Corriere dello Sport

Volley A1 femminile

Vedi Tutte
Volley A1 femminile

Volley: A1 Femminile, Modena porta Bergamo alla bella

Volley: A1 Femminile, Modena porta Bergamo alla bella

Dopo la sconfitta in Gara 1 le ragazze di Gaspari si riscattano imponendosi in trasferta per 1-3 (21-25; 21-25; 26-24; 10-25) portando la sfida dei Quarti alla decisiva Gara 3 che si giocherà domani

Sullo stesso argomento

 

martedì 18 aprile 2017 22:34

ROMA- La Liu Jo Modena riscatta la sconfitta interna di Gara 1 andando a vincere Gara 2 a Bergamo, che per le ragazze di Gaspari non avrebbe avuto appello in caso di sconfitta, e rimanda il discorso qualificazione alla semifinale alla partita di domani, in programma sempre al PalaNorda, che chiuderà definitivamente i conti fra le due contendenti.

Trascinata da una Brakocevic incontenibile (29 punti al suo attivo), da una Leonardi capace di tirar su palloni impossibili, da una Bosetti perfetta in ricezione e a muro, Modena ha progressivamente spento le velleità di una Foppa troppo fallosa e poco consistente in attacco per fare bottino pieno. Le ragazze di Lavarini hanno lottato, hanno saputo ribaltare il terzo set prima di cedere di schianto nel quarto.

Neanche il tempo di respirare, domani sera le due squadre saranno di nuovo di fronte (ore 20.30) per il terzo e decisivo confronto.

LA CRONACA DEL MATCH-

Dall’altra parte Lavarini si affida a Lo Bianco al palleggio, Partenio opposta, Gennari e Sylla in banda, Popovic e Guiggi al centro con Cardullo libero
Gaspari risponde confermando il suo abituale sestetto: in regia Ferretti, a completare la diagonale principale capitan Brakocevic, Ozsoy e Bosetti in posto quattro, Heyrman e Belien al centro con Leonardi libero..
Subito il primo pallone messo a terra da Brakocevic, che poi si scontra sul muro di Guiggi. Puntuali e precise le bianconere in cambio palla, decisamente meno in contrattacco dove si cerca di forzare, ma senza buoni risultati. Rimane così a contatto Bergamo, che a sua volta non gioca soprattutto in attacco la miglior pallavolo. Allunga un paio di volte Modena, sempre ripresa poi Heyrman e Bosetti spingono la squadra sull’11-14 che porta Lavarini a giocarsi il primo time out discrezionale del set. Gennari trova il cambio palla al rientro e la Foppapedretti pareggia a 15 annullando subito il break. Ferma tutto Gaspari, allora, e l’avvio di set con grande tensione si dimostra ancora con l’attacco out di Partenio. Bergamo, però, trova il break per mettere il naso avanti con Gennari prima e Guiggi poi. Sul 18-19 arrivano muro, attacco ed ace di Brakocevic per il 19-22, ancora time out Lavarini. C’è ancora un contrattacco di Bosetti per il +4 prima del cambio palla delle padrone di casa, ma è ancora capitan Brakocevic a svettare mettendo a terra i due palloni che indirizzano la sfida subito sulla sponda bianconera.

Si riprende con una pipe di Ozsoy ed un muro di Belien, rilevato dal videocheck. La centrale olandese sta vivendo un buon momento e lo dimostra trovando anche l’ace dell’1-3. Un attacco a rete di Ozsoy vale il 5-5, poi Modena allunga mettendo pressione alle avversarie. Heyrman trova l’ace del 5-9 e Lavarini ferma il gioco, ma c’è ancora il muro di Ferretti ad allungare il parziale a favore della Liu•Jo Nordmeccanica. Entra in striscia offensiva Sylla, le risponde ancora Belien poi attacca out Heyrman per il 12-14, ma si fa perdonare con il muro e poi ace di Bosetti e ancora Heyrman per il 12-17. Secondo time out per Lavarini che inserisce anche la giovanissima Battista per Gennari e azzecca la mossa perché c’è la palla vagante messa a terra da Paggi poi i contrattacchi di Partenio e della stessa Battista. 15-17 e allora è Gaspari che non vuole sprecare tutto il vantaggio faticosamente accumulato a chiamare minuto togliendo ritmo a Lo Bianco che batte out poi i punti di Ozsoy e Bosetti per il nuovo +5, che torna +2 con gli errori di Ozsoy ed Heyrman e l’ace di Gennari rientrata per Battista. Ultimo discrezionale del set per il coach bianconero e la sua squadra trova il cambio palla con Ozsoy. E’ il momento di non concedere più nulla e sul cambio palla le cose vanno così, con il set che si chiude ancora 21-25 sulla fast di Heyrman.

Nel terzo set coach Lavarini cambia il sestetto con l’innesto di Battista per Gennari e lo spostamento di Partenio in posto quattro al fianco di Sylla. Sembra sortire buoni effetti la scelta in avvio perché il primo pallone è messo a terra da Brakocevic, ma le padrone di casa pareggiano e sorpassano subito portandosi sul 5-3. Brakocevic, però, dopo un secondo set tranquillo si è riaccesa la capitana e Modena sfrutta anche gli errori di Guiggi e Partenio. Sul 6-8 arriva il time out per Lavarini, ma c’è ancora un punto dell’opposta modenese a muro prima del cambio palla. Entra Gennari per Partenio, Battista trova il muro su Ozsoy per il -1 sul 9-10 e poi ancora la turca pesta la linea su una pipe senza muro che invece di portare Modena sul 13-10 la mantiene sul 12-11. I muri consecutivi di Ferretti e Belien ristabiliscono le distanze, ma ancora gli errori bianconeri ed il mani fuori di Gennari cancellano tutto rimettendo in parità il set. Time out per Gaspari, Battista attacca out al ritorno in campo, ma Gennari firma il sorpasso sul 18-17. Testa a testa nel finale di un set in ogni caso decisivo, che viene rotto da due errori di Bosetti, un muro subito e un attacco out: 21-23 e time out ancora per Modena. Fast di Heyrman per il cambio palla poi Bergamo conquista due set point con il primo annullato da Brakocevic, il secondo da Sylla che attacca out. Gaspari alza il muro con Garzaro che, però, invade a rete e poi Gennari chiude i conti allungando al quarto set la gara.

Dopo il finale di set precedente in cui Ozsoy era stata sostituita da Marcon, coach Gaspari rilancia la turca. Il primo punto è un fallo di seconda linea di Battista poi c’è anche il muro di Belien per il 2-1 Modena. Le bianconere arrivano sul 4-1, vengono immediatamente riprese poi allungano di nuovo con Bosetti, Brakocevic e Ozsoy. Sul 4-8 Lavarini ferma il gioco e interrompe la serie del capitano bianconero dai nove metri, ma arriva poi l’attacco sull’asta di Battista. Errore di comunicazione sul pallonetto di Guiggi e poi nuovo break della Liu•Jo Nordmeccanica con Ozsoy, poi il muro di Ferretti, l’attacco di Belien e quello out di Partenio che ha appena rilevato Sylla. Ferma ancora Lavarini, ma Brakocevic trova un’altra sfuriata offensiva devastante e non si fermerà più fino alla fine del set, di fatto da qui in avanti senza storia con Modena che chiude 10-25 regalandosi gara 3.

I PROTAGONISTI-
Caterina Bosetti (Liu Jo Nordmeccanica Modena)- « Era una partita difficilissima perché ci giocavamo tutta una stagione, siamo state brave e lucide nel primo set, con molta calma abbiamo iniziato a giocare per poi creare le nostre sicurezze e chiudere a nostro favore le partite. Nel terzo set ho fatto anche io due errori stupidi che non dovevo fare, però siamo state brave a portare a casa la gara e ora si pensa già a domani perché sarà più difficile di oggi. Se dobbiamo portarci dietro questa vittoria a livello psicologico? Non dobbiamo farlo perché altrimenti sarebbe un casino, è sbagliato pensare a quel che è stato. Dobbiamo pensare al presente perché nessuno lascerà qualcosa. E’ gara 3 e ci si gioca tutto, dobbiamo stare lì con la testa, ricaricare le pile e andare in campo al massimo ».

Laura Heyrman (Liu Jo Nordmeccanica Modena)-  « Poteva essere un 3-0, è vero, però oggi contava vincere e non importava il punteggio. Siamo riuscite a farlo, ovviamente domani sarà un’altra partita molto difficile, ma ce la possiamo fare. Non è stata una partita molto bella a mio avviso, ci sono stati molti errori diretti e proveremo domani ad eliminarli giocando un po’ meglio poi vediamo come finirà. La mia partita? Non sono contentissima di come ho giocato, ma come già detto importava solo vincere, ho messo in campo tutto per la squadra come farò domani e vediamo come andrà. Ora recuperiamo le energie e torniamo in campo domani al 100% ».

IL TABELLINO-

FOPPAPEDRETTI BERGAMO – LIU JO NORDMECCANICA MODENA 1-3 (21-25, 21-25, 26-24, 10-25) FOPPAPEDRETTI BERGAMO: Santana Pinto, Partenio 4, Popovic 2, Gennari 12, Cardullo (L), Guiggi 10, Paggi 1, Battista Valeria 8, Lo Bianco 2, Sylla 13. Non entrate Mori, Venturini. All. Lavarini. LIU JO NORDMECCANICA MODENA: Brakocevic Canzian 29, Belien 8, Valeriano, Heyrman 9, Leonardi (L), Marcon, Bosetti 15, Ferretti 4, Ozsoy 10, Bianchini, Garzaro. Non entrate Caracuta, Petrucci. All. Gaspari.

ARBITRI: Puecher, Boris.

NOTE – Spettatori 1593, incasso 14490, durata set: 24′, 29′, 27′, 21′; tot: 101′.

Articoli correlati

Commenti