Scandicci vince la sfida con Bergamo

Primi tre punti per la squadra di Barbolini che recupera Pietrini e supera la formazione orobica per 3-1 (25-15 26-24 20-25 25-15)
Scandicci vince la sfida con Bergamo© Legavolley Femminile
4 min
TagsSavino Del Benevolley bergamo

SCANDICCI (FIRENZE)- La 2^ giornata di Serie A1 Femminile si è aperta con la sfida che metteva di fronte due squadre alla ricerca immediata di riscatto dopo le sconfitte subite all’esordio in questo Campionato, ovvero la Savino Del Bene Scandicci ed il Volley Bergamo 1991, dopo i ko subiti una settimana fa per mano rispettivamente di Casalmaggiore e Trento.

Barbolini ritrova Elena Pietrini, subito schierata in campo insieme a Natalia in banda, diagonale Lippmann-Milanova, al centro Alberti e Lubian con libero Castillo. Risponde Giangrossi con Di Iulio in cabina di regia, Borgo opposta, Lanier e capitan Loda in posto quattro, Ogoms e Schoelzel al centro e Faraone libero.

A sorridere alla fine sono le padrone di casa, che vincono per 3-1 e trovano così i primi tre punti del torneo. Dopo un primo parziale dominato dalle ragazze di Barbolini, le ospiti si svegliano dal torpore, trascinate ad inizio secondo set dall’ingresso in campo della giovanissima campionessa del mondo under 20 Emma Cagnin: Bergamo lotta ad armi pari fino ai vantaggi, dove però Scandicci è brava a capitalizzare con l’ace di Lippmann che vale il 26-24. Le orobiche non si perdono d’animo e riaprono la partita nel terzo set (20-25), ma nella quarta ed ultima frazione sale in cattedra Antropova – premiata prima dell’incontro dal patron Nocentini come migliore realizzatrice della scorsa stagione in Serie A2 – e le toscane spengono sul nascere ogni tentativo ospite di prolungare la contesa, portandosi a casa set e partita sul 25-15.

I PROTAGONISTI-

Massimo Barbolini (Allenatore Savino Del Bene Scandicci)- « Siamo una squadra che gioca sempre con la spada di Damocle dell’errore e di essere un po’ imprecise. Nei momenti in cui possiamo evitarlo dobbiamo evitarlo. A metà secondo set abbiamo sbagliato quattro attacchi su cinque e loro sono rientrate in partita. Il terzo set da 11-16 siamo andati 16-16 e dopo abbiamo sbagliato noi. Sono errori che non dobbiamo commettere. Nel primo set siamo partite molto attente e determinate e allo stesso modo abbiamo fatto anche nel quarto set. Dopo che avevamo perso il terzo, abbiamo capito che dovevamo tornare a mettere attenzione e così il set è filato via abbastanza liscio ».

Isabella Di Iulio (Volley Bergamo 1991)- « Siamo partite male, poi siamo riuscite a prendere ritmo e fiducia, abbiamo sistemato alcune cose, ma non siamo state brave a tenerle fino alla fine della partita. Dovevamo approfittare della loro flessione, ma il servizio non è andato bene così come la difesa. Con Trento siamo partite a bomba e poi ci siamo spente, oggi è successo il contrario ».

IL TABELLINO-

SAVINO DEL BENE SCANDICCI – VOLLEY BERGAMO 1991 3-1 (25-15 26-24 20-25 25-15)

SAVINO DEL BENE SCANDICCI: Zilio Pereira 10, Alberti 7, Lippmann 12, Pietrini 14, Lubian 4, Milanova 5, Castillo (L), Antropova 14, Silva Correa 1, Malinov, Orthmann. Non entrate: Napodano, Bartolini (L), Angeloni. All. Barbolini.

VOLLEY BERGAMO 1991: Lanier 19, Ogoms 6, Borgo 14, Loda, Schoelzel 5, Di Iulio 1, Faraone (L), Cagnin 11, Enright 2, Cicola. Non entrate: Colleoni, Turla’, Ohman. All. Giangrossi.

ARBITRI: Turtu’, Rolla.

NOTE – Spettatori: 500, Durata set: 22′, 32′, 28′, 22′; Tot: 104′.

Abbonati al Corriere dello Sport

Scegli fra le nostre proposte Plus e Full e leggi su tutti i dispositivi con un unico abbonamento.

Ora ad un prezzo mai visto!

A partire da 4,99

0,99 /mese

Scopri l'offerta

Commenti