Superlega, Verona espugna Modena, Ravenna scavalca Padova

Quattro le partite dell'11a giornata andate in scena stasera. Colpo grosso della squadra di Stoytchev al PalaPanini, vincono anche Vibo a Cisterna e Milano che contro Piacenza centra il secondo successo consecutivo in pochi giorni all'Allianz Cloud

© Legavolley

ROMA- Quattro le partite di Superlega andate in scena oggi pomeriggio a completare il quadro dell’11a giornata. I risultati, alcuni a sorpresa, hanno dato un nuovo volto alla classifica. Il colpo grosso lo ha fatto la Calzedonia Verona, che è andata a vincere sul campo della Leo Shoes Modena. Dopo essere andati avanti di due set gli scaligeri hanno subito la rimonta di Zaytsev e compagni prima di imporsi al tie break. Altro colpo ad effetto quello messo a segno dalla Consar Ravenna che ha superato nettamente in casa la Kioene Padova operando il sorpasso in classifica sull’avversaria. Ancora un successo all’Allianz Cloud per Milano che ha battuto in quattro set la Gas Sales Piacenza. Vittoria in trasferta al tie break della Tonno Callipo Vibo Valentia che va a vincere sul campo della Top Volley Latina.

TUTTE LE SFIDE-

LEO SHOES MODENA - CALZEDONIA VERONA-

La Leo Shoes parte con la diagonale Christenson-Zaytsev, in banda ci sono Bartosz Bednorz e Matt Anderson, al centro Holt-Mazzone, il libero è Salvatore Rossini. Verona risponde con Spirito-Boyes, Asparuhov e Muagututia in banda, Solè e Cester al centro con Bonami libero. Parte fortissimo Modena che si porta sul 10-8 con un sideout perfetto. Non si fermano Zaytsev e compagni (16-12) e il PalaPanini spinge fortissimo. Cambia ritmo la Calzedonia che mette la freccia e va sul 19-20. Si affida a capitan Zaytsev Micah Christenson (22-21) e Modena torna avanti. Verona chiude il primo set a proprio favore con un colpo di coda (23-25). Nel secondo parziale è punto a punto senza sconti (10-10). Piazza il break la Calzedonia, 12-14. Resta avanti Verona che arriva al 15-19 e poi chiude il set (17-25), è 0-2. Il terzo parziale è ancora tiratissimo, 11-9 avanti Modena. Boyer e compagni restano nella scia dei gialli, 17-17. Il punto a punto finale è adrenalinico. Modena chiude 31-29 una volata infinita. Il quarto parziale vede Modena andare sul 13-11 e spaccare il set con due grandi serie al servizio (17-21) per poi chiudere 25-19. Al tie break è Verona a imporsi (13-15).

I PROTAGONISTI-

Andrea Giani (Allenatore Leo Shoes Modena)- « Ci è mancato il ritmo nel sideout, Verona ha tanti meriti, ha tenuto in ricezione e giocato palle intelligenti. Siamo stati bravi a cambiare pelle a metà gara, stavamo interpretando di forza una gara che andava interpretata di tecnica: nel tie break siamo partiti bene, ma poi abbiamo ancora sofferto nelle battute float. Sono situazioni che in un campionato così tirato possono capitare, dobbiamo essere bravi a ripartire subito ».

Radostin Stoytchev (Allenatore Calzedonia Verona)- « Sono molto contento del risultato e dei punti conquistati. Rimane un po’ di rammarico per il terzo set, perché abbiamo sfiorato il bottino pieno, ma va bene così. La squadra ha saputo interpretare al meglio quello che ci siamo detti in settimana e questo mi rende orgoglioso. Abbiamo lavorato bene e siamo riusciti a trovare la chiave giusta in fase di cambio palla e di break. Sapevamo di dover gestire bene i nostri colpi e così abbiamo fatto. I nostri spostamenti a muro sono stati tutti giusti, anche se in difesa avremmo potuto fare meglio. Il turno in battuta di Anderson è sempre complicato, ma ce la siamo cavata. La prossima con Milano? Stiamo calmi, c’è ancora tanto da fare. Prepareremo anche quella partita al meglio e scenderemo in campo per vincere ».

IL TABELLINO-

LEO SHOES MODENA - CALZEDONIA VERONA 2-3 (23-25, 17-25, 31-29, 25-19, 13-15)

LEO SHOES MODENA: Christenson 3, Anderson 17, Mazzone 8, Zaytsev 28, Bednorz 17, Holt 17, Iannelli (L), Rossini (L), Kaliberda 0, Bossi 0. N.E. Sanguinetti, Pinali, Rinaldi, Salsi. All. Giani. CALZEDONIA VERONA: Spirito 3, Muagututia 11, Solé 9, Boyer 31, Asparuhov 13, Cester 12, Donati (L), Marretta 0, Bonami (L), Aguenier 0, Chavers 2. N.E. Zanotti, Franciskovic, Birarelli. All. Stoytchev.

ARBITRI: Florian, Zavater.

NOTE - durata set: 30', 27', 44', 30', 21'; tot: 152'.

MVP: Pierre Jean Stephen Boyer (Calzedonia Verona)
Spettatori 4.549
Incasso di 56.732 euro

TOP VOLLEY CISTERNA – TONNO CALLIPO CALABRIA VIBO VALENTIA-

Arriva nell’undicesima giornata d’andata di Superlega la prima vittoria esterna della Tonno Callipo Calabria. Al Pala Sport di Cisterna la formazione giallorossa al termine di una gara lunga e combattuta durata 2 ore e 19 minuti supera 3-2 Latina arrivando a 7 punti in classifica e agganciando gli stessi laziali. In campo si è ammirata la grande voglia di vincere della formazione calabrese dopo aver ottenuto un solo punto nelle precedenti 4 trasferte. La vittoria acquista maggiore significato essendo quello contro i pontini uno scontro diretto per la salvezza giocato a tre giornate dal giro di boa. Prestazione complessivamente buona della Callipo sospinta da Defalco (16) e Abouba (14) e Hirsch (14) che hanno trascinato la squadra nei momenti topici del match.

Tubertini schiera Sottile in palleggio con Patry opposto, di banda Van Garderen e Palacios, centrali Rossi e Szwarc con Cavaccini libero.

Coach Cichello manda in campo la diagonale Baranowicz e Aboubacar, Mengozzi al centro con Chinenyeze, Carle e Defalco schiacciatori e Rizzo libero.

La voglia di rivalsa ha indirizzato positivamente i primi due set a favore dei calabresi. Nel primo parziale finito 25- 22 in cui Baranowicz e compagni hanno mostrando superiorità rimanendo sempre in vantaggio.

Più combattuto il secondo set vinto ai vantaggi (28-26) in cui si è ammirata la grande aggressività e caparbietà della squadra di mister Cichello. Un certo calo di tensione nella Callipo del terzo set ha permesso ai padroni di casa di accorciare lo svantaggio. Clichè che si è confermato anche nel quarto set in cui nonostante la Callipo sia ritornata in partita ha dovuto cedere davanti alla voglia di allungare il match da parte della Top Volley.

Particolarmente entusiasmante il quinto set giocato punto a punto dalle due squadre (9-9, 12-12) risolto da un muro valso il 17-15 finale grazie alla maggiore determinazione della Callipo che ottiene così due punti che fanno ben sperare anche per il prosieguo del Campionato a partire dalla prossima gara in casa contro Monza. Da Cisterna arriva l’immagine di una squadra che non vuole lasciare nulla di intentato e vuole a tutti i costi dire la sua per risalire la classifica.

I PROTAGONISTI-

Lorenzo Tubertini (Allenatore Top Volley Cisterna) - « Abbiamo faticato molto a trovare un equilibrio, ho dovuto fare molti cambi nella prima fase della partita prima di riuscire a trovare quello che cercavamo, nel terzo set siamo stati molto più incisivi con la battuta e siamo riusciti a riaprire il match. Poi nel tie-break abbiamo sprecato troppe palle break e questo ha pesato molto. Questa partita era importante ma forse era stata caricata un po’ troppo, dobbiamo prendere quello che di buono abbiamo fatto ».

Stefano Mengozzi (Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia) - « Peccato perché eravamo avanti due set a zero e siamo stati un po’ ingenui noi a farli rientrare in partita, abbiamo commesso qualche errore di troppo nel terzo set e non siamo riusciti a riprenderci nemmeno nel quarto lottando fino al tie-break in cui abbiamo avuto ragione ».

IL TABELLINO-

TOP VOLLEY CISTERNA – TONNO CALLIPO CALABRIA VIBO VALENTIA 2-3 (22-25, 26-28, 25-18, 25-23, 15-17)

TOP VOLLEY CISTERNA: Sottile 1, Van Garderen 12, Szwarc 12, Patry 24, Karlitzek 4, Rossi 11, Rondoni (L), Cavaccini (L), Onwuelo 0, Peslac 0, Palacios 6, Elia 1. N.E. Rossato. All. Tubertini.

TONNO CALLIPO CALABRIA VIBO VALENTIA: Baranowicz 1, Defalco 16, Chinenyeze 12, Drame Neto 14, Carle 9, Mengozzi 5, Sardanelli (L), Rizzo (L), Vitelli 1, Hirsch 14, Ngapeth 7, Pierotti 0. N.E. Marsili. All. Cichello.

ARBITRI: Piana, Saltalippi.

NOTE – durata set: 28′, 35′, 25′, 29′, 22′; tot: 139′.

MVP: Jean Patry (Top Volley Cisterna)
Spettatori: 911

CONSAR RAVENNA – KIOENE PADOVA-

Torna a casa a mani vuote la Kioene Padova, che non riesce a conquistare nemmeno un set con la Consar Ravenna che con la vittoria odierna sorpassa i patavini in classifica. Netto 3-0 per i padroni di casa, che hanno gestito sempre il gioco sfruttando bene il proprio muro e la straordinaria serata di Ter Horst (best scorer del match con l’80% in attacco e 4 muri vincenti), ma soprattutto l’attacco patavino che non è riuscito ad essere incisivo come in altre occasioni. Un vero e proprio scivolone esterno per i bianconeri, che ora sono attesi alla difficilissima sfida casalinga di domenica prossima con la Cucine Lube Civitanova.
Avvio di gara equilibrato con il primo vero break a firma Ravenna dopo il muro di Lavia su Ishikawa e l’attacco vincente di Vernon che costringe coach Baldovin al time out sul 17-14. La Kioene fatica a muro e sul 20-16 arriva nuovamente una richiesta di pausa da parte del tecnico patavino. Il set ball arriva dopo l’invasione di Travica (24-18) e a chiudere è l’attacco out di Hernandez (25-18).
In avvio di secondo set i bianconeri partono avanti, per essere recuperati e superati sul 6-4 dopo l’ace di Lavia. Padova è poco lucida in attacco e sul colpo out di Ishikawa, Baldovin chiede pausa di gioco (8-5). L’aggancio arriva col turno in battuta dello schiacciatore giapponese della Kioene (11-11) ma è ancora Vernon a colpire con due ace consecutivi che riportano avanti i padroni di casa (17-14). Da quel momento la Consar è implacabile in battuta e vola sul 21-15 con Padova che deve rincorrere. Per la Kioene è questione di minuti: il servizio out di Hernandez chiude il parziale 25-18.
Il  terzo set comincia ancora in salita, con l’opposto dei veneti bloccato a muro (4-2). Anche Polo attacca fuori il primo tempo del 6-2, a evidenziare il momento di difficoltà della Kioene con l’ingresso in campo di Casaro al posto di un Hernandez in evidente difficoltà. Il black out prosegue col turno al servizio di Cortesia che allunga 11-2. Nonostante un ultimo tentativo di recupero nel finale con Polo e Barnes (entrato per Randazzo), Lavia e Ter Horst spingono i propri verso il 25-19 finale con il mani-out di Vernon che chiude il match.

I PROTAGONISTI-

Marco Bonitta (Allenatore Consar Ravenna)- «Abbiamo fatto una partita abbastanza vicina alla perfezione, giocando molto bene, mettendo sempre sotto pressione Padova: li abbiamo toccati, abbiamo eroso la loro fiducia murandoli, prendendo solo due ace. Questa squadra continua a crescere ed è la cosa più bella. Vedere una squadra giocare tre set in questa maniera contro un Padova che finora ha giocato molto bene prendendo punti anche molto pesanti, mi fa veramente piacere. La classifica? Continuo a dire che la guarderemo solamente quando sarà finito il girone d’andata ».

 Valerio Baldovin (Allenatore Kioene Padova)- « Noi non abbiamo giocato come sappiamo fare, ma Ravenna a tratti è stata straordinaria, prima con il proprio opposto e poi con Ter Horst. Loro hanno ricevuto in modo costante e noi ci siamo disuniti: questo però non deve accadere. Peccato, perché ci tenevamo a disputare un buon match. Abbiamo subito dal punto di vista tecnico e poi questo ha inciso a livello psicologico ».

IL TABELLINO-

CONSAR RAVENNA – KIOENE PADOVA 3-0 (25-18, 25-18, 25-19)

CONSAR RAVENNA: Saitta 1, Lavia 13, Cortesia 8, Vernon-Evans 10, Ter Horst 16, Grozdanov 8, Marchini (L), Recine 0, Kovacic (L), Batak 0. N.E. Alonso, Stefani, Cavuto, Bortolozzo. All. Bonitta.

KIOENE PADOVA: Travica 2, Ishikawa 9, Polo 8, Hernandez Ramos 8, Randazzo 3, Volpato 2, Bassanello (L), Danani La Fuente (L), Barnes 3, Cottarelli 0, Casaro 2. N.E. Fusaro, Bottolo, Canella. All. Baldovin.

ARBITRI: Sobrero, Cerra.

NOTE – durata set: 23′, 22′, 26′; tot: 71′.

MVP: Ter Horst (Consar Ravenna)
Spettatori: 2.258

ALLIANZ MILANO – GAS SALES PIACENZA-

L’Allianz Powervolley Milano bissa il successo di quattro giorni fa all’Allianz Cloud e vola a quota 19 in classifica. La squadra di coach Roberto Piazza chiude la pratica Piacenza in quattro set, trascinata da una prestazione monstre dell’opposto olandese Nimir Abdel Aziz, capace di mettere a terra 41 punti per il 3-1 finale (25-20, 21-25, 25-21, 25-22). Per Milano si tratta di una preziosissima vittoria, che rafforza il quinto posto della squadra ed avvicina la compagine meneghina al quarto posto occupato da Trento, ora distante solo 2 punti. A fare la voce grossa, in campo, è stato ancora una volta tutto il collettivo, capace in questo caso di supportare il suo diamante cristallino che corrisponde al nome di Nimir Abdel Aziz. L’opposto olandese si è superato chiudendo il match con 41 punti (36 attacchi, 2 ace e 3 muri), avvicinandosi al record assoluto di punti in Superlega realizzato da Sabbi nel 2013 in occasione di Verona – Molfetta (42 punti in 5 set). Nimir però si è superato, arrivando sì a -1 ma in 4 set, il che rende ancora più straordinario il suo contributo finale. Festeggia così Milano, che trova un altro importante successo all’Allianz Cloud, prendendo confidenza con la vittoria nella propria casa e preparandosi allo sprint finale di questo campionato con l’obiettivo di continuare a stupire. Prestazioni che, gioco-forza, passeranno dall’intesa del gruppo, dall’esaltazione dei singoli (Nimir chiude con il 60%, Petric 11 punti con 43%), e dai momenti di difficoltà: se l’Allianz Powervolley saprà dimostrare la propria maturità, potrà continuare a scalare posizioni, giocandosi molto nelle ultime gare, prima del giro di boa, contro Latina e Verona.

I PROTAGONISTI-

Nimir-Aziz (Allianz Milano-) « Sono contento dei miei 41 punti, ma ciò che importava di più era la vittoria di squadra. Sapevamo che non era facile battere questa e ci abbiamo messo tutta la nostra forza. Non pensiamo alla classifica ora, sappiamo che non è un campionato facile ed il giocare ogni tre giorni è per tutti stancante. Ora testa alla prossima sfida, poi vedremo cosa potremo fare. Noi mettiamo sempre il massimo per vincere ».

Dragan Stankovic (Gas Sales Piacenza)- « Ancora una volta una prestazione sottotono. Ci sono dei momenti in cui abbiamo dei black out che consentono alle altre squadre di siglare delle serie di punti consecutivi pesanti sull’economia delle partite, soprattutto se incontri avversari come Milano che non fanno sconti. È stata una partita durissima, potevamo fare di più, ma questa è la realtà. Dobbiamo lavorare di più ed essere più lucidi nei momenti difficili ».

IL TABELLINO-

ALLIANZ MILANO – GAS SALES PIACENZA 3-1 (25-20, 21-25, 25-21, 25-22) – ALLIANZ MILANO: Sbertoli 2, Gironi 4, Clevenot 7, Abdel-Aziz 41, Petric 11, Kozamernik 7, Hoffer (L), Pesaresi (L), Basic 1. N.E. Weber, Izzo. All. Piazza.

GAS SALES PIACENZA: Cavanna 1, Kooy 17, Krsmanovic 9, Nelli 10, Berger 8, Stankovic 11, Fanuli (L), Scanferla (L), Botto 1, Yudin 2, Fei 0. N.E. Copelli, Tondo. All. Gardini.

ARBITRI: Santi, Zanussi.

NOTE – durata set: 24′, 24′, 26′, 27′; tot: 101′.

MVP: Nimir Abdel-Aziz (Allianz Milano)
Spettatori: 2.106

I RISULTATI-

Cucine Lube Civitanova-Sir Safety Conad Perugia 3-1 (28-26, 25-20, 24-26, 25-22) Giocata il10/11/2019;

Leo Shoes Modena-Calzedonia Verona 2-3 (23-25, 17-25, 31-29, 25-19, 13-15);

Allianz Milano-Gas Sales Piacenza 3-1 (25-20, 21-25, 25-21, 25-22);

Vero Volley Monza-Globo Banca Popolare del Frusinate Sora 3-0 (25-22, 25-15, 25-15) Giocata ieri;

Consar Ravenna-Kioene Padova 3-0 (25-18, 25-18, 25-19);

Top Volley Cisterna-Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia 2-3 (22-25, 26-28, 25-18, 25-23, 15-17)

Ha riposato: Itas Trentino

LA CLASSIFICA-

Cucine Lube Civitanova 29, Sir Safety Conad Perugia 25, Leo Shoes Modena 25, Itas Trentino 21, Allianz Milano 19, Consar Ravenna 15, Kioene Padova 14, Calzedonia Verona 14, Vero Volley Monza 12, Gas Sales Piacenza 9, Top Volley Cisterna 7, Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia 7, Globo Banca Popolare del Frusinate Sora 4.

Note: 1 Incontro in più: Sir Safety Conad Perugia, Consar Ravenna, Calzedonia Verona, Globo Banca Popolare del Frusinate Sora;

IL PROSSIMO TURNO- 15/12/2019 Ore: 18.00-

Sir Safety Conad Perugia-Leo Shoes Modena;

Allianz Milano-Top Volley Cisterna;

Kioene Padova-Cucine Lube Civitanova;

Globo Banca Popolare del Frusinate Sora-Itas Trentino;

Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia-Vero Volley Monza;

Gas Sales Piacenza-Consar Ravenna 14/12/2019 ore 18:00

Riposa: Calzedonia Verona

Commenti