Civitanova si prende i tre punti con Piacenza

La squadra di De Giorgi lascia per strada il secondo set ma poi doma le resistenze di una buona e incerottata Gas Sales che si arrende 3-1 (25-19, 22-25, 25-20, 25-19)
Civitanova si prende i tre punti con Piacenza© Legavolley

CIVITANOVA (MACERATA)- La Cucine Lube Civitanova si prende di forza i tre punti nel recupero della 5a giornata contro un'ottima Gas Sales Piacenza capace di strappare il secondo set ai campioni del mondo.

Successo pesante per la squadra di Fefè De Giorgi che con i tre punti si avvicina ulteriormente al primo posto della classifica dal quale dista ora solo quattro punti con una partita, quella con Monza, da recuperare. 

Piacenza è scesa nelle Marche con la rosa ridotta a causa del Covid: in campo c’è quello che si può considerare il sestetto tipo, ma in panchina Bernardi può contare solo su tre giocatori.

In casa Lube torna invece Leal in posto 4 con Juantorena, dopo l’esordio del giovane Marlon Yant nella vittoriosa trasferta di Padova, mentre si fa turn over al centro, con Diamantini schierato titolare al posto di Anzani, e anche nel ruolo di libero, con Marchisio che parte al posto di Balaso.

La Lube si aggiudica il primo parziale prendendo il largo già in avvio: +3 dopo un errore in attacco dell’ex Candellaro (7-4), addirittura 12-7 invece dopo il muro di De Cecco su Clevenot, seguito nell’azione successiva da un contrattacco vincente di capitan Juantorena (6 punti, 83% di positività sulle schiacciate su 6 palloni). Funziona tutto a meraviglia nella metà campo dei campioni del mondo, che attaccano di squadra col 61% di efficacia contro il 43% degli avversari (brilla però Mousavi, al 100% su 4 attacchi) e arrivano al massimo vantaggio sul 24-17 (con il secondo muro vincente di Leal), per chiudere poi 25-19 con un super primo tempo dell’infallibile Simon (100% su tre attacchi).

Piacenza alza il livello della propria pallavolo nel secondo parziale (specie l’attacco, al 54% contro il 41% della Lube), mettendo la sfida decisamente sui binari dell’equilibrio. Gli emiliani, anzi, con Botto in campo al posto di Russell dopo aver ricucito diversi strappi favorevoli ai padroni di casa trovano il break a proprio favore sul 17-19, quando Finger mura un attacco di Rychlicki. E si tratta della svolta nel set per la Gas Sales, che forte di un cambio palla regolare (6 punti per clevenot, che attacca col 67% di efficacia) chiude sul 25-22 a proprio favore murando Juantorena.

Bernardi tiene in campo Botto anche nel terzo parziale, che continua a vedere le due squadre camminare punto a punto. Stavolta però la zampata vincente è della Cucine Lube, che trova il break sul 17-15 con un mani out in contrattacco di Leal (6 punti, 57%), e poi allunga in maniera decisiva (22-18) con un ace di De Cecco, seguito da un errore in attacco di Finger. Chiuderà un muro vincente di Kamil Rychlicki (5 punti, 75%) sul 25-20.

Il quarto parziale è invece un vero e proprio monologo della Cucine Lube Civitanova, brava a conquistarsi un gap molto sostanzioso già in avvio (11-5 dopo un errore in attacco di Botto). Sarà quello decisivo per i tre punti, al cospetto di una Piacenza che prova invano anche la carta Clevenot finto opposto, con Russel e Botto attaccanti di mano. Finisce 25-19, con Rychlicki eletto mvp: per lui 15, con il 48% di efficacia su 21 attacchi e 4 muri vincenti.

I PROTAGONISTI-

Andrea Marchisio (Cucine Lube Civitanova)- « Piacenza si è presentata con grandi defezioni e sulla carta poteva essere più facile per noi. Siamo stati bravi a non sottovalutare l’avversario e a mantenere alta la concentrazione con una buona prova corale. Dobbiamo recuperare terreno su Perugia, che ha perso tre punti contro Trento, e la vittoria di oggi è cruciale. Sono rimasto sorpreso di giocare titolare ed ero un po' teso perché non giocavo da tempo. Sono contento dell’opportunità, noi in panchina ci alleniamo per questi momenti e ringrazio i compagni per avermi aiutato tanto nel match. A Milano ci aspetta un’altra grande sfida, dobbiamo essere concentrati per continuare la corsa su Perugia ».

Davide Candellaro (Gas Sales Piacenza)- « Considerando il fatto che questa sera dovevamo fare i conti con alcune assenze sapevamo che dovevamo dare il 100% e sopperire a queste con più tenacia. Infatti, dopo un inizio non dei migliori siamo riusciti a venire fuori. Partite come quella di questa sera, contro un avversario così vanno giocate al meglio a livello soprattutto di attenzione. Se cali la concentrazione ti ritrovi sotto di qualche punto in pochi minuti. Abbiamo commesso alcune sbavature di troppo, al servizio sapevamo di dover spingere. Queste partite possono dare un segnale che se si rimane con la testa concentrati si può mettere in difficoltà avversari come Civitanova e magari riuscire a portare a casa qualcosa in più di un set ».

IL TABELLINO-

CUCINE LUBE CIVITANOVA – GAS SALES BLUENERGY PIACENZA 3-1 (25-19, 22-25, 25-20, 25-19)

CUCINE LUBE CIVITANOVA: De Cecco 0, Juantorena 13, Diamantini 7, Rychlicki 15, Leal 17, Simon 12, Marchisio (L), Balaso (L), Hadrava 0, Falaschi 0. N.E. Yant Herrera, Anzani, Kovar, Larizza. All. De Giorgi.

GAS SALES BLUENERGY PIACENZA: Baranowicz 2, Clevenot 12, Mousavi 14, Finger 11, Russell 7, Candellaro 6, Botto 8, Scanferla (L), Izzo 0. N.E. Fanuli. All. Bernardi.

ARBITRI: Saltalippi, Turtu’.

NOTE – durata set: 23′, 28′, 24′, 25′; tot: 100′.

MVP: Kamil Rychlicki (Cucine Lube Civitanova)

Corriere dello Sport in abbonamento

Offerta Speciale, sconto del 56%

In occasione della ripartenza delle coppe europee puoi leggere il tuo quotidiano sportivo a soli 23 centesimi al giorno!

Offerta valida solo fino al 15 Marzo 2021

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti