Corriere dello Sport

Volley A1 femminile

Vedi Tutte
Volley A1 femminile

Volley: A1 Femminile, Novara pareggia i conti

Volley: A1 Femminile, Novara pareggia i conti
© Legavolley Femminile/Rubin

Pronto riscatto della formazione di Fenoglio che sfrutta il fattore campo per portarsi 1-1 nella serie scudetto. Chirichella e compagne battono Modena 3-0 ( 25-16, 27-25, 25-23)

Sullo stesso argomento

 

mercoledì 3 maggio 2017 21:33

NOVARA- La Igor Gorgonzola Novara pareggia i conti nella Finale Scudetto dei Play Off. Grazie alla spinta del PalaIgor – 3.500 spettatori – le azzurre di Marco Fenoglio si impongono per 3-0 sulla Liu Jo Nordmeccanica Modena, in un match che per certi versi ricalca quello che era successo, a parti invertite, al PalaPanini. Conquistato agevolmente il primo set, le padrone di casa soffrono il ritorno delle bianconere nel secondo, ma risalgono dal 19-23 e annullano due set point prima di vincere 27-25. Le ragazze di Marco Gaspari non mollano nel terzo, recuperano fino ad arrivare a contatto ma cedono 25-23 a una Katarina Barun pienamente ristabilita dopo i malanni di Gara-1 e a tratti indifendibile: chiude con 18 punti l’opposta croata, ben affiancata da una Piccinini in versione deluxe (e votata MVP del match) da 12 punti con il 48% offensivo, dalla potenza di Plak e dai 5 muri di Chirichella. Le attaccanti di palla alta ospiti non girano a dovere, la centrale Heyrman è la migliore realizzatrice con 12 punti e la compagna di reparto Belien ci aggiunge 6 muri.

Tutto in parità nella serie tricolore: l’Igor potrà contare di nuovo sul pubblico amico in Gara-3, in programma sabato sera alle 20.45, in diretta su Rai Sport + HD.

LA CRONACA DEL MATCH-

Il PalaIgor replica al tutto esaurito del PalaPanini presentandosi pieno, colorato e rumoroso. Gli starting six sono gli stessi di Gara-1. Coach Gaspari schiera Brakocevic opposta a Ferretti, Ozsoy e Caterina Bosetti in banda, Heyrman e Belien al centro, Leonardi libero. Fenoglio può contare su Barun, al palleggio c’è Dijkema, Piccinini e Plak in banda, Chirichella e Bonifacio al centro e Sansonna libero.

La temperatura è alta già dai primi scambi, Liu Jo Nordmeccanica avanti con il muro di Bosetti e Igor alla parità con il primo tempo di Chirichella (4-4). Contrattacco di Brakocevic su cui Piccinini non arriva, 4-6. Ferretti non indirizza bene il bagher e Barun sigla il 6-6. Il servizio di Dijkema infastidisce le bianconere, muro su Ozsoy e poi l’ace del 9-6 che induce Gaspari a chiamare time out. Due errori di Brakocevic, il parziale azzurro prosegue fino all’11-6 che eccita il PalaIgor. L’attacco emiliano è in grande difficoltà, la prima linea di casa è attenta e Brakocevic è costretta a un altro errore (14-8). Due volte a segno Piccinini, brava a sfruttare a suo vantaggio le mani del muro modenese (16-10). Ancora la capitana, con il pallonetto del 17-11. Lungo il primo tempo di Bonifacio e Modena si avvicina (18-14). Lunga attesa per il servizio di Bianchini, entrata appositamente per tentare la rimonta. La ricezione tiene e Plak fa 20-15. Sansonna tiene vivo il pallone sulla bordata di Brakocevic, pezzo di bravura di Piccinini e 22-15. Mazzata di Plak e la chiusura è affidata a Piccinini, praticamente perfetta nel 25-16 che consegna l’1-0 all’Igor.

La Liu Jo Nordmeccanica riparte più lucida e sale 2-6 con Ozsoy e il muro di Heyrman su Piccinini. Parallela monstre di Barun, Ozsoy spedisce lungo e Piccinini sigla l’ace: Novara è già lì (6-6). La schiacciatrice turca mette a posto il mirino e infila il 7-9. Belien stampa prima Barun e poi la pipe di Piccinini, 8-11 e time out Fenoglio. Punto spettacolare, risolto dalla fast di Heyrman dopo il balzo in recupero di Leonardi (10-14). La belga ci mette anche il block-in e Fenoglio opta per il cambio in regia, fuori Dijkema e dentro Cambi. L’invasione di Ferretti dà fiato alle azzurre, che tornano a contatto approfittando della leggerezza di Brakocevic (14-16). A Belien risponde Bonifacio, invariate le distanze sul 16-18. Brakocevic non riesce a incidere, doppio errore e Gaspari inserisce Bianchini (18-19). Che subito si prende la scena con il punto del nuovo +3 (18-21) e con il servizio che consente il contrattacco di Heyrman: 19-23 e Fenoglio ferma tutto. Deve fare lo stesso Gaspari quando Barun stordisce Ozsoy con l’ace del 21-23. Si rientra e la croata bissa per il boato del PalaIgor (22-23). Heyrman lo spegne sensibilmente con la fast. Primo set point annullato da Piccinini, il secondo da Chirichella che mura Heyrman. Sorpassa addirittura Novara, approfittando dell’errore della centrale (il Video Check ribalta la decisione del primo arbitro che aveva visto un tocco a muro): 26-25. Ozsoy pareggia, ma Bianchini manda out. Difesa pazzesca della difesa azzurra, Barun ha la palla buona e non tradisce, mandando il PalaIgor in visibilio: 27-25 e 2-0.

Per la Liu Jo Nordmeccanica è un colpo durissimo e in avvio del terzo è subito 6-1 con le botte di Barun e il muro di Chirichella. Brakocevic è di nuovo in campo, mentre Caracuta sostituisce Ferretti. Heyrman resta l’attaccante più servita e fa 7-5 con il block-out. Il Video Check conferma l’ace di Chirichella, 9-5. Con un paio di muri di Belien Modena si fa rivedere (11-10), ma l’errore di Brakocevic e lo schiaffo di Barun riportano la Igor in posizione più comoda (15-11, time out Gaspari). Tocca sempre all’opposta croata togliere le castagne dal fuoco, 16-13. Ozsoy capisce le intenzioni di Chirichella, muro del -1 (16-15). Dentro Alberti per alzare la prima linea e la centrale colpisce immediatamente per il 18-15. C’è anche Bonifacio, muro più primo tempo e 21-17. Non molla capitan Brakocevic, che sul turno di servizio di Marcon, infila tre attacchi consecutivi per il 21-20 (time out Fenoglio). Chirichella risponde presente a muro, 23-20. Gaspari si gioca l’ultima arma, ovvero Bianchini al servizio: 23-22. Ferretti non contiene Barun, due match point Igor. Il primo lo annulla Heyrman, sul secondo ancora una straordinaria Barun abbatte la difesa azzurra per il 25-23.

I PROTAGONISTI-

Carlotta Cambi (Igor Gorgonzola Novara)- « Rispetto a Gara-1 è cambiata la nostra mentalità, certo giocare in casa è un’altra cosa, il nostro palazzetto ci aiuta a dare di più. Abbiamo approcciato la partita con il giusto atteggiamento, sapevamo che avremmo dovuto partire motivate per pareggiare la serie, siamo state brave a mettere sotto Modena anche nei momenti di difficoltà. Gara-3 ancora in casa? Giocare qui per noi è più facile, ma in proiezione futura anche a Modena dovremo spingere allo stesso modo, perché valiamo moltissimo ».

Neriman Ozsoy (Liu Jo Nordmeccanica Modena)- « Innanzitutto congratulazioni a Novara, hanno fatto tutto ad alto livello, approfittando di un’atmosfera che l’ha spinta. Il loro attacco ha funzionato alla grande, Barun è stata straordinaria. Noi invece non abbiamo attaccato come sappiamo, ma questa è una lunga serie e vedremo già sabato di cambiare le cose. Dovremo essere più grintose e determinate ».

IL TABELLINO-

IGOR GORGONZOLA NOVARA – LIU JO NORDMECCANICA MODENA 3-0 (25-16, 27-25, 25-23)

IGOR GORGONZOLA NOVARA: Alberti 1, Cambi, Plak 10, Donà, Pietersen, Bonifacio 8, Chirichella 12, Sansonna (L), Piccinini 12, Dijkema 1, Zannoni, Barun-Susnjar 18. Non entrate Barcellini. All. Fenoglio.

LIU JO NORDMECCANICA MODENA: Caracuta 1, Brakocevic Canzian 7, Belien 8, Valeriano, Heyrman 12, Leonardi (L), Marcon, Bosetti 10, Ferretti 1, Ozsoy 8, Bianchini 1. Non entrate Petrucci, Garzaro. All. Gaspari.

ARBITRI: Bartolini, Braico.

NOTE – Spettatori 3500, durata set: 26′, 32′, 27′; tot: 85′.

Articoli correlati

Commenti