Volley: A1 Femminile, Casalmaggiore espugna il PalaYamamay

In Gara 1 dei quarti di finale la formazione di Caprara si prende la rivincita sulle "farfalle" dopo l'eliminazione in Coppa Cev imponendosi al tie break 2-3 (21-25, 28-26, 25-23, 17-25, 11-15)
Volley: A1 Femminile, Casalmaggiore espugna il PalaYamamay
9 min
TagsUnet YamamayPomìCaprara

BUSTO ARSIZIO (VARESE)- La Pomì Casalmaggiore si vendica della doppia sconfitta in CEV Cup e sbanca il PalaYamamay al tie-break, rimontando dall’1-2. Le rosa, nonostante l’assenza di Lloyd, una Fabris (quasi) a mezzo servizio e l’infortunio alla caviglia che ha messo fuori causa Sirressi dal terzo set, vincono una gara molto intensa e si portano avanti nella serie, garantendosi la doppia chance di chiudere in casa (Gara-2 mercoledì 19 aprile, l’eventuale Gara-3 un giorno dopo sempre al PalaRadi).

La Unet Yamamay Busto Arsizio recupera Valentina Diouf, in diagonale con Signorile, mentre in posto 4 ci sono Fiorin e Martinez, Stufi è al centro insieme a Negretti, che sostituisce in seconda linea l’altra centrale Berti, il libero prescelto è Spirito.

Assente Carli Lloyd, al palleggio per la Pomì Casalmaggiore c’è Klara Peric. L’opposta è Turlea (con Fabris inizialmente in panchina), Tirozzi e Lucia Bosetti in banda, Stevanovic e Gibbemeyer al centro e Sirressi libero.

Il pallonetto di Tirozzi vale il vantaggio rosa (2-3), poi è out quello di Stevanovic e sorpasso bustocco con Martinez (5-3). La dominicana passa tra le mani del muro avversario per il 7-4, il primo tempo vincente di Berti convince coach Caprara a fermare subito il gioco: 8-4. Parata di Stevanovic sotto rete, Berti stavolta non passa e 9-7. Si avvicina ulteriormente la Pomì con il muro di Bosetti su Diouf, l’aggancio arriva a quota 11 sul contrattacco di Turlea. Picchia la dominicana di Busto, seguita a ruota da Diouf e nuovo +2 (14-12). Entrambe out – una lunga e una larga – le fast di Berti e di nuovo pari sul 15-15 (time out Mencarelli). Caprara inserisce Fabris per Peric, anche in fase di cambio palla, così Stevanovic si ritrova a palleggiare. Il servizio di Tirozzi si arrampica sul nastro, 16-17. Funziona l’assetto senza regia, l’errore di Diouf regala il 17-19. Rientra Peric e serve Bosetti, 19-21. La panchina di casa interrompe di nuovo il gioco. Splendida parallela di Fiorin, così come il palleggio a una mano di Peric per il primo tempo di Gibbemeyer. La statunitense si ripete ed è 20-23. Tirozzi passa al secondo tentativo, l’ace di Guerra chiude il parziale 21-25.

Si riparte con le formazioni iniziali, Diouf fa sentire i suoi colpi in avvio, in attacco e al servizio: 4-1. Peric colta in fallo al palleggio, Stufi esplode la fast e poi impallina la seconda linea dai nove metri, è 7-3. Innesta le marce alte la Unet Yamamay, Martinez fissa il 9-5. Lungo scambio, decide Fiorin cadendo indietro: 11-6 e Caprara si appella al time out. Rispondono le casalasche, con Tirozzi e la pipe di Bosetti (12-10), riaprendo il parziale. Prosegue la rimonta anche dopo il time out di Mencarelli, Tirozzi scaglia con tutta la forza il 13-13. Ed è sempre la capitana rosa a indirizzare la battuta al salto all’incrocio delle righe per il 15-16. Busto in difficoltà, Diouf sbatte contro Stevanovic e sul -2 Mencarelli utilizza anche il secondo tempo discrezionale. Caprara si affida allo stesso sistema di gioco del primo set, senza palleggiatore di ruolo e con Fabris in campo insieme a Turlea: proprio della croata il mani out del 17-19. Cambio in banda per le biancorosse, con Vasilantonaki per Fiorin. Martinez in rete con la battuta, Diouf allarga la traiettoria della parallela e 19-22. Peric, di nuovo in campo, salva e sulla ricostruzione avversaria Gibbemeyer mura il +4 (19-23). Block vincente anche di Stufi e -2, le farfalle salvano due dei tre set point prima che Caprara fermi il gioco (23-24). Si alza il grido del PalaYamamay quando Stufi respinge il pallonetto di Tirozzi. Miracolo di Spirito con il piede, ma Tirozzi fa 24-25. Guerra però stavolta non trova il campo con il servizio e un errore in attacco consegna il set point a Busto: annulla Turlea, 26-26. Altro muro, di Signorile su Tirozzi. Diouf difende e Martinez completa l’opera: 28-26 e 1-1.

Prende fiducia la Unet Yamamay, soprattutto in difesa. Volo di Fiorin e Stufi è pronta a stoppare Gibbemeyer. Intensità altissima, Diouf si scatena per il 3-2 al termine di uno scambio infinito. Si fa male alla caviglia Sirressi, medicata in panchina mentre Stevanovic inchioda il 4-5. Tris di Tirozzi, caldissima: 4-7. Fast a segno di Stevanovic e Mencarelli chiama a rapporto le sue giocatrici. Tirozzi piazza un’altra perla, Peric indovina il tocco di seconda e 5-11. C’è Gibertini in campo, secondo libero rosa. Gibbemeyer sbaglia un ‘rigore’, Bosetti giudica male la parabola sulla difesa di Stufi e 9-12. Chiamato out il fendente di Fiorin, il Video Check conferma la decisione arbitrale millimetrica (10-15). Ci prova Busto, difendendo e contrattaccando con Diouf. Anche Martinez sale di colpi, doppio muro su Stevanovic e 15-17 che costringe Caprara al time out. Non c’è la copertura sul muro di Diouf, quindi la neo entrata Vasilantonaki spolvera la riga di fondo e parità 18-18. La temperatura sale e con essa gli errori: 20-20. A Turlea risponde Vasilantonaki, sull’ace di Guerra c’è un fischio affrettato del primo arbitro ed è sempre parità. Avanza Busto con Martinez, 23-22. Tirozzi a segno, pure la dominicana (24-23). Fuori la pipe di Turlea e la Unet Yamamay è avanti 2-1.

Sempre out Sirressi a inizio quarto set. Mani out di Tirozzi, muro di Turlea e 1-4 Pomì. Le rosa non ci stanno ad inchinarsi ancora a Busto e sprintano fino all’1-6 con l’ace di Bosetti. Tirozzi raggiunge quota 20 punti personali griffando il 2-8. Ecco il contro-parziale, anche nel quarto: Martinez e due errori casalaschi scrivono il 6-8. Tirozzi ricaccia indietro le farfalle con l’ace del 7-11, Gibbemeyer dice ‘no’ a Diouf (8-13). Mencarelli chiama time out, sperando che sortisca lo stesso effetto del set precedente. Casalmaggiore, però, non intende ripetere l’errore e con Bosetti al servizio sale 10-17. Dentro Vasilantonaki per Fiorin, ma la musica non cambia, visto che Tirozzi sigla il 10-19. Busto è lontana, il set scivola via velocemente (13-22 ancora di Tirozzi). Entra anche Fabris per mettere il sigillo al parziale, che si allunga per qualche punto e termina 17-25. Si va al quinto.

Resta in campo Vasilantonaki, che fallisce il lungolinea (1-2). Busto contesta la mancata chiamata di quarto tocco, Gibbemeyer mura Diouf e 1-3. C’è anche l’ace di Bosetti, Mencarelli vuole riportare la calma nella sua metà campo e chiama time out. Martinez accorcia, Diouf sbaglia e 3-5 (mentre rientra Fiorin). Parità sull’errore di Bosetti, sorpasso biancorosso grazie al muro su Tirozzi. Guerra dà fiato alla capitana rosa, ma il suo servizio è lungo e al cambio di campo è 8-7. Parziale Pomì: due muri di Bosetti e Gibbemeyer gelano il PalaYamamay, 8-10 e time out Mencarelli. Fast di Gibbemeyer, tocco di Guerra da seconda linea: 9-12. La statunitense è una sentenza, ancora block-in su Diouf (10-13). Stufi out con la fast, il punto decisivo è di Guerra.

I PROTAGONISTI-

Marco Mencarelli (Allenatore Unet Yamamay Busto Arsizio)-  « Quando abbiamo spinto e siamo stati avanti non abbiamo fatto nulla per dare il colpo di grazia, mentre quando siamo andati sotto abbiamo reagito e fatto bene. Ho rivisto aspetti negativi della squadra già visti durante la stagione: dai periodi vincenti io traggo energie positive invece che rilassarmi, quindi questo non mi è piaciuto ».

Ilaria Spirito (Unet Yamamay Busto Arsizio)- « Abbiamo avuto dei cali in tutti i set, quello del quinto ci ha fregato. Ci abbiamo creduto e penso che se limiteremo questi black out potremo giocarcela alla pari con loro ».

IL TABELLINO-

UNET YAMAMAY BUSTO ARSIZIO – POMI' CASALMAGGIORE 2-3 (21-25, 28-26, 25-23, 17-25, 11-15)

UNET YAMAMAY BUSTO ARSIZIO: Stufi 7, Signorile 1, Spirito (L), Fiorin 9, Martinez 23, Vasilantonaki 7, Diouf 19, Moneta, Berti 4, Negretti Beatrice. Non entrate Cialfi, Witkowska, Pisani. All. Mencarelli.

POMI' CASALMAGGIORE: Peric 1, Sirressi (L), Turlea 12, Gibbemeyer 18, Bosetti 12, Gibertini (L), Guerra 3, Fabris 4, Stevanovic 12, Tirozzi 24. Non entrate Bacchi, Garcia Zuleta, Lloyd. All. Caprara.

ARBITRI: Gnani, Satanassi.

NOTE – Spettatori 1819, durata set: 27′, 32′, 32′, 26′, 17′; tot: 134′.


Acquista ora il tuo biglietto! Segui dal vivo la partita.

Abbonati a Corriere dello sport

Scegli fra le nostre proposte Plus e Full e leggi su tutti i dispositivi con un unico abbonamento.

Ora ad un prezzo mai visto!

A partire da 4,99

0,99 /mese

Scopri l'offerta

Commenti