Corriere dello Sport

Scopri l’edizione digitale su Tablet e Smartphone

Calciomercato

Vedi Tutte
Calciomercato

Fiorentina, Rodriguez: «Juventus e Napoli le più forti»

Fiorentina, Rodriguez: «Juventus e Napoli le più forti»
© SESTINI MASSIMO

Il difensore: «Anche noi possiamo sognare per lo scudetto»

Sullo stesso argomento

 

venerdì 1 gennaio 2015 12:52

FIRENZE - Juve e Napoli le più forti, ma ora anche la Fiorentina può sognare. Gonzalo Rodriguez guarda al nuovo anno appena iniziato con rinnovate ambizioni per la squadra di Paulo Sousa: «Concentrarci più sulla qualificazione in Champions che sulla conquista del campionato? È ancora presto per fissare degli obiettivi - dice il difensore in un'intervista a Premium Sport -, dobbiamo ragionare partita dopo partita. In passato siamo stati vicini a vincere qualcosa: sappiamo che dobbiamo lavorare e per questo dobbiamo fare un passo alla volta. Questo l'anno giusto? Sono tutti giusti per vincere, certo quest'anno siamo forti e il sogno è concreto».

LE RIVALI - Quanto alle rivali il giocatore della Fiorentina non ha dubbi: «I nerazzurri sono in testa con merito: danno l'impressione di saper fare quello che devono ed è anche merito dell'allenatore. Poi c'è la Juve: non è mai stata fuori dai giochi perché è una squadra abituata a lottare. Assieme al Napoli è la squadra più forte».

"Dybala? Può diventare un fuoriclasse, ma non Messi".

 

A Firenze Rodriguez dice di stare bene: «Un miracolo nato il primo giorno di ritiro: ho visto subito la voglia di fare bene e di lottare per qualcosa di importante che aveva questa squadra - racconta il giocatore -. Poi, la prima partita vinta contro il Milan ci ha fatto prendere coscienza del fatto che eravamo forti. Sono contento di aver prolungato fino al 2017, è la dimostrazione della fiducia della società e per me vale come un premio - continua il difensore viola -. Portare la fascia è un orgoglio e una responsabilità, ma per me è un dettaglio: l'importante è aiutare la squadra. Sono legatissimo a questa squadra e a questa città e nel calcio non si sa mai, ma la gente sa quanto sia tifoso del San Lorenzo e che un giorno mi piacerebbe tornare».

LEGGI ANCHE: FIORENTINA, CHI PARTE A GENNAIO

Articoli correlati

Commenti