Cisterna e Verona che imprese ! Trento batte Siena

I pontini espugnano l'Allianz Arena con un netto 0-3, gli scaligeri vanno a vincere al tie break in casa dell'ambiziosa Piacenza. La squadra di Lorenzetti lascia un set a Siena ma si prende i tre punti
Cisterna e Verona che imprese ! Trento batte Siena© Legavolley
17 min
TagsTop VolleyItasGas Sales

ROMA- Prima giornata di campionato fra certezze e sorprese. Non deludono tre delle grandi tradizionali. La Cucine Lube Civitanova nell’anticipo di ieri passa in scioltezza a Taranto. Oggi netto successo della Sir Safety Perugia, pur priva di Leon, contro la Vero Volley Monza e per l’Itas Trentino che regola in quattro set l’ambiziosa neo promossa Emma Villas Aubay Siena. Partenza col piede giusto per Padova che supera in casa al tie break una Valsa Modena che è attualmente ancora u cantiere aperto. Colpi di giornata quello firmati dalla Top Volley Cisterna, che va a vincere con un rotondo 0-3 sul campo dell’Allianz Milano, e soprattutto quello della WithU Verona che rende amaro l'esordio dell' ambiziosa Gas Sales Piacenza di Leal, Simon e Romanò battendola a domicilio al tie break dopo un infuocato finale e un match point messo a segno da Leal annullato dal video check che ha poi permesso agli scaligeri di chiudere a proprio favore. La Gas Sales Bluenergy Volley Piacenza ha annunciato la presentazione del ricorso per un’interpretazione sbagliata riguardo l’invasione stessa.

LE TRE SFIDE DI QUESTA SERA-

ITAS TRENTINO-EMMA VILLAS AUBAY SIENA-

Il ritorno alla BLM Group Arena (senza più mascherine) dopo oltre quattro mesi di attesa è dolce per l’Itas Trentino. I gialloblù hanno riabbracciato i propri tifosi (giunti in buon numero nell’impianto di via Fersina, subito 2.000 spettatori) regalando loro immediatamente la prima soddisfazione della nuova stagione. La matricola Emma Villas Aubay Siena stasera ha infatti lasciato strada ai padroni di casa per 3-1 nell’incontro valido per il primo turno di SuperLega Credem Banca 2022/23, pur provando nel corso del match a mettere dovente i bastoni fra le ruote a Kaziyski e compagni.
Non è bastato iniziare meglio degli avversari ogni singolo set; la voglia dei gialloblù di festeggiare un successo fra la propria gente ed inaugurare nel miglior modo possibile il campionato è stata nettamente più grande. Kaziyski (26 punti col 53% in attacco, due muri e ben cinque ace), Michieletto (21 con identiche percentuali a rete, tre muri e una battuta punto) ma anche Laurenzano (superlativo sia in ricezione sia in difesa e per questo eletto mvp) hanno saputo fare la differenza nei momenti decisivi, lasciando che Siena fosse protagonista veramente solo nel finale di terzo set (deciso dagli ex Pinali e Van Garderen).

I PROTAGONISTI-

Angelo Lorenzetti (Allenatore Itas Trentino)- « Stasera abbiamo giocato una buona partita contro una squadra come Siena che ha confermato il suo valore. Abbiamo fatto quasi tutto bene tranne che in attacco, ma è normale a questo punto della stagione dover ancora oliare i meccanismi ».

Paolo Montagnani (Allenatore Emma Villas Aubay Siena)- « Questa gara ci conferma gli aspetti sui quali sapevamo di dover lavorare, che sono stati evidenti soprattutto nel primo e nel secondo set. Dovremo fare dei progressi nel più breve tempo possibile. In generale, comunque, la squadra si è mossa bene, ma non abbiamo battuto come avevamo preventivato. Li abbiamo comunque lasciati al 46% in attacco, siamo stati vivi, ho visto note positive. Peccato aver perso l’inerzia nel quarto set ».

IL TABELLINO-

ITAS TRENTINO – EMMA VILLAS AUBAY SIENA 3-1 (25-16, 25-21, 23-25, 25-17)

ITAS TRENTINO: Sbertoli 2, Michieletto 22, Podrascanin 6, Lavia 7, Kaziyski 26, Lisinac 5, Pace (L), Nelli 0, Dzavoronok 1, Laurenzano (L), Cavuto 1. N.E. Berger, Depalma, D’Heer. All. Lorenzetti.

EMMA VILLAS AUBAY SIENA: Finoli 0, Van Garderen 17, Biglino 9, Pinali 15, Petric 12, Mazzone 4, Pochini (L), Pereyra 0, Pinelli 0, Bonami (L), Ngapeth 0, Raffaelli 0. N.E. All. Montagnani.

ARBITRI: Pozzato, Papadopol.

NOTE – durata set: 25′, 28′, 29′, 23′; tot: 105′.

MVP: Gabriele Laurenzano (Itas Trentino)

Spettatori: 2.055

ALLIANZ MILANO-TOP VOLLEY CISTERNA-

Colpo grosso della Top Volley Cisterna che espugna il campo dell’Allianz Milano facendo intendere di poter recitare un ruolo importante nel campionato che è appena iniziato. Un perentorio 0-3 che ha messo in mostra le fragilità della squadra di Piazza ed al contempo ha esaltato il gruppo costruito dalla società pontina e plasmato da coach Soli.

Primo set in perfetto equilibrio, in evidenza Dirlic e Ishikawa, poi la potenza di Kaliberda e la furbizia di Sedlacek segnano l’allungo, rispondendo molto bene alle palle servite al millimetro da capitan Baranowicz, 8-11. Milano trova il pareggio con una bordata dell’ex Patry, servito da Porro su posto tre, 14-14. La Top Volley conquista punti con unghie e denti, Rossi chiude la porta in faccia a Ebadipour, 16-17. L’iraniano è murato di nuovo, questa volta da Dirlic, il bomber croato replica nell’attacco successivo trovando muro fuori tirando sulle mani di Ebadipour, 16-20. Inarrestabile Dirlic, 18-22. Milano, dopo aver sprecato tanto, prova una timida reazione con Loser, nell’azione successiva Zingel ristabilisce la distanza e mura l’argentino, 20-24. Ishikawa piazza una diagonale potentissima e poi Piano mura Sedlacek, 22-24. Il set non poteva che chiuderlo Dirlic, lungolinea esplosivo, 22-25. Cisterna parte bene nel secondo set e riesce a mantenere un mini-bottino di più due grazie alle giocate di Sedlacek e la difesa di Catania, 6-8. Sedlacek muro a uno su Patry, 8-11. Milano riesce a fare il cambio palla, ma poi sbaglia il servizio e Cisterna ne approfitta, 10-13. La Top Volley va sul velluto con Kaliberda, Milano in difficoltà, Piazza chiama il time out, 11-15. Cisterna riceve molto bene e Baranowicz con la palla in testa fa quello che vuole, 14-18. Doppio recupero di Catania che va a prendere la palla sui tavoli dei giornalisti, Pesaresi risponde difendendo su Dirlic, il croato mura Ebadipour, 16-20. Kaliberda picchia forte sulle mani del muro più basso, 18-22. Cinque palle set per Cisterna ancora grazie a Kaliberda, 19-24. La Top Volley si conferma bestia nera per l’Allianz Milano, Sedlacek mura Patry, 19-25. Terzo set subito con il piede sull’acceleratore per Milano che si porta avanti 4-2, poi ace di Sedlacek e muro di Kaliberda e i pontini si riportano in vantaggio, 4-5. Pallonetto morbido di Kaliberda dopo ancora un gran recupero di Catania, 5-6. Catania è ovunque, Dirlic picchia forte, poi ace di Kaliberda, rotto di nuovo l’equilibrio, 7-9. Continua il momento nero in battuta per l’Allianz, poi Sedlacek mette a terra la palla del 14-16. Milano prova a svegliarsi con l’iraniano Ebadipour che mura Rossi e trova il pareggio, 16-16. Patry attacca altissimo e spara la palla sul primo anello, 17-19. Scambio lunghissimo, Milano contro Catania, il libero pontino prende tutto, chiude Ishikawa, 20-21. Entra in campo il turco Bayram che mette a terra un punto importante, 20-23. Due match ball per Cisterna, Patry non sbaglia e annulla la prima palla set, 23-24. Porro batte fuori, 23-25. Cisterna vince 3-0 ed espugna l’Allianz Milano.

I PROTAGONISTI-

Matteo Piano (Allianz Powervolley Milano) « A mio parere, il nostro rammarico è quello che dovevamo cercare di accettare quello che siamo stati in questa partita, anche le cose che non ci stavano venendo; invece abbiamo sofferto questa cosa: cioè di essere al di sotto di alcune nostre aspettative. Ci stiamo allenando bene e con qualità, quindi quando non ci è venuto qualcosa abbiamo cercato di risolvere la partita sempre ognuno con i propri colpi, che non stavano venendo. Anziché cercare di accettare questa difficoltà e uscirne da squadra, ci siamo invece un po’ persi e abbiamo faticato proprio per un discorso di aspettative. Onore comunque a Latina. Si tratta della prima di campionato, la prima partita in casa, l’emozione, tutte queste cose ci stanno, ma dovevamo accettarle e prepararci a questa situazione ».

Aidan Zingel (Top Volley Cisterna)- « Non credevamo di chiudere la prima partita di campionato 3-0. Ci aspettavamo una battaglia, così prendiamo molta fiducia e anche se non siamo ancora al completo, abbiamo trovato l’approccio giusto. È un campionato equilibratissimo visti anche gli altri risultati, noi vogliamo fare bene e oggi ci siamo riusciti ».

IL TABELLINO-

ALLIANZ MILANO – TOP VOLLEY CISTERNA 0-3 (22-25, 19-25, 23-25)

ALLIANZ MILANO: Porro 2, Ebadipour 6, Loser 8, Patry 16, Ishikawa 9, Piano 6, Colombo (L), Pesaresi (L), Vitelli 0, Bonacchi 0, Melgarejo Hernandez 1. N.E. Lawrence. All. Piazza.

TOP VOLLEY CISTERNA: Baranowicz 2, Kaliberda 11, Rossi 2, Dirlic 16, Sedlacek 16, Zingel 4, Staforini (L), Bayram 1, Catania (L). N.E. Mattei, Zanni. All. Soli. ARBITRI: Vagni, Braico.

NOTE – durata set: 28′, 27′, 28′; tot: 83′.

MVP: Petar Dirlic (Top Volley Cisterna)

Spettatori: 2.360

GAS SALES BLUENERGY PIACENZA – WITHU VERONA-

Comincia nel migliore dei modi la stagione per WithU Verona, che alla prima giornata vince al PalaBanca, superando l’ambiziosa Gas Sales Bluenergy Piacenza al tie break. Una sfida al cardiopalma, dove i gialloblù hanno tirato fuori gli artigli nei momenti di difficoltà, sfoderando una grande prova collettiva. In grande spolvero Sapozhkov, autore di 25 punti, mentre Keita e Mozic ne mettono a terra rispettivamente 16 e 21. Un ottimo attacco che ha chiuso con una percentuale pari al 52%. Prossimo appuntamento sabato 8 ottobre al PalaOlimpia alle 20.30 contro l’Itas Trentino.
La prima palla della stagione la mette a terra Keita. I padroni di casa rispondono subito sotto rete, portandosi avanti. Un monster block di Leal su Sapozhkov vale il triplo vantaggio (13-10). Piacenza prende il largo con un ace di Romanò e un muro di Simon, ma i gialloblù si riportano sotto grazie un attacco preciso di Keita (17-15). Verona si rinsavisce e con Sapozhkov ribalta il punteggio (18-19). Poi Keita mette in campo la sfera direttamente dai nove metri. Il set si chiude 25 a 20 a favore degli scaligeri.

Verona parte forte anche nel secondo parziale con un ace di Keita. Gli emiliani non demordono e riportano la sfida in parità. Poi, due pipe di Mozic regalano il nuovo vantaggio ai ragazzi di Stoytchev (8-9), ma la compagine locale si rimette in pista. Si gioca punto a punto e il confronto si fa emozionante. Keita sale di nuovo in cattedra con un lungolinea che Simon non riesce a contenere (16-17). Un servizio insidioso di Romanò mette poi in difficoltà la ricezione ospite, che è imprecisa e permette a Piacenza di portarsi avanti. Dopo un batti e ribatti da una parte all’altra del campo Brizard timbra il 21 a 19. Subito dopo si registra uno scambio interessante, chiuso da Sapozhkov, che gioca bene col muro avversario (19-21). Piacenza risale la china e grazie a un errore dello stesso russo si guadagna il primo set point (24-22). Un primo tempo di Simon pone fine alla frazione sul 25-23.   

Al rientro in campo, la squadra gialloblù si conferma solida. Keita fa la doppia (attacco più muro), ma sono Cortesia e Mozic a prendersi la scena, stoppando due volte gli schiacciatori di casa. Verona vola sul 7 a 2. Caneschi riduce il gap, ma il martello sloveno lascia ancora la sua traccia. Il centrale, ex di giornata, infila due ace che ridanno linfa ai suoi (7-9). Poi Simon sale in cattedra. Un primo tempo imprendibile e un muro valgono il pari, con Romanò che mette a terra il punto del vantaggio (12-11). Spirito salva in scivolata su pallonetto di Leal, permettendo a Mozic di siglare il 15-15. Il cubano si riprende con un punto diretto al servizio, trafiggendo la difesa scaligera anche da seconda linea. Mozic replica con un ace (18-19), ma anche Brizard non è da meno dai nove metri. Romanò sfrutta una palla sporca per cogliere di sorpresa Gaggini (23-21). Keita forza troppo un colpo da seconda linea e Piacenza fa suo anche il terzo set (25-23).

Il quarto set lo apre Leal con un diagonale difficile da prevedere. Verona reagisce e con Sapozhkov firma il 4-4. Un servizio di Cortesia si infila nell’angolino per l’8-7, ma è Keita a rendere la vita complicata agli ospiti, piazzando due ace di fila che infiammano il settore ospiti del PalaBanca (8-12). È una bella sfida dai nove metri, perché anche Romanò e Leal fanno punto diretto da fondo campo. Il neoentrato Mosca si fa subito trovare pronto con 2 punti che portano gli scaligeri sul +2 (14-16). Gli emiliani faticano a ritrovare compattezza e con un attacco out di Leal regalano il 20 a 16 a Spirito e compagni. Anche Perrin offre il suo contributo con un muro da cineteca prima e con un tocco delicato poi, prendendo in controtempo la difesa locale. Un muro di Grozdanov vale il set point e Sapozhkov la chiude 25 a 20. Si va al tie-break.

Nel quinto si comincia con una pipe vincente di Mozic, che si ripete con lo stesso colpo dopo il ritorno di Piacenza (2-2). Grande equilibrio anche nell’ultimo parziale, con un primo tempo di Mosca che vale il 6-6. WithU va avanti con un monster-block di Sapozhkov (9-10). Il gigante classe 2000 gioca con il muro e mette a terra il 12 a 11. Torna in vantaggio Piacenza grazie a attacco fuori proprio del russo, ma Mozic rimette in parità la sfida. Una palombella di Perrin vale il primo match point. Si gioca sul filo del rasoio, con le due squadre che non si scompongono. Leal chiuderebbe i conti, ma il punto è contestato e il direttore di gara sanziona un’invasione aerea. Riparte la battaglia infinita del PalaBanca. Mozic mette giù l’ace del 21-20. Dopo momenti di grande pallavolo, Sapozhkov scatena la sua furia e chiude i conti sul 24-22. Esordio da incorniciare per Verona.

I PROTAGONISTI-

Lorenzo Bernardi (Allenatore Gas Sales Bluenergy Piacenza)- « Mi dispiace soprattutto per i ragazzi perché la partita era stata interpretata al meglio. Peccato per quella decisione riguardo l’invasione aerea fischiata a Leal. A Bologna in una lunga riunione si è detto che quel tipo di giocata non è invasione. Ho visto passi avanti da parte della squadra, ma dobbiamo lavorare ancora tanto ».

Radostin Stoytchev (Allenatore WithU Verona)- « Questa gara è stata un’emozione infinita soprattutto nel tie break in cui abbiamo avuto diverse palle match. Sono molto contento perché abbiamo iniziato con il piede giusto, ed è vero che siamo stati anche un po’ fortunati, ma è stata una fortuna costruita. Complimenti a Piacenza che lotterà certamente per lo scudetto ».

IL TABELLINO-

GAS SALES BLUENERGY PIACENZA – WITHU VERONA 2-3 (20-25, 25-23, 25-23, 20-25, 22-24)

GAS SALES BLUENERGY PIACENZA: Brizard 2, Recine 6, Simon 13, Romanò 25, Leal 25, Caneschi 14, Hoffer (L), Scanferla (L), Gironi 0, Basic 1. N.E. Alonso, Santos De Souza, De Weijer, Cester. All. Bernardi.

WITHU VERONA: Spirito 1, Keita 16, Grozdanov 6, Sapozhkov 25, Mozic 21, Cortesia 6, Bonisoli (L), Perrin 3, Gaggini (L), Mosca 4. N.E. Vieira De Oliveira, Zanotti, Jensen, Magalini. All. Stoytchev.

ARBITRI: Piana, Goitre.

NOTE – durata set: 27′, 30′, 30′, 29′, 34′; tot: 150′.

MVP : Luca Spirito (WithU Verona)

Spettatori : 1.891

I RISULTATI-

Sir Safety Susa Perugia – Vero Volley Monza 3-0 (25-19, 25-21, 25-18)

Itas Trentino – Emma Villas Aubay Siena 3-1 (25-16, 25-21, 23-25, 25-17)

Allianz Milano – Top Volley Cisterna 0-3 (22-25, 19-25, 23-25)

Gas Sales Bluenergy Piacenza – WithU Verona 2-3 (20-25, 25-23, 25-23, 20-25, 22-24)

Gioiella Prisma Taranto – Cucine Lube Civitanova 0-3 (23-25, 23-25, 21-25) Giocata ieri

Pallavolo Padova – Valsa Group Modena 3-2 (25-22, 16-25, 25-17, 23-25, 15-11) Giocata ieri

LA CLASSIFICA-

Sir Safety Susa Perugia 3, Top Volley Cisterna 3, Cucine Lube Civitanova 3, Itas Trentino 3, Pallavolo Padova 2, WithU Verona 2, Valsa Group Modena 1, Gas Sales Bluenergy Piacenza 1, Emma Villas Aubay Siena 0, Gioiella Prisma Taranto 0, Allianz Milano 0, Vero Volley Monza 0.

IL PROSSIMO TURNO-

Sabato 8 Ottobre 2022, ore 18.00

Vero Volley Monza – Allianz Milano

Sabato 8 Ottobre 2022, ore 20.30

WithU Verona – Itas Trentino

Domenica 9 Ottobre 2022, ore 16.00

Top Volley Cisterna – Gioiella Prisma Taranto

Domenica 9 Ottobre 2022, ore 18.00

Emma Villas Aubay Siena – Sir Safety Susa Perugia

Domenica 9 Ottobre 2022, ore 20.30

Cucine Lube Civitanova – Pallavolo Padova

Domenica 9 Ottobre 2022 ore 20.30

Valsa Group Modena – Gas Sales Bluenergy Piacenza


Abbonati a Corriere dello sport

Scegli fra le nostre proposte Plus e Full e leggi su tutti i dispositivi con un unico abbonamento.

Ora ad un prezzo mai visto!

A partire da 4,99

0,99 /mese

Scopri l'offerta

Commenti