Perugia vola in vetta, Padova vince il derby

La squadra di Grbic espugna il campo di Piacenza e raggiunge Civitanova, gli uomini di Cuttini travolgono Verona. Successi per Modena su Milano e Taranto su Cisterna
Perugia vola in vetta, Padova vince il derby© Legavolley
TagsSir SafetyKioeneLeo Shoes

ROMA-Le quattro partite dell’11a giornata giocate nel giorno dell’Immacolata hanno portato in testa alla Superlega, al pari della Cucine Lube Civitanova ma con una partita in meno, la Sir Safey Conad Perugia che salta con grande sicurezza anche il difficile ostacolo rappresentato dalla Gas Sales Bluenergy Piacenza. Ancora una prova maiuscola per la Leo Shoes PerkinElmer Modena che strapazza in tre set l’Allianz Milano. La Kioene Padova stappa lo champagne per la netta vittoria nel derby su Verona. Vittoria pesantissima in chiave salvezza per la Gioiella Prisma Taranto che la spunta, dopo una partita rimasta sempre sul filo dell’equilibrio, contro la Top Volley Cisterna.

TUTTE LE SFIDE-

GIOIELLA PRISMA TARANTO – TOP VOLLEY CISTERNA-

Riprende con una vittoria il campionato della Gioiella Prisma Taranto. Al Palamazzola, gli uomini di coach Di Pinto, sconfiggono per 3-1 (26-28, 25-22, 29-27, 27-25) la Top Volley Cisterna. Una partita ricca di insidie che Falaschi e compagni non hanno iniziato nel migliore dei modi ma che, nonostante la tensione e la più che buona pallavolo giocata dagli avversari, non ha fermato la voglia di riscatto del sestetto ionico.

Coach Di Pinto sceglie il classico starting-six: Falaschi in regia con Sabbi opposto; Joao Rafael e Randazzo schiacciatori, Di Martino-Alletti centrali con Laurenzano libero. Coach Soli risponde con la diagonale Baranowicz-Dirlic, Rinaldi e Maar schiacciatori, Bossi e Zingel centrali con Cavaccii libero. Primo punto del match siglato da Joao Rafael, pareggia i conti Bossi con il muro vincente su Randazzo. Maar firma il sorpasso momentaneo, poi Randazzo sigla il 2-2. Cisterna prova subito a imporre il proprio ritmo con Maar e Rinaldi (4-6) mentre Di Martino si carica la Gioiella fino al punteggio di 8-8. Sabbi fatica sul muro dei pontini che ne approfittano e si riportano sul +2 (11-13), costringendo coach Di Pinto a chiedere il primo timeout dell’incontro. Taranto accorcia, sfruttando anche l’invasione a muro della Top Volley e rosicchia un punto: 14-15 e sospensione richiesta da coach Soli. Al rientro sul taraflex, Randazzo risponde a Raffaelli, entrato al posto di Rinaldi (15-16). Joao Rafael, con un doppio attacco vincente, firma il sorpasso: 18-17 e secondo timeout per la Top Volley. Taranto cresce, soprattutto a muro con Di Martino, autore di tre punti consecutivi: 21-18. Bossi e Maar riportano in parità il punteggio: 21-21 e interruzione chiesta dagli ionici. Ancora Di Martino a segno per Taranto; Maar porta sul 23-24 Cisterna e conquista il primo set point, annullato da Alletti (24-24). Sabbi sbaglia al servizio, Maar lo segue a ruota. Joao Rafael conquista la prima palla set, annullata dall’errore in battuta di Randazzo. Ai vantaggi, Maar chiude il set sul 26-28.

Sabbi apre il secondo parziale con un attacco vincente. Maar mura Randazzo (4-3), poi Sabbi ristabilisce il +2 (5-3). Ace dell’opposto della Gioiella Prisma. Taranto e primo tempo vincente di Alletti: 7-3 per i rossoblù e timeout richiesto da coach Soli. Cisterna accorcia il gap con Maar e un errore in attacco di Sabbi (8-6). Sabbi viene murato da Rinaldi: Cisterna va sul -1 e Di Pinto chiede la sospensione. Gli ospiti operano il sorpasso con Dirlic (8-9), Falaschi ristabilisce la parità con una palla di seconda (9-9). Dirlic mura Joao Rafael, Di Martino con un primo tempo vincente firma il 10-10. Secondo muro consecutivo da Joao Rafael, stavolta da Maar: 10-11 Cisterna e seconda interruzione chiesta dal tecnico dei pugliesi. Sabbi mette a terra il pallone del pareggio, poi viene murato da Zingel (11-12). Dirlic porta sul +2 gli ospiti, Randazzo viene murato da Dirlic (11-14). Entra Gironi al posto dello schiacciatore catanese. Dirlic e Zingel portano Cisterna sul +6 (11-17). Di Pinto cambia Falaschi con Dosanjh per cercare nuove soluzioni offensive: Gironi interrompe il break positivo dei biancoblù, poi Dirlic manda in rete (13-17). Ace di Di Martino su Maar, che viene sostituito con Raffaelli. Zingel segna il 13-18, Dosanjh a muro mette a segno il -2 (16-18): coach Soli chiama il suo primo timeout. Rinaldi attacca sul muro, risponde Gironi con un diagonale vincente (17-19). Joao Rafael porta sul -1 Taranto, poi Gironi commette l’errore al servizio. Sabbi firma il 19-20, Dirlic attacca out e Alletti piazza l’ace vincente: la Gioiella Prisma Taranto torna sul +1 (21-20). Rientra Maar per Raffaelli negli ospiti. Sabbi attacca sulle mani del muro: 22-20. Entra Saadat per Dirlic nei pontini. Dosanjh attacca out, Sabbi e Joao Rafael portano Taranto sul 24-22. Il muro vincente di Sabbi su Rinaldi permette a Taranto di portarsi sull’1-1: 25-22.

Coach Di Pinto riparte con Dosanjh e Gironi al posto di Falaschi e Randazzo. Maar sbaglia il primo servizio del set; Bossi mette a segno il primo tempo vincente, poi Zingel mura su Di Martino. Lo stesso Di Martino realizza il 2-2 prima del mini break firmato da Zingel (2-4). Doppio tocco di Dosanjh: 2-5 Cisterna e timeout per Di Pinto. Gironi supera il muro a tre dei pontini, Dirlic attacca fuori e Taranto si riporta sul -1 (4-5). La squadra laziale sfrutta ancora la veloce con Baranowicz e Zingel; Sabbi gioca sul muro degli ospiti, Gironi segna il punto della parità (6-6). Dirlic permette a Cisterna di riportarsi in vantaggio, anche grazie all’attacco out di Gironi (6-8). Taranto pareggia grazie a Sabbi e al quarto tocco dei ragazzi allenati da coach Soli; due muri di Bossi riportano sul +2 gli ospiti (8-10). L’infrazione di Maar e l’attacco di Joao Rafael ristabiliscono la parità: 10-10. Cisterna piazza un break con due punti di Maar e il muro di Raffaelli, interrotto da Joao Rafael: 11-13. Ace vincente di Dosanjh: 12-13. Sabbi risponde a Dirlic (13-14), DI Martino mura due volte Zingel e firma il sorpasso (15-14). Dirlic prova a caricarsi Cisterna sulle spalle, Gironi e Sabbi portano la Gioiella sul 17-15. Ancora Gironi: 18-15 e sospensione per Soli. Maar e Dirlic a segno, -1 Cisterna. Sabbi e Dosanjh firmano il 20-18; Maar e Raffaelli pareggiano (20-20). Col muro di Dirlic, la Top Volley opera il sorpasso: 20-21 e timeout per Di Pinto. Sostituzione per Taranto: entra Falaschi per Dosanjh. Joao Rafael e Sabbi a segno: controsorpasso dei rossoblù e seconda sospensione per Cisterna (22-21). Sabbi piazza il 23-21, Saadat accorcia. Muro di Dirlic: 23-23. Joao Rafael colpisce all’angolo e sigla il 24-23, Falaschi sbaglia in battuta (24-24). Muro vincente di Joao Rafael su Raffaelli per il 25-24, poi giocata dubbia con attacco di Sabbi giudicata out dagli arbitri. Maar attacca out il pallone decisivo: la chiude Taranto sul 28-26.

Parte meglio Cisterna nel quarto set, con un break di 2-4 firmato Dirlic e Bossi. Attacco vincente di Sabbi e ace di Alletti: pareggio della Gioiella Prisma Taranto (4-4). Di Martino risponde a Dirlic (6-6). La partita viaggia sul filo dell’equilibrio: Baranowicz, d’astuzia, firma l’8-9, poi pareggia Sabbi. Cisterna realizza un mini break, orchestrato da Raffaelli: 8-11 e timeout per Di Pinto. Zingel sigla l’8-12, Taranto accorcia con l’ace di Gironi e il primo tempo di Alletti (11-12). Timeout per Cisterna richiesto da coach Soli per interrompere il parziale positivo degli ionici. Muro di Alletti su Bossi: 12-12. Joao Rafael risponde a Maar; Dirlic, con furbizia, riporta Cisterna sul +2 (13-15). Ancora Joao Rafael per Taranto: 15-16. Ancora Dirlic, con due punti consecutivi, permette alla Top Volley di allungare: 15-18 e seconda sospensione richiesta da Di Pinto. Cambio in cabina di regia: rientra Dosanjh per Falaschi. Gironi segna il -2 (17-19), Cisterna cresce a muro con Bossi (17-21). Dirlic risponde a Joao Rafael, Sabbi firma il -3 (19-22). Ancora Dirlic a segno ma Taranto risponde con due punti consecutivi di Gironi: 22-24 e timeout Cisterna. Ancora Gironi a segno: due punti consecutivi e 24-24. Joao Rafael sbaglia il servizio, Sabbi ristabilisce la parità (25-25). Gironi regala il primo match point a Taranto, Sabbi mura Maar e porta la Gioiella alla vittoria: finisce 27-25 con gli ionici che ritrovano il successo interno dopo tre sconfitte consecutive.

I PROTAGONISTI-

Gabriele Di Martino (Gioiella Prisma Taranto)- « È stata una partita molto complicata, siamo partiti un po’ contratti, ma sempre con la testa sul campo. Nel secondo set abbiamo giocato molto meglio, così come nel terzo. Peccato per quel tocco sull’attacco di Sabbi, per il quale abbiamo perso quasi dieci minuti, ma siamo stati comunque bravi a chiuderlo. Partita tesissima ma che, con tanta forza di volontà e cattiveria agonistica, alla fine abbiamo conquistato. Ci sono stati degli errori ma l’atteggiamento è stato quello giusto. Importantissima vittoria ai fini della classifica, siamo davvero contenti ».

Aidan Zingel (Top Volley Cisterna)- « Era una partita tiratissima, sono stati bravissimi loro, ma c’è anche demerito nostro, a muro siamo stati straordinari, entrambi le squadre. La prossima gara per noi è molto importante, pensiamo già a Ravenna. Abbiamo fatto il nostro gioco, ma poi siamo crollati. Ci sono mancate le forze, Joao ha tirato fuori grandi battute. Cercheremo di fare quanti più punti possibili, il campionato è lunghissimo e lotteremo fino alla fine, ogni partita è una battaglia ».

IL TABELLINO-

GIOIELLA PRISMA TARANTO – TOP VOLLEY CISTERNA 3-1 (26-28, 25-22, 29-27, 27-25)

GIOIELLA PRISMA TARANTO: Falaschi 1, De Barros Ferreira 19, Di Martino 14, Sabbi 22, Randazzo 6, Alletti 9, Palmisano (L), Pochini (L), Laurenzano (L), Dosanjh 3, Gironi 12. N.E. Stefani, Palonsky, Freimanis. All. Di Pinto.

TOP VOLLEY CISTERNA: Baranowicz 3, Rinaldi 5, Bossi 12, Dirlic 22, Maar 24, Zingel 6, Picchio (L), Saadat 1, Wiltenburg 0, Raffaelli 8, Cavaccini (L). N.E. Giani. All. Soli.

ARBITRI: Simbari, Boris.

NOTE – durata set: 38′, 33′, 46′, 32′; tot: 149′.

Spettatori 312

Incasso: 1094 euro

MVP: Giulio Sabbi (Gioiella Prisma Taranto)

KIOENE PADOVA – VERONA VOLLEY-

Ottima prova della squadra di coach Cuttini che si impone 3-0 nel derby con Verona. La Kioene è costante al servizio per tutta la gara (12 ace) e attacca con il 56%. La regia di Zimmermann incanta la Kioene Arena: è lui l’MVP del match. Avvio convinto della Kioene, con 3 ace (Weber e Bottolo) e un muro di Vitelli si porta sul 9-4 e costringe Verona al primo time out. Al ritorno in campo gli ospiti salgono di intensità e con un ottimo break di Mozic arrivano a -1 (12-11), ma con il turno in battuta di Bottolo i bianconeri ritrovano incisività e allungano 19-12. Gli uomini di Stoytchev reagiscono e accorciano fino al -2, ma l’ace di Zoppellari sorprende Verona: il primo set è padovano.

Nel secondo parziale è ancora la squadra di Cuttini a condurre il gioco, Padova è efficace in attacco mentre gli scaligeri non trovano le giuste soluzioni. La Kioene sale 9-2 poi mantiene un bel margine di vantaggio arrivando al 19-11. Schiro fa rifiatare Weber, ma la musica non cambia: i bianconeri continuano a difendere bene e a lasciare poco spazio ai tentativi veronesi. Chiude l’errore al servizio di Aguenier che regala alla squadra di Cuttini anche il secondo set.

La terza ripresa è equilibrata e la partita procede punto a punto. Loeppky mette in difficoltà la difesa di Verona e fa salire i suoi sul +2, poi Zimmermann in battuta mette la firma sull’allungo decisivo (21-16).

Gli ospiti tentano di rimanere a contatto, ma la Kioene non concede nulla e incassa 3 punti grazie al 25-21 finale.

I PROTAGONISTI-

Eric Loeppky (Kioene Padova)- « E stata una sfida difficile, non penso che loro abbiano fatto la loro miglior partita ma di sicuro noi li abbiamo messi in grande difficoltà. Abbiamo servito bene e siamo stati sempre concentrati. Io? Penso di aver fatto una buona gara, l’intesa con Zimmermann e gli altri ragazzi sta migliorando di partita in partita ».

Lorenzo Cortesia (Verona Volley)- « La chiave della partita credo che sia abbastanza semplice da trovare: loro hanno battuto molto bene e noi non siamo riusciti a contenerli e a contrattaccare. Il nostro obiettivo era tenerli distante da rete puntando tanto sulla nostra battuta, ma non siamo riusciti a farlo e il risultato e i parziali parlano chiaro. Adesso torniamo subito al lavoro per preparare il match con Piacenza all’AGSM Forum e trovare la riscossa davanti al nostro pubblico ».

IL TABELLINO-

KIOENE PADOVA – VERONA VOLLEY 3-0 (25-21, 25-16, 25-21)

KIOENE PADOVA: Zimmermann 5, Loeppky 13, Vitelli 5, Weber 3, Bottolo 16, Canella 5, Bassanello (L), Gottardo (L), Schiro 6, Zoppellari 1. N.E. Petrov, Crosato, Guzzo, Volpato. All. Cuttini.

VERONA VOLLEY: Spirito 3, Asparuhov 3, Aguenier 5, Jensen 7, Mozic 5, Cortesia 5, Donati (L), Nikolic 1, Bonami (L), Wounembaina 6, Magalini 1. N.E. Zanotti, Qafarena, Vieira De Oliveira. All. Stoytchev.

ARBITRI: Vagni, Brancati.

NOTE – durata set: 27′, 26′, 28′; tot: 81′.

Spettatori: 1.213

MVP: Jan Zimmermann (Kioene Padova)

GAS SALES BLUENERGY PIACENZA – SIR SAFETY CONAD PERUGIA-

Una sfavillante Sir Safety Conad Conad espugna il PalaBancaSport di Piacenza, sconfigge in tre set i padroni di casa della Gas Sales Bluenergy e vola in vetta alla classifica in coabitazione con Civitanova, ma con una gara in meno.
È questo il responso dell’undicesima di Superlega che ha visto una splendida prova dei Block Devils. Due set, i primi due, combattuti ed equilibrati con la Sir capace di trovare sempre nel finale l’allungo decisivo. Un set, il terzo, di chiara marca bianconera che piazza, dal 6-5 per Piacenza, un parziale mortifero di 8-20 che consegna la posta in palio a Perugia.
È la fase break perugina la grande protagonista del match. Un servizio sempre incisivo, un muro titanico (13 i punti diretti), una correlazione muro-difesa che ha tenuto il formidabile attacco avversario al 37% con Colaci superlativo in difesa, un contrattacco sempre concreto e con pochissimi errori diretti (appena 2 in tutta la gara). Tutto questo alla fine ha portato la bilancia nella metà campo dei ragazzi del presidente Sirci.
È Leon l’Mvp della sfida. 17 i punti del capitano bianconero con 3 ace e 2 muri. Doppia cifra per Solè che ne mette 10 chiudendo 4 volte strada agli attaccanti di Piacenza, 3 muri vincenti anche per Russo (in campo per tutta la durata della partita) e Giannelli, consueto contributo alla causa per Rychlicki e per il metronomo di questa squadra Anderson.

C’è Russo a far coppia con Solè al centro per Grbic. Primo break per i padroni di casa con Rossard (3-1). Cester mantiene le distanze, poi contrattacco di Lagumdzija (7-4). Out Rossard, contrattacco di Leon e Perugia impatta (8-8). Sorpasso bianconero con l’attacco di Rychlicki ed il muro di Leon (8-10). Fuori l’attacco del capitano bianconero e si torna in parità (11-11). Muro stellare di Solè (11-13). Il muro di Piacenza pareggia ancora (14-14). Muro di Rychlicki (15-17). Perugia arriva a +4 dopo l’errore in attacco di Lagumdzija (16-20). Russell dimezza (19-21). Leon (attacco e muro) fa ripartire Perugia (19-23). Rychlicki bcia la linea in parallela e porta i suoi al set point (20-24). L’errore dai nove metri di Stern manda avanti Perugia (21-25).
Si riparte con Perugia fallosa al servizio e con i muri vincenti di Giannelli e Russo (3-5). Super attacco di Lagumdzija che pareggia (5-5). La pipe di Russell manda avanti i padroni di casa (6-5). Ancora l’opposto turco protagonista (9-7). Smash di Solè e parità (9-9). Doppietta di Solè a muro e Perugia torna avanti (11-12). Ace di Leon (11-13). Ace anche per Lagumdzija (13-13). Due forte fuori il turco (13-15). Piacenza torva l’ennesima parità dopo un lungo scambio (18-18). Lagumdzija mette la freccia per i suoi (19-18). Il muro di Giannelli capovolge (19-20). Ace di Leon, poi muro a tre con Giannelli protagonista (20-23). In rete il servizio di Lagumdzija, set point Perugia (21-24). Chiude Rychlicki (22-25).
Parità in avvio di terzo set (4-4). Muro vincente dei padroni di casa che passano a condurre (6-5). Out l’attacco del neo entrato Recine, poi Russo (7-9). Muro titanico di Solè, poi ace di Leon (10-14). Prova a scappare Perugia con Rychlicki ed i muri di Russo ed Anderson (12-20). Ancora il martello americano (12-21). Rychlicki da posto quattro, poi Russo (13-23). Ace di Anderson, match point Perugia (13-24). L’errore di Pujol dà i tre punti ai Block Devils (14-25).

I PROTAGONISTI-

Lorenzo Bernardi (Allenatore Gas Sales Bluenergy Piacenza)- « E’ stata una partita che ha rispecchiato le nostre problematiche. La diagnosi è ben chiara, penso che i problemi siano palesi, dobbiamo cercare di lavorare meglio e ci vorrà del tempo. Con una squadra che sbaglia dodici battute e in un set hai tutte queste opportunità ma non riesci a chiudere, è chiaro che è normale perdere. Ci sono stati troppi errori nei momenti decisivi, abbiamo giocato alcune buone palle, ma nel terzo set la squadra ha perso fiducia ».

Roberto Russo (Sir Safety Conad Perugia)- « Stasera era importante vincere, lo abbiamo fatto 3-0 in un campo difficilissimo e contro una squadra contro la quale altre big avevano perso punti. Abbiamo giocato molto bene, in particolare con una buona fase break che ci ha consentito di tenere sempre il vantaggio. Gara dopo gara sto prendendo sempre più ritmo. Sono contento stasera di aver giocato tutta la partita anche se la stanchezza si fa sentire, devo continuare su questa strada ».

IL TABELLINO-

GAS SALES BLUENERGY PIACENZA – SIR SAFETY CONAD PERUGIA 0-3 (21-25, 22-25, 14-25)

GAS SALES BLUENERGY PIACENZA: Brizard 0, Rossard 5, Caneschi 2, Lagumdzija 12, Russell 11, Cester 4, Catania (L), Scanferla (L), Stern 4, Antonov 0, Recine 1, Pujol 0. N.E. Tondo, Holt. All. Bernardi.

SIR SAFETY CONAD PERUGIA: Giannelli 3, Anderson 7, Russo 6, Rychlicki 9, Leon Venero 17, Solé 10, Piccinelli (L), Colaci (L), Plotnytskyi 0. N.E. Travica, Ter Horst, Ricci, Mengozzi, Dardzans. All. Grbic.

ARBITRI: Zanussi, Pozzato.

NOTE – durata set: 31′, 30′, 26′; tot: 87′.

Spettatori: 1686

Incasso: €.23.601,48.

MVP: Wilfredo Leon (Sir Safety Conad Perugia)

LEO SHOES PERKINELMER MODENA – ALLIANZ MILANO-

La Leo Shoes PerkinElmer di Andrea Giani vince nettamente al PalaPanini con Milano nell’undicesimo turno di Superlega. Modena parte con la diagonale Bruno-Abdel Aziz, in banda ci sono Earvin Ngapeth e Leal, al centro Stankovic-Mazzone, il libero è Salvatore Rossini. Milano inizia il match con la diagonale Porro-Romanò, Chinenyeze-Piano sono i centrali, Ishikawa-Jaeschke le bande, Pesaresi il libero. L’inizio del match è punto a punto serrato, si arriva al 5-5 e Leal si infortuna in un tentativo di difesa, al suo posto entra Van Garderen. Modena piazza il break e va sul 14-12 con Mazzone decisivo a muro. Il triplo ace di Ngapeth porta la Leo Shoes PerkinElmer sul 18-13. Arrivano al 23-17 i gialli e il PalaPanini spinge, Modena chiude il parziale 25-17. Nel secondo set Leal rientra in posto 4, Milano parte forrte, 4-5. Il triplo ace di Leal porta i gialli sull’ 11-7. Si arriva al 15-9 con Bruno e compagni devastanti in attacco e in muro difesa. Si arriva al 23-20 con la Leo Shoes PerkinElmer che resta avanti e chiude il parziale 25-20, è 2-0. Nel terzo set continua a spingere Modena, che va sul 9-7. Scappa via la Leo Shoes PerkinElmer, 14-8. L’ace di Abdel-Aziz porta i gialli sul 18-11. La Leo Shoes PerkinElmer chiude il set 25-15 e il match 3-0.

I PROTAGONISTI-

Andrea Giani (Leo Shoes PerkinElmer Modena)- « Questo è un gruppo che sta lavorando tanto e i risultati si vedono. Oggi ci sono stati tanti ace e una fase break importante, che è quello che vogliamo. Abbiamo fatto molto bene il sideout, ora siamo quarti e dobbiamo continuare sul percorso che abbiamo intrapreso, continuare a vincere e ad “andare in fiducia”, sempre, questo è quello che vogliamo ».

Matteo Piano (Allianz Milano)- « Non siamo riusciti a stare in partita, abbiamo subito la partita. Modena ha espresso un gran bel gioco di squadra e anche individuale, è stata una squadra che è andata in battuta da protagonista, anche come atteggiamento. Dobbiamo crescere come squadra e per farlo serve darci degli obiettivi oltre che tecnici, anche di presenza in campo individualmente. Bisogna portarsi a casa delle cose dalle partite, oggi la domanda che ci poniamo è: che cosa ci siamo portati a casa, questa la riflessione da fare ».

IL TABELLINO-

LEO SHOES PERKINELMER MODENA – ALLIANZ MILANO 3-0 (25-17, 25-20, 25-15)

LEO SHOES PERKINELMER MODENA: Mossa De Rezende 2, Ngapeth E. 14, Mazzone 9, Abdel-Aziz 15, Leal 12, Stankovic 1, Gollini (L), Sanguinetti 0, Van Garderen 3, Rossini (L). N.E. Ngapeth S., Salsi, Sartoretti. All. Giani.

ALLIANZ MILANO: Porro 0, Ishikawa 8, Chinenyeze 4, Romanò 9, Jaeschke 4, Piano 4, Staforini (L), Djokic 2, Pesaresi (L), Mosca 0, Daldello 0, Maiocchi 0. N.E. Patry. All. Piazza.

ARBITRI: Frapiccini, Puecher.

NOTE – durata set: 23′, 27′, 23′; tot: 73′.

Spettatori: 2918

MVP – Bruno (Leo Shoes PerkinElmer Modena)

I RISULTATI-

Gioiella Prisma Taranto – Top Volley Cisterna 3-1 (26-28, 25-22, 29-27, 27-25)

Kioene Padova – Verona Volley 3-0 (25-21, 25-16, 25-21)

Gas Sales Bluenergy Piacenza – Sir Safety Conad Perugia 0-3 (21-25, 22-25, 14-25)

Leo Shoes PerkinElmer Modena-Allianz Milano 3-0 (25-17, 25-20, 25-15)

Giocate il 10 novembre 2021-

Vero Volley Monza-Cucine Lube Civitanova 0-3 (21-25, 17-25, 16-25)

Consar RCM Ravenna-Itas Trentino 0-3 (16-25, 23-25, 12-25)

LA CLASSIFICA-

Sir Safety Conad Perugia 28, Cucine Lube Civitanova 28, Itas Trentino 22, Leo Shoes PerkinElmer Modena 19, Vero Volley Monza 18, Gas Sales Bluenergy Piacenza 17, Allianz Milano 15, Kioene Padova 14, Top Volley Cisterna 10, Gioiella Prisma Taranto 10, Verona Volley 8, Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia 7, Consar RCM Ravenna 2.

Note: 1 Incontro in più: Cucine Lube Civitanova, Consar RCM Ravenna.

IL PROSSIMO TURNO- 12/12/2021 Ore: 18.00

Sir Safety Conad Perugia-Vero Volley Monza;

Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia-Kioene Padova Si gioca l’ 11/12/2021 ore 18:00;

Leo Shoes PerkinElmer Modena-Gioiella Prisma Taranto Ore 15.30;

Allianz Milano-Itas Trentino Si gioca il 22/12/2021 ore 20:30;

Verona Volley-Gas Sales Bluenergy Piacenza Ore 20:30;

Top Volley Cisterna-Consar RCM Ravenna

Riposa: Cucine Lube Civitanova

 

Corriere dello Sport in Offerta!

Ripartono le coppe europee

Abbonati all'edizione digitale con un maxi-sconto del 56%!

Sempre con te, come vuoi

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti