Conegliano inarrestabile, vincono Cuneo, Busto e Monza

La capolista contro Firenze mette a segno la sedicesima vittoria stagionale. La squadra di Pistola espugna Brescia al tie break, le farfalle demoliscono Perugia, la Saugella fa suo il derby di Bergamo
Conegliano inarrestabile, vincono Cuneo, Busto e Monza© Zanetti Bergamo

ROMA- Nel giorno della Befana si è consumata l’8a di ritorno dell’A1 Femminile. Quattro i match andati in scena stasera. Prosegue la marcia vincente dell’Imoco Conegliano che travolge anche Il Bisonte Firenze, la Saugella Monza va ad espugnare il campo della Zanetti Bergamo nel derby lombardo. L’Unet e-Work Busto Arsizio supera nettamente la Bartoccini Perugia, la Bosca San Bernardo Cuneo vince in rimonta in cinque set la sfida che l’ha vista protagonista sul campo della Banca Valsabbina Brescia.

TUTTE LE SFIDE-

ZANETTI BERGAMO – SAUGELLA MONZA-

La Saugella Monza inizia come meglio non poteva il 2021. Dopo lo stop di 42 giorni per alcune positività rilevate all’interno del gruppo squadra, la prima squadra femminile del Consorzio Vero Volley torna a calcare il taraflex rosa della Serie A1 femminile portandosi a casa una vittoria pesantissima, inflitta per 3-0 ad una generosa Zanetti Bergamo nell’ottavo turno di ritorno della stagione regolare. Al Pala Agnelli di Bergamo, Monza torna a spingere nello stesso, efficace modo con cui aveva centrato la vittoria contro Trento (ultima uscita del 2020). Lucidità offensiva, grande solidità nel muro-difesa ed una prova corale, con una ispirata Orro in regia a smistare bene per le bomber Orthmann, Meijners e Obossa (entrata più volte a set in corso e molto efficace con le sue fiammate). Le monzesi subiscono l’energia di Bergamo solo fino alla metà del secondo parziale e nel prologo di terzo con Lanier e Loda e fare la voce grossa per le orobiche. Heyrman e compagne però riescono ad uscire dai momenti chiave delle gara con autorità, piazzando così la settima vittoria di fila, la decima stagionale. Ora le rosablù sono attese dalla sfida casalinga contro Chieri domenica 10 gennaio alle ore 17.00.

Gaspari sceglie Orro-Van Hecke, Danesi e Heyrman al centro, Meijners e Orthmann in banda, Parrocchiale libero. Turino schiera Valentin in diagonale con Faucette, Dumancic e Moretto centrali, Enright e Loda schiacciatrici, Fersino libero. Scappa forte la Saugella Monza con Orthmann e Van Hecke, 4-2. Bergamo risale approfittando di qualche sbavatura delle ospiti, ma con il turno in battuta di Orthmann (anche un ace per lei) ed il pallonetto di Meijners le rosablù scappano sull’8-4, costringendo Turino a chiamare la pausa. Prosegue il momento sì delle brianzole grazie anche a qualche sbavatura di Bergamo ed è nuovamente time-out Zanetti sul 12-6 Saugella Monza. Loda e Faucette tentano di dare una scossa alle loro (13-9), ma Van Hecke e Meijners continuano a spingere forte per le monzesi, 20-12. Muro di Danesi su Valentin prima e Obossa su Loda poi, facilitati dal servizio di Squarcini, e Saugella che si porta sul 22-13. Timida reazione bergamasca con l’ace di Valentin (22-14), ma Monza gestisce il vantaggio e chiude il primo set con Obossa e Danesi (muro su Lanier), 25-16.


Alla ripresa del giocoGaspari sceglie lo stesso sestetto di inizio gara, Turino conferma Lanier per Faucette. Inizio equilibrato, con Enright a schiacciare per Bergamo, Orthmann e Van Hecke per la Saugella, 3-3. Con il turno in battuta di Moretto, però, la Zanetti mette la freccia, 6-3 (Lanier) e Gaspari chiama time-out. Le monzesi tornano ad incidere con Meijners, ma Enright mantiene Beragmo avanti 8-7. Errore in battuta di Mio Bertolo e due sbavature di Lanier a valere il sorpasso Saugella, 10-9 e Turino ferma il gioco. Punto a punto fino al 12-12, poi più due Monza con due assoli di Heyrman (muro su Enright e primo tempo), 14-12 e time-out Bergamo. Entrano Carraro per Van Hecke e Obossa per Orro: Saugella brava a non perdere lucidità mantenendosi avanti con Heyrman, 15-13. Lanier risponde ad Obossa, ma Danesi dal centro consolida il break monzese, 17-15. Finale caldo, con Bergamo che insegue ma Saugella sempre avanti (19-18), con Van Hecke, Orro e Meijners ad andare a segno, 22-19. Lanier ed Enright, però, firmano il nuovo meno uno Zanetti, 22-21 e Gaspari ferma il gioco. Al ritorno in campo diagonale di Meijners, errore di Enright ed errore di Lanier a valere il parziale Saugella, 25-21.

Stesse dodici in campo net terzo set: Bergamo parte fortissimo con l’ottimo turno battuta di Prandi e Gaspari ferma il gioco sul 5-1 per le padrone di casa. Orthmann (attacco e muro su Lanier) e Van Hecke avvicinano la Saugella, 6-4, poi la belga lascia il posto ad Obossa: l’opposta rosablù prima pareggia i conti (6-6) e successivamente porta in vantaggio le sue, 8-7. Errore di Bergamo e time-out per le padrone di casa (9-7), che faticano nuovamente a trovare soluzioni efficaci in attacco complici i muri di una super Danesi, 14-9. Danesi a bersaglio con il primo tempo, Moretto invece spara fuori e Monza incrementa 16-11. Mani fuori di Orthmann (20-14), poi timida reazione delle padrone di casa, agevolata anche da qualche sbavatura delle ospiti, e time-out Gaspari sul 22-18 per le sue. Alla ripresa del gioco solo Monza a bersaglio: Obossa chiude set, 25-20, e gara 3-0 per la Saugella.

I PROTAGONISTI-

Gaia Moretto (Zanetti Bergamo)- « Una partita in cui abbiamo qualche rimorso. Siamo riusciti a tratti a esprimere il nostro gioco, ma quando dovevamo spingere di più non siamo state concrete ed è difficile contenere una squadra di questo livello se non si spinge. Veniamo da un periodo di lavoro e di potenziale crescita: l’abbiamo fatta in allenamento, ma non siamo riuscite a farla abbastanza stasera. E dobbiamo iniziare a farla molto di più in partita, perché il campionato non dura ancora molto e dobbiamo iniziare a essere concrete ».

Floortje Meijners (Saugella Monza)- « Sono molto orgogliosa della mia squadra. Sapevamo che non sarebbe stato facile, ma siamo state sempre molto concentrate nel match. Sono molto contenta per come abbiamo messo pressione su di loro. Le gare ravvicinate che ci aspettano come si preparano? Come le altre. Dovremo recuperare bene le energie e concentrarci al massimo. Ci saranno pochi allenamenti per studiarle ma noi dovremo essere brave e continuare così. Siamo sulla giusta strada ».

IL TABELLINO-

ZANETTI BERGAMO – SAUGELLA MONZA 0-3 (16-25 21-25 20-25)

ZANETTI BERGAMO: Loda 7, Moretto 1, Faucette Johnson 2, Enright 5, Dumancic 2, Valentin 1, Fersino (L), Lanier 11, Mio Bertolo 4, Prandi. Non entrate: Faraone, Marcon. All. Turino.

SAUGELLA MONZA: Orthmann 12, Heyrman 12, Obossa 6, Meijners 9, Danesi 8, Carraro, Parrocchiale (L), Van Hecke 6, Orro 1, Negretti, Squarcini. Non entrate: Begic. All. Gaspari.

ARBITRI: Curto, Puecher.

NOTE – Durata set: 25′, 26′, 30′; Tot: 81′.

IMOCO VOLLEY CONEGLIANO – IL BISONTE FIRENZE-

Il nuovo anno inizia sulla falsariga di quello appena terminato al Palaverde per le Pantere dell’Imoco Volley che si confermano la schiacciasassi del campionato italiano respingendo al mittente l’assalto del Bisonte Firenze di fronte alle telecamere della Rai. Un altro bel successo per le campionesse del Mondo che, pur con le assenze di Folie e De Kruijf (affaticamento), hanno dato un’altra prova di forza al cospetto di un Bisonte che, finalmente al completo, ha offerto comunque una valida resistenza al cospetto della capolista.

Coach Mencarelli schiera le toscane con l’ex Nwakalor in diagonale con Cambi, schiacciatrici Enweonwu e Val Gestel, centrali Alberti e Kone, libero Venturi. Conegliano risponde con Wolosz-Egonu, Butigan e Fahr, Sylla-Hill, libero De Gennaro.

Nel primo set c’è grande equilibrio nella fase iniziale con le toscane che fanno vedere tutta l’esuberanza del duo Nwkalor-Enweonwu, schierate insieme a sorpresa. Firenze va avanti 6-8, ma lì l’Imoco decide di fare sul serio e spinge sull’acceleratore. Capitan Wolosz prima di affida ai colpi al centro di Butigan e Fahr (4 punti a testa nel set), ottime nel chiudere i colpi, poi alla classe di Kim Hill che siglerà 6 punti nel set con il 71% in attacco. Suo il primo break che decide il parziale mandando l’Imoco avanti fino al 19-12. Nwkalor (6 punti nel set) tiene a galla un volitivo Bisonte che però deve cedere le armi a Wolosz e compagne che chiudono senza penare per 25-20.

Nel secondo parziale la storia è molto simile, Il Bisonte resta in gara nella fase iniziale impedendo due volte a Conegliano di scappare, ma dopo l’ace del 7-7 di Cambi le Pantere di casa mettono il turbo con una ricezione quasi perfetta e Wolosz che può sbizzarrirsi a servire tutte le sue attaccanti rendendo imprevedibile il gioco. Quando serve il terminale è Egonu (8 punti nel set con un irreale 85% in attacco e 2 muri), ma anche Loveth Omoruyi quando è chiamata in causa risponde presente, lavorando anche bene in ricezione. Nel complesso è un’Imoco essenziale che non sbaglia quasi nulla e marcia implacabile nonostante i guizzi della squadra ospite, che trova buone cose da Alberti al centro (4 punti), ma soffre il muro gialloblù (4-0 nel set) che lancia le Pantere fino al 25-18 finale siglato da Butigan.

Il terzo set è un monologo di Conegliano che solo all’inizio patisce le battute dell’ex Enweonwu (5-6), ma poi si distende irraggiungibile grazie alle bordate di Egonu (16 punti alla fine), ai colpi raffinati di Hill (13 punti), ben imbeccate da quel distributore automatico di assist che è Asia Wolosz, premiata MVP e capace di mandare in doppia cifra praticamente tutte le sue attaccanti. Alla fine l’unico cambio della serata per coach Santarelli è l’ingresso della giovanissima centrale (2003) Katja Eckl, prodotto del vivaio gialloblù di San Donà.

I PROTAGONISTI-

Daniele Santarelli (Allenatore Imoco Conegliano)- « Non era facile anche oggi, abbiamo giocato con l’ennesima formazione della stagione. Abbiamo rischiato mettendo in campo tante giovani ma hanno risposto tutte molto bene e per questo sono molto soddisfatto. Abbiamo fatto una partita molto ordinata sbagliando pochissimo in quasi tutti i fondamentali, soprattutto in battuta dove di solito sbagliamo di più ».

Sara Alberti (Il Bisonte Firenze)- « Sapevamo che sarebbe stata una partita molto difficile, noi abbiamo messo in campo tutto quello che potevamo ma loro sono una squadra molto forte ed è difficile anche nel corso della partita cambiare qualcosa per metterle in difficoltà. Da queste partite si può imparare molto, anche a livello di input su cui lavorare durante la settimana, ma siamo già concentrate sulle prossime gare, più abbordabili, in cui dovremo giocare con aggressività per portare a casa la vittoria ».

IL TABELLINO-

IMOCO VOLLEY CONEGLIANO – IL BISONTE FIRENZE 3-0 (25-20 25-18 25-11)

IMOCO VOLLEY CONEGLIANO: Fahr 9, Egonu 16, Hill 13, Butigan 10, Wolosz 4, Omoruyi 10, De Gennaro (L), Eckl. Non entrate: Sylla, Gicquel, Gennari, Adams, Caravello, Folie (L). All. Santarelli.

IL BISONTE FIRENZE: Cambi 1, Enweonwu 8, Kone 2, Nwakalor 11, Van Gestel 5, Alberti 6, Venturi (L), Lazic 1, Panetoni, Hashimoto. Non entrate: Acciarri, Guerra, Lapini (L), Belien. All. Mencarelli.

ARBITRI: Rapisarda, Papadopol.

NOTE – Durata set: 23′, 23′, 22′; Tot: 68′.

BANCA VALSABBINA MILLENIUM BRESCIA – BOSCA S.BERNARDO CUNEO-

La Bosca S.Bernardo Cuneo trova la terza vittoria consecutiva: come all’andata, la sfida con la Banca Valsabbina Millenium Brescia termina al tie-break. Le gatte faticano rispetto alle ultime prestazioni con Firenze e con Chieri, ma nel quarto parziale invertono la rotta, impattano nel conto dei set e si aggiudicano agevolmente il quinto set. Il secondo successo esterno di fila permette alle biancorosse di raggiungere la sesta posizione in classifica a quota 19 punti.

Mazzola opta per Bechis-Nicoletti, Botezat-Hippe, Jasper-Cvetnic con Parlangeli libero dall’inizio. Coach Pistola schiera Bici opposta a Signorile, Candi e Zakchaiou al centro, Ungureanu e Giovannini schiacciatrici, Zannoni libero. Mazzola replica con la diagonale Bechis-Nicoletti, Botezat-Hippe al centro, Jasper-Cvetnic in banda, Pericati libero. Subito protagonista la neoarrivata Hippe, opposto schierato al centro per fronteggiare le assenze di Berti e Veglia: un suo muro su Zakchaiou e un suo attacco valgono il 6-5 per le padrone di casa. Dopo una fase punto a punto la Banca Valsabbina Millenium Brescia tenta l’allungo sfruttando un errore in attacco di Bici e un ace di Botezat: sull’11-8 è time out per coach Pistola. Le gatte accorciano immediatamente le distanze con un diagonale profondo di Bici e un muro di Ungureanu. La schiacciatrice romena sale in cattedra con un attacco e un ace che valgono il 12-12. È ancora lei a chiudere la prima azione lunga del match per il 13-13. Errori da una parte e dall’altra, ma le Leonesse sbagliano meno e si portano sul 18-15. Cvetnic sigla il più quattro ed è time out per la panchina ospite. Sul 21-16 firmato da Jasper dentro Strantzali per Ungureanu, ma non cambia l’inerzia del parziale. Ace di Botezat, muro di Nicoletti su Strantzali ed è set ball per la Banca Valsabbina Millenium Brescia. A consegnare il primo parziale alle padrone di casa è Hippe, top scorer con cinque punti: al PalaGeorge è 1-0 (25-17). 

Nel secondo set Reazione della Bosca S.Bernardo Cuneo, ma la Banca Valsabbina Millenium Brescia tiene (4-6). Zakchaiou firma il suo primo punto del match, poi Bici gioca bene sulle mani del muro per il 5-8. Ancora a segno l’opposto albanese e coach Mazzola ferma il gioco. Muro di Giovannini al quale risponde Nicoletti per il 6-10. Le padrone di casa si rifanno subito sotto con Nicoletti e l’ace di Botezat, il suo terzo personale (10-11). Il muro di Hippe decreta l’11-11 sul quale coach Pistola chiede di parlare con le sue. Dentro Turco per Signorile. Fase punto a punto, con le gatte troppo discontinue (14-14). Il tocco di prima intenzione di Turco e il muro di Zakchaiou firmano l’allungo della Bosca S.Bernardo Cuneo sul quale è time out per la panchina di casa (15-17). Le cuneesi volano sul 16-20 grazie a Bici e a un errore di Nicoletti. Sul 17-21 siglato da Zakchaiou dentro Strantzali per Ungureanu. Il muro di Candi dopo un salvataggio strepitoso di Giovannini vale il 19-23. Ancora Candi con una sette e un errore in attacco della Banca Valsabbina Millenium Brescia chiudono il parziale sul 21-25 (1-1). 

Nel terzo parziale coach Pistola parte con Turco in campo per Signorile. Candi e Bici trascinatrici in avvio di parziale (5-7). La Bosca S.Bernardo Cuneo scava ulteriormente il solco con due punti consecutivi di Bici: sul 6-10 coach Mazzola interrompe il gioco. È Nicoletti a rispondere a Bici con due punti di fila, poi l’ace di Botezat vale il 9-10. Doppia Ungureanu tiene le Leonesse a distanza di sicurezza (10-12), ma Hippe e Nicoletti non ci stanno e firmano l’operazione sorpasso: sul 13-12 è time out per coach Pistola. Sul 14-12 dentro Strantzali per Ungureanu. La Banca Valsabbina Millenium Brescia tiene il pallino del gioco (18-15). Nicoletti chiude lo scambio più spettacolare del match che vale il 19-16, poi firma il 20-17 prima di sbagliare il servizio. Strantzali la imita e poi subisce l’ace di Jasper che porta le Leonesse sul 22-18: è nuovamente time out per la Bosca S.Bernardo Cuneo. Rientra Ungureanu per Strantzali, ma le gatte non riescono a rientrare e il parziale è delle padrone di casa con il punteggio di 25-20 (2-1).

Tris di Candi, nel quarto set, ma Hippe non è da meno: 3-3. La Bosca S.Bernardo Cuneo fa fatica ma lotta (6-6). Equilibrio fino all’8-8, poi le gatte provano a mettere la testa avanti grazie a una free ball non sfruttata dalla Banca Valsabbina Millenium Brescia e a un monster block di Turco (8-10), ma un attacco di Hippe e un muro di Cvetnic firmano la parità (12-12). Ancora Cvetnic e Bechis portano in vantaggio le Leonesse (13-11). Dentro Signorile per Turco. Cvetnic ferma Giovannini a muro e sigla il 16-13 sul quale coach Pistola interrompe il gioco. Ungureanu e Candi riportano sotto le gatte (18-17), ma un diagonale profondo di Jasper ristabilisce le distanze. Due monster block consecutivi di Candi firmano il 19-19, poi Bici e un ace di Ungureanu confezionano il sorpasso biancorosso (19-21). Il nastro sorride alla Bosca S.Bernardo Cuneo e Candi sigla l’ace che vale il 20-23. La Banca Valsabbina Millenium Brescia si porta sul 23-22, ma una doppia Zakchaiou chiude i conti sul 23-25 e prolunga la sfida al tie-break, come all’andata (2-2). 

Nel tie break parte bene la Bosca S.Bernardo Cuneo: sul 2-5 siglato da Ungureanu dalla linea dei nove metri è time out per la panchina di casa. Le cuneesi vanno al cambio di campo sul 4-8 firmato da Zakchaiou. Sul mani out di Giovannini che vale il 4-9 coach Mazzola interrompe ancora il gioco. Zakchaiou sale in cattedra e firma l’allungo biancorosso (5-11). Le gatte si mantengono a distanza di sicurezza grazie a Candi e Ungureanu, che con un muro regala alle sue il match ball. A regalare alla Bosca S.Bernardo Cuneo il quinto successo stagionale al tie-break è un muro di capitan Signorile, che firma il 7-15: al PalaGeorge finisce 2-3. 

I PROTAGONISTI-

Saskia Hippe (Banca Valsabbina Brescia)- « Per me questo esordio è stato bello e difficile allo stesso tempo. Ho dovuto giocare in un ruolo diverso dal mio ed ho fatto il possibile per rendere al meglio. Il campionato italiano è indubbiamente più ostico rispetto a quello greco, quindi dovrò abituarmi il più in fretta possibile a questo livello. Dovrò lavorare sodo, ma questo non mi spaventa. L’aver giocato la mia partita non nel mio ruolo mi aiuterà sicuramente, in quanto sarò più sciolta anche di testa. Spero di portare più energia positiva possibile nella squadra; è di quello che si ha bisogno ».

Andrea Pistola (Allenatore Bosca San Bernardo)- « Due punti guadagnati in uno scontro diretto contro una squadra che come noi lotta per conquistare la salvezza. Non siamo riusciti a esprimerci sui livelli delle prime due giornate di ritorno, ma pur nelle avversità abbiamo trovato la concentrazione per arrivare al quinto set e farlo nostro. Nel quarto set abbiamo trovato quel guizzo che ci ha permesso di superare le difficoltà tecniche e di affrontare la volata finale con maggiore serenità rispetto a loro. Il quinto tie-break su cinque vinto è sinonimo di cattiveria agonistica e di lucidità ».

IL TABELLINO-

BANCA VALSABBINA MILLENIUM BRESCIA – BOSCA S.BERNARDO CUNEO 2-3 (25-17 20-25 25-20 23-25 7-15)

BANCA VALSABBINA MILLENIUM BRESCIA: Cvetnic 12, Botezat 10, Nicoletti 25, Jasper 12, Hippe 15, Bechis 2, Parlangeli (L), Pericati (L), Biganzoli. Non entrate: Sala, Berti, Angelina, Bridi. All. Mazzola.

BOSCA S.BERNARDO CUNEO: Giovannini 6, Candi 16, Signorile, Ungureanu 16, Zakchaiou 16, Bici 12, Zannoni (L), Turco 2, Strantzali 1. Non entrate: Gay, Battistino (L), Stijepic, Fava. All. Pistola.

ARBITRI: Braico, Pozzato.

NOTE – Spettatori: 35, Durata set: 25′, 25′, 26′, 28′, 13′; Tot: 117′.

UNET E-WORK BUSTO ARSIZIO – BARTOCCINI FORTINFISSI PERUGIA-

Non poteva cominciare meglio il 2021 della Unet e-work Busto Arsizio, vincente in 3 set sulla Bartoccini Fortinfissi Perugia. Le ospiti, presentatesi con Aelbrecht, Angeloni, Di Iulio ed Havelkova in panchina (solo le ultime due in campo stabilmente per metà del terzo set), hanno tenuto solo a tratti il ritmo delle farfalle che oggi hanno sicuramente meritato la vittoria ed espresso il gioco più convincente.

UYBA sempre avanti nel punteggio, con unico “brivido” nella fase clou del terzo set quando Perugia ha messo la testa avanti trovando un set ball (23-24), ma ha ceduto nel finale.

Per la squadra di Marco Musso buona prova di gruppo e prestazioni solide da parte di Mingardi (17 a tabellino col 41% MVP), Gray (15 col 54%) su tutte, con Leonardi pienamente ristabilita dopo il virus e già padrona della seconda linea. Ritorno più che buono al ruolo di centrale per Stevanovic (8 punti con il 63%) dopo l’esperienza da opposto a Conegliano.

Musso parte con Poulter – Mingardi, Olivotto – Stevanovic, Gray – Gennari, Leonardi libero, Mazzanti risponde con Agrifoglio – Ortolani, Koolhaas – Casillo, Carcaces – Mlinar, Rumori libero.

Nel primo la UYBA parte in salita ma pareggia presto i conti grazie soprattutto ai tanti muri – punto (18-13 bene Olivotto). Mazzanti inserisce Aelbrecht per Koolhaas e le ospiti riducono il gap (18-17 Carcaces – Mlinar), ma nel finel le farfalle riaccelerano e chiudono con Gennari e Mingardi sugli scudi (25-20).

A tabellino: Mingardi 6, 3 muri UYBA, Carcaces e Ortolani 5 a testa.

Nel secondo parziale è equilibrio fino al 10, poi la UYBA vola con Mingardi e Gray (18-13) ed amministra fino al 25-18 (positivo ingresso in seconda linea di Piccinini mentre Leonardi è super in difesa).

A tabellino Mingardi 6, Gray e Stevanovic 3 a testa, Carcaces e Casillo 4.

Nel terzo parziale Perugia prova ad inserire stabilmente Di Iulio ed Havelkova, ma anche in questo set è sempre la UYBA avanti nel punteggio (dentro anche Herrera Blanco per Olivotto al centro). Perugia tenta l’ultimo recupero e arriva addirittura a pareggiare e superare (21-23); Stevanovic e Gray (muro) pareggiano (23-23), ancora Gray annulla un set ball (24-24),  Mingardi chiude (26-24).

I PROTAGONISTI-

Camilla Mingardi (Unet E-Work Busto Arsizio)- « Sono felicissima per la vittoria, abbiamo iniziato l’anno col piede giusto: abbiamo messo in campo tutta la voglia che avevamo di giocare e credo si sia vista una buona squadra. Nel terzo set Perugia ci ha sorpassato nel finale ma come ci ha chiesto il nostro allenatore abbiamo messo in campo coraggio e insieme siamo uscite da quel pericolo ».

Serena Ortolani (Bartoccini Perugia)- « Adesso ci aspetta un periodo intenso però va bene così perché abbiamo bisogno di giocare, soprattutto in questo periodo che siamo state ferme tanto, dobbiamo ricostruire i nostri punti di forza che nei momenti importanti sono fondamentali. Mi spiace di non esser riuscita a dare il massimo negli ultimi punti importanti perché sono proprio quelli che vorrei dare alla mia squadra, stasera purtroppo non ci sono riuscita ma è il mio obbiettivo, quindi dovrò lavorare per quello. Busto ha giocato molto bene, sia in difesa che al servizio, noi ci siamo, anche se stasera non siamo riuscite ad esprimere il nostro gioco al meglio, ovviamente anche per merito loro, comunque credo che a tratti abbiamo fatto vedere delle cose buone, quindi possiamo fare ancora di meglio e sono convinta che ci riusciremo ».

IL TABELLINO-

UNET E-WORK BUSTO ARSIZIO – BARTOCCINI FORTINFISSI PERUGIA 3-0 (25-20 25-18 26-24)

UNET E-WORK BUSTO ARSIZIO: Gennari 7, Stevanovic 8, Poulter 1, Gray 15, Olivotto 5, Mingardi 17, Leonardi (L), Herrera Blanco 1, Piccinini. Non entrate: Bulovic, Bonelli, Escamilla, Bressan (L), Campagnolo. All. Musso.

BARTOCCINI FORTINFISSI PERUGIA: Mlinar 8, Casillo 8, Agrifoglio, Carcaces 15, Koolhaas 4, Ortolani 11, Cecchetto (L), Havelkova 2, Di Iulio 1, Aelbrecht 1, Rumori (L). Non entrate: Scarabottini, Angeloni. All. Mazzanti.

ARBITRI: Boris, Guarneri.

NOTE – Durata set: 25′, 26′, 34′; Tot: 85′.

I RISULTATI-

Vbc E’piu’ Casalmaggiore-Igor Gorgonzola Novara 1-3 (19-25, 12-25, 25-22, 25-27) Giocata ieri

Zanetti Bergamo-Saugella Monza 0-3 (16-25, 21-25, 20-25)

Delta Despar Trentino-Reale Mutua Fenera Chieri Rinviata

Imoco Volley Conegliano-Il Bisonte Firenze 3-0 (25-20, 25-18, 25-11)

Banca Valsabbina Millenium Brescia-Bosca S.Bernardo Cuneo 2-3 (25-17, 20-25, 25-20, 23-25, 7-15)

Unet E-Work Busto Arsizio-Bartoccini Fortinfissi Perugia 3-0 (25-20, 25-18, 26-24)

LA CLASSIFICA-

Imoco Volley Conegliano 48; Igor Gorgonzola Novara 40; Saugella Monza 28; Savino Del Bene Scandicci 24; Reale Mutua Fenera Chieri 22; Bosca S.Bernardo Cuneo 19; Delta Despar Trentino 18; Vbc E’piu’ Casalmaggiore 14; Il Bisonte Firenze 14; Unet E-Work Busto Arsizio 13; Zanetti Bergamo 11; Banca Valsabbina Millenium Brescia 10; Bartoccini Fortinfissi Perugia 9.

IL PROSSIMO TURNO-10/01/2021 Ore 17.00-

Unet E-Work Busto Arsizio – Banca Valsabbina Millenium Brescia

Bosca S.Bernardo Cuneo – Igor Gorgonzola Novara

Vbc E’piu’ Casalmaggiore – Savino Del Bene Scandicci Si gioca il 09/01/2021 Ore 21.00

Saugella Monza – Reale Mutua Fenera Chieri

Il Bisonte Firenze – Zanetti Bergamo

Bartoccini Fortinfissi Perugia – Delta Despar Trentino

Corriere dello Sport in abbonamento

Offerta Speciale, sconto del 56%

In occasione della ripartenza delle coppe europee puoi leggere il tuo quotidiano sportivo a soli 23 centesimi al giorno!

Offerta valida solo fino al 15 Marzo 2021

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti