato bandiera bianca di fronte allo strapotere tecnico e fisico mostrato sul mondoflex di gioco dai padroni di casa.
Il 3-0 consente alla squadra di Lorenzetti di ritrovare la vittoria di fronte al proprio pubblico in campionato, confermando il secondo posto in classifica. L’ultimo match prima della Final Four di Del Monte® Coppa Italia 2019 ha messo in evidenza la buona condizione dell’intera formazione titolare trentina; l’allenatore trentino ha riproposto la formazione tipo per buona parte della partita, ottenendo risposte incoraggianti soprattutto dal servizio (a segno nove volte a fronte di nove errori) e dall’intero trio di palla alta, andato tutto in doppia cifra. Fra i migliori, il rientrante Kovacevic che, dopo due turni di riposo concessigli dallo staff tecnico, ha dimostrato di non aver perso smalto firmando una partita molto convincente in attacco (16 punti col 56%). Senza più Renan e con anche il suo naturale sostituto Kruzhkov non al meglio, Castellana Grotte ha schierato l’ex Zingel nel ruolo di opposto; per buona parte del match l’australiano non ha sfigurato (15 palloni vincenti), ma è stato lasciato troppo solo dai compagni, in serata negativa in battuta ed in attacco.

I PROTAGONISTI-

Angelo Lorenzetti (Allenatore Itas Trentino)- « Sono tre punti importanti per la nostra corsa in campionato, anche perché ci attenderanno in questa parte finale di regular season altri impegni difficili in trasferta. Oltretutto all’andata avevamo lasciato un punto agli avversari e ci tenevamo a riscattarci in questa partita; il risultato ci permette di aumentare il vantaggio sulla quarta posizione, situazione propizia per poi ottenere la eventuale qualificazione alla Champions League. Nonostante la stanchezza, la squadra stasera ha saputo tenere alta la concentrazione ed il ritmo, senza mai sbandare troppo e mettendo in campo il giusto spirito ».

Aidan Zingel (BCC Castellana Grotte)- « Nonostante un assetto diverso dal solito, che mi vedeva giocare nel ruolo di opposto, abbiamo tenuto il ritmo degli avversari per buona parte di ogni set, poi il servizio di Trento ha sempre fatto la differenza. E’ stato emozionante tornare da ex alla BLM Group Arena, gli applausi del pubblico trentino mi hanno fatto capire che ho lasciato un bel ricordo ».

IL TABELLINO-

ITAS TRENTINO – BCC CASTELLANA GROTTE 3-0 (25-18, 25-17, 25-20)

ITAS TRENTINO: Giannelli 1, Kovacevic 16, Lisinac 3, Vettori 13, Russell 15, Candellaro 7, De Angelis (L), Grebennikov (L), Cavuto 0, Nelli 2, Codarin 5, Daldello 0. N.E. Van Garderen. All. Lorenzetti.

BCC CASTELLANA GROTTE: Falaschi 2, Wlodarczyk 7, Scopelliti 5, Zingel 15, Mirzajanpourmouziraji 6, De Togni 3, Pace (L), Cavaccini (L), Kruzhkov 0, Quartarone 0, Studzinski Rodrigues 1. N.E. Agrusti. All. Di Pinto.

ARBITRI: Brancati, Santi.

NOTE – durata set: 25′, 27′, 27′; tot: 79′.

Spettatori: 2.761

MVP: Uros Kovacevic (Itas Trentino)

GLOBO BANCA POPOLARE DEL FRUSINATE SORA – CUCINE LUBE CIVITANOVA-

La  Cucine Lube Civitanova espugna il PalaCoccia di Veroli battendo in tre set la Globo Banca Popolare del Frusinate Sora. Prestazione concreta e cinica nei momenti più delicati dei parziali per i cucinieri, bravi a piazzare i break decisivi senza poi lasciare opportunità di rientro ai sorani che si aggrappano spesso alla battuta (5 ace). Bruno guida a dovere tutti i suoi attaccanti (57% di squadra) Leal lo premia con una prestazione da MVP (15 punti e 58% personale). Gli 8 muri dei biancorossi, ancora senza la possibilità di contare pienamente sui reduci dagli infortuni Stankovic (rimasto a Civitanova) e Juantorena (comunque presente oggi in panchina e nel riscaldamento con i compagni), completano l’opera.

La vittoria odierna consente alla Cucine Lube Civitanova di consolidare ulteriormente il terzo posto in classifica, approfittando della sconfitta di Modena e salendo così a +5 sugli emiliani.

Come da previsioni Barbiero schiera Kedzierski-Petkovic, Caneschi-Di Martino, Fey-Joao Rafael, Bonami libero. Fefè De Giorgi riparte dalla stessa formazione di giovedì in Champions League, Bruno-Sokolov, Simon-Diamantini, Leal-Kovar, Balaso libero. Mini break per i biancorossi (1-3), subito ricucito dal buon momento del muro di Sora (Caneschi e Fey, 6-5). Leal mura Petkovic per il nuovo +2 Lube (8-10) poi firma anche l’ace del 9-12, ma gli errori in attacco di Kovar e Sokolov riportano il set in parità a quota 12. La Globo sfrutta ancora il muro (con Joao Rafael) e il servizio insidioso di Kedzierski per trovare il controbreak (16-14), prima che la Lube cambi marcia sul turno in battuta di Bruno: il velenoso servizio del brasiliano e gli attacchi di Leal (7 punti e 71% in attacco) e Simon lanciano i biancorossi sul 18-22 con un parziale di 0-5. Lo stesso gigante cubano chiude il parziale 20-25.

La Lube apre il secondo set trovando subito il +2 (3-5), Petkovic e Fey al servizio rilanciano Sora sul 9-8 poi un paio di incomprensioni in campo biancorosso regalano l’11-9 ai sorani. Diamantini sale di tono in attacco e a muro, è sua la firma sulla nuova parità (14-14), così come il trio Bruno-Simon-Sokolov a scavare il break che porta la Lube al +3 (15-18). Il regista brasiliano con l’aiuto del nastro mette anche un ace (16-20), strappo determinante, Sokolov inchioda a terra la palla del 21-25. A fare la differenza i 5 muri Lube e il 58% in attacco di squadra.

Nel terzo set c’è Cester per Diamantini, con Kovar la Lube sale sul 2-5, Sora si ritrova con Petkovic e Fey e torna sul 7-7. Come nei primi due set c’è ancora equilibrio in questa fase del parziale, botta e risposta tra Sokolov (8-10) e Fey (12-12): il break arriva sul servizio di Kovar, un suo ace, un muro di Cester e la grande azione confezionata da Balaso e Leal portano i cucinieri sul 13-17. La Lube tiene in cambio palla nonostante l’ace del neo entrato Marrazzo che avvicina Sora (16-18), Sokolov (16-20) e l’errore di Fey (18-23) spianano la strada ai cucinieri che chiudono 22-25 nonostante il tentativo in extremis di Petkovic al servizio (top scorer del match con 18 punti).

I PROTAGONISTI-

Mario Barbiero (Allenatore Globo Banca Popolare Del Frusinate Sora)- « Sicuramente non abbiamo fatto la nostra miglior partita. Avevamo davanti un avversario completo e compatto che non ci ha permesso di entrare nel match, però comunque la nostra qualità si è vista durante il match. Potevamo fare di più, ma non mi sento di criticare i ragazzi perché sono stati con la testa in campo, hanno ragionato in tutte le situazioni e quindi, credo vada bene così. Non abbiamo vinto neanche un set e per noi anche quelli sono importanti, ma adesso pensiamo alla prossima gara ».

Fefè De Giorgi (Allenatore Cucine Lube Civitanova)- « Quelli come oggi a Sora sono sempre campi pericolosi, sia perché sono squadre che lottano per punti importanti, sia in vista della salvezza e dei play off. Sapevamo di dover fare una partita continua con i nostri obiettivi, uno dei quali è quello di rimanere attaccati a questa classifica facendo tre punti e poi anche, con questa nuova formazione, provare a migliorare il nostro gioco. La partita è stata combattuta fino a poco più di metà, e poi la nostra continuità ci ha premiato. Ho inserito Cester per sostituire Diamantini anche in vista della Final Four di Coppa Italia, per dargli un po’ di gioco in campo. Juantorena sta facendo dei buoni progressi, si è allenato con noi, da martedì riprenderemo insieme a lui e mi auguro che per i weekend sia al 100% ».

IL TABELLINO-

GLOBO BANCA POPOLARE DEL FRUSINATE SORA – CUCINE LUBE CIVITANOVA 0-3 (20-25, 21-25, 22-25)

GLOBO BANCA POPOLARE DEL FRUSINATE SORA: Kedzierski 2, De Barros Ferreira 6, Caneschi 1, Petkovic 18, Fey 8, Di Martino 2, Mauti (L), Marrazzo 1, Bonami (L), Bermudez 0. N.E. Rawiak, Esposito, Nielsen. All. Barbiero.

CUCINE LUBE CIVITANOVA: Mossa De Rezende 3, Leal 15, Simon 10, Sokolov 14, Kovar 5, Diamantini 4, Marchisio (L), Balaso (L), Cester 2, Cantagalli 0, D’Hulst 0. N.E. Juantorena, Massari, Sander. All. De giorgi.

ARBITRI: Zanussi, Cappello.

NOTE – durata set: 24′, 24′, 29′; tot: 77′.

Spettatori: 878.

MVP: Yoandy Leal (Cucine Lube Civitanova)

VERO VOLLEY MONZA – REVIVRE AXOPOWER MILANO-

Un derby ricco di emozioni tra Vero Volley e Powervolley in una Candy Arena caldissima con oltre 3000 spettatori. A imporsi sono gli ospiti in tre set. La gara inizia ed è la Revivre Axopower Milano a far capire che il filotto di 6 vittorie non è una coincidenza: la progressione degli ospiti è costante 0-4, 7-15, 10-20 fino al 16-25 che vale il primo parziale. Nel secondo set i padroni di casa di Vero Volley rispondono, trovano anche il doppio vantaggio 12-10, ma è la progressione della Revivre a valere lo strappo che segna il parziale (17-21) e porta al +4 per il 21-25 e lo 0-2. Terzo set: si va avanti punto a punto fino al 9-12. Powervolley allunga (11-15), Monza risponde palla su palla (14-16). Il +5 per gli ospiti arriva sul 18-23. Finisce 19-25. E’ Clevenot a mettere il sigillo sul match con un mani out. Gli ospiti portano a sette i successi consecutivi. A Monza nonostante i successi in Europa manca ancora il primo “squillo” del 2019 in SuperLega.

I PROTAGONISTI-

Iacopo Botto (Vero Volley Monza)- « La partita è iniziata malissimo e si è confermata molto dura. Loro sono in un buon momento, noi stiamo attraversando un periodo di difficoltà, ma con pazienza e lavoro ne usciremo. Ci aspettano tutti match molto importanti. Oggi, probabilmente, abbiamo sbagliato anche l’approccio, ma mercoledì contro Vibo dovremo azzerare tutto e ripartire ».

Riccardo Sbertoli (Revivre Axopower Milano)- « Sono felicissimo, è stata una partita emozionante. Abbiamo giocato molto bene fin dall’inizio e oggi per noi era importantissimo vincere. Siamo una squadra giovane, ma non voglio dire dove possiamo arrivare, proveremo a vincerle tutte. Speriamo di riuscire a raggiungere gli obiettivi stagionali, a partire dai Play Off ».

IL TABELLINO-

VERO VOLLEY MONZA – REVIVRE AXOPOWER MILANO 0-3 (16-25, 21-25, 19-25)

VERO VOLLEY MONZA: Orduna 1, Dzavoronok 12, Yosifov 4, Ghafour 8, Plotnytskyi 8, Beretta 7, Rizzo (L), Galliani 0, Calligaro 0, Buchegger 2, Arasomwan 1, Botto 0. N.E. Buti. All. Soli.

REVIVRE AXOPOWER MILANO: Sbertoli 2, Clevenot 12, Kozamernik 6, Abdel-Aziz 16, Maar 19, Piano 4, Hoffer (L), Hirsch 0, Pesaresi (L), Izzo 0, Bossi 0. N.E. Gironi. All. Giani.

ARBITRI: Goitre Mauro Carlo, Bartolini.

NOTE – durata set: 27′, 31′, 31′; tot: 89′.

Spettatori 3.047

MVP: Nimir Abdel-Aziz (Revivre Axopower Milano)

I RISULTATI-

Azimut Leo Shoes Modena-Sir Safety Conad Perugia 1-3 (25-23, 18-25, 20-25, 21-25);

Globo Banca Popolare del Frusinate Sora-Cucine Lube Civitanova 0-3 (20-25, 21-25, 22-25);

Consar Ravenna-Calzedonia Verona 0-3 (22-25, 22-25, 20-25) Giocata ieri;

Vero Volley Monza-Revivre Axopower Milano 0-3 (16-25, 21-25, 19-25);

Emma Villas Siena-Kioene Padova 2-3 (21-25, 22-25, 25-21, 25-18, 11-15) Giocata ieri;

Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia-Top Volley Latina 1-3 (20-25, 21-25, 25-20, 24-26);

Itas Trentino-BCC Castellana Grotte 3-0 (25-18, 25-17, 25-20) 

LA CLASSIFICA-

Sir Safety Conad Perugia 51, Itas Trentino 50, Cucine Lube Civitanova 47, Azimut Leo Shoes Modena 42, Revivre Axopower Milano 39, Calzedonia Verona 35, Kioene Padova 29, Vero Volley Monza 24, Consar Ravenna 23, Top Volley Latina 21, Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia 19, Globo Banca Popolare del Frusinate Sora 16, Emma Villas Siena 12, BCC Castellana Grotte 6.

Note: 1 Incontro in meno: Vero Volley Monza, Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia, Globo Banca Popolare del Frusinate Sora, Emma Villas Siena

Vedi tutte le news di SuperLega

Per approfondire

Commenti

Potrebbero interessarti