Corriere dello Sport

A2 femminile

Vedi Tutte
A2 femminile

Volley: A2 Femminile, Battistelli e Cuneo si giocano il primato nello scontro diretto

Volley: A2 Femminile, Battistelli e Cuneo si giocano il primato nello scontro diretto
© Battistelli S.G.M.

Nella settima giornata di andata spicca la sfida fra la prima e la seconda della classifica. La squadra che uscirà vincitrice dal campo può andare in fuga approfittando anche del turno di riposo che osserverà Soverato

Sullo stesso argomento

 

venerdì 3 novembre 2017 18:09

ROMA- Sarà certamente il match clou della settima giornata del Samsung Gear Volley Cup di A2 quello che vedrà avversarie Battistelli San Giovanni in Marignano e la Ubi Banca San Bernardo Cuneo. Le due squadre, infatti, occupano rispettivamente il primo ed il secondo posto in classifica e cercheranno di portarsi a casa l’intera posta in palio per mantenere o conquistare la leadership del torneo. La sfida sarà entusiasmante, giocata a viso aperto, e farà indubbiamente divertire tutti coloro che andranno ad assistere all’incontro. La Battistelli con un percorso quasi netto, trionfatrice in tutte le gare disputate fino a questo momento, ha ceduto solo un punto nella difficile e lunga trasferta di Baronissi. Cuneo, dopo aver perso il primo incontro al tie break contro la Delta informatica Trentino, ha fatto bottino pieno nelle successive cinque gare.

« Affrontiamo questa importante trasferta – dichiara Francois Salvagni, coach dell’UBI Banca S.Bernardo Cuneo –avendo la coerenza di ammettere che la Battistelli rappresenta sinora la ‘sorpresa’ del campionato: tutto merito loro, del gran lavoro fatto da coach Saja e dell’organizzazione e qualità di gioco che stanno esprimendo in campo. Nelle vittorie in trasferta con Chieri e Club Italia hanno dimostrato di essere squadra molto compatta, in grado di mandare spesso cinque giocatori in doppia cifra: la coralità sarà dunque l’aspetto più temibile. Ci aspettiamo una bellissima sfida perché, pur non essendo stati la stella del precampionato, oggi stiamo costruendo una nostra chiara identità, passo dopo passo. Dimenticato l’esordio, la squadra è cresciuta, le cinque vittorie consecutive lo testimoniano, ma soprattutto il bel gioco visto mercoledì con Soverato ci deve far capire dove possiamo arrivare. Il palleggio di Dalia ha ben distribuito gli attacchi che hanno finalizzato quanto costruito anche grazie ad una crescente forma fisica. Con Battistelli possiamo giocarcela punto a punto e lo faremo ».

I successi ottenuti nell’arco di pochi giorni con Baronissi e Olbia hanno restituito il sorriso e consapevolezza nei propri mezzi alla Delta Informatica Trentino, salita al settimo posto in classifica a quota dieci punti. Il tris le gialloblù cercheranno di piazzarlo domenica pomeriggio al Sanbàpolis, quando Moncada e compagne sfideranno il Club Italia Crai, formazione che in graduatoria ha due punti in più rispetto alle gialloblù. Buone notizie per la squadra di casa giungono da Bernardett Dekany: la laterale ungherese, tenuta precauzionalmente a riposo ad Olbia per un problema muscolare, sta meglio e con ogni probabilità sarà a disposizione di Nicola Negro per il match di domenica pomeriggio. Allarme rientrato anche per Francesca Michieletto che nel corso del match di mercoledì aveva accusato un lieve risentimento alla caviglia.

« Era importante riuscire a sbloccarci anche in trasferta e trovare continuità di risultati – spiega NicolaNegro, tecnico della Delta Informatica Trentino -. Siamo reduci da una prestazione molto positiva e ci teniamo a confermare il nostro positivo momento, pur sapendo che andremo ad affrontare una squadra ricca di giocatrici molto interessanti. Sarà una gara ben differente rispetto a quella di Olbia perché le caratteristiche e i punti di forza che contraddistinguono il Club Italia sono molto diversi rispetto a quelli della squadra isolana. Sfideremo atlete giovani, fisicamente molto prestanti e particolarmente dotate in attacco, starà a noi trovare le contromisure per riuscire a raggiungere il nostro obiettivo ».

La partita sarà particolarmente sentita per le gemelle Fucka, figlio dell’ex cestita della Nazionale italiana: Tatijana, che milita tra le azzurrine, ritroverà dall’altra parte della rete Rebeka, giocatrice della Delta Informatica. Nonostante la sconfitta subita nel turno infrasettimanale, il morale in casa Club Italia resta alto: Lubian e compagne hanno saputo tenere testa alle leader del campionato per quattro set, chiudendo con numeri molto positivi.

« Trento è una squadra che è partita con l’idea di recitare un ruolo da protagonista in questo campionato – commenta il coach azzurro Massimo Bellano – e per noi sarà sicuramente un test probante: dobbiamo capire se la sconfitta di mercoledì e le ultime partite ci hanno insegnato qualcosa, e se riusciamo anche fuori casa a mettere in campo le caratteristiche su cui stiamo lavorando. Mercoledì abbiamo realizzato complessivamente solo 3 punti in meno delle avversarie: un gap che si può recuperare eliminando una serie di piccoli errori e incomprensioni che nascono dalla mancata comunicazione. Cominciamo a eliminare quelli, sul resto ci sarà tempo per lavorare ».

Il Fenera Chieri , tornato alla vittoria con il 3-0 a Marsala, ospita la Savallese Millenium Brescia in un match tra squadre che puntano ai piani alti. Entrambi i precedenti della passata stagione hanno visto le lombarde conquistare l’intera posta in palio, sia all’andata a Brescia (3-0) sia al ritorno a Santena (1-3). Oltre che con una tradizione sfavorevole le biancoblù di Luca Secchi avranno anche a che fare con una squadra in salute e in crescita, riuscita a conquistare 6 punti nelle due ultime partite interne contro Mondovì e Orvieto e determinata a ottenere a Chieri la prima vittoria esterna della stagione.

« La vittoria di mercoledì con Marsala ci ha fatto bene, nei momenti di difficoltà abbiamo saputo ricompattarti facendo quel che sappiamo in modo ordinato: ci siamo aiutate tanto, è stata una bella vittoria di squadra – sottolinea la schiacciatrice biancoblù Anna Mezzi -. Brescia è un buon gruppo che può dare filo da torcere a chiunque, sarà sicuramente una partita impegnativa, dovremo lavorare di squadra, concentrate sul loro gioco ma soprattutto sul nostro. Sarà importante affrontare la partita con la testa giusta mantenendo la concentrazione e la tranquillità ».

L’obiettivo delle bresciane nella gara contro Chieri è trovare continuità di gioco e risultati, portando a casa punti anche in trasferta (ad oggi solo 1 conquistato lontano dal PalaGeorge). Buone notizie dall’infermeria per quanto riguarda Giulia Biava, che potrebbe tornare disponibile nel giro di un paio di settimane.

Sia la Sorelle Ramonda Ipag Montecchio che la Golden Tulip Volalto Caserta sono ‘uscite’ dal turno infrasettimanale con tante risposte positive e altrettanta stanchezza. La maratona di due ore e mezza del turno infrasettimanale contro Baronissi ha lasciato diversi dubbi a Marcello Bertolini, coach delle vicentine, soprattutto per quanto riguarda Irene Gomiero che ha dovuto abbandonare il campo a metà del secondo set per infortunio. Gli esami hanno evidenziato una distorsione alla caviglia che non preoccupa troppo lo staff montecchiano:

« Gomiero ci ha fatto trattenere il fiato in quei momenti e siamo tutti corsi a sincerarci delle sue condizioni, poi dall’ospedale hanno detto che non si trattava di un infortunio grave e ci siamo tranquillizzati. Per domenica speriamo di recuperare Fabiana Brutti che come Irene è una delle nostre leader oltre che capitano. Per il resto sono piuttosto tranquillo, perché le ragazze ormai hanno raggiunto una certa consapevolezza ed hanno capito che devono dare tutte di più per poter vincere. Dal punto di vista tecnico ci stiamo comportando bene e le ragazze cominciano a recepire il lavoro della settimana, però possiamo ancora crescere e dobbiamo farlo in vista delle prossime partite, già da domenica contro Caserta ».

Caserta che è reduce da una partita fotocopia rispetto a quella di Montecchio: una vittoria su Mondovì ottenuta al tie break dopo una bellissima rimonta guidata da Cvetnic e compagne:

« Vittorie del genere sono una considerevole iniezione di fiducia circa il lavoro che si sta facendo – afferma Dragan Nesic, tecnico di Caserta, a proposito del successo su Mondovì -. Questa squadra e non lo dico solo adesso, ha importanti potenzialità. Il nostro è un roster giovane, secondo per media età solamente al Club Italia, con tutti gli aspetti positivi e negativi del caso. Abbiamo dei passaggi a vuoto che solo il tempo ed il lavoro riusciranno ad eliminare. Testa e gambe devono già pensare alla sfida con Montecchio. Affrontiamo una squadra del nostro stesso livello. Ripartiamo dalla serata di mercoledì, manteniamo la stessa intensità di gioco, la stessa grinta e determinazione per provare a tornare a casa con un nuovo risultato positivo ».

Ennesimo derby piemontese di inizio Campionato. Il Barricalla Collegno ospita la LPM Bam Mondovì, in un match tra due formazioni di metà classifica. Se le padrone di casa giungono alla sfida dopo aver riposato nel turno infrasettimanale e dunque hanno potuto allenarsi su tempistiche standard, Mondovì è reduce dalla trasferta di Caserta in cui è stata a un soffio dalla vittoria per 3-1 e si è infine arresa al tie-break. 

« Mi aspetto una corazzata ben organizzata – le parole di MartaAgostinetto, opposto del Barricalla -. Sappiamo che probabilmente saranno senza uno dei centrali titolari, ma hanno dimostrato di potersela cavare anche in condizioni non ottimali. Una bella gatta da pelare. Noi viviamo un buon momento, ma non è il momento per montarsi La testa. Indubbiamente stiamo crescendo e rosicchiando punti anche a qualche ‘big’. Se manteniamo la ‘testa in cassetta’ e la consapevolezza dei nostri mezzi il bilancio non potrà che essere positivo ».

Domenica 5 novembre, di nuovo tra le mura amiche dopo due trasferte che hanno consegnato un solo punto a Strobbe e compagne, la P2P Givova Baronissi affronterà la Conad Olimpiad Teodora Ravenna, quarta in classifica.

« A Montecchio ci siamo complicati la vita a metà gara, cominciando a giocare dal secondo set una partita nervosa in ragione anche dell’importanza della posta in palio – analizza Ivan Castillo, tecnico delle campane -. Chiedo alle ragazze cuore caldo ma mente fredda, lucidità: la pallavolo non è uno sport di contatto fisico, conta la capacità di indirizzare bene energie e lavoro settimanale al momento giusto, nell’istante topico della partita. La Serie A2 non è un campionato agevole, è il campionato dell’imprevedibilità, Abbiamo il dovere, l’obbligo e anche le capacità di fare bene contro chiunque: primi, quarti, ultimi o gli alieni ».

Dopo la partita finita al tie break al PalaCosta con Perugia, in casa Olimpia Teodora capitan Bacchi chiama le compagne alla carica. Contro Baronissi bisognerà tirar fuori tutta la grinta e il coraggio dimostrato in tante occasioni e scendere in campo ben determinate a vincere ogni set sin dall’inizio. « Non è scontato dire che Baronissi ha meno punti di quello che meriterebbe, sia per il gioco sia per i nomi che vanta nel proprio roster – l’analisi di Simone Angelini, tecnico della Conad -. Nei miei personali pronostici all’avvio del campionato l’avevo messa tra le squadre che puntavano alle posizioni di medio alta classifica. Noi per ora siamo quarti, ma dietro a uno o due punti ci sono molte squadre. Bisogna perciò fare molta attenzione, basta bucare una partita che ti passano in tre o quattro. Allo stato attuale delle cose è ancora tutto da definire per capire come siamo messi noi e come è messo il campionato in generale che appare comunque molto equilibrato. La cosa più importante, come ho già detto altre volte, è continuare a fare quei punti che ci consentano di occupare posizioni di classifica tranquille ».

Più o meno fianco a fianco in classifica, Bartoccini Gioiellerie Perugia e Golem Olbia si ritrovano contro domenica al PalaEvangelisti. Le padrone di casa hanno ottenuto ben 3 punti dalla doppia trasferta a Soverato e Ravenna, dimostrandosi formazione agguerrita e temibile. Le sarde vogliono ripartire dopo il doppio 0-3 subito da Battistelli e Delta Informatica.

« Non siamo riusciti ad accenderci – ha commentato coach Pasqualino Giangrossi dopo la sconfitta interna con Trento –perché ogni qualvolta abbiamo avuto l’opportunità di mettere alle corde Trento, abbiamo sprecato con degli errori in battuta. C’è ancora tanto da migliorare, purtroppo paghiamo ancora l’emergenza palleggiatrice. Domenica affronteremo l’ultima tappa del nostro tour de force, dopodiché per la prima volta da tanto tempo a questa parte potremo usufruire di una settimana tipo per lavorare con più calma ».

Partita delicatissima per la Sigel Marsala quella che domenica pomeriggio vedrà le azzurre opposte alla Zambelli Orvieto, squadra che le precede di tre punti. L’importanza della gara risalta nelle parole del presidente Massimo Alloro, che non definisce certo la gara come “ultima spiaggia”, ma sottolinea il momento delicato della sua squadra:

« Pur giocando bene, a detta di tutti, non riusciamo a concretizzare queste nostre buone perfomance tramutandole in punti. Domenica avremo l’occasione di dare la tanto auspicata svolta al nostro campionato, in una partita da vincere per agguantare la nostra rivale al penultimo posto in classifica. Non sarà affatto facile: la nostra avversaria di turno, matricola come noi, ha tutte le carte in regola per ben figurare. Ma noi non potremo permetterci altri passi falsi. Abbiamo sin qui ricevuto tanti complimenti: la cosa ci ha fatto sicuramente piacere, ma allo stato attuale ci ritroviamo con un misero punticino in saccoccia. Sarà quindi un match che varrà doppio: una vittoria che ci darebbe ossigeno e morale, oltreché una notevole spinta ad affrontare il proseguo del torneo con altre prospettive. Le ragazze si sono lasciate alle spalle la rocambolesca sconfitta di Chieri e guardano già avanti ».

La ripresa dopo la sosta si è rivelata dura per la Zambelli Orvieto che è inciampata sul campo di Brescia nella sesta giornata del campionato di serie A2 femminile ed è uscita dal campo senza punti.

« Purtroppo torniamo da una trasferta che sicuramente non è stata delle migliori per noi – il pensiero di Giulia Rocchi, libero della Zambelli -. Abbiamo trovato una squadra molto agguerrita, specialmente nel fondamentale muro difesa, che non ci ha permesso di esprimere il nostro gioco e che per gran parte della partita ci ha un po’ destabilizzato, pur essendo una squadra al nostro livello. È da questa ulteriore prova che dobbiamo inevitabilmente ricominciare e voltare pagina. In un campionato così si ha poco tempo per metabolizzare partite come questa. Domenica andremo a Marsala, una squadra che, come noi, ha bisogno di punti in classifica e ha voglia di riscatto, dovremo essere consapevoli delle nostre capacità, ma altrettanto coscienti che servirà un apporto di squadra per portare a casa una bella vittoria ».

PROGRAMMA E ARBITRI DELLA 7a GIORNATA-

Domenica 5 novembre, ore 17.00

Delta Informatica Trentino – Club Italia Crai (Pozzi-Pristerà)
Battistelli S.G. Marignano – UBI Banca S.Bernardo Cuneo (Santoro-Serafin) 
Fenera Chieri – Savallese Millenium Brescia (Licchelli-Verrascina)
Sorelle Ramonda Ipag Montecchio – Golden Tulip Volalto Caserta  (Brancati-Selmi)
Barricalla Collegno – LPM Bam Mondovì (Sabia-Di Bari)
P2P Givova Baronissi – Conad Olimpia Teodora Ravenna (Stancati-Scarfò)
Bartoccini Gioiellerie Perugia – Golem Olbia  (Cecconato-Toni)
Sigel Marsala – Zambelli Orvieto (Vecchione-Autuori)
Riposa: Volley Soverato 

LA CLASSIFICA-

Battistelli S.G. Marignano 17; Ubi Banca San Bernardo Cuneo 16; Volley Soverato 13; Conad Olimpia Teodora Ravenna 12; Club Italia Crai 12; Fenera Chieri 11; Delta Informatica Trentino 10; Lpm Bam Mondovì 10; Savallese Millenium Brescia 7; Bartoccini Gioiellerie Perugia* 6; Barricalla Collegno* 6; Sorelle Ramonda Ipag Montecchio* 5; P2P Givova Baronissi 5; Golem Olbia 5; Zambelli Orvieto* 4; Golden Tulip Caserta* 4; Sigel Marsala* 1.
*una partita in meno

Articoli correlati

Commenti