Piacenza e Padova la spuntano al tie break

Due sole partite hanno chiuso oggi la Regular Season si Superlega. La squadra di Bernardi doma una coriacea Milano, quella di Cuttini vince il derby con Verona
Piacenza e Padova la spuntano al tie break© Marone
TagsKioeneNBV

ROMA- Due i match di questa sera che hanno chiuso la Regular Season di Superlega. Entrambe le sfide si sono chiuse al quinto set con i successi della Gas Sales Piacenza, su una coriacea Allianz Milano, e della Kioene Padova che al tie break supera nel derby l’NBV Verona.

LE DUE SFIDE-

GAS SALES BLUENERGY PIACENZA-ALLIANZ MILANO-

Si chiude con una vittoria al tie break la regular season della Gas Sales Bluenergy Volley Piacenza che nell’undicesima giornata di SuperLega Credem Banca riesce a imporsi sull’Allianz Milano dopo una lunga battaglia. Con questo successo, il quarto consecutivi per i biancorossi, Clevenot e compagni si portano a 37 punti e salgono al quinto posto in classifica, superando Monza ma i brianzoli, però, hanno dalla loro ancora una gara da recuperare.

Una vera e propria battaglia quella andata in scena al PalaBanca di Piacenza: ancora una volta il top scorrer del match è l’americano Aaron Russell che chiude la sua prestazione con 22 punti (di questi 4 muri vincenti). Seyed Mousavi è il giocatore eletto Mvp dai giornalisti: per lui 11 punti a referto di cui 2 ace.

Per questa sfida delicata coach Lorenzo Bernardi decide di affidarsi al solito sestetto formato da Baranowicz al palleggio,Grozer opposto, Polo e Mousavi al centro, Russell e Clevenot in banda e Scanferla libero.

Primo set che parte subito con le squadre che rispondono colpo su colpo: i padroni di casa provano un allungo con Clevenot che a muro ferma l’attacco dei meneghini (6-4). Ospiti che recuperano lo svantaggio ma devono fare i conti con gli uomini di coach Bernardi che tornano ad allungare prima con l’ace di Baranowicz e poi con il muro di Polo (11-7). I biancorossi tengono lontano i ragazzi di coach Piazza: l’errore al servizio di Patry consegna la frazione di gioco alla gas Sales Bluenergy Volley Piacenza (25-22)

In avvio di secondo set partono meglio i lombardi: Clevenot e compagni faticano a tenere il ritmo degli avversari tornati in campo più determinati. Milano allunga e si porta sul +5 (5-10). Piacenza però è brava a non darsi per vinta e ricomincia a giocare: Russell accorcia le distanze e con Baranowicz si porta vicino (10-12). Gli ospiti tornano a spingere e coach Bernardi si gioca la carta Antonov per Clevenot. Ishikawa chiude il parziale in favore dell’Allianz Milano (18-25).

Nel terzo parziale partenza sprint della Gas Sales Bluenergy Volley Piacenza che balza subito avanti (4-1). Il gap cresce complice un errore di Patry e i biancorossi vanno a +5 (9-4). Clevenot e compagni spingono forte, soprattutto al servizio: il turno in battuta di Mousavi fa male e l’iraniano mette a segno due ace di fila che fanno volare Piacenza (19-12). Tondo appena entrato ferma a muro l’attacco dei lombardi e i piacentini vanno sul 2-1 (25-15).

Meglio Milano all’inizio della quarta frazione di gioco: l’attacco di Patry porta gli ospiti avanti di tre lunghezze (4-7). Gas Sales Bluenergy Volley Piacenza prova a rientrare ma gli uomini di Piazza rimangono concentrati e sbagliano poco. L’attacco di Russell riporta i biancorossi in corsa (12-14) ma i meneghini trascinati da Patry e Ishikawa scappano di nuovo. L’attacco out di Mousavi consegna il parziale agli ospiti (25-18).

Nel quinto e ultimo set ai colpi di Milano risponde una Piacenza vogliosa di riscatto: al cambio campo sono proprio i padroni di casa a essere avanti (8-7). Clevenot in attacco e in battuta fa male: i piacentini allungano sul 10-8 con coach Piazza pronto a chiamare time out. Russell trova il 14-11 e Gas Sales Bluenergy Volley chiude il match a proprio favore, complice un fallo di doppia fischiato a Milano (15-11).

I PROTAGONISTI-

Lorenzo Bernardi (Allenatore Gas Sales Piacenza)- « Stasera c'è grande rammarico perché chiaramente, per come era iniziata la stagione, forse era impensabile arrivare all'ultima giornata di regular season a giocarsi il quinto posto. Abbiamo fatto un lavoro importante, è chiaro che quando arrivi in questi momenti devi saper chiudere la partita, purtroppo non ci siamo riusciti e abbiamo pagato anche durante l'anno situazioni simili. Dobbiamo trarne un insegnamento per il futuro e per le prossime gare. Abbiamo avuto per tutta la gara quella tensione che ci ha impedito di giocare sciolti ».

Nicola Daldello (Allianz Milano)- « È stata una partita sicuramente combattuta abbiamo perso questo il quinto set perché abbiamo fatto degli errori grossolani, non da noi, e questo ovviamente si paga in un parziale da quindici punti. Io mi aspettavo una partita del genere: secondo me siamo stati bravi a rimanere sempre in partita, non essendo comunque bellissimi però siamo rimasti attaccati al punteggio, abbiamo giocato le nostre carte. Davvero un peccato per il finale ».

IL TABELLINO-

GAS SALES BLUENERGY PIACENZA – ALLIANZ MILANO 3-2 (25-22, 18-25, 25-15, 18-25, 15-11)

GAS SALES BLUENERGY PIACENZA: Baranowicz 2, Clevenot 11, Polo 6, Grozer 22, Russell 18, Mousavi 11, Fanuli (L), Scanferla (L), Tondo 1, Antonov 0, Botto 0, Finger 0. N.E. Izzo, Candellaro. All. Bernardi.

ALLIANZ MILANO: Sbertoli 6, Ishikawa 15, Kozamernik 7, Patry 16, Urnaut 12, Piano 3, Staforini (L), Pesaresi (L), Daldello 0, Weber 0, Basic 0, Mosca 1. N.E. Maar, Meschiari. All. Piazza.

ARBITRI: Frapiccini, Sobrero.

NOTE – durata set: 32′, 28′, 31′, 26′, 23′; tot: 140′.

KIOENE PADOVA-NBV VERONA-

E’ la Kioene Padova ad imporsi al tie break in un lungo e combattuto derby durato oltre due ore. Punti che non muovono la classifica dei bianconeri, ma che sono importanti per il morale della squadra reduce da diverse sconfitte. Verona ha visto sfuggire invece il vantaggio e – nonostante l’ingresso di Peslac abbia inizialmente portato un beneficio nel quarto set – sono stati i colpi di Bottolo e dell’ex Stern (MVP del match) a decidere il match.
Nel primo set, break positivo per gli ospiti con Kaziyski a mettere in difficoltà la ricezione patavina realizzando l’ace del 5-8. Immediata la reazione Kioene, con Stern a trovare il servizio vincente che costringe coach Stoytchev a chiedere time out (10-11). Nonostante Aguenier che deve lasciare il campo per infortunio alla caviglia destra dopo una ricaduta da muro, Verona prosegue nella serie allungando ulteriormente con Spirito a rendersi insidioso in battuta (11-16). Coach Cuttini varia la regia bianconera inserendo Tusch al palleggio ed è soprattutto il muro patavino a permettere alla Kioene di riavvicinarsi (17-19). Il primo set ball passa per le mani di Jaeschke che trova il 22-24 in pipe. Kaziyski manda le squadre al cambio campo con la diagonale del 23-25.
Avvio di secondo parziale con Stern spina nel fianco per la NBV al servizio: sull’ace del 5-3 arriva il time out. Padova continua a mantenere un minimo vantaggio, con Tusch a realizzare il suo primo punto in bianconero e con Verona a chiedere pausa di gioco sul 15-12. Jaeschke mura Bottolo segnando il sorpasso del 16-17, ma vi è un importante controsorpasso con lo stesso Bottolo ad appoggiare a terra il 22-19. Stern agguanta il mani out che vale il 24-22 ed è Wlodarczyk a ristabilire la parità: 25-23.
Inizia bene per i padroni di casa il terzo set, con Vitelli a murare Kaziyski portandosi così sul 7-3. Stern allunga ulteriormente (10-5) ma Verona non ci sta. Grazie ai buoni colpi di Jensen, gli scaligeri tornano in parità dopo l’ace di Spirito (13-13). E’ un testa a testa avvincente, con coach Cuttini a chiamare i suoi in panca sul 22 pari. Al rientro in campo, sfruttando i servizi insidiosi di Merlo, Padova chiude 25-22 con il mani out di Wlodarczyk (autore i 8 punti e 73% di positività in attacco in questo set).
Trascinata dall’entusiasmo, la Kioene parte in leggero vantaggio anche nel quarto parziale, con coach Stoytchev a inserire l’ex Peslac in regia al posto di Spirito (5-3). Ci pensa Kaziyski a ribaltare la situazione e con il servizio vincente di Jaeschke arriva il time out patavino (7-9). Jensen aumenta ulteriormente le distanze ma è l’ace di un ottimo Peslac a portare di nuovo le squadre in panca (9-14). Coach Cuttini manda in campo Milan, Ferrato e Canella ma ormai il gioco è a senso unico e si arriva presto ad un eloquente 13-25.
Il tie break inizia in maniera molto equilibrata, ma a mandare le squadre al cambio campo per 8-6 è il doppio ace consecutivo di Stern. L’opposto sloveno della Kioene costringe coach Stoytchev al time out sul 10-7. Stern ottiene il primo match point con la diagonale del 14-9 e Wlodarczyk chiude la gara 15-10.

I PROTAGONISTI-

Toncek Stern (Kioene Padova)- « E’ una vittoria che questo gruppo meritava per tutto il lavoro svolto nel corso della stagione. E’ vero che non servono a muovere la classifica, ma sono importanti in chiave play off, per darci maggiore sicurezza. Siamo contenti di questa vittoria anche per i nostri tifosi, perché sappiamo tutti quanto sia importante un derby ».

Radostin Stoytchev (Allenatore NBV Verona)- « La partita è stata molto combattuta fin da subito. Purtroppo non siamo riusciti a concretizzare il secondo set perché pur non giocando benissimo a muro e in contrattacco avremmo potuto vincerlo. Nel quinto set abbiamo sofferto troppo i due ace di Stern e la nostra invasione e li si è decisa la partita. Nonostante la sconfitta siamo stati migliori a muro e in battuta e questo ci dà fiducia, ma avremmo dovuto essere più bravi a tenere le loro bande. L’infortunio di Aguenier? Ha inciso sicuramente, per noi è un giocatore fondamentale, ma non deve essere un’alibi: dobbiamo sapere giocare anche in queste circostanze. Monza? Dovremo lavorare soprattutto sull’efficacia del contrattacco, nella gestione dei colpi e delle singole situazioni. Abbiamo pochi giorni a disposizione, ma ce la metteremo tutta per chiudere al meglio la regular season ».

IL TABELLINO-

KIOENE PADOVA – NBV VERONA 3-2 (23-25, 25-23, 25-22, 13-25, 15-10)

KIOENE PADOVA: Ferrato, Stern 27, Vitelli 9, Volpato 4, Bottolo 18, Wlodarczyk 15, Danani (L); Merlo, Tusch 3, Canella 1. Non entrati: Casaro, Fusaro, Gottardo (L). Coach: Jacopo Cuttini.
 

NBV VERONA: Kaziyski 14, Caneschi 5, Aguenier, Jensen 18, Spirito 4, Jaeschke 18, Bonami (L); Peslac 3, Asparuhov. Non entrati: Magalini, Donati (L). Coach: Radostin Stoytchev.
 

ARBITRI: Piperata-Florian.
 

NOTE: Durata: 30’, 27’, 27’, 24’, 17’. Tot. 2h 05’
 

MVP: Toncek Stern (Kioene Padova)

I RISULTATI-

Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia-Cucine Lube Civitanova 3-2 (22-25, 21-25, 25-22, 25-21, 15-10) Giocata ieri;

Gas Sales Bluenergy Piacenza-Allianz Milano 3-2 (25-22, 18-25, 25-15, 18-25, 15-11);

Itas Trentino-Consar Ravenna 3-1 (25-19, 23-25, 25-23, 25-19) Giocata ieri;

Kioene Padova-NBV Verona 3-2 (23-25, 25-23, 25-22, 13-25, 15-10);

Sir Safety Conad Perugia-Vero Volley Monza 0-3 (12-25, 18-25, 20-25) Giocata ieri;

Leo Shoes Modena-Top Volley Cisterna 3-1 (26-24, 19-25, 25-13, 25-18) Giocata ieri

LA CLASSIFICA-

Sir Safety Conad Perugia 54, Cucine Lube Civitanova 51, Itas Trentino 47, Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia 37, Gas Sales Bluenergy Piacenza 37, Vero Volley Monza 36, Leo Shoes Modena 34, Allianz Milano 30, NBV Verona 23, Consar Ravenna 19, Kioene Padova 15, Top Volley Cisterna 7.

Note: 1 Incontro in meno: Vero Volley Monza, Allianz Milano, NBV Verona, Consar Ravenna;

Corriere dello Sport in abbonamento

Insieme per passione, scegli come

Abbonati all'edizione digitale del giornale. Partite, storie, approfondimenti, interviste, commenti, rubriche, classifiche, tabellini, formazioni, anteprime.

Sempre con te, come vuoi

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti