Corriere dello Sport

Scopri l’edizione digitale su Tablet e Smartphone

Sci, Nadia Fanchini sfiora il podio in discesa libera a Soldeu
© AFPS
Sci
0

Sci, Nadia Fanchini sfiora il podio in discesa libera a Soldeu

Ottima prova anche di Sofia Goggia e di Nicole Delago, rispettivamente sesta e settima

ROMA - Ad Andorra sono iniziate le finali della Coppa del Mondo di sci. Dopo la vittoria di Dominik Paris nella discesa libera maschile, sono scese anche le ragazze della valanga rosa e mai quanto nella gara di Soldeu la squadra azzurra si è dimostrata competitiva. Tutte e quattro le freccie tricolore hanno chiuso nelle prime quindici posizioni: la migliore è Nadia Fanchini, che finisce ai piedi del podio per quattordici centesimi. Sesta Sofia Goggia, settima Nicole Delago e quattordicesima Federica Brignone. Vince Mirjam Puchner, seconda Vitkoria Rebensburg, terza Corinne Suter. La Coppa del Mondo di specialità va a Nicole Schmidhofer: l'Austria torna a dominare in discesa libera dopo dodici anni, l'ultimo successo era quello firmato da Renate Götschl nel 2007.

PARIS VOLA AD ANDORRA, QUARTO SUCCESSO IN STAGIONE IN DISCESA

LA GARA - Corinne Suter si presenta al cancelletto di partenza col pettorale numero uno e ferma il cronometro a 1:32.99. Nessuno fa meglio della svizzera e chi scende dopo vede sempre illuminarsi la luce rossa, che indica il ritardo dall'elvetica. Nicole Schmidhofer, la favorita, è dietro di oltre sette decimi: la rivale per la Coppa di specialità Ramona Siebenhofer fa ancora peggio, finisce a quasi due secondi di distacco. La Coppa di cristallo è già in mano alla Schmidhofer, ma la gara deve ancora finire. Federica Brignone è la prima delle azzurre, ma è troppo lenta e accumula ad ogni intermedio sempre più ritardo. Sofia Goggia parte male e a metà tracciato ha un secondo esatto di ritardo dalla Suter, ma nel finale si trasforma e mette il turbo. Recupera sette decimi e si piazza al terzo posto provvisorio. Subito dopo, però, parte Viktoria Rebesburg e la tedesca si piazza davanti a tutte, anche se per soli cinque centesimi sull'elvetica. Arriva il momento di Nicole Delago: l'azzurra è un missile e per tre quarti di gara è sempre in luce verde. Nel finale non lascia scorrere gli sci al massimo e stare davanti alla Rebensburg è troppo difficile: la Delago si piazza alle spalle di Sofia Goggia, ma è comunque contentissima del suo risultato. Mancano ancora le atlete migliori nelle prova dei giorni precedenti alla gara: tra queste c'è Nadia Fanchini. Scende ed è perfetta, si gioca la prima posizione sul filo dei centesimi. Al traguardo è momentaneamente terza e l'azzurra si lascia andare in un pianto liberatorio: corre ad abbracciarla Nicole Delago, ma la gara non è finita. Subito dopo scende Mirjam Puchner e sorprende tutti: l'austriaca finisce al primo posto, con appena tre centesimi di vantaggio su Viktoria Rebensburg. Nadia Fanchini viene scalzata dal terzo posto, ma è comunque una giornata da ricordare per lo sci italiano.

Vedi tutte le news di Sci

Per approfondire

Commenti

Potrebbero interessarti