Corriere dello Sport

A2 femminile

Vedi Tutte
A2 femminile

Volley: A2 Femminile, parte il girone di ritorno

Volley: A2 Femminile, parte il girone di ritorno

La capolista Filottrano sul campo della Battistelli, Pesaro attesa a Cisterna, Legnano ospita Soverato

Sullo stesso argomento

 

venerdì 13 gennaio 2017 19:04

ROMA- L’avvio del girone di ritorno della Samsung Gear Volley Cup di Serie A2 Femminile inaugura un periodo piuttosto intenso di impegni ufficiali, perlomeno per la maggior parte delle squadre del torneo. Parallelamente al Campionato, che continua la sua corsa con la Lardini Filottrano davanti a tutte con ampio margine sulla prima inseguitrice, procede la Coppa Italia: tra mercoledì 18 e 25 gennaio le gare di andata e ritorno dei quarti di finale, due settimane più tardi le semifinali. Un tour de force che metterà alla prova, oltre alla leadership delle marchigiane di Massimo Bellano, anche la tenuta delle pretendenti alla promozione in A1.

Concluso il girone di andata con un ruolino di marcia immacolato che recita 13 vittorie su altrettante gare, la Lardini Filottrano riparte dalla trasferta di San Giovanni in Marignano contro la Battistelli. Con il conforto del successo anche nell’allenamento congiunto del PalaMattioli contro Il Bisonte Firenze, squadra di categoria superiore e comunque battuta per 4-0. Coach Massimo Bellano ripensa alla sfida di Caserta e guarda avanti senza alcuna ansia:

« Temevo la partita con Caserta perché arrivavamo da una sosta e da dei carichi di lavoro importanti dal punto di vista fisico, oltre al fatto che affrontavamo un’avversaria di qualità. Sono contento per come abbiamo chiuso il girone di andata e per come ci siamo espressi. La classifica francamente non la guardo: in questo campionato tutti ti possono creare dei problemi e poi la classifica deve essere più un problema di chi insegue che non nostro ».

La Battistelli di Riccardo Marchesi, mancata per un soffio la qualificazione ai quarti di Coppa, è comunque avversario in netta ripresa e dunque davvero ostico, come dimostra il secco 3-0 ai danni di Soverato.

Prima di tre sfide in poco più di 10 giorni tra SAB Grima Legnano e Volley Soverato, che dopo il duello di Samsung Gear Volley Cup si ritroveranno di fronte nel doppio confronto dei quarti di Coppa Italia. Entrambe le squadre arrivano all’appuntamento reduci da un ko esterno deludente per gioco e mentalità espressi. Il match del PalaBorsani saprà dare indicazioni importanti:

« Siamo alla vigilia di una serie di partite molto impegnative – sostiene Camilla Mingardi, opposta della SAB – a livello fisico e mentale. Il girone di ritorno sarà ancora più difficile di quello di andata, perché tutte le squadre punteranno a dare il massimo, e noi dovremo metterci molta più grinta: già nella partita contro Soverato, al di là della qualità tecnica, sarà importante soprattutto l’approccio positivo. Credo che a Palmi sia stato proprio l’atteggiamento a penalizzarci, perché ci siamo fatte mettere sotto e non siamo riuscite a reagire ».

« Sappiamo di affrontare una squadra importante che ha disputato un ottimo girone di andata – rileva Lara Caravello, schiacciatrice di Soverato -. Già nel match giocato a Soverato si è vista in campo una squadra combattiva e molto unita con giocatrici giovani e interessanti. Noi vogliamo riscattarci dalla sconfitta di San Giovanni in Marignano e faremo di tutto per trovare la prima vittoria del 2017, anche perché fuori casa dobbiamo iniziare a raccogliere punti importanti che nel girone di andata abbiamo lasciato per strada. Ci stiamo allenando bene e siamo fiduciose per questo girone di ritorno ».

Altro incrocio curioso è quello tra Delta Informatica Trentino e LPM Bam Mondovì, passato e presente di Maria Nomikou, schiacciatrice greca che ha appena lasciato le gialloblù, attualmente quarte in classifica, per trasferirsi in Piemonte, in lotta per la salvezza. 

« Dobbiamo ancora disputare tante partite e spero che la stagione si concluda al meglio: vogliamo tutti risalire la classifica – chiarisce il neo acquisto del team di coach Luca Secchi -. Dobbiamo fare un passo alla volta, guardando però sempre avanti. Il primo obiettivo è sicuramente quello di portare la squadra alla salvezza, ma cercheremo di fare tutte del nostro meglio per ottenere i risultati migliori ». 

« Chissà se la troveremo dall’altra parte della rete – si domanda Ivan Iosi, tecnico della Delta Informatica Trentino Rosa -, sinceramente spero non sia così perché sarebbe spinta da motivazioni particolari che potrebbero portarla a disputare un’ottima partita. Chiaramente in questo momento la rosa è incompleta ma abbiamo tuttavia alternative importanti e giocatrici che avranno particolarmente voglia di mettersi in mostra e di dimostrare il proprio valore. Mondovì è una squadra in crescita, che all’andata ha pagato lo scotto del salto di categoria ma che recentemente ha dimostrato di essere maturata molto: dovremo prestare grande attenzione, soprattutto al loro opposto Bici, che è il terminale offensivo principale della squadra ».

Dopo essersi finalmente sbloccata anche lontano da casa, il Fenera Chieri cerca al PalaPininfarina di Santena l’ennesima vittoria interna contro il Millenium Brescia. Una sfida tra due roster in cui coabitano elementi di esperienza – da una parte Serena e Nenkovska, dall’altra Viganò – e giovani interessanti, tra due squadre che hanno le facoltà di ambire a un posto nei Play Off Promozione:

« Abbiamo chiuso bene la prima parte dell’anno, ma sinceramente ci saremmo meritate qualche punticino in più – riflette Natalia Viganò, capitana di Brescia -. Purtroppo abbiamo passato un periodo un po’ complicato dove non siamo riuscite ad esprimerci al meglio e lavorare con continuità, per colpa di qualche piccolo infortunio sommato al fatto di avere gare contro squadre forti molto ravvicinate. La cosa positiva è che siamo riuscite a riprenderci insieme da quei momenti difficili, quindi ora credo in una crescita di squadra. Del mio team promuovo la voglia di lavorare e migliorarsi, dobbiamo avere fiducia nei nostri mezzi limare gli errori, fare bene le cose semplici. Personalmente vorrei cercare di mantenere un buon livello di gioco ed aiutare la mia squadra a fare nel girone di ritorno più punti che in quello d’andata ».

Ritrovato il sorriso grazie al meritato successo contro Legnano, la Golem Software Palmi è di scena ancora al PalaSurace, questa volta al cospetto della Lilliput Settimo Torinese. Le ragazze di Pasqualino Giangrossi, conquistato l’ultimo pass per i quarti di finale di Coppa Italia – affronteranno Filottrano – possono scalare altri gradini in classifica. Con un successo pieno domenica, ad esempio, raggiungerebbero a quota 23 le ragazze di Maurizio Venco, anch’esse tornate al successo (3-1 su Cisterna) dopo un finale di 2016 di alti e bassi. Simile ad un testa-coda la gara tra Omia Cisterna, ultima in classifica insieme a Mondovì,  e myCicero Pesaro, seconda forza del torneo a cui solo l’incredibile filotto di Filottrano ha tolto il gusto della vetta della classifica. Le ragazze di Matteo Bertini nel 3-0 di Olbia hanno dimostrato di saper approcciare nel modo più corretto anche le partite che sulla carta appaiono facili e dunque partono favorite contro la formazione di William Droghei. Che in ogni caso non parte battuta, rinfrancata dai recenti progressi che ne hanno reso raddrizzabile la situazione in termini di numeri.

Ha un peso specifico molto elevato l’incontro del GeoPalace tra la Entu Olbia e la Volalto Caserta, due team che si sono ritrovate in zona retrocessione pur non avendo complessivamente demeritato nel corso del girone di andata. Le sarde di Giuseppe Galli devono sfruttare tutti gli impegni casalinghi per produrre i punti utili ad allontanarsi dalle zone di pericolo della classifica, mentre le rosanero hanno la necessità di imprimere il cambio di ritmo che l’arrivo di Fabio Bonafede sulla panchina può agevolare:

« Al di là degli alibi, non è questa la squadra che io voglio  ha – ha spiegato il neo allenatore volaltino dopo la sconfitta di Filottrano -. Oltre gli aspetti tecnici e tattici, le mie squadre devono avere un’anima, la giusta mentalità, una loro identità ben precisa. Impensabile iniziare i set come abbiamo fatto noi. Non è questa la strada. Poi, va detto, che le ragazze hanno saputo reagire ed, a tratti, hanno anche saputo mostrare qualcosa di interessante, ma, ripeto, occorre avere il giusto atteggiamento mentale in campo, senza quello non si va da nessuna parte. Bisogna pensare di poter vincere tutte le gare che si disputano. Non ha senso puntare a vincere gli scontri diretti e perdere le altre partite, non è nella mia mentalità e non deve esserlo nella mentalità della mia squadra. Ha senso, invece, concentrarsi e dare il massimo partita dopo partita. Serve spirito di sacrificio, lavoro, tanto lavoro ».

IL PROGRAMMA DELLA 14^ GIORNATA-

Domenica 15 gennaio, ore 16.30
Golem Software Palmi – Lilliput Settimo Torinese (De Simeis-Colucci)
Domenica 15 gennaio, ore 17.00
SAB Grima Legnano – Volley Soverato (Del Vecchio-Licchelli)
Omia Cisterna – myCicero Pesaro (Vecchione-Pecoraro)
Battistelli S.G. Marignano – Lardini Filottrano (Pristerà-Pozzi)
Delta Informatica Trentino – LPM Bam Mondovì (Noce-Moratti)
Entu Olbia – Volalto Caserta (Cappelletti-Traversa)
Fenera Chieri – Millenium Brescia (Nicolazzo-Rossi)

LA CLASSIFICA-

Lardini Filottrano 37, Mycicero Pesaro 30, Sab Grima Legnano 24, Lilliput Settimo Torinese 23, Delta Informatica Trentino 22, Volley Soverato 20, Fenera Chieri 20, Golem Software Palmi 20, Battistelli S.G. Marignano 19, Millenium Brescia 16, Entu Olbia 13, Volalto Caserta* 10, Lpm Bam Mondovì 9, Omia Cisterna 9.
* un punto di penalizzazione

Articoli correlati

Commenti