Scandicci vince a Vallefoglia ma solo in volata

La formazione di Barbolini va sotto due set contro la squadra di Pistola, poi ingrana le marce alte e strappa il successo al tie break 2-3 (25-22, 25-21, 21-25, 17-25, 10-15)
Scandicci vince a Vallefoglia ma solo in volata© Legavolley Femminile
12 min

PESARO- Una partita per cuori forti quella che è andata in scena stasera a Pesaro, per l'anticipo della 7a di ritorno, dove Megabox Vallefoglia e Savino Del Bene Scandicci se le sono date di santa ragione per quasi due ore e mezza. Le padrone di casa di Pistola sono andate avanti 2-0, mettendo in seria difficoltà le più blasonate avversarie, hanno lottato fino alla fine, ma hanno dovuto arrendersi al ritorno di fiamma di Antropova e compagne che hanno portato a termine la rimonta imponendosi al quinto set 2-3 (25-22, 25-21, 21-25, 17-25, 10-15).

Successo al tie break per la Savino Del Bene Volley, che ha vinto in rimonta la sfida del PalaMegabox, rialzandosi dopo aver perso i primi due set per 25-22 e 25-21.

Nel terzo set è iniziata invece un’altra sfida, con la formazione di Barbolini che ha conquistatola terza e la quarta frazione con i punteggi di 21-25 e 17-25.

Pareggiato il conto dei set, la Savino Del Bene Volley si è aggiudicata la possibilità di far sua la gara nel tie break e nel set decisivo è arrivata al cambio campo in vantaggio per 4-8, per poi imporsi per 10-15.

Vallefoglia che ha vinto la battaglia a muro per 14-10, è stata guidata in attacco da Mingardi, protagonista di 24 punti, e da Degradi, autrice di 22 punti.

La Savino Del Bene Volley ha invece vinto la battaglia al servizio (2-8 il conto dei set), chiudendo con una migliore percentuale in attacco e con una maggiore efficienza in ricezione.

Per la formazione di Barbolini la miglior realizzatrice è stata un’Antropova da 31 punti, poi eletta MVP, mentre l’unica altra giocatrice in doppia cifra è stata una Zhu Ting da 19 punti.

Dopo il successo ottenuto contro la Megabox Ondulati Del Savio Vallefoglia, la Savino Del Bene Volley tornerà a lavoro in vista dell’appuntamento delle Final Four di Trieste. Sabato 17 febbraio la formazione di Barbolini se la vedrà infatti con l’Allianz Vero Volley Milano nella semifinale di Coppa Italia.

La Megabox Ondulati Del Savio Vallefoglia scende in campo con il 6+1 composto da Dijkema al palleggio, Mingardi come opposto, Aleksic e Mancini da centrali, con Degradi e Kosheleva in banda e Panetoni come libero.

Coach Barbolini risponde schierando la sua squadra con Ognjenovic al palleggio e Antropova da opposto. Herbots e Zhu Ting sono le due schiacciatrici titolari, mentre la coppia di centrali è quella con Nwakalor e Carol. Il ruolo di libero è affidato a Parrocchiale.

Avvio nel segno dell’equilibrio, poi la Savino Del Bene Volley si costruisce un vantaggio di tre punti portandosi sul 5-8 in seguito ad un muro di Herbots. Il vantaggio della squadra di Barbolini diventa di quattro lunghezze in seguito a due punti consecutivi di Carol, che porta il punteggio sul 6-10 e obbliga coach Pistola a chiamare il primo time out della gara. La Savino Del Bene Volley non si ferma e con una schiacciata di Herbots si porta sul +5. Vallefoglia non si arrende e con pazienza recupera parte del ritardo: con un muro vincente la formazione di casa si porta sul 13-15 e per Barbolini arriva il momento del primo time out. Anche dopo la pausa la Megabox Vallefoglia continua a segnare e con quattro punti consecutivi, di cui l’ultimo messo a segno con un ace da Dijkema, si porta in vantaggio sul 17-15. In tre occasioni Zhu Ting conduce la Savino Del Bene Volley fino al -1, ma Dijkema allunga per le sue segnando l’importante punto del 21-18, mentre Mingardi realizza il 22-20. La squadra di Barbolini nel finale di set arriva al pareggio, trovando il punto del 22-22 grazie a Herbots, ma sempre Mingardi, con due punti consecutivi, riporta Vallefoglia avanti di due lunghezze. Sotto 24-22 Barbolini ricorre ad un nuovo time out, ma al rientro in campo la sua squadra non riceve bene e Aleksic, con il secondo muro vincente del suo set, mette a terra il pallone del 25-22.

La Savino Del Bene Volley, dopo aver concesso il primo set alle avversarie, cerca un buon avvio di seconda frazione e balza sul +2 con Antropova (2-4). Poco più tardi è sempre Antropova a realizzare l’ace del 3-6 e portare le sue compagne sul +3. La Megabox non si fa seminare nemmeno stavolta e con un attacco dalla seconda linea di Mingardi e un muro di Dijkema, la formazione marchigiana accorcia fino al 6-7. Il pareggio delle locali arriva con l’8-8 di Degradi e addirittura la squadra di coach Pistola passa al comando di due lunghezze in seguito all’ace del 10-8 di Dijkema. Barbolini inserisce Villani per Herbots e ferma il set, ma al ritorno in campo arriva ancora un allungo di Vallefoglia, che balza al comando sul 12-8 con Aleksic e Degradi. La Savino Del Bene Volley fatica a rientrare e, in seguito ad un errore in attacco di Antropova, coach Barbolini si gioca il secondo time out a disposizione. Il passivo diventa addirittura di cinque punti e Carol lascia il campo ad Alberti, ma a continuare a segnare è Aleksic, che realizza il 16-10. Barbolini prova a cambiare ancora e rimanda in campo Herbots per Villani, ma non c’è soluzione per le iniziative di Vallefoglia, che va sul 18-12 con un attacco di seconda linea da parte di Degradi. Per cambiare l’inerzia del set la Savino Del Bene Volley ricorre anche ad una Washington che entra al posto di Nwakalor. La formazione di Barbolini recupera il divario e torna fino al 18-15, così tocca a Pistola utilizzare un time out. Passano pochi istanti ed è sempre il tecnico di Vallefoglia a ricorrere ad un “tempo”, un modo di rispondere al colpo con cui Zhu Ting realizza il 19-17. L’ingresso di Washington è positivo e la statunitense, con due punti consecutivi, avvicina ancora la Savino Del Bene Volley (20-19). La formazione scandiccese arriva anche al pareggio sul 20-20, ma nel finale di set c’è solo Vallefoglia, che vince 25-21 e si porta sul 2-0 nel conto dei set.

Barbolini nel terzo parziale rimanda in campo la Savino Del Bene Volley con Alberti, Washington e Villani al posto di Nwakalor, Carol ed Herbots. La sua squadra aggredisce il set e si porta sull’1-4 con Antropova. Sempre l’opposto della Savino Del Bene Volley segna anche il punto del 1-5 con un ace e porta coach Pistola a spendere un time out per Vallefoglia. Il vantaggio della Savino Del Bene Volley aumenta fino all’1-6 e poi, in seguito ad un attacco di Villani, fino al 2-8, ma la Megabox non esce dalla gara e torna fino al -3 (6-9). Aleksic porta la formazione di coach Pistola ancora più vicina a quella di Barbolini: la centrale serba infatti segna due volte e porta il punteggio sul 9-11. Il tecnico della Savino Del Bene Volley ricorre ad un time out per impedire a Vallefoglia di rimontare e la sua squadra torna a macinare punti. Zhu Ting realizza il colpo del 10-13, Antropova segna l’ace del 10-14, mentre Washington si contorce per segnare il primo tempo del 10-15. Sotto di cinque lunghezze tocca a Vallefoglia spendere un time out, ma la Savino Del Bene Volley arriva addirittura sul +6 con Zhu Ting (10-16). Il terzo set è un “su e giù” sulle montagne russe e Vallefoglia ritorna sul -3, segnando il 14-17 con Degradi, mentre la Savino Del Bene Volley arriva sul 15-20 grazie ad un errore al servizio di Mancini. Con il punteggio sul 19-21 coach Pistola ferma il set, ma stavolta Vallefoglia non può recuperare e la Savino Del Bene Volley si aggiudica la frazione con due attacchi vincenti consecutivi per Zhu Ting (21-25).

L’avvio di quarta frazione è marchiato Savino Del Bene Volley: la squadra di Barbolini vola sull’1-3 con un ace di Antropova, mentre un attacco di seconda di Ognjenovic vale per l’1-4. Coach Pistola chiama immediatamente time out, ma la sua squadra viene colpita da un nuovo ace di Antropova (1-5). La Savino Del Bene Volley sembra un’altra squadra rispetto alle prime due frazioni e con autorità raggiunge le sei lunghezze di vantaggio (3-9). Vallefoglia mostra tutte le sue qualità e il suo carattere tornando sul -3 con Degradi (7-10), ma la Savino Del Bene Volley distanzia ancora le avversarie e raggiunge l’8-14 grazie ad un attacco di Washington. La sfida non è finita e anzi, Vallefoglia la tiene aperta con i colpi di Giovannini, Degradi e Mingardi che trascinano la loro squadra fino al 13-16 e costringono Barbolini al time out. Sempre Mingardi mette a segno il punto del -2, mentre Antropova confeziona il prezioso punto del 15-18 e da un po’ di “ossigeno” alla Savino Del Bene Volley. Vallefoglia commette qualche imprecisione e scivola sul -4 così, con il punteggio di 16-20, coach Pistola ricorre ancora ad un time out. Dopo il “tempo” Alberti firma tre punti in fila e spinge il risultato sul 16-23, a chiudere il set è invece un muro di Antropova (17-25).

La sfida termina al tie break, con la Savino Del Bene Volley subito in fuga. L’1-4 messo a segno con un ace da Antropova (1-4) porta al time out di Pistola. La Meagbox rientra fino al -1, sfruttando un’invasione di Washington (3-4), ma la stessa Washington è protagonista del muro del 3-5. La Savino Del Bene Volley arriva nettamente in vantaggio al cambio campo (4-8), ma la seconda metà del quinto set vede una grande rimonta di Vallefoglia che si porta sul 6-8 e poi, dopo un time out di Barbolini, addirittura sul 7-8. La reazione della Savino Del Bene Volley è firmata da Antropova e Alberti, con quest’ultima che a muro realizza il 7-10. La Savino Del Bene Volley torna sul +4 con Antropova (7-11 e 8-12) e proprio la stessa Antropova realizza l’ace del 10-15 chiude il tie break e la partita.

I PROTAGONISTI-

Gaia Giovannini (Megabox Ond. Savio Vallefoglia)- « Sono molto fiera della partita che abbiamo giocato, anche perché sino ad oggi non eravamo mai riuscite a dare filo da torcere alle grandi, e invece stavolta abbiamo combattuto alla pari. Dopo i primi due set, dove eravamo partite molto cariche, abbiamo avuto qualche calo di fronte ad una squadra super, che poi è cresciuta molto e ha fatto valere tutto il suo valore. Siamo contente, lavoriamo tanto in settimana per conseguire il nostro obiettivo stagionale, che sono i Playoff ».

Francesca Villani (Savino Del Bene Scandicci)- « Sicuramente ci aspettavamo una battaglia, nel senso che consociamo molto bene Vallefoglia: ha delle giocatrici importanti che ormai sono da tanti anni in questo campionato. Sapevamo di dover soffrire, ma siamo state brave a uscire dalle difficoltà, loro hanno difeso tanto e noi abbiamo dovuto variare molto i colpi in attacco. Brave loro, ma anche un grandissimo plauso a noi per essere riuscite a ribaltare il risultato ».

IL TABELLINO-

MEGABOX ONDULATI DEL SAVIO VALLEFOGLIA – SAVINO DEL BENE SCANDICCI: 2-3 (25-22, 25-21, 21-25, 17-25, 10-15)

MEGABOX ONDULATI DEL SAVIO VALLEFOGLIA: Provaroni, Degradi 22, Cecconello 1, Panetoni (L1), Aleksic 16, Mingardi 24, Grosse Sharmann, Mancini 4, Giovannini 6, Kobzar, Dijkema 4, Kosheleva 3, Gardini n.e., Generali (L2). All.: Pistola A.

SAVINO DEL BENE SCANDICCI: Alberti 7, Herbots 9, Zhu Ting 19, Ruddins (L2) n.e., Di Iulio, Villani 1, Ognjenovic 3, Parrocchiale (L1), Armini, Nwakalor 3, Washington 9, Carol 3, Antropova 31, Diop. All.: Barbolini M.

Arbitri: Carcione, Grossi

Durata set:  29′, 29′, 28′, 27′, 16′ Tot:145’

MVP: Ekaterina Antropova (Savino Del Bene Scandicci

Spettatori: 563


Acquista ora il tuo biglietto! Segui dal vivo la partita.© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti