Volley: Superlega, Finale scudetto: Civitanova c'è, si va a Gara 5
© Legavolley/Zani
SuperLega
0

Volley: Superlega, Finale scudetto: Civitanova c'è, si va a Gara 5

Prova di grande carattere della formazione di De Giorgi che all'Eurosole surclassa per 3-0 (25-20; 25-21; 25-19) Perugia e porta la sfida per il tricolore alla bella che si giocherà martedì 14

CIVITANOVA MARCHE (MACERATA)- Salutata da 4304 spettatori, la maggior parte, quelli di fede Lube, impazziti di gioia, Civitanova riapre la serie scudetto imponendo alla Sir Safety Perugia, che cercava il colpo del ko, un sonoro 3-0 (25-20, 25-21, 25-19) rimandando tutto alla quinta e decisiva partita in programma al Pala Barton di Perugia martedì 14.

Lo Scudetto, come già avvenuto nella passata stagione tra le due stesse squadre si giocherà in un'esaltalte gara secca davanti alle telecamere di Rai Sport.

LA CRONACA DEL MATCH-

I marchigiani, in campo con Simon di nuovo titolare al centro, si aggiudicano il parziale d’apertura in rimonta, dopo che la Sir si era guadagnata un gap di 3 punti grazie ad un contrattacco vincente di Lanza e ad un successivo errore di Sokolov (5-8). La Lube trova tutto in una volta il sorpasso grazie a 3 ace consecutivi firmati da Simon (12-11) e sempre col servizio, stavolta di Leal, mette al sicuro la vittoria del parziale scappando (col 68% di efficacia in attacco) in maniera decisiva sul 18-14, dopo i contrattacchi in serie di Juantorena, Sokolov e Cester, favoriti da una ricezione perugina balbettante. Finisce 25-20 dopo un ace di Leal (5 punti, 80% in attacco), il quarto della formazione allenata da De Giorgi. 
Stessa trama nel secondo set, con la Cucine Lube che trova il primo break con un muro di Simon su Leon (10-8), e poi scappa sfruttando un errore di Lanza e gli attacchi vincenti di Juantorena (16-12, per lui 100% su 6 schiacciate) e Sokolov (4 punti, 80%), gli uomini più serviti da Bruno anche in fase di cambio palla. E’ comunque Leal a firmare virtualmente il 2-0 mettendo a terra l’ace del 22-18, dopo che il trascinatore Leon (7 punti, 78%) aveva riportato i suoi a -2 (18-16). Chiude sul 25-21 Simon, altro gran protagonista nella metà campo di casa (5 punti).
Nel terzo set, la Cucine Lube va subito in fuga sull’11-8 coi muri di Simon (su Ricci) e Sokolov, tanto basta per convincere Bernardi a pescare dalla panchina per cercare di scuotere i suoi: dentro Berger in posto 4 per Lanza, con il conseguente avvicendamento tra Podrascanin e Galassi al centro, per ottemperare alla regola degli stranieri. La musica, comunque, non cambia: i muri vincenti di Simon e Sokolov, entrambi ai danni di Leon, lanciano l’mvp Osmany Juantorena (9 punti, 69% in attacco) e compagni sul 20-14. E’ l’allungo decisivo verso gara 5.

I PROTAGONISTI-

Ferdinando De Giorgi (Allenatore Cucine Lube Civitanova)- « Oggi la squadra ha dato dimostrazione delle sue grandi capacità, perché reagire così come ha fatto a livello di intensità di gioco, dopo la batosta rimediata in gara 3, non era affatto semplice. Adesso c’è da fare il passo più importante ».

Osmany Juantorena (Cucine Lube Civitanova)- «Noi abbiamo vinto sempre in casa e perso in trasferta contro Perugia, anche lo scorso anno, nella finale scudetto è andata così. Vogliamo spezzare questo trend preparandoci bene, domani parleremo e martedì scenderemo in campo con tutta la determinazione possibile. Loro sono forti ma noi vogliamo giocarci le nostre chances al meglio ».

Fabio Ricci (Sir Safety Perugia)-  «In trasferta contro Civitanova non riusciamo ad esprimere una buona pallavolo,  anche stavolta il risultato parla chiaro, oggi ci sono stati superiori in tutto. Martedì dobbiamo fare il possibile per sfruttare il fattore campo, davanti al nostro pubblico, anche perché dopo non ci sarebbero ulteriori possibilità per rimediare. La pressione ? ce l’abbiamo entrambe addosso, bisogna saperla gestire e portare a casa questo scudetto ».

IL TABELLINO-

CUCINE LUBE CIVITANOVA – SIR SAFETY CONAD PERUGIA 3-0 (25-20, 25-21, 25-19) –

CUCINE LUBE CIVITANOVA: Mossa De Rezende 4, Juantorena 9, Simon 11, Sokolov 14, Leal 10, Cester 4, Marchisio (L), D’Hulst 0, Cantagalli 0, Balaso (L), Kovar 0, Massari 0. N.E. Stankovic, Diamantini. All. De Giorgi.

SIR SAFETY CONAD PERUGIA: De Cecco 1, Lanza 3, Podrascanin 6, Atanasijevic 11, Leon Venero 12, Ricci 4, Della Lunga (L), Piccinelli (L), Colaci (L), Hoag 0, Galassi 0, Berger 0, Seif 0. N.E. Hoogendoorn. All. Bernardi.

ARBITRI: La Micela, Sobrero.

NOTE – Spettatori 4304, incasso 72334, durata set: 27′, 28′, 26′; tot: 81′.

MVP: Osmany Juantorena (Cucine Lube Civitanova)

Tutte le notizie di SuperLega

Per approfondire

Commenti

Potrebbero interessarti