Corriere dello Sport

Volley A1 femminile

Vedi Tutte
Volley A1 femminile

Volley: A1 Femminile, sabato si decide la griglia Play Off

Volley: A1 Femminile, sabato si decide la griglia Play Off

Ultima giornata della regular season. Busto può conquistare l'ultimo posto disponibile a patto di battere Piacenza in casa, la vittoria consentirebbe alle ragazze di Mencarelli di scavalcare Montichiari che osserva il turno di riposo

Sullo stesso argomento

 

venerdì 1 aprile 2016 19:04

ROMA- Si gioca interamente sabato sera la 26^ e ultima giornata di Regular Season della Master Group Sport Volley Cup di Serie A1 Femminile. Con sette squadre già qualificate ai Play Off Scudetto (al via martedì 12 aprile) e le ultime due della classifica matematicamente retrocesse, è soprattutto uno il verdetto atteso dai match del 2 aprile, tutti in programma alle 20.30. Chi tra Metalleghe Sanitars Montichiari e Unendo Yamamay Busto Arsizio conquisterà l’ultimo pass per la post-season? Attualmente le bresciane di Leonardo Barbieri occupano l’ottava posizione con 31 punti, ma dovranno osservare il turno di riposo. Così tutto è in mano alle farfalle di Marco Mencarelli: in caso di vittoria con qualsiasi risultato contro la Nordmeccanica Piacenza, le bustocche sorpasseranno Montichiari e si garantiranno il quarto di finale Play Off contro l’Imoco Volley Conegliano. Al contrario, una sconfitta al PalaYamamay, anche per 2-3, regalerebbe la qualificazione a Simona Gioli e compagne. Anche nel girone di andata si verificò una situazione simile, allora in ballo c’era un posto nei quarti di Coppa Italia: in quel caso Busto fu sconfitta a Piacenza e lasciò strada proprio alla Metalleghe Sanitars, capace poi di arrivare sino alla Final Four.

L’Imoco Volley Conegliano, da tempo vincitrice della Regular Season, sarà di scena a Firenze contro Il Bisonte, mentre la Pomì Casalmaggiore difenderà il secondo posto nel match interno contro il Club Italia. L’Igor Gorgonzola Novara, già certa del quarto posto e dell’accoppiamento nei quarti Play Off con la Liu Jo Modena, ospiterà l’Obiettivo Risarcimento Vicenza. Modena sarà l’avversaria della Savino Del Bene Scandicci, che contende la sesta piazza alla Foppapedretti Bergamo, di ritorno al PalaNorda dopo il trionfo in Coppa Italia nell’incontro con il Sudtirol Bolzano.

L’ultima giornata di Regular Season eleggerà anche le vincitrici dei premi individuali basati sulle statistiche rilevate nel corso delle 26 giornate: Berenika Tomsia, opposta della Metalleghe Sanitars Montichiari, è per il momento la migliore realizzatrice con 472 punti, 27 in più della bustocca Karsta Lowe, l’unica in grado di superarla. Il miglior muro sarà quello di Jovana Stevanovic, vera e propria fuoriclasse del fondamentale: la centrale della Pomì Casalmaggiore ha superato ogni record, sfondando quota 100 muri, e nel match del PalaRadi potrà rimpinguare ulteriormente il suo bottino. Saranno almeno cinque, invece, le atlete che si contenderanno il premio per il miglior servizio: in testa c’è Katarina Barun della Foppapedretti Bergamo con 34 ace, seguita a una sola battuta vincente dalla rosa Valentina Tirozzi e dall’olandese della Nordmeccanica Floortje Mejners. In gara anche Sara Loda della Savino Del Bene Scandicci (31) e la pantera Kelsey Robinson (30). Infine ha una padrona la classifica della migliore ricezione: è Alessia Gennari, banda della Foppa, a quota 255 ricezioni perfette, ben 20 in più di Sara Paris, libero del Sudtirol Bolzano.

La Unendo Yamamay Busto Arsizio dunque cerca una vittoria, anche da due punti, per sorpassare Montichiari, che riposa, e conquistare quell’ottavo posto che significherebbe partecipare ai Play Off Scudetto; la Nordmeccanica Piacenza, sicura della terza piazza, vuole invece reagire alle tre sconfitte consecutive per dimostrare tutta la sua forza alle pretendenti al titolo. Hagglund e compagne, che si sono preparate all’incontro giocando anche diversi mini-set con partenza dal 20-20 in allenamento congiunto con il Club Italia (5 vinti dalle biancorosse, 6 dalle azzurre), non vogliono lasciare nulla di intentato, ma sono consapevoli della difficoltà della sfida. Nelle fila bustocche è in dubbio Valeria Papa, che ha ripreso solo giovedì ad allenarsi dopo la botta all’inguine rimediata sabato scorso in uno scontro fortuito con Helene Rousseaux; pronta, in caso di forfait della schiacciatrice ligure, Alice Degradi. Ancora ai box invece Gozde Yilmaz. Nel team piacentino punto di domanda su Meijners, infortunatasi alla caviglia durante il match di Champions di settimana scorsa e non schierata sabato contro Novara. In caso di assenza dell’olandese probabile la scelta di coach Gaspari di Bianchini in posto 2 con spostamento di Sorokaite in 4. Grande attesa per il match, anche per le tante ex presenti a Piacenza: soprattutto Giulia Leonardi e Francesca Marcon, ma anche Federica Valeriano, Christina Bauer, Alessandra Petrucci, Floortje Meijners, Marika Bianchini e Veronica Taborelli.

« In questi giorni stiamo cercando di stabilizzare i nostri punti di forza che nelle ultime giornate ci avevano permesso di giocare alla pari con squadre come blasonate come Novara e Casalmaggiore – spiega coach Mencarelli -. Dobbiamo sfruttarli per affrontare al massimo questo difficile impegno e cercare ad ogni costo almeno due punti per guadagnarci la possibilità di allungare la nostra stagione ».

Ultimo appuntamento agonistico stagionale per Il Bisonte Firenze, che sabato stasera alle 20.30 saluterà il pubblico amico del Mandela Forum affrontando l’Imoco Volley Conegliano. Si tratta del più classico dei testa coda: la fortissima squadra di Davide Mazzanti è prima in classifica e ha già matematicamente conquistato la testa di serie numero uno dei Play Off, mentre quella di Francesca Vannini chiude la graduatoria insieme a Bolzano con dieci punti, anche se di fatto è penultima grazie al miglior quoziente set rispetto alle altoatesine. Proprio mantenere questa posizione rimane l’ultimo obiettivo de Il Bisonte, insieme a quello di congedarsi con una bella prestazione dai propri tifosi: sulla carta non ci sarebbe partita, ma la mancanza di particolari motivazioni da parte delle avversarie potrebbe essere uno sprone in più per Calloni e compagne, che dovranno esprimersi come nel terzo set dell’ultimo match con Casalmaggiore per provare a contrastare Conegliano. In attesa di notizie di Bergamo, dove la Foppapedretti ospiterà Bolzano: se le sudtirolesi dovessero vincere al massimo un set, Firenze sarebbe matematicamente penultimo a prescindere dal proprio risultato, altrimenti servirebbe portare a casa almeno lo stesso loro risultato per rimanere davanti.

« Siamo arrivati all’ultimo atto di una stagione sfortunata, e giochiamo contro la prima della classe con l’obiettivo di cercare di ottenere il massimo – afferma il direttore sportivo Duccio Ripasarti -. Vorrei che le ragazze riuscissero ad esprimersi come il loro potenziale permetterebbe, credo che se lo meriterebbero perché i risultati raccolti quest’anno non esprimono appieno il loro valore e l’impegno che hanno profuso».

Per le pantere l’impegno in Toscana vale soprattutto come tappa di avvicinamento ai Play Off. Le trevigiane non giocano una partita ufficiale da sabato 12 marzo (vittoria a Scandicci) e hanno già programmato un’amichevole di prestigio con l’Eczacibasi Istanbul di Gianni Caprara e dell’ex Neriman Ozsoy per il 7 aprile. 

« Sarà una partita importante per noi, non per la classifica ovviamente, ma perché ci permette di testare il nostro ritmo partita visto che siamo fermi da un po’ – sostiene Davide Mazzanti -. Non saremo brillantissime perché siamo in una fase di carico, ma ugualmente andremo in campo per fare una bella prova e completare il lavoro fatto finora. Secondo me possiamo fare ancora di più, abbiamo ancora margini. Sono convinto che tutte le grandi squadre alzino l’asticella quando la posta in palio è ancora più alta, quindi nei play off conto di vedere costante quel livello altissimo che sono convinto questa squadra possa esprimere ».

La Savino Del Bene Scandicci in casa con la Liu Jo Modena difenderà la sesta posizione in Campionato, un risultato che per la squadra di Mauro Chiappafreddo significherebbe superare ogni più rosea aspettativa. Le toscane dovranno vincere con qualsiasi punteggio per evitare il sorpasso da parte della Foppapedretti Bergamo:

« Modena è un top club e sicuramente verrà a Scandicci per far bene, indipendentemente dal fatto che siano già quinte– afferma coach Chiappafreddo -. E’ una squadra che conosciamo benissimo, l’abbiamo affrontata sia in campionato che in amichevole. Per me è uno scontro che vale doppio visto che sono stato l’allenatore di Modena, lì mi sono trovato molto bene. Cercheremo di riscattare il brutto risultato della partita di andata per dimostrare che la Savino Del Bene può giocarsela contro tutte le formazioni. La stagione finora è da considerarsi positiva, io sono abbastanza contento di quello che le ragazze hanno fatto, ma prima di applaudirle voglio vedere il percorso che riusciremo a fare ai Play Off ».

Le bianconere, già certe di incrociare Novara nei quarti Play Off, affrontano la trasferta per trovare continuità di rendimento dopo aver recuperato tutte le effettive, capitan Di Iulio compresa:

« E’ una partita che per noi cambia relativamente poco – il pensiero di Alessandro Beltrami, coach Liu Jo –, ma per Scandicci c’è il sesto posto in palio e poi in casa vorranno fare bene. Anche noi, però, lo vogliamo. Con Bergamo abbiamo ripreso dopo la sosta esprimendo una buona pallavolo, contro una squadra che in questo periodo sta giocando molto bene, quindi dobbiamo proseguire su questa strada e cercare un’ottima prestazione. Questa settimana ci siamo allenati abbastanza bene al completo, speriamo di tornare il più velocemente possibile costanti e magari anche un po’ più cinici. Vincere aiuta ad imparare a vincere e ci dobbiamo provare ».

Si chiude con una sfida di altissimo spessore tecnico sul campo delle campionesse d’Italia in carica la prima, storica esperienza in serie A1 del Club Italia, che sabato 2 aprile alle 20.30 sarà impegnato al PalaRadi contro la Pomì Casalmaggiore. Sulla carta il pronostico è tutto a favore delle padrone di casa, che occupano il secondo posto in classifica e vincendo con qualsiasi punteggio sarebbero certe di conservare questa posizione; all’andata, però, le azzurre diedero parecchio filo da torcere alle casalasche, arrendendosi soltanto al tie break. La squadra di coach Cristiano Lucchi affronterà la trasferta di sabato in formazione rimaneggiata: non saranno a disposizione Paola Egonu, Vittoria Piani e Alexandra Botezat, tutte convocate nella Nazionale Under 19 per il Torneo di qualificazione agli Europei in corso a Napoli. Il sestetto iniziale sarà quindi con ogni probabilità quello visto in campo contro Busto Arsizio, con la coppia di schiacciatrici formata da Sofia D’Odorico e Anastasia Guerra (quest’ultima tesserata proprio per Casalmaggiore).

« Siamo un po’ in emergenza – conferma Anna Danesi – ma siamo anche consapevoli che giocando al nostro massimo possiamo mettere in difficoltà chiunque. Ci teniamo a fare bene per chiudere il campionato nel mondo migliore e lasciare una buona immagine del Club Italia in questa prima stagione; certo, dipenderà anche dall’avversaria, una squadra molto forte che ha lo scudetto come obiettivo ».

L’appuntamento interno sarà per le rosa di Massimo Barbolini una tappa di avvicinamento alla Final Four di Champions League. Le casalasche hanno affrontato anche il Volero Zurigo in settimana, testando tutte le soluzioni per ben figurare nell’appuntamento del PalaGeorge di Montichiari.

La squadra del momento è senza dubbio la Foppapedretti Bergamo, reduce dalla straordinaria vittoria in Coppa Italia e da tre successi consecutivi contro Casalmaggiore, Piacenza e Modena. Le rossoblù di Stefano Lavarini si candidano ad essere lo spauracchio dei Play Off ma intanto sfidano il Sudtirol Bolzano per provare a ottenere il sesto posto in classifica. Al PalaNorda staff e giocatrici si ricongiungeranno con il pubblico che ha vissuto in diretta il trionfo di Ravenna, esibendo Coppa Italia e il trofeo MVP assegnato a Celeste Plak. Le altoatesine di Stefano Micoli – ex della partita -, retrocesse da tre settimane e all’ultima uscita stagionale, tenteranno un colpo di coda su uno dei campi più prestigiosi d’Italia. Non solo per l’onore, ma anche per scavalcare Firenze ed evitare l’ultimo posto della classifica.

« Bergamo è una squadra forte, reduce da una vittoria di prestigio come quella in Coppa Italia e che in questa gara definirà la propria posizione Play Off, sarà una partita molto complicata – sottolinea Tiziana Veglia, centrale di Bolzano -. Quello che il Neruda ha fatto in quest’ultimo periodo è qualcosa di indimenticabile e di grandissimo, questa retrocessione deve essere vissuta come un momento di ripartenza. Si è chiuso un ciclo ed ora se ne può aprire un altro, personalmente sarò sempre grata a questa società per quello che mi ha permesso di vivere in queste ultime due stagioni: in A2 l’anno scorso abbiamo vinto tutto ed ora ho potuto giocare in A1. Questa retrocessione è amara e dispiace a tutte noi, ma deve essere vissuta come un momento per ricominciare e ripartire ».

Passerella finale anche per l’Obiettivo Risarcimento Vicenza, che da tempo ha raggiunto la meta prefissata nella prima stagione in Serie A1, ovvero la salvezza. Le biancoblù di Delio Rossetto faranno visita all’Igor Gorgonzola Novara, che con il netto successo di Piacenza si è assicurata il quarto posto al termine della Regular Season e il fattore campo favorevole nella serie dei quarti di finale contro la Liu Jo Modena. Vicenza al completo, così come la formazione di Marco Fenoglio, che potrebbe riproporre lo stesso sestetto che ha espugnato il PalaBanca con Samanta Fabris opposto e in banda Tijana Malesevic e Nicole Fawcett. Tre successi di fila e un feeling di squadra ritrovato per le azzurre, che non hanno smesso di pensare all’obiettivo Scudetto:

« Abbiamo lavorato più da squadra, puntando molto sulla compattezza del gruppo. Vogliamo proseguire su questa strada confermandoci anche nella prossime sfide », racconta Noemi Signorile, tra le pre-convocate del ct Marco Bonitta per il Torneo di Qualificazione Olimpica. Torna al PalaIgor Laura Partenio, schiacciatrice dell’Obiettivo Risarcimento che la scorsa stagione vestiva i colori delle piemontesi.

IL PROGRAMMA DELLA 26^ GIORNATA-
Sabato 2 aprile, ore 20.30

Unendo Yamamay Busto Arsizio – Nordmeccanica Piacenza  Arbitri: Tanasi-Zavater
Savino Del Bene Scandicci – Liu Jo Modena Arbitri: Santi-Saltalippi
Il Bisonte Firenze – Imoco Volley Conegliano Arbitri: Stanassi-Montanari
Foppapedretti Bergamo – Sudtirol Bolzano Arbitri: Florian-Prati
Igor Gorgonzola Novara – Obiettivo Risarcimento Vicenza Arbitri: Simbari-Sobrero
Pomì Casalmaggiore – Club Italia  Arbitri: Braico-Pecoraro
Riposa: Metalleghe Sanitars Montichiari

LA CLASSIFICA-

Imoco Volley Conegliano 57, Pomì Casalmaggiore 52, Nordmeccanica Piacenza 51, Igor Gorgonzola Novara 47, Liu Jo Modena 44, Savino Del Bene Scandicci 39, Foppapedretti Bergamo 38, Metalleghe Sanitars Montichiari* 31, Unendo Yamamay Busto Arsizio 30, Obiettivo Risarcimento Vicenza 21, Club Italia 20, Il Bisonte Firenze 10, Sudtirol Bolzano 10.
* una partita in più

Articoli correlati

Commenti