Trento asfalta Milano

Continua la striscia positiva della squadra di Lorenzetti che nel recupero della 10a giornata si impone nettamente alla BLM Arena per 3-0 (25-18; 25-17; 25-15) e conquista la certezza di giocare in quarto di Coppa Italia in casa
Trento asfalta Milano

TRENTO-Nella calza della Befana l’Itas Trentino trova la prima vittoria casalinga del 2021, l’undicesima consecutiva, il terzo posto in classifica e la certezza di poter giocare il quarto di finale di Del Monte® Coppa Italia 2021 fra le mura amiche, il prossimo 27 gennaio.
Il 3-0 ottenuto questa sera alla BLM Group Arena contro l’Allianz Milano nel recupero del decimo turno di regular season SuperLega Credem Banca ha infatti consentito alla formazione gialloblù di incamerare i tre punti in palio che consentono di scavalcare Vibo Valentia in graduatoria ed al tempo stesso di chiudere il girone d’andata fra le prime quattro, garantendosi l’opportunità di ospitare la sfida con la sesta classificata (Monza o la stessa Milano) da dentro o fuori che vale l’accesso alla Final Four di Bologna.
Il doppio importante traguardo è stato tagliato al termine di un match che la formazione di  Angelo Lorenzetti è riuscita in fretta ad incanalare sui binari desiderati. Con Kooy nuovamente titolare al posto di Lucarelli (a cui è stato concesso un turno di riposo) e subito trascinatore dei suoi (mvp con 12 punti, il 60% in attacco, due muri ed un ace), l’Itas Trentino ha trovato immediatamente efficacia in fase di break point, mostrando grande precisione in tutti i fondamentali, come dimostrano gli appena tre errori a rete e gli undici ace a fronte di appena quattordici errori al servizio. Assieme all’italo-olandese benissimo anche Michieletto (67%, un block e tre battute punto) ed ottimo anche l’apporto offerto dai centrali: Lisinac 7 punti con l’80% a rete e anche due ace, Podrascanin con 2 muri, un ace e il 60% in primo tempo.

I PROTAGONISTI-

Angelo Lorenzetti (Allenatore Itas Trentino)- « Mi pare che i ragazzi abbiano affrontato la partita nel modo migliore , con una buona continuità al servizio e in ricezione, fondamentali ai quali si è affiancata una buona difesa. Qualche imprecisione si è vista nella fase di contrattacco, che è ancora il nostro tallone di Achille, ma ci lavoreremo. Sottolineo il fatto che abbiamo affrontato una squadra alla quale mancavano due giocatori molto importanti e che sta cercando di ritrovare il ritmo dopo un lungo stop: sappiamo cosa significhi e quanto sia difficile. Quindi sono certo che quando li ritroveremo sulla nostra strada ci daranno molto più filo da torcere come è giusto che sia in SuperLega ».

Matteo Piano (Allianz Milano)- « Con grande onore per questo avversario che ha meritato la vittoria, Milano poteva fare di più. Non abbiamo saputo vivere la difficoltà che c'è stata oggi. Nei momenti in cui abbiamo avuto qualche difficoltà, come è capitato nel primo set, abbiamo perso le nostre certezze. Dovremo modellare quello che di buono ci teniamo della partita di oggi per cercare di farne nascere qualcosa di positivo, sperando che sia per noi motivo di riscatto. Il punto non è se perdi, ma è il come giochi le partite con avversari difficili. Oggi non l'abbiamo interpretata come sappiamo e per come lavoriamo durante la settimana ».

IL TABELLINO-

ITAS TRENTINO - ALLIANZ MILANO 3-0 (25-18, 25-17, 25-15)
ITAS TRENTINO: Giannelli 1, Michieletto 8, Lisinac 7, Abdel-Aziz 13, Kooy 12, Podrascanin 6, De Angelis (L), Rossini (L), Sperotto 0, Cortesia 1. N.E. Argenta, Sosa Sierra, Santos De Souza. All. Lorenzetti.

ALLIANZ MILANO: Sbertoli 1, Kozamernik 1, Ishikawa 6, Basic 5, Piano 3, Maar 14, Meschiari (L), Staforini (L), Pesaresi (L), Daldello 0, Weber 3, Mosca 0. N.E. Patry. All. Piazza.

ARBITRI: Venturi, Goitre.

NOTE - durata set: 28', 25', 22'; tot: 75'

MVP: Dick Kooy (Itas Trentino)

Corriere dello Sport in abbonamento

Offerta Speciale, sconto del 56%

In occasione della ripartenza delle coppe europee puoi leggere il tuo quotidiano sportivo a soli 23 centesimi al giorno!

Offerta valida solo fino al 15 Marzo 2021

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti