MONDIALI 2018

Brasile, Neymar è distrutto: «Difficile trovare le forze per tornare a giocare»
© AFPS
Brasile
0

Brasile, Neymar è distrutto: «Difficile trovare le forze per tornare a giocare»

Il numero 10 della Seleçao affida i suoi pensieri ai social: «E' il momento più triste della mia carriera»

ROMA - Il giorno dopo fa ancora più male, la delusione si è sedimentata ma è troppo presto per riuscire a spazzarla via. A poche ore di distanza dall'eliminazione con il Belgio, Neymar racconta attraverso i social il suo travaglio interiore: «Posso dire che questo è il momento più triste della mia carriera. Il dolore è molto grande perché sapevamo di poter arrivare in fondo, sapevamo di poter fare la storia. Difficile trovare la forza di voler giocare di nuovo a calcio, ma sono sicuro che Dio mi darà abbastanza forza per affrontare qualsiasi cosa, quindi non smetterò mai di ringraziare Dio, anche nella sconfitta».

«Lezione dolorosa», il Brasile è scosso. Critiche a Neymar

ORGOGLIO - Neymar, che chiude il Mondiale con 2 sole reti, è stato il bersaglio preferito delle critiche dei tifosi dopo i quarti persi 2-1 dal Brasile a Kazan. Un sondaggio di Globoesporte lo identifica tra i principali colpevoli del flop contro il Belgio insieme a Fernandinho, sostituto non all'altezza di Casemiro. Nella seconda parte del suo messaggio su Instagram, il numero 10 della Seleçao lascia trapelare un raggio di positività: «Sono molto felice di far parte di questa squadra, sono orgoglioso di tutto. Hanno interrotto il nostro sogno ma non lo toglieranno dalla nostra testa e dal nostro cuore». Come a dire che nel 2022 in Qatar, Neymar sarà ancora in prima fila a riprovarci: in fondo a 30 anni sarà all'apice della sua maturità e quindi forse riuscirà anche ad abrogare alcuni atteggiamenti che mettono in cattiva luce il suo sconfinato talento.

Vedi tutte le news di Brasile

Per approfondire

Commenti

Potrebbero interessarti