Superlega, Perugia vola, Vibo colpo a Modena, Trento in rimonta

Quattro le partite della seconda di ritorno andate in scena oggi pomeriggio. La squadra di Heynen supera Piacenza e torna in testa, quella di Baldovin espugna il Pala Panini, Giannelli e compagni espugnano in rimonta Verona al tie break. Padova vince in quattro set contro il fanalino di coda Cisterna
Superlega, Perugia vola, Vibo colpo a Modena, Trento in rimonta© Legavolley
TagsSuperLegaSir SafetyGas Sales

ROMA- Risultati importanti per la classifica di Superlega quelli maturati questa sera. Prosegue la marcia in vetta alla classifica la Sir Safety Perugia che supera con un netto 3-0 la Gas Sales Piacenza e riscavalca la Cucine Lube Civitanova. Successo che vale oro quello centrato dalla Tonno Callipo Vibo Valentia che espugna il prestigioso Pala Panini al termine di una prestazione impeccabile che ha travolto la Leo Shoes Modena. Si impone in cinque set, dopo essere stata sotto 2-0, l’Itas Trentino sul campo dell’NBV Verona mentre la Kioene Padova si sbarazza in quattro set di una Top Volley Cisterna sempre più sconsolatamente in fondo alla classifica con cinque punti.

TUTTE LE SFIDE-

SIR SAFETY PERUGIA-GAS SALES PIACENZA-

Torna in vetta alla classifica la Sir Safety Conad Perugia che batte a domicilio 3-0 la Gas Sales Bluenergy e, con i tre punti conquistati, scavalca nuovamente Civitanova nel testa e testa di questo periodo di stagione. I Block Devils giocano un match concreto, efficace in fase di primo attacco e molto ordinato in fase break. Piacenza, senza l’opposto di ruolo per le assenze di Grozer e dell’ultimo arrivato Finger, ci prova soprattutto nel terzo set (rimontando fino a -1 sul 21-20), ma paga alcune difficoltà nell’attacco di palla alta con il solo Clevenot che chiude in doppia cifra con 12 palloni vincenti. Perugia, invece, si affida alle bordate dell’MVP Atanasijevic. L’opposto serbo, di nuovo nei sette di partenza dopo il turno di riposo di giovedì con Modena, sta trovando giorno dopo giorno continuità in attacco e chiude con 15 punti e il 61% sotto rete. Doppia cifra in casa bianconera anche per Plotnytskyi e per un eccellente Solé (per entrambi 10 punti, per il centrale argentino 100% in primo tempo e 3 muri vincenti). Per Perugia si apre ora la parentesi Champions League con la prima fase della Pool B nella bolla di Tours ed esordio martedì sera nel super derby tutto italiano con la Cucine Lube Civitanova.

I PROTAGONISTI-

Dragan Travica (Sir Safety Conad Perugia)- « Giocavamo contro un avversario forte. È vero che giocava senza opposto, ma Piacenza ha una rosa completa e di alto livello. Abbiamo sbagliato un po’ troppo in battuta, però il cambio palla ha funzionato, abbiamo tenuto un buon ritmo e siamo stati bravi a concretizzare le situazioni favorevoli. Vincere 3-0 con Piacenza è tanta roba ».

Alberto Polo (Gas Sales Bluenergy Piacenza)- « Eravamo senza l’opposto, ma non dobbiamo pensare a chi c’è e a chi manca, dobbiamo dare il massimo sempre. Abbiamo commesso alcuni errori di troppo. Potevamo giocare meglio ».

IL TABELLINO-

SIR SAFETY CONAD PERUGIA - GAS SALES BLUENERGY PIACENZA 3-0 (25-20, 25-19, 25-21)

SIR SAFETY CONAD PERUGIA: Travica 1, Plotnytskyi 10, Ricci 7, Atanasijevic 15, Leon Venero 9, Solé 10, Russo (L), Vernon-Evans 1, Zimmermann 1, Colaci (L), Piccinelli 0, Biglino 0. N.E. Sossenheimer, Ter Horst. All. Heynen.

GAS SALES BLUENERGY PIACENZA: Baranowicz 1, Antonov 7, Polo 8, Clevenot 12, Russell 5, Mousavi 2, Scanferla (L), Botto 3, Tondo 0, Fanuli 0. N.E. Izzo, Candellaro. All. Bernardi.

ARBITRI: Zavater, Frapiccini.

NOTE - durata set: 26', 26', 30'; tot: 82'.

MVP: Atanasijevic (Sir Safety Perugia)

KIOENE PADOVA-TOP VOLLEY CISTERNA-

La Top Volley Cisterna cede in quattro set a Padova e incassa la decima sconfitta stagionale in Superlega. Con questo risultato i pontini restano all’ultimo posto in classifica con cinque punti. Incisiva al servizio Padova (12 aces) meno la formazione di Boban Kovac che ha chiuso con 25 errori dalla linea dei nove punti: non bene in ricezione (35%) mentre a muro le cose sono andate un po’ meglio.

La Top Volley Cisterna cede il primo set 25-18 ma sono i pontini che inizialmente partono bene, poi durante il parziale inizia la sofferenza a causa del servizio di Padova, così dal 4-6 (+2) i padroni di casa piazzano due aces di fila di Volpato (6-6) che rimettono in parità il conto, così i veneti sorpassano e continuano ad avere molta continuità dalla linea dei nove metri, così piovono gli aces (cinque nel primo set) e molte ricezioni così e così: Padova va avanti con un discreto margine (16-14, 19-16) così Kovac è costretto a chiamare due time-out di fila a distanza di pochi punti. Le cose non cambiano perché la Top Volley sbaglia tanto dalla linea del servizio (22-17) con sette errori complessivi dai nove metri e Padova allunga fino al 23-17. Stern manda in crisi la ricezione e Shoji trova il 24-17 che vale il set point, Tillie annulla da posto quattro (24-18) ma Padova archivia il parziale 25-18 con relativa facilità.

Cruciale il secondo spicchio di gara che la Top Volley porta a casa (20-25): ancora buona la partenza dei pontini (2-5) e il piccolo margine di vantaggio continua a esserci (5-8) anche se il set è giocato a elastico con la Top che scappa (9-13) fino al +4 e Padova che ricuce (16-17) grazie al servizio e a due chiamate del video check che invertono altrettante decisioni arbitrali tutte a favore dei veneti. Stern trova il punto del 18-18 da posto due e il set è completamente rimesso in equilibrio con i pontini che faticano anche a muro. Vitelli pasticcia e manda Szwarc al servizio ma Bottolo si guadagna subito il cambio palla facendo uscire subito Szwarc, il battitore più pericoloso finora per Cisterna, dalla linea dei nove metri. La Top ci crede e dal 19-20 piazza un parziale importante fino al 20-24 che arriva con l’ace di Randazzo, poi ancora la banda siciliana che forza tantissimo e sulla ricezione sbagliata ci pensa Krick a inchiodare il parziale sul 20-25. I pontini crescono in attacco con Sabbi e i centrali che garantiscono un attacco di squadra che va al 65%.

Dopo aver rimesso in parità il match la Top Volley cede il terzo set a Padova (25-16). I veneti sono praticamente sempre avanti: sul 5-3 arriva l’ennesimo ace dei padroni di casa (con Stern) poi sul 10-6 Kovac prova a spezzare l’inerzia con il time-out, si torna in campo e Randazzo trova il 10-7 ma Padova riprende a macinare gioco creando problemi dalla linea del servizio e il vantaggio si stabilizza tra i quattro e i cinque punti. Sul 16-11 Kovac cambia palleggiatore togliendo Seganov per Sottile poi sul 21-13 fuori Randazzo per Cavuto ma cambia poco perché Padova continua ad attaccare con facilità dopo i soliti servizi molto forzati e il 25-16 arriva con Bottolo.

Nel quarto la Top Volley Cisterna torna in campo con Seganov in palleggio e Cavuto stabilmente in posto quattro per Randazzo. Le cose non vanno perché i pontini cedono 27-25 al termine di un set molto combattuto: Padova è avanti costantemente (13-10, 16-12, 18-17) con i pontini che non riescono quasi mai a piazzare un break importante. Il finale di match è rovente. Dal 22-19 la Top recupera con Szwarc molto bravo a forzare dalla linea del servizio fino al 22-21, poi Padova scappa ancora fino al 24-22 con Stern: la Top annulla due match point, il secondo con un muro vincente su cui coach Cuttini chiama un video check che conferma il punto della Top, anche se non si può riprendere subito perché la panchina di Padova chiama anche il time-out così alla ripresa Tillie sbaglia il servizio e Padova prima si prende il 26-25 con il muro su Sabbi e all’occasione successiva Shoji trova addirittura l’ace millimetrico che chiude il discorso.

I PROTAGONISTI-

Santiago Danani (Kioene Padova)- « Questa vittoria è da stimolo per le prossime gare. Era importante non solo fare tre punti ma vincere contro un avversario diretto come Cisterna. Stasera abbiamo dato tutto e dobbiamo esserne fieri ».

Luigi Randazzo (Top Volley Cisterna)- « Era una partita molto importante per noi, volevamo il risultato, abbiamo giocato meglio delle altre partite, nel secondo set abbiamo battuto meglio e i frutti si sono visti poi il livello della nostra battuta è calata di nuovo. C’è ancora molto lavoro da fare il campionato è lungo e dobbiamo lavorare. La nostra squadra può giocare meglio e dobbiamo trovare assolutamente i punti nelle prossime partite».

IL TABELLINO-

KIOENE PADOVA – TOP VOLLEY CISTERNA 3-1 (25-18, 20-25, 25-16, 27-25) – KIOENE PADOVA: Shoji 4, Wlodarczyk 9, Vitelli 10, Stern 22, Bottolo 12, Volpato 8, Gottardo (L), Danani La Fuente (L), Casaro 0, Ferrato 0, Milan 0, Merlo 0. N.E. Fusaro, Canella. All. Cuttini.

TOP VOLLEY CISTERNA: Seganov 2, Tillie 7, Szwarc 12, Sabbi 19, Randazzo 8, Krick 9, Rondoni (L), Cavuto 5, Cavaccini (L), Sottile 0. N.E. Rossato, Rossi. All. Kovac.

ARBITRI: Simbari, Bassan.

NOTE – durata set: 19′, 28′, 23′, 34′; tot: 104′.

MVP Stern (Kioene Padova)

LEO SHOES MODENA-TONNO CALLIPO CALABRIA VIBO VALENTIA-

La Leo Shoes Modena perde al PalaPanini in tre set con Vibo Valentia la seconda giornata di ritorno della Superlega Credem Banca. Il team di casa parte con la diagonale Christenson-Vettori, in banda ci sono Petric e Lavia, al centro Stankovic-Mazzone, il libero è Jenia Grebennikov. Gli ospiti rispondono con Saitta e Aboubacar a formare la diagonale principale, Rossard-De Falco in posto 4, Cester e Chinenyeze al centro con libero Rizzo. Il primo set è giocato punto a punto con le due squadre che tengono bene in difesa e ricezione, 13-13. Aboubacar è devastante al servizio, l’opposto dei calabresi spacca il set (13-18). Modena reagisce e dopo alcuni scambi con numerose rigiocate arriva al 17-20. Il muro di uno scatenato Aboubacar chiude 21-25 il primo set. Il secondo parziale inizia sotto il segno di Vibo: Rossard macina punti e guida i compagni (4-8). Non si fermano Saitta e gli avanti giallorossi (5-14), mentre Modena fatica in tutti i fondamentali. Vibo chiude il secondo set 16-25 e si porta avanti di due set. Il terzo atto è un punto a punto serrato, poi Vibo cambia marcia e va sul+4 (9-13). La forbice si allarga e la Tonno Callipo chiude il set (18-25) mettendo il sigillo su un prestigioso successo.

I PROTAGONISTI-


Thibault Rossard (Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia)- « Una vittoria che ci dà grande soddisfazione perché sappiamo quanto sia ostico questo campo. Abbiamo giocato molto bene in battuta e ricezione e siamo riusciti a mettere pressione a Modena per tutta la partita. Abbiamo ottenuto buoni risultati per merito di tutta la squadra. Il segreto? Non perdere mai la concentrazione e la voglia di lavorare seriamente. Da domani torneremo in palestra per migliorare tutti gli aspetti di gioco e dare continuità al nostro percorso per tutto il torneo ».

IL TABELLINO-

LEO SHOES MODENA – TONNO CALLIPO CALABRIA VIBO VALENTIA 0-3 (21-25, 16-25, 18-25)

LEO SHOES MODENA: Christenson 0, Lavia 4, Mazzone 4, Vettori 11, Petric 5, Stankovic 4, Iannelli (L), Karlitzek 2, Grebennikov (L), Porro 0, Estrada Mazorra 1. N.E. Bossi, Rinaldi, Sanguinetti. All. Giani.

TONNO CALLIPO CALABRIA VIBO VALENTIA: Saitta 1, Rossard 15, Chinenyeze 9, Drame Neto 10, Defalco 12, Cester 7, Sardanelli (L), Rizzo (L), Chakravorti 0. N.E. Almeida Cardoso, Dirlic, Corrado, Gargiulo, Fioretti. All. Baldovin.

ARBITRI: Vagni, Santi.

NOTE – durata set: 27′, 23′, 25′; tot: 75′.

MVP: Rossard (Tonno Callipo Vibo Valentia)

NBV VERONA – ITAS TRENTINO-

Trento, che finalmente può recuperare il capitano Giannelli, assente nelle ultime tre partite per Covid, espugna l’AGSM Forum di Verona al termine di un match che l’ha vista sotto per 2-0 ma rialzare la testa e chiudere il match con un imperioso crescendo. La NBV si schiera con Spirito al palleggio, Jensen opposto, Kaziyski e Jaeschke in posto 4, Aguenier e Caneschi e al centro, Bonami libero. L’Itas Trentino risponde Giannelli in cabina di regia; dopo tre partite da alzatore, Nimir torna quindi a ricoprire il ruolo di opposto, Podrascanin e Lisinac si piazzano al centro della rete, Rossini veste la maglia del libero, mentre è Alessandro Michieletto a completare la diagonale di posto 4, orfana di Kooy, insieme a Lucarelli. L’avvio è nel segno dell’equilibrio, con le due squadre che lottano punto a punto e si alternano sovente al comando delle operazioni (6-5, 8-9). Un attacco di Kaziyski, subito in palla, e un muro di Aguenier su Michieletto consegnano il primo doppio vantaggio della serata ai padroni di casa (9-11), costringendo Lorenzetti a rifugiarsi in un time out. Alla ripresa ci pensa Lisinac con un altro block a riportare le cose a posto (11-11); anche Lucarelli ha il braccio caldo e si fa trovare spesso pronto in attacco e a muro (16-16). La partita procede a strappi (16-18), ma Nimir entra in partita nel momento giusto, firmando la nuova parità a quota diciannove. Il rush finale vede Kaziyski realizzare il punto del 20-22 direttamente col servizio (nuova interruzione di Lorenzetti), Trento non riesce più a recuperare (21-23) e cede il primo set con un errore al servizio di Nimir (23-25).
L’Itas Trentino prova ad iniziare con un piglio differente il secondo parziale (6-4, ace di Nimir), ma Verona la riprende immediatamente, mettendo la freccia grazie ad un errore di Lisinac (7-9). Nella fase centrale Nimir inizia a realizzare punti in serie, rilanciando le ambizioni gialloblù di vittoria del set (14-14, 16-14); si fa sentire anche Lucarelli e gli ospiti volano sul +3 (21-18). Sembra lo spunto decisivo, ma invece non lo è, perché la NBV si rifà pericolosamente sotto (23-22), annullando due palle set e mettendo la freccia con Jensen (da 24-23 a 24-25). A scrivere il 2-0 casalingo ci pensa un muro di Caneschi su Lisinac (24-26).
Nel terzo periodo l’Itas Trentino parte ancora a spron battuto (6-2), issata da Lucarelli e Nimir ma il suo tentativo di fuga dura pochissimo perché Jensen e Kaziyski la riprendono immediatamente (6-6). I gialloblù subiscono il contraccolpo, vanno sotto di due (7-9) ma con il brasiliano ritornano avanti (13-11). Verona non ci sta, ribalta ancora il punteggio (13-14) con Jaeschke; da lì in poi si gioca punto a punto, perché Trento non riesce a gestire i vantaggi che si costruisce (da 19-17 a 20-20). Nimir e Michieletto però offrono i break point nel momento decisivo: ace per l’olandese e muro dello schiacciatore per il 24-21, che poi si trasforma in 25-22 grazie ad un nuovo attacco vincente dell’opposto.
Sull’onda dell’entusiasmo, gli ospiti partono alla grande anche nel quarto set (6-4, 11-7) spinti in avanti da Lucarelli. La NBV fatica a replicare anche perché il braccio di Nimir è sempre più caldo (15-12); proprio l’olandese scrive in seguito il massimo vantaggio (21-15) che indirizza definitivamente il match verso il quinto parziale (25-20).
Nel tie break l’Itas Trentino parte a razzo (6-3), viene ripresa immediatamente dai locali (7-7) per poi dilagare definitivamente (10-15) grazie al solito Nimir.

I PROTAGONISTI-

Radostin Stoytchev (Allenatore NBV Verona)- « Il terzo set doveva essere decisivo, ma ci è mancata l’aggressività, e Nimir ha fatto la differenza. Ci hanno aggrediti, non permettendoci di chiudere tranquillamente. Anche nel quarto set, siamo partiti bene ma abbiamo subito una serie di break, il quinto set è stato combattuto, e sono convinto che la decisione arbitrale abbia influito, l’invasione di Lisinac c’era, e anche il cartellino di Matey, per una squadra come Trento questi episodi sono più che sufficienti. Abbiamo lavorato meglio rispetto a prima, con più giocatori, ancora c’è tanto da fare, e speriamo di restare tutti sani, solo lavorando si migliora ».

 Angelo Lorenzetti (Allenatore Itas Trentino)- « “Sapevamo che avremmo dovuto allenarci e migliorare il nostro gioco in partita e quindi avevamo immaginato una partenza difficile, tuttavia qualche rammarico per aver perduto il secondo set ci rimane - ha dichiarato al termine della partita. Alla fine, però, essere riusciti a vincere dopo essere stati sotto per 2-0 e nella situazione in cui siamo è stato qualcosa di importante. Dobbiamo conservare questa voglia di lottare per tutta la stagione. Aggiungo che mi sento un po’ la coscienza sporca per aver mandato in campo Giannelli, dopo quello che ha passato avrebbe dovuto riposare, ma non avevamo alternative, perché Nimir stava cominciando a pagare, soprattutto sul piano fisico, l’impiego in un ruolo non suo e non potevamo mettere a repentaglio anche la sua salute. Da adesso in poi giocheremo tantissime partite e ci alleneremo poco o nulla, oltretutto senza Kooy, quindi dovremo continuare a stringere i denti ».

IL TABELLINO-

NBV VERONA – ITAS TRENTINO 2-3 (25-23, 26-24, 22-25, 20-25, 10-15)

NBV VERONA: Spirito 1, Kaziyski 20, Aguenier 10, Jensen 16, Jaeschke 11, Caneschi 9, Donati (L), Bonami (L), Asparuhov 1, Peslac 0, Zanotti 1. N.E. Magalini. All. Stoytchev.

ITAS TRENTINO: Giannelli 3, Michieletto 10, Lisinac 11, Abdel-Aziz 23, Santos De Souza 23, Podrascanin 18, De Angelis (L), Sosa Sierra 0, Rossini (L), Cortesia 0. N.E. Sperotto, Bonatesta, Argenta. All. Lorenzetti.

ARBITRI: Boris, Goitre.

NOTE – durata set: 31′, 29′, 32′, 26′, 21′; tot: 139′.

MVP: Nimir Abdel-Aziz (Itas Trentino)

I RISULTATI-

Consar Ravenna-Cucine Lube Civitanova 2-3 (25-21, 25-23, 21-25, 20-25, 8-15) Giocata Ieri;

NBV Verona-Itas Trentino 2-3 (25-23, 26-24, 22-25, 20-25, 10-15);

Allianz Milano-Vero Volley Monza 2-3 (20-25, 24-26, 25-13, 25-22, 11-15) Giocata venerdì;

Sir Safety Conad Perugia-Gas Sales Bluenergy Piacenza 3-0 (25-20, 25-19, 25-21);

Kioene Padova-Top Volley Cisterna 3-1 (25-18, 20-25, 25-16, 27-25);

Leo Shoes Modena-Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia 0-3 (21-25, 16-25, 18-25)

LA CLASSIFICA-

Sir Safety Conad Perugia 33, Cucine Lube Civitanova 31, Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia 22, Allianz Milano 20, Vero Volley Monza 18, Gas Sales Bluenergy Piacenza 18, Leo Shoes Modena 17, Itas Trentino 12, Kioene Padova 11, NBV Verona 10, Consar Ravenna 7, Top Volley Cisterna 5.

Note: 3 Incontri in meno: Itas Trentino, Consar Ravenna; 2 Incontri in meno: NBV Verona;

IL PROSSIMO TURNO-13/12/2020 Ore: 18.00-

Itas Trentino-Cucine Lube Civitanova Si gioca il 14/12/2020 ore 15.00;

Kioene Padova-Sir Safety Conad Perugia Si gioca il 14/12/2020 ore 19.00;

Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia-Allianz Milano Ore 16-30;

Leo Shoes Modena-Consar Ravenna 12/12/2020 ore 18.30;

Vero Volley Monza-NBV Verona 12/12/2020 ore 17.00;

Gas Sales Bluenergy Piacenza-Top Volley Cisterna

Corriere dello Sport in Offerta!

Ripartono le coppe europee

Abbonati all'edizione digitale con un maxi-sconto del 56%!

Sempre con te, come vuoi

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti