Roma

Vedi Tutte
Roma

Roma, per Defrel offerti 24 milioni al Sassuolo

Roma, per Defrel offerti 24 milioni al Sassuolo
© Getty Images

Nel dettaglio: 3 saranno per il prestito, 18 fissi più 3 di bonus. La trattativa si può chiudere in qualsiasi momento, al massimo entro domani

Sullo stesso argomento

di Guido D'Ubaldo

domenica 16 luglio 2017 09:46

ROMA - E’ diventata una trattativa estenuante, che si trascina da settimane, tra passi avanti e frenate. Gregoire Defrel non è ancora un giocatore della Roma, ma Bucchi lo considera tale più di Di Francesco e questo vuol dire tanto. Il procuratore dell’attaccante da due settimane sta facendo un grande lavoro di diplomazia per trovare il punto di incontro tra due società amiche, ma che si confrontano senza farsi sconti. Venerdì sera è stata cambiata la formula dell’offerta della Roma, per quanto riguarda le modalità di pagamento. La società giallorossa è passata a un’offerta di ventiquattro milioni complessivi, così modulati: tre milioni per il prestito, diciotto fissi, più tre milioni di bonus. Il totale arriva a ventiquattro. A questo punto la risposta la deve dare il Sassuolo. La trattativa si può chiudere in qualsiasi momento, al massimo entro domani, con la formula del prestito oneroso con obbligo di riscatto. La Roma ha sforato il budget stanziato per prendere il giocatore che sulla carta dovrà fare il vice Dzeko, m a che sarà utilizzato spesso da Di Francesco anche da esterno.

Calciomercato, arriva l'ufficialità: Fazio è definitivamente della Roma

LA CONFERMA - La conferma dell’imminente cessione di Defrel è arrivata ieri da Christian Bucchi, allenatore del Sassuolo, che sa di avere in ritiro un giocatore con la valigia pronta: «E’ inutile nascondere che Defrel è uno di quei calciatori che può andare via. Anzi credo che sarà l’unico che potrà partire, gli altri restano. Valuteremo la situazione di Berardi quando tornerà dalle vacanze, ma spero che possa far parte di questo gruppo. Tranne Defrel, che sta valutando la situazione insieme alla società, per il resto siamo coperti».  

Leggi l'articolo completo sull'edizione odierna del Corriere dello Sport

Articoli correlati

Commenti