Il big match di Novara se lo prende di forza Milano

Prova di forza di Egonu e compagne che nell'anticipo della 7a giornata si impongono 1-3 (16-23; 23-25; 23-25; 21-25) al Pala Igor infliggendo alle azzurre il primo stop del campionato
Il big match di Novara se lo prende di forza Milano
8 min

NOVARA–  Un Allianz Milano in formato super va a vincere il big match della 7a giornata sul campo dell' imbattuta Igor Gorgonzola Novara imponendole un secco 1-3 (16-23; 23-25; 23-25; 21-25) e dimostrando nell'occasione una maggiore potenzialità offensiva ed una maggiore varietà di cambi in panchine

Prima sconfitta stagionale per le piemontesi che, fino a questo momento, avevano perso solamente due set in sei giornate di Serie A1. Igor in campo con Akimova opposta a Bosio, Chirichella e Danesi centrali, Bosetti e Szakmary schiacciatrici, Fersino liberoCoach Gaspari propone una sola variante nel sestetto iniziale, rispetto alla partita di Champions League contro la Stara Pazova, con Orro – Egonu come diagonale palleggiatore opposto, coppia di schiacciatrici composta da Sylla e Daalderop, Heyrman-Rettke come centrali e Castillo, libero.

Pronti, partenza…via! Orro alza per Egonu, con l’opposto dell’Allianz Vero Volley Milano a schiacciare di potenza sopra il muro avversario. Rettke in forma strepitosa con tre aces, di cui due consecutivi, lanciano la squadra di Gaspari sullo 0-5, costringendo Bernardi al time-out. Milano, però, non si ferma e trova una bella conclusione di Heyrman, imbeccata dalla solita Orro. Novara ferma l’emorragia, con due punti consecutivi, ma ci pensa Heyrman (monster block) a riprendere le file del match. Egonu è dirompente in attacco e attenta in difesa, non lasciando scampo a Novara fino al 6-14. Bernardi tenta la carta del secondo time-out, inutilmente perché Milano continua a premere sull’acceleratore sospinta dalle grandi giocate offensive e dall’ottimo coordinamento muro difesa in attacco arrivando fino al 7-20. Errore di Sylla in battuta e Novara riprende coraggio, infilando un filotto di punti consecutivo che porta il set sul 13-23. Gaspari chiama il time-out per chiedere concentrazione alle sue ragazze, che rispondono presenti chiudendo 16-25 grazie all’attacco di Sylla. Ben sei muri e quattro aces, nel corso del primo gioco, da parte dell’Allianz Vero Volley Milano.

Il secondo set comincia sulla falsa riga del primo, con Novara che segna il primo punto ma con Milano che, rapidamente, prende il comando delle operazioni, piazzando subito un break di 1-5 che porta Bernardi a spendere il time-out, per evitare di veder fuggire le ragazze di Gaspari. Strategia che paga, visto il contro break delle padrone di casa, stoppato dalla solita Egonu e da un ottimo ace di Daalderop: 7-9. Akimova chiama ed Egonu risponde, con un super attacco dalla seconda linea: partita sull’8-12. Un paio di errori dell’Allianz Vero Volley Milano erodono il vantaggio a due punti: 11-13. Akimova-Fersino sbagliano, le lombarde potrebbero approfittare ma Bernardi chiede un check – infrazione dalla seconda linea di Sylla -, accolta dagli arbitri tra le proteste generali della panchina milanese. La partita si accende in questa fase centrale, con nessuna delle due formazioni che riesce a scrollarsi di dosso l’altra, fino al 20-20 (Ace Akimova), con Gaspari a chiedere la sospensione. Akimova trova il secondo ace consecutivo, per il primo vantaggio piemontese della partita, subito ripreso da Egonu che vola in cielo e converte il 22-22. Time-out Bernardi e stesso canovaccio con il duello Akimova-Egonu per il 23-23. Novara però è cinica negli ultimi due punti, mettendo il naso avanti e – nonostante il check richiesto da Gaspari per tocco di rete sull’ultimo attacco di Sylla -, conclude il set sul 25-23.

Nel terzo gioco batti e ribatti tra le due formazioni, con Milano attenta a cercare di condurre il match portandosi fino al 4-7, prima del time-out di Bernardi. Pausa che non sposta gli equilibri, in una fase del match caratterizzata dai cambi di fronte, con Milano che riesce a costruire un primo mini break 11-13. Ma è da qui che la partita svolta, grazie alla neo entrata Cazaute che trova il primo punto della sua partita, utile a far partire una striscia di 6 punti consecutivi per le rosa. Bernardi tenta di spendere la carta del minuto per togliere sicurezze alle avversarie, ma Milano gioca in maniera ordinata ed efficace, gestendo molto bene i 5 punti di vantaggio (15-20). Dopo un minuto chiamato da Gaspari, per mettere appunto qualche dettaglio, Milano mette a segno il 16-21 ma da quel momento si spegne la luce permettendo alla squadra padrona di casa di rifarsi sotto 22-23. Heyrman è perfetta a muro (22-24), ma Cazaute sbaglia la successiva battuta. L’ultimo attacco è affidato ad Egonu: l’opposto veneto schiaccia di prepotenza dalla seconda linea un pallone che regala l’1-2 per 23-25.

Batti e ribatti iniziale nel quarto gioco, caratterizzato sopratutto dai numerosi errori in battuta sia per Novara che per Milano. L’incontro, comunque, è molto combattuto con l’Allianz Vero Volley avanti per pochissimo sul 6-8. Danesi attacca ma Egonu risponde, 7-9. La squadra di Gaspari riesce, mattone dopo mattone, a cercare di mettere distanza con le avversarie, sfruttando l’ace di Cazaute per il 9-12. Time-out chiesto da Bernardi, Milano però è in striscia continuando a macinare gioco e punti, mettendo fieno in cascina in questa fase centrale del set, portandosi sul 12-17. Le novaresi, però, non hanno assolutamente intenzione di mollare e tornano prepotentemente sotto, sfruttando una difesa efficace fino al 18-20. Ma è proprio qui che la formazione ammiraglia femminile del Consorzio si prende, di forza, la meritata vittoria, grazie all’attacco vincente di capitan Orro e alla schiacciata di potenza di Sylla per il 21-25 finale.

MVP del match, per la prima volta in stagione, il libero Brenda Castillo, autrice di una partita solida e spettacolare, terminata con il 60% di ricezione positiva. Top scorer dell’incontro Paola Egonu con 30 palloni messi a terra, seguita da Dana Rettke a quota 13.

I PROTAGONISTI-

Cristina Chirichella (Igor Gorgonzola Novara)- « C’è rammarico per la sconfitta e per come è iniziata la partita, con quell’avvio di primo set molto negativo. Dopo siamo rientrate e siamo riuscite a mettere in difficoltà Milano, vincendo il secondo set e lottando sempre anche negli altri parziali, pure in quei momenti che sembravano molto negativi. Purtroppo abbiamo avuto troppi alti e bassi e contro squadre di questo livello non possiamo permettercelo. E’ un punto su cui lavorare, una consapevolezza da cui ripartire: faremo di tutto per crescere e per migliorare, cercando di riprendere il cammino positivo già in settimana con la Challenge Cup e poi in campionato ».

Alessia Orro (Allianz Vero Volley Milano)- « Sono molto contenta del primo set, in cui siamo partite molto bene proprio come contro Conegliano. Le nostre avversarie poi sono entrate in partita, come era giusto che fosse, ma siamo state brave a non perdere il filo del gioco. Siamo state più brave a essere lucide nei momenti decisivi, che è stata la chiave del match. C’è tanto da migliore, soprattutto nelle partenze in cui andiamo forte e pian piano ci rilassiamo e non deve succedere. Ogni giorno stiamo crescendo, aggiungendo un tassello in più, passo dopo passo, e ne sono molto felice ».

IL TABELLINO-

IGOR GORGONZOLA NOVARA – ALLIANZ VERO VOLLEY MILANO 1-3 (16-23; 23-25; 23-25; 21-25) 

IGOR GORGONZOLA NOVARA: Szkmary 10, Danesi 8, Akimova 24, Bosetti 9, Chirichella 11, Bosio 1, Fersino (L), Bartolucci, De Nardi. Non entrate: Guidi, Durul, Bonifacio (L). All. Bernardi

ALLIANZ VERO VOLLEY MILANO: Sylla 10, Daalderop 8, Orro 3, Egonu 30 Heyrman 10, Rettke 13, Castillo (L), Malual, Cazaute 5, Bajema 1. Non entrate: Prandi, Folie, Candi, Piciocchi (L). All. Gaspari.

ARBITRI: Massimiliano Giardini, Giuseppe Curto

Durata set: 22′, 33′, 33′ 28′; Tot: 1h56′

MVP: Brenda Castillo (Allianz Vero Volley Milano)

Spettatori: 3962


Acquista ora il tuo biglietto! Segui dal vivo la partita.© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti