Conegliano a +8, Roma vince in volata, Trento sbanca Cuneo

La capolista vince a Firenze ed allunga. Le giallorosse domano Pinerolo al quinto. Il fanalino di coda del torneo vince in Piemonte e riaccende le speranze di Salvezza. Successi per Casalmaggiore a Busto e di Chieri su Bergamo
Conegliano a +8, Roma vince in volata, Trento sbanca Cuneo© Legavolley Femminile
38 min

ROMA- Domenica di risultati pesanti nella 7a di ritorno della Serie A1 Tigotà. Conegliano approfitta del passo falso di Milano e vola a +8, Roma ringrazia le pantere e rinforza l'ottavo posto su Firenze, ora a -3. In zona salvezza respira Casalmaggiore, a +7 sul penultimo posto di Cuneo, a sua volta a -2 da Bergamo e a -5 da Busto. 

All'E-Work Arena, la TrasportiPesanti Casalmaggiore conferma il suo momento d'oro battendo le padrone di casa della UYBA Volley Busto Arsizio e conquistando tre punti d'oro. Un risultato arrivato dopo un match in cui le casalasche hanno sofferto solo nel secondo set, perso, convincendo invece nel primo, dominato, e nei parziali finali. Questa volta, ad affiancare Smarzek, comunque costante con 23 punti e il premio MVP, è un'ottima Lee che fa segnare 25 sul referto, mentre non bastano a coach Cichello le prove di Bracchi (15) e Sartori (14). 

Un risultato che acquisisce ancor più importanza perché contemporaneamente la Honda Olivero S.Bernardo Cuneo fallisce ancora, come all'andata ma stavolta in casa, il match contro il fanalino di coda Itas Trentino. Il primo successo della gestione Mazzanti è firmato da una fantastica Michieletto da 21 punti e dalla solida prova a muro delle trentine (11 di squadra, 5 da Marconato e 3 da Olivotto). Deludono le gatte nonostante Haak a quota 19, ma per loro fortuna il terzultimo posto rimane a due punti di distanza, vista la sconfitta della Volley Bergamo 1991 sul campo di un'implacabile Reale Mutua Fenera Chieri '76. Nonostante la buona prestazione, le orobiche sprecano l'occasione più grande di riaprire la partita nel secondo set, subendo la rimonta da 16-21 e permettendo alle collinari di spuntarla sul 29-27. Top scorer ed MVP Weitzel con 15 punti, in doppia cifra anche Omoruyi (14), Skinner (13) e Grobelna (13). Per Bergamo, Nervini tocca i 14 punti, uno in più di Lorrayna. 

Gran bel match al Palazzetto dello Sport di Viale Tiziano tra l'Aeroitalia Smi Roma e la Wash4Green Pinerolo: oltre due ore di gioco e cinque set servono alle giallorosse per ottenere i due punti ai danni delle pinelle, che nonostante gli infortuni si confermano osso durissimo per chiunque. La squadra di coach Cuccarini comincia vincendo il primo set in rimonta, ma poi subisce il ritorno delle ragazze di coach Marchiaro, che pareggiano e poi passano avanti grazie all'ottima prestazione di squadra, dove spiccano a fine partita i 20 punti di una magnifica Akrari (63% dal campo, 5 muri) e i 17 di Sorokaite. Ma Roma, soprattutto davanti al suo pubblico, ha dimostrato di non essere inferiore a nessuno e guidata dalla solita Bici (25 punti), Melli (18) e Rivero (11) conquista il quarto parziale e poi perfeziona il successo al tie-break. 

Nel posticipo di giornata è strenua la resistenza de Il Bisonte Firenze, che contro la capolista Prosecco Doc Imoco Conegliano non sfigura, vincendo il secondo set e dando serio filo da torcere nella quarta frazione. Ma le pantere, ben consapevoli dell'occasione di allungare sulle inseguitrici, non si lasciano intimidire dalle toscane e con la solita autorità festeggiano con il risultato di 1-3 e i 22 punti di una splendida Robinson-Cook, mentre non vanno oltre i 13 Ishikawa e Alsmeier. 

TUTTE LE SFIDE-

HONDA OLIVERO S.BERNARDO CUNEO - ITAS TRENTINO-

Una domenica speciale. L’Itas Trentino espugna in quattro set il campo della Honda Olivero San Bernardo Cuneo e in solo colpo conquista la prima vittoria esterna della stagione, il primo successo “pieno” del campionato e, cosa più importante, rosicchia tre punti alle dirette concorrenti per la salvezza, portandosi a -8 dalla terz’ultima piazza. Le gialloblù centrano così in Piemonte la seconda vittoria in campionato, bissando il successo al tie break ottenuto nel girone d’andata sempre contro il sestetto piemontese. Sugli scudi Francesca Michieletto, protagonista di una gara da incorniciare: premiata come mvp della sfida, la laterale gialloblù ha brillato al servizio (2 ace), in ricezione (59%) ma soprattutto in attacco, dove ha chiuso con un ottimo 46% di positività. Molto positiva la prestazione dell’intero collettivo gialloblù, ma un’altra menzione particolare la merita Giulia Marconato, protagonista di una partita di grande qualità, con 5 muri (bene nel fondamentale anche la compagna di reparto Olivotto con 3) e il 46% a rete. Nella metà campo piemontese Signorile ha provato ad aggrapparsi alla subentrata Haak per riaprire la gara ma i 19 punti della svedese non sono bastati a Cuneo per allungare la sfida al quinto set.
La cronaca del match. Mazzanti si affida inizialmente a Guiducci in regia, Scholten opposto, Michieletto e Angelina in posto 4, Marconato e Olivotto al centro e Mistretta libero, portando con sé in panchina il nuovo acquisto Scholten. Massimo Bellano, tecnico di Cuneo, risponde con Signorile al palleggio, Enweonwu opposto, Stigrot e Kubik laterali, Hall e Sylves al centro e Ferrario libero.
La squadra di casa approccia meglio il primo set grazie alla vivacità di Hall al centro della rete, con l’Itas non sempre precisa in ricezione (9-6). La crescita in attacco di Scholten riporta però Trento in parità (10-10), con il turno al servizio di Guiducci che spedisce la formazione ospite sul 10-12 con Bellano costretto a chiamare time out. Cuneo reagisce prontamente (13-13) ma l’ingresso di Shcherban si rivela preziosissimo perché l’Itas torna a premere sull’acceleratore e con gli spunti di Marconato e Scholten allunga nuovamente (15-18). Il turno in battuta di Michieletto manda in confusione la ricezione di casa (ace del 15-20), Bellano si gioca la carta Tanase ma Trento non accusa cali di concentrazione e si prende il primo set con l’attacco da posto 4 di Michieletto (20-25).
Meglio l’Itas anche in avvio di secondo set con Guiducci (ace) e Olivotto (muro) che confezionano il +4 (3-7). Enweonwu si carica sulle spalle il peso dell’attacco piemontese e ricuce lo strappo (9-9) ma dopo il time out di Mazzanti è nuovamente la formazione gialloblù a strappare con l’uno-due ravvicinato di Marconato e l’ace di un’ottima Michieletto (12-15). Il sistema muro-difesa trentina imbriglia le attaccanti di casa (13-19), l’ingresso in regia di Scola non muta l’inerzia del set con l’Itas che trova break point in serie correndo velocissima verso il 18-25 firmato sempre da Michieletto.
La reazione dell’Honda Olivero giunge puntuale in avvio di terzo set: un servizio pungente mette in difficoltà la linea di ricezione ospite che incassa gli ace di Hall e Signorile e il prepotente allungo delle piemontesi (8-3). Entrano Stocco e DeHoog ma Cuneo rimane padrona del campo con Haak e Enweonwu molto precise in attacco (18-10). Parziale senza storia con Trento che ha piccolo sussulto (19-13) prima di alzare anzi tempo bandiera bianca (25-15).
Tutto nel segno di Marconato (due muri e un attacco) l’ottima partenza dell’Itas Trentino in avvio di quarto set (4-9). Le gialloblù ritrovano lo smalto dei primi due parziali, con Olivotto e Marconato attentissime a muro (10-13) e Michieletto imprendibile da posto 4 (13-18). Nel finale Guiducci si aggrappa a Shcherban per tenere a distanza Cuneo, con l’invasione di Molinaro che consegna i tre punti alle gialloblù (19-25).

I PROTAGONISTI-

Massimo Bellano (Honda Olivero S.Bernardo Cuneo)- « Sono stati set completamenti diversi uno dall’altro. Nel primo siamo partiti bene però poi abbiamo scialacquato troppo in contrattacco. Nel secondo loro sono state nettamente superiori e noi non siamo state in grado di reagire. Nel terzo invece ha funzionato soprattutto l’attacco in centro e siamo state molto più costanti anche in battuta. Nel quarto nel muro e nella difesa abbiamo lavorato peggio e quando si è creato lo stacco inziale non siamo stati in grado di ricucirlo non trovando continuità. Dobbiamo essere più incisivi e più soluzioni di attacco. Mi dispiace veramente per il pubblico e non riuscire a dare soddisfazioni ci pesa tanto. Nessuno sta mollando, nonostante le difficoltà, in settimana ci alleniamo con impegno e costanza e non poter dare soddisfazioni a chi ci sostiene e ai nostri tifosi ci amareggia davvero tanto ».

Davide Mazzanti (Allenatore Itas Trentino)- «Era importante tornare a vincere soprattutto per l’entusiasmo che un successo porta con sé e per la possibilità che ci regala di poter tornare a lavorare da martedì con maggiore serenità e fiducia. Nei primi due set la squadra è andata in crescendo dopo un po’ di tensione iniziale e ha saputo giocare con maggiore ordine e precisione nei colpi d’attacco attacco. In avvio di terzo set abbiamo perso lucidità dopo alcuni scambi molto lunghi e siamo calati in attacco e nel sistema muro-difesa, per ritrovarci poi nella quarta frazione, soprattutto in quest’ultimo aspetto del nostro gioco».

IL TABELLINO-

HONDA OLIVERO SAN BERNARDO CUNEO – ITAS TRENTINO 1-3 (20-25, 18-25, 25-15, 19-25)

HONDA OLIVERO SAN BERNARDO CUNEO: Sylves 4, Stigrot 3, Kubik 9, Enweonwu 12, Signorile 2, Hall 11, Ferrario (L); Scola 0, Tanase 1, Haak 19, Molinaro 5. N.e. Thior, Scognamillo (L). All. Massimo Bellano.

ITAS TRENTINO: Guiducci 2, Angelina 4, Olivotto 8, Scholten 12, Michieletto 21, Marconato 11, Mistretta (L); Shcherban 6, Acosta 1, Stocco 0, De Hoog 1, Moretto 0. N.e. Passaro, Parlangeli (L). All. Davide Mazzanti.

ARBITRI: Brancati, Brunelli

Durata set: 27’, 26’, 24’, 27’; tot. 1h e 44’.

Mvp: Francesca Michieletto (Itas Trentino)

Spettatori: 1478.

 AEROITALIA SMI ROMA - WASH4GREEN PINEROLO-

L’Aeroitalia SMI Roma esce vincente per 3-2 (25-23; 19-25; 19-25; 25-21; 15-9) dal Palazzetto dello Sport di Viale Tiziano, chiudendo la contesa con Pinerolo al termine di una battaglia durata quasi 2 ore e mezza di gioco. Nell’ottavo tie-break stagionale, le capitoline approcciano positivamente la sfida in avvio, per poi subire il contrattacco delle ospiti nei due set successivi. Nel quarto, sotto di due frazioni, Bechis e compagne ritrovano però le energie con cui pareggiare nuovamente i conti e portare, e poi concludere, la disputa al quinto set. Con una prestazione coraggiosa sia in attacco che in difesa la squadra di Roma si aggiudica così la posta in palio e il prezioso mantenimento dell’ottava posizione in classifica a quota 27 punti. Un successo che dà risultati ma anche morale a tutto il club, a conferma del trend positivo delle ragazze di coach Cuccarini. Partita maiuscola di Rivero, MVP dell’incontro con 11 punti, seguita dai 25 messi a referto dall’opposta Bici e dall’ottima prestazione difensiva di Valoppi che chiude con il 68% di ricezione positiva. 

La settima giornata di campionato è stata occasione per ricordare le numerose attività promosse dall'Aeroitalia SMI Roma, a partire dal supporto al progetto Special Olympics Italia, il programma sportivo per persone con disabilità intellettive, in occasione della Volleyball Week patrocinata da Federvolley, Lega Pallavolo Serie A e Lega Volley Femminile, fino al lancio del canale Spotify della squadra di Roma (Roma Volley Sounds) con le playlist create dalle stesse giocatrici e dallo staff tecnico. 

La prima formazione a preparare la fuga è Pinerolo, da subito compatta a muro e ben salda in difesa (6-9). Le capitoline non si lasciano impressionare e prendono le misure delle avversarie: prima a muro poi dai nove metri, Rucli firma l’aggancio e poi il sorpasso (13-12). Da quel punto è equilibrio fino a quando l’accelerazione decisiva arriva per prima dalla metà giallorossa con il muro di Correa-Melli (25-23). 

I due sestetti tornano in campo sulla scia del finale di primo set. È ancora la squadra di coach Marchiaro a tirarsi fuori per prima dalla situazione di equilibrio (7-10), non senza incontrare le resistenze delle padrone di casa. Una super Moro mette in campo una prestazione difensiva d’altissimo livello e mantiene le distanze (17-20). Pinerolo allunga con Sorokaite martellante in attacco fino al 19-25. 

Come nelle frazioni precedenti, anche in avvio di terzo set vige l’equilibrio (5-5). Nemeth dai nove metri si rivela una spina nel fianco per Roma, che però tiene banco con la regia allestita da capitan Bechis. Il muro della coppia Rivero-Ciarrocchi e l’ingresso di Ferrara danno margine di manovra e morale al gruppo giallorosso, consapevole di dover tirar fuori le unghie e i denti per allontanarsi. Non tarda ad arrivare l’accelerazione di Pinerolo che affonda il colpo prima con il turno al servizio di Sorokaite poi con la prestazione difensiva di tutto il sestetto (16-20). Prova a ricucire Roma, senza però riuscire nel tentativo di ribaltare l’inerzia del set, che finisce nelle mani delle piemontesi sul 19-25.

Persi due set, le capitoline tornano in campo concentrate e grintose, pronte a dare tutto pur di rimettere in equilibrio la disputa (8-4). Se nei set precedenti è sempre stata Pinerolo a tenere le fila dell’avvio, questa volta il comando passa nella metà campo giallorossa grazie alla lucida regia di capitan Bechis, le difese di Valoppi e dall’ottima performance offensiva dei suoi reparti d’attacco (14-9). È battaglia in campo con le azioni che si fanno sempre più lunghe e articolate: da una parte Mason, dall’altra la coppia dei centrali Correa-Ciarrocchi a diluire le distanze. Dopo il massimo vantaggio del set raccolto sul 20-14, le Wolves convogliano tutte le energie per portarsi in parità e rimandare sul 25-21 il verdetto al quinto set, l’ottavo stagionale. 

Nel tie break Roma parte col turbo e punta subito a prendere il largo (5-0). Preso il comando, Bici e compagne ci prendono gusto e non lo mollano più: ci prova Cambi a variare la distribuzione, senza però riuscire nel tentativo di frenare la rincorsa delle padrone di casa sostenute dal caldo tifo casalingo. Lo sprint finale firmato da Correa accelera la disputa e sigla la vittoria sul 15-9, accolta dal boato del pubblico dopo il videocheck positivo.

I PROTAGONISTI-

Jessica Rivero (Aeroitalia Smi Roma)- « È stata una partita molto combattuta e lo sapevamo perché loro sono forti. Ora abbiamo una pausa che ci servirà per riposare perché è stata una battaglia e sarà così fino alla fine. Si vede che tutti vogliono punti e tutti vogliono fare i playoff. Ogni partita che giochiamo al Palazzetto è più bella della precedente per il pubblico, la città, gli sponsor, un ambiente bellissimo che ci aiuta tantissimo ».

Indre Sorokaite (Wash4green Pinerolo)- « Questo è un palazzetto difficile però è bello tornare in una struttura così, in un palazzetto pieno quindi tanti complimenti alla società perchè stanno facendo una gran bel campionato e hanno anche un bel pubblico, molto sportivo, che ha sostenuto la squadra per tutta la partita. Noi non abbiamo fatto la nostra miglior partita, si sono visti tanti alti e bassi e sicuramente abbiamo sbagliato troppo. Ci portiamo però un punto a casa, ce lo meritiamo, peccato però volevamo qualche punto in più ».

IL TABELLINO-

AEROITALIA SMI ROMA - WASH4GREEN PINEROLO 3-2 (25-23; 19-25; 19-25; 25-21; 15-9)

AEROITALIA SMI ROMA: Bechis 2, Bici 25, Rucli 3, Correa 9, Melli 18, Rivero 11, Ferrara (L), Schwan, Valopp (L), Madan, Muzi, Ciarrocchi 5. All. Cuccarini

WASH4GREEN PINEROLO: Sorokaite 17, Cambi 4, Polder 9, Nemeth 13, Mason 12, Akrari 20, Moro (L), Storck, Di Mario, Cosi, Rostagno n.e., Bernasconi n.e. All. Marchiaro.

ARBITRI: Cappello, Papadopol

Durata set: 28’, 26’, 25’, 28’, 15. Tot: 137’

MVP: Jessica Rivero (Aeroitalia SMI Roma)

Spettatori: 1420

UYBA VOLLEY BUSTO ARSIZIO - TRASPORTIPESANTI CASALMAGGIORE-

La Vbc Trasporti Pesanti Casalmaggiore vince ancora e sorpassa proprio la Uyba vincendo per 3-1 alla E Work Arena di Busto Arsizio. Le ragazze di coach Lorenzo Pintus, che esce vincente alla prima da ex, trovano continuità, bel gioco e un attacco potente. Smarzek, premiata mvp del match, chiude con 23 punti di cui un muro e un ace, Lee con 25, in doppia cifra anche capitan Perinelli con 10 punti.

Smarzek apre la gara con un bel mani out ben imbeccata da Hancock, 1-0, poi la stessa giocatrice polacca manda a rete il suo attacco, 1-1. Sartori ci prova in primo tempo ma il suo tentativo è troppo lungo, Lohuis poi, in seconda battuta, allunga, 3-1 Vbc. Altro mani fuori positivo di Smarzek, 4-2, con lo stesso fondamentale la capitana rosa allunga nuovamente, 5-2. Arriva poi l’ace di Smarzek che trova la riga laterale e fa 6-2, time out per Busto. Si torna in campo e il primo tempo di Lohuis è vincente, 7-2, il seguente mani out di Perinelli poi fa 8-2 Casalmaggiore. Lee in seconda battuta piega le mani del muro e trova la doppia cifra, 10-5. Lohuis stacca ad un piede e trova l’11-6, Lee allunga con una gran botta, 12-6, Frosini poi spara out e regala il 13-6 alle rosa. Missile terra-aria di Smarzek che costringe la difesa a mandare il pallone in tribuna, 14-7, arriva poi l’ace a tutto braccio di Hancock, 15-7 time out per coach Cichello. Smarzek picchia fortissimo, Zannoni difende ma la palla finisce out nel campo delle rosa, 16-8, Bracchi poi spara out, 17-8. Arriva il monster block di Smarzek che oscura il palazzetto e Bracchi non passa, 18-8. Lee sigla un ace e fa 20-8 per Casalmaggiore, Fields accorcia, 9-20. Perinelli viene murata ma la capitana si fa subito perdonare, 21-11. Pipe imperiosa di Lee che fa letteralmente un buco per terra, 22-13. Frosini manda out il suo attacco, 23-15.Lee trova la palla del set con una gran botta sulle mani del muro bustocco, 24-16, ma la battuta di Lohuis è fuori di un soffio. Busto si porta sul 19-24, coach Pintus preferisce chiamare time out. Lee mura Lualdi e chiude 25-19. Top scorer: Piva e Sartori 4, Smarzek e Lee 6

Nel secondo parziale si parte con un ace di Hancock che trova la riga di fondo, Smarzek poi manda out il suo tentativo, 1-1, ci pensa poi il primo tempo di Manfredini a riportare avanti Casalmaggiore 2-1. Smarzek si fa perdonare per l’errore di prima e piazza il suo mani fuori, 3-2. Che botta Lee! Pipe a tutto gas e Bracchi non contiene, 4-3. Fast molto diagonale di Lohuis che trova il 5-4, Lee poi allunga 6-4. L’olandese murante Lohuis alza la saracinesca e ferma l’attacco di casa, 7-4. Gran mani out di Lee che mira le braccia di Fields, 8-5, Smarzek allunga dalla seconda linea dopo una bella difesa di Lee, time out Busto, 9-5. Diagonale potente di Lee che trova il vertice lungo, 10-7. Mani fuori di Smarzek, si va sull’11-8, Perinelli allunga con un altro mani out, 12-8. Busto macina punti ma Smarzek interrompe, 14-12. De Bortoli salva anche le mosche e Hancock schiaccia, 15-12. Fields fa malissimo alle rosa con la sua battuta, ace su Lee sorpasso 16-15, time out per coach Pintus. Lohuis prende il pallone dove nessuno può arrivare e fa 16-17. Lee trova la parallela con una palla che viaggia alla velocità della luce, 17-18. Lee spara sul muro e il suo mani out è vincente, 19-20, si lotta punto a punto. Busto si porta sul 22-19, dentro Cagnin per Perinelli, time out Casalmaggiore. Si torna in campo e Smarzek piazza la sua botta, 20-22. Cagnin finalizza il suo primo pallone, diagonale e 21-23. Fields sfrutta un’ingenuità rosa e trova la palla del set 24-21, poi le padrone di casa chiudono 25-21. Top scorer: Fields 7, Lee 7

In apertura di terzo set Piva manda a rete la sua battuta, Lualdi pareggia 1-1. Smarzek slega il braccio e la difesa bustocca non può nulla, 2-1, l’invasione fischiata alle padrone di casa poi fa 3-1. Bracchi mada out e regala il 4-1 alla Vbc. Ancora Smarzek, trova le mani del muro e fa 5-2. Busto corre e recupera 6-6, ma la battuta di Bracchi è out 7-6. Lee spara con tutta la forza che ha e Lualdi non può nulla, 8-7. Mani out di Smarzek che porta le sue in doppia cifra, 10-10. Busto si porta sul 12-10, coach Pintus chiama time out. Si torna in campo e la diagonale di Smarzek è vincente, 11-12, capitan Perinelli poi pareggia 12-12. Manfredini alza un pallone splendido per Smarzek che non perdona, 13-12, Fields poi trova il quarto tocco e regala il 14-12 alla Vbc, time out Busto. Botta di Lee, il muro non contiene, 17-16, l’errore di Fields fa 18-16 Casalmaggiore. Piva prova a trovare la traiettoria giusta ma il muro di Colombo è devastante, 19-16, time out Uyba. Perinelli mette la palla tra muro e rete, 20-17. Hancock salva, Smarzek alza e Lee trasforma, 21-17. Razzo incredibile di Lee che trova il 22-18, Colombo attenta sotto rete fa 23-18 e conclude un’azione complicata. La battuta a rete di Lualdi regala la palla del set a Casalmaggiore, 24-19, ma Bracchi annulla. Capitan Perinelli chiude in diagonale 25-20. Top scorer: Lualdi 6, Smarzek 7

L’errore di Sartori apre il quarto set, l’ace di Hancock poi porta Casalmaggiore sul 2-0. Confusione in difesa e le rosa regalano il vantaggio alle farfalle 3-2. Lee frena la corsa delle padrone di casa, 3-5. Busto si porta sul 7-3 grazie a qualche ingenuità delle rosa, coach Pintus chiama time out. Al ritorno in campo capitan Perinelli piazza il suo colpo, 4-7, Lohuis poi accorcia, 5-7. Pipe al tritolo di Lee che trova la difesa sguarnita, 6-7. Smarzek attiva il mirino e fa 7-8. Perinelli spara sul muro e la palla finisce poi sull’asticella, 8-10, il monster block di Lee ferma Lualdi e accorcia, 9-10. Fast di Lohuis che regala la doppia cifra alle sue, 10-11, Smarzek pareggia i conti, 11-11. L’attacco di Bracchi è out, la Vbc sorpassa 13-12, time out per coach Cichello. Si torna in campo e ci pensa Smarzek a mettere il pallone a terra, 14-12, Hancock poi trova l’ace del 15-12 e la panchina bustocca chiama ancora time out. Smarzek manda in confusione la difesa di casa e trova il 16-13. Ancora Smarzek mette il suo sigillo sul punto, mani out, 17-15, Perinelli sfrutta le mani di Sartori e allunga, 18-15. Lohuis trasforma un brutto pallone in un punto d’oro, 19-16. E’ capitan Perinelli a trovare il 20-17 con una palla morbida, Fields ci prova ma il muro di Lee è di marmo, 21-17. Lee trova il tocco del muro, 22-19 e poi allunga lasciando il pallone nelle mani di Piva, 23-19. Lee sale in cielo e trova la palla del match in diagonale, 24-20, Frosini annulla, 21-24. L’invasione bustocca chiude 25-22.

I PROTAGONISTI-

Rebecca Piva (UYBA Busto Arsizio)- « Credo che oggi abbiamo pagato l’approccio sbagliato alla partita: non possiamo pensare di concedere un set in avvio a una squadra forte ed esperta come Casalmaggiore. Poi abbiamo provato a rimettere in piedi la gara anche grazie a qualche cambio, ma potevamo fare meglio in generale, soprattutto con il muro-difesa ».

Malwina Smarzek (Trasportipesanti Casalmaggiore)- « Sapevamo che Busto è una squadra giovane e imprevedibile, siamo partite bene ma nel secondo set abbiamo un po' perso lucidità su questo e loro giustamente hanno iniziato a spingere. Poi siamo state brave a restare calme e ad essere concrete fino a portala a casa. Finalmente stanno arrivando i risultati che vengono dagli sforzi che facciamo ogni giorno ».

IL TABELLINO-

UYBA VOLLEY BUSTO ARSIZIO – VBC TRASPORTI PESANTI CASALMAGGIORE: 1-3 (19-25 / 25-21 / 20-25 / 22-25)

UYBA VOLLEY BUSTO ARSIZIO: Boldini 3, Frosini 1, Lualdi (K) 8, Sartori 14, Bracchi 15, Piva 11, Zannoni (L), Valkova, Fields 9, Carletti 2, Giuliani 1, Sobolska. Non entrate: Rojas (L), Fini. All. Cichello

VBC TRASPORTI PESANTI CASALMAGGIORE: Hancock 6, Smarzek 23, Lohuis 9, Colombo 2, Lee 25, Perinelli (K) 10, De Bortoli (L), Manfredini 1, Faraone, Cagnin 1. Non entrate: Avenia, Edwards, Obossa, Baccarini (L) . All. Pintus

Arbitri: Piana, Simbari

Durata set: 25′, 25′, 26′, 31′. Tot: 107′

MVP Malvina Smarzek (Trasporti Pesanti Casalmaggiore)

Spettatori: 2.105

REALE MUTUA FENERA CHIERI '76 - VOLLEY BERGAMO 1991 –

La Reale Mutua Fenera Chieri ’76 si lascia alle spalle il passo falso di domenica scorsa nel derby con Pinerolo tornando al successo in campionato con un 3-0 su un volitivo Volley Bergamo 1991.
Il risultato matura al termine di tre set molto combattuti conclusi 25-20, 29-27 e 25-22, Il momento chiave è il finale del secondo set che le biancoblù si aggiudicano in rimonta da 17-21 gettando le basi per un successo pieno.
Il premio di MVP va a Camilla Weitzel che proprio nel giorno delle sue 100 presenze in biancoblù sfodera una gran prestazione in attacco (81% di positività) sia in servizio (ben 5 i suoi ace), risultando anche la miglior realizzatrice dell’incontro con 15 punti. In doppia cifra fra le chieresi anche Omoruyi (14), Grobelna e Skinner (13), mentre fra le orobiche le top scorer sono l’ex Nervini (14) e Da Silva (13).

Nel primo set Sul 4-4 tre errori ospiti e un attacco vincente di Omoruyi portano Chieri sull’8-4, spingendo Bigarelli a chiamare il primo time-out. Alla ripresa del gioco Bergamo ritrova la parità a 11 con Davyskiba e ancora con Davyskiba passa avanti 11-12. Questa volta a fermare il gioco è Bregoli. Le biancoblù tornano sopra 13-12 con Grobelna dopo uno scambio lunghissimo. Da lì in avanti il set si sviluppa in modo lineare, con Chieri quasi sempre avanti di un’incollatura che allunga nel finale e chiude 25-20 alla prima palla set grazie all’attacco lungo di Da Silva.

Riparte meglio Bergamo che inizia con un 2-5 (Nervini) e mantiene qualche punto di vantaggio fino al 6-10. L’ingresso di Morello per Malinov apre una fase favorevole a Chieri che ricuce a 9-10 (Skinner), ma di nuovo le orobiche scappano via spingendo Bregoli prima a esaurire i time-out, poi a inserire Anthouli per Grobelna (12-16) e Zakchaiou per Gray (14-18). Sul 17-21 l’errore in attacco di Da Silva manda in battuta Omoruyi. Le chieresi azzerano il distacco e pareggiano a 21 dopo due attacchi di Anthouli e un muro di Zakchaiou. Bergamo risponde con Da Silva che dà alla sua squadra due palle set (22-24). Chieri le annulla entrambe con Skinner e Weitzel. Ai vantaggi vengono annullati un set-point per le padrone di casa (25-24) e due per le ospiti (25-26, 26-27), infine sul 27-27 i servizi di Weitzel permettono a Chieri di aggiudicarsi la frazione 29-27.

Nel terzo parziale sul 4-4 Chieri strappa a 10-4 (Omotuyi) dando l’impressione di avere la partita in mano, ma dopo gli ingressi di Pasquino e Pistolesi le orobiche ritrovano ordine e recuperano pareggiando a 14 (Da Silva). Segue una fase all’insegna dell’incertezza che si spezza sul 21-21 grazie ai punti di Wetizel e Omoruyi. Ancora Omoruyi sul 23-22 dà la prima palla match a Chieri, che nell’azione successiva Grobelna sfrutta al meglio. Finisce 25-22.

I PROTAGONISTI-

Camilla Weitzel (Reale Mutua Fenera Chieri '76)- « Bergamo ha giocato molto bene. Noi abbiamo spinto in battuta e anche in attacco e alla fine siamo riuscite a vincere. Questa vittoria è importantissima per noi ».

Stella Nervini (Volley Bergamo 1991)- « Dopo la bellissima stagione a Chieri tornare qui è stato molto emozionante. A titolo personale sono contenta oggi di aver fatto una buona prestazione, tenevo che Chieri vedesse che sono cresciuta. Come squadra sono contenta dell'approccio che abbiamo avuto, anche se si è visto che dobbiamo ancora lavorare, soprattutto nei momenti decisivi dei set ».

IL TABELLINO-

REALE MUTUA FENERA CHIERI ’76-VOLLEY BERGAMO 1991 3-0 (25-20; 29-27; 25-22)

REALE MUTUA FENERA CHIERI ’76: Malinov, Grobelna 13, Gray 1, Weitzel 15, Skinner 13, Omoruyi 14; Spirito (L); Morello, Anthouli 3, Zakchaiou 2, Kingdon. N. e. Kone, Jatzko, Rolando (2L). All. Bregoli; 2° Daglio.

VOLLEY BERGAMO 1991: Giulia Gennari 1, Da Silva 13, Melandri 6, Butigan 7, Davyskiba 9, Nervini 14; Cecchetto (L); Pasquino, Pistolesi 2. N. e. Bovo, Fitzmorris, Cicola (2L). All. Bigarelli; 2° Donadi.

ARBITRI: Gasparro, Autori

Durata set: 26′, 33′, 27′ Tot: 86’

MVP: Camilla Weitzel (Reale Mutua Fenera Chieri ’76)

Spettatori: 1242

IL BISONTE FIRENZE- PROSECCO DOC IMOCO CONEGLIANO-

Ultimo test prima della Coppa Italia per la Prosecco DOC Imoco Coneglano che nel viaggio a Firenze porta a casa tre punti mantenendo il primo posto e l’imbattibilità in campionato. Ora le Pantere guardano al prossimo weekend di Trieste dove ci si giocherà la Coppa Italia Frecciarossa.

Dopo l’esibizione suggestiva dei Bandierai degli Uffici, i celeberrimi sbandieratori fiorentini si va al fischio d’inizio. Le padrone di casa partono con Battistoni-Kraiduba, Graziani-Mazzaro, Alsmeier-Ishikawa, libero Leonardi. Coach Santarelli schiera, in ossequio al turnover, Wolosz al palleggio con Piani opposta, al centro Squarcini e De Kruijf, schiacciatrici Lanier e Robinson Cook, libero De Gennaro.

Dopo le schermaglie iniziali in cui si fanno notare Vittoria Piani entrata subito aggressiva e Fede Squarcini al centro, la Prosecco DOC Imoco prova il primo allungo con il muro di Wolosz per l’entusiasmo dei tifosi gialloblù che si fanno sentire al PalaWanny (8-10). Sul più bello però le Pantere si inceppano per qualche minuto, ne approfitta l’opposta Kraiduba che con una tripletta (muro e due attacchi) riporta avanti Il Bisonte: 14-13). Da lì è un monologo gialloblù, Wolosz alza il ritmo dell’attacco coinvolgendo un po’ tutte (4 punti a testa per Piani e Lanier), De Gennaro e Robinson Cook quello della difesa e nel finale il grande show proprio della schiacciatrice americana (6 punti e il 67% in attacco di un’ottima  “Kesh”) manda in carrozza le campionesse d’Italia a conquistare il set: 19-25.

Secondo set e Il Bisonte schiera la nuova statunitense Kipp come opposto e la mossa della panchina toscana dà subito i suoi frutti. Già dall’inizio (2-0) le Pantere devono fare gli straordinari, servono due numeri di Moki De Gennaro per ritornare avanti (2-3) con Squarcini. Ma la squadra di casa insiste, le battute di Alsmeier creano problemi alla ricezione gialloblù e Battistoni ha buon gioco nello smarcare le sue attaccanti nelle transizioni. Arriva un parziale di 9-2 per Il Bisonte che vola avanti 11-5, nonostante il time out di coach Santarelli. La Prosecco DOC Imoco assorbito il colpo prova a rispondere, è ancora De Gennaro a suonare la carica, arriva anche il primo punto di Robin De Kruijf e Conegliano, grazie anche alle bordate di Lanier, sale a -4 (13-9). Firenze però continua a difendere tanto e giocare con acume in attacco: Stivrins al centro fa male, Alsmaier continua a spingere e dopo qualche errore inusuale le Pantere si ritrovano ancora a -6 (15-9). Coach Santarelli annusa il pericolo e ferma il gioco, ma il suo richiamo all’ordine dura poco. Le Pantere risalgono a -3 (15-12) e stavolta il time out è di coach Parisi. Nonostante le rotazioni della panchina (dentro Alessia Gennari e anche un’apparizione del doppio-cambio Haak-Bugg) e un buon contributo di Piani, Firenze non ci sta e continua a spingere creando qualche crepa nelle convinzioni delle venete: Kipp va bene a muro (18-15), Alsmeier (5 punti nel set) approfitta di una Conegliano poco lucida nel finale che è tutto delle padrone di casa: 25-22 ed è parità. 

Rabbioso inizio di terzo set per la Prosecco DOC Imoco, Vittoria Piani con attacco e muro è protagonista del primo strappo: 1-5. Il time out fiorentino non ferma le ragazze di coach Santarelli, una straripante Robinson Cook (7 punti nel set con 2 muri!) dilata il gap e Conegliano scappa via decisa. mentre anche Vittoria Piani (6 punti nel set con un fantastico 5/6 in attacco!)) è un terminale sicuro stasera per capitan Wolosz, che si affida alle sue bocche da fuoco per la fuga decisa delle Pantere. Anche Robin De Kruijf (4 punti nel set) si prende la scena con attacco e due muri consecutivi che lanciano Conegliano al +7 (9-16). Il vantaggio è ormai acquisito e per Il Bisonte si fa dura, Asia Wolosz e compagne viaggiano in scioltezza senza più voltarsi fino alla chiusura per 18-25 affidata ancora della veterana olandese.

Il quarto set vede ancora Kelsey Robinson Cook dare spettacolo con attacchi di qualità incredibile che strappano applausi al pubblico, poi la fast di De Kruijf colpisce per il 4-6. Le fiorentine non vogliono cedere le armi, Ishikawa con i suoi colpi sulle mani del muro e le bordate di Kipp, oltre a qualche buona soluzione della neo entrata Acciarri, tengono agganciate le padrone di casa (10-10), mentre Wolosz coinvolge spesso e volentieri le sue centrali De Kruijf e Squarcini che chiuderanno entrambe in doppia cifra sul tabellino, La battaglia continua nel quarto parziale anche perchè l’attacco gialloblù trova grandi antagoniste nelle difese di Ishikawa e Leonardi, si resta spalla a spalla per lunghi tratti (17-17), ma è la quiete prima della tempesta gialloblù. Alsmeier sbaglia il suo primo attacco della gara e la Prosecco DOC Imoco fa il minibreak (17-19), time out de Il Bisonte. Fede Squarcini (terzo muro, 12 punti a referto) e Piani (14 punti) la “solita” Robinson Cook (MVP con 21 punti e 2 muri a tabellino) hanno voglia di chiudere e puntare i fari su Trieste e chiusono i colpi che spianano la strada alle Pantere: 17-21. Apparizione anche per Anna Bardaro in un finale dove De Kruijf (10 punti, 3 muri) mette a terra il pallone del 19-25 che manda in archivio anche la 20° giornata con la 20° vittoria della Prosecco DOC Imoco.

I PROTAGONISTI-

Carlo Parisi (Allenatore Il Bisonte Firenze)- « L’obiettivo oggi era giocarcela meglio rispetto agli altri due confronti stagionali, lo abbiamo fatto ma abbiamo anche visto che in certi momenti continuiamo a subire punti e a perdere quella lucidità e quella serenità che invece loro hanno sempre mantenuto. Conegliano è una squadra che oltre a essere forte a livello di individualità è anche forte mentalmente: hanno difeso tanto, hanno coperto di più e questo rende ancora migliore la nostra prestazione, considerando che abbiamo fatto dieci muri ma avremmo potuti farne molti di più se loro non avessero fatto delle coperture di alto livello. Dobbiamo ancora crescere su quegli aspetti che ci penalizzano, ma nel complesso dobbiamo essere soddisfatti di essere rimasti in partita fino alla fine e a tratti di aver espresso una buona pallavolo ».

Federica Squarcini (Prosecco Doc Imoco Conegliano)- « E' stata una partita difficile, ma sapevamo che Il Bisonte a casa sua è una squadra tosta, ci hanno messo in difficoltà con la difesa e con un gioco molto veloce. Siamo state brave a prendere le misure alle avversarie e a trovare il modo di imporre il nostro gioco in questa gara che per noi era anche un ottimo testi per la Coppa Italia. Tra l'altro anche Chieri con cui giocheremo sabato a Trieste la semifinale gioca iveloce n modo simile a Il Bisonte quindi direi che per noi è stato davvero il migliore dei test per il prossimo importante impegno di Trieste ».

IL TABELLINO-

IL BISONTE FIRENZE-PROSECCO DOC IMOCO CONEGLIANO 1-3 (19-25,25-22,18-25,19-25)

IL BISONTE FIRENZE : Battistoni, Kipp 8, Kraiduba 6, Graziani 11, Mazzaro 1, Stivrins 3, Leonardi, Acciari 3, Agrifoglio, Ishikawa 13, Alsmeier 12, Ribechi ne, Lazic ne, Cesà ne. All.Parisi

PROSECCO DOC IMOCO: Wolosz 1, De Kruijf 10, Piani 14, Gennari, Robinson Cook 21, Lanier, De Gennaro, Haak 1, Bugg, Squarcini 12, Bardaro, Fahr ne, Lubian ne, Plummer ne. All. Santarelli

ARBITRI: Boris, Selmi

Durata set: 23′,29′, 27′, 28′ Tot 107’

MVP:  Robinson Cook (Prosecco Doc Conegliano)

I RISULTATI-

Il Bisonte Firenze-Prosecco Doc Imoco Conegliano 1-3 (19-25, 25-22, 18-25, 22-25)

Megabox Ond. Savio Vallefoglia-Savino Del Bene Scandicci 2-3 (25-22, 25-21, 21-25, 17-25, 10-15) Giocata ieri

Allianz Vero Volley Milano-Igor Gorgonzola Novara 2-3 (27-29, 25-19, 19-25, 25-22, 12-15) Giocata ieri

Uyba Volley Busto Arsizio-Trasportipesanti Casalmaggiore 1-3 (19-25, 25-21, 20-25, 22-25)

Reale Mutua Fenera Chieri ’76-Volley Bergamo 1991 3-0 (25-20, 29-27, 25-22)

Aeroitalia Smi Roma-Wash4green Pinerolo 3-2 (25-23, 19-25, 19-25, 25-21, 15-9)

Honda Olivero S.Bernardo Cuneo-Itas Trentino 1-3 (20-25, 18-25, 25-15, 19-25)

LA CLASSIFICA-

Prosecco Doc Imoco Conegliano 57 (20 – 0); Allianz Vero Volley Milano 49 (17 – 3); Igor Gorgonzola Novara 47 (16 – 3); Savino Del Bene Scandicci 46 (16 – 4); Reale Mutua Fenera Chieri ’76 36 (11 – 9); Wash4green Pinerolo 30 (10 – 10); Megabox Ond. Savio Vallefoglia 28 (9 – 11); Aeroitalia Smi Roma 27 (9 – 11); Il Bisonte Firenze 24 (9 – 11); Trasportipesanti Casalmaggiore 20 (6 – 13); Uyba Volley Busto Arsizio 18 (5 – 15); Volley Bergamo 1991 15 (4 – 16); Honda Olivero S.Bernardo Cuneo 13 (5 – 15); Itas Trentino 7 (2 – 18).

IL PROSSIMO TURNO-25/02/2024 Ore 17.00-

Wash4green Pinerolo – Allianz Vero Volley Milano Ore 18.30

Itas Trentino – Reale Mutua Fenera Chieri ’76

Aeroitalia Smi Roma – Trasportipesanti Casalmaggiore Si gioca il 24/02/2024 Ore 20.30

Prosecco Doc Imoco Conegliano – Volley Bergamo 1991

Igor Gorgonzola Novara – Megabox Ond. Savio Vallefoglia

Uyba Volley Busto Arsizio – Il Bisonte Firenze

Savino Del Bene Scandicci – Honda Olivero S.Bernardo Cuneo Si gioca il 24/02/2024 Ore 18.00


Acquista ora il tuo biglietto! Segui dal vivo la partita.© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti