Volley: Superlega, Finale scudetto: Civitanova pareggia i conti
© Legavolley
SuperLega
0

Volley: Superlega, Finale scudetto: Civitanova pareggia i conti

All'Eurosole, trascinata dal pubblico amico, la formazione di De Giorgi porta la serie scudetto sull'1-1 imponendosi 3-1 (25-19, 22-25, 25-22, 25-19) 

CIVITANOVA MARCHE (MACERATA)- La Cucine Lube Civitanova fa valere la legge dell’Eurosuole Forum (tutto esaurito, 4312 spettatori) anche contro la bestia nera Perugia. Gli uomini di Ferdinando De Giorgi vincono 3-1 in Gara 2 della finale playoff della SuperLega Credem Banca firmando una grandissima rimonta nel terzo set (25-19, 22-25, 25-22, 25-19), e rimettono dunque la situazione nella serie in perfetta parità: 1-1, dopo la vittoria degli umbri tre giorni fa in Gara 1 al Pala Barton, dove si tornerà mercoledì prossimo alle 20.30 per Gara 3.

LA CRONACA DEL MATCH-

Nel parziale d’apertura i padroni di casa si impongono facendo leva sul servizio, specie quello di Leal (6 punti, 71% in attacco), che dopo aver firmato il primo break biancorosso con il mani out del 12-9, dalla linea dei nove metri mette in netta difficoltà i perugini, favorendo i due contrattacchi vincenti di Juantorena e il successivo muro di Bruno su Lanza che scrivono il 18-13 sul tabellone. Un gap che la Sir non riesce a colmare, colpa anche dei tanti errori in battuta (8) e di un attacco piuttosto balbettante: 47% di efficacia contro il 67% della Cucine Lube, che piazza anche 5 muri vincenti e chiude 25-19. 

Ruoli invertiti nel secondo set, in cui è Perugia a fare la voce grossa col servizio, soprattutto con Atanasijevic (1-6 in avvio), ed a giocare sul velluto favorita anche dai troppi errori avversari (ben 9). Sul 13-20 De Giorgi cambia la diagonale d’attacco inserendo D’Hulst (al servizio) e Cantagalli, oltre che Stankovic per Simon. I biancorossi rimontano incredibilmente fino al -2, grazie anche ad un ace del belga ed ai muri di Cantagalli (su Leon) e Stankovic (18-20). Quindi l’attacco out del bomber cubano degli umbri, che sul 19-20 riapre ufficialmente il set. Perugia mantiene un break di vantaggio con il cambio palla firmato da Podrascanin, e nel testa a testa finale (sul 22-23) pesa un fallo in palleggio fischiato a Stankovic, con il quale gli ospiti guadagnano il set point, subito trasformato da un contrattacco di Leon (22-25).

E’ il servizio a farla da padrone anche nel terzo parziale, almeno in apertura e in favore di Perugia: è sul turno in battuta di Atanasijevic (1 ace), infatti, che la Sir trova lo strappo (14-18), divenuto ancor più consistente quando si iscrive nella riga degli ace anche Leon, autore del 15-20. Sembra finita, e invece la Lube trova il modo di rimontare: aiutata dalla battuta di Leal (ace del 19-20), dagli errori di Leon e dal muro di Cester su Atanasijevic, che vale il 20-20. Nel finale, Perugia paga a caro prezzo l’errore di Lanza, che regala il break alla Lube sul 23-21. Finisce 25-22.

Nel quarto la Cucine Lube prende il comando della situazione dopo un errore di Lanza che vale il break sul 16-14, vantaggio che subito dopo diventa di tre lunghezze grazie all’ace di Cester, che beffa Leon con la sua float (18-15). Il cambio palla dei marchigiani funziona a dovere, con Bruno che si affida soprattutto sulle bande. Chiude virtualmente la sfida Sokolov, con i due due consecutivi che fissano il 24-19. 

Mvp della sfida il martello di casa Yoandy Leal, che con 19 punti nello score personale (50% in attacco, 2 ace e 2 muri) è anche il top scorer del match insieme a Leon.

I PROTAGONISTI-

Dragan Stankovic (Cucine Lube Civitanova)- « Per noi questa era una partita da dentro o fuori, dopo la sconfitta di gara 1. E siamo riusciti a far nostra la vittoria sfoderando una gran prova di carattere, specie nel terzo set dove, dopo aver trovato la parità, dal 20 in poi siamo stati bravissimi su ogni pallone. E’ una vittoria fondamentale, merito anche dei nostri tifosi che sono stati a dir poco strepitosi. Ora testa a mercoledì prossimo ».

Marko Podrascanin (Sir Safety Conad Perugia)- « Purtroppo continuiamo a perdere fuori casa. Oggi abbiamo buttato via un set praticamente vinto, che avevamo decisamente in mano. Dispiace tantissimo ma questo è, dunque ripartiamo da zero e mercoledì daremo nuovamente il massimo per cercare di far valere nuovamente il fattore campo ».

IL TABELLINO-

CUCINE LUBE CIVITANOVA – SIR SAFETY CONAD PERUGIA 3-1 (25-19, 22-25, 25-22, 25-19)

CUCINE LUBE CIVITANOVA: Mossa De Rezende 3, Juantorena 13, Simon 3, Sokolov 16, Leal 20, Cester 6, Marchisio (L), Balaso (L), Stankovic 7, Massari 0, D’Hulst 1, Cantagalli 1, Kovar 0. N.E. Diamantini. All. De Giorgi.

SIR SAFETY CONAD PERUGIA: De Cecco 2, Lanza 6, Podrascanin 8, Atanasijevic 11, Leon Venero 21, Ricci 6, Della Lunga (L), Piccinelli (L), Seif 0, Colaci (L), Hoag 0. N.E. Berger, Hoogendoorn, Galassi. All. Bernardi.

ARBITRI: Tanasi, Boris.

NOTE – Spettatori 4312, incasso 72834, durata set: 23′, 30′, 32′, 25′; tot: 110′.

MVP: Yoandy Leal (Cucine Lube Civitanova)

Tutte le notizie di SuperLega

Per approfondire

Commenti

Potrebbero interessarti