News motori

Vedi Tutte
News motori

Citroen C4 Cactus, l'originalità è un valore assoluto 

Citroen C4 Cactus, l'originalità è un valore assoluto 

Citroen e DS, le "gemelle diverse" PSA all'attacco del mercato italiano con le nuove crossover: se Cactus è giovane, con DS4 Crossback si fa strada il lusso alla francese

Sullo stesso argomento

 Pasquale Di Santillo

lunedì 16 novembre 2015 09:01

MISANO ADRIATICO - Le gemelle diverse ormai se ne sono fatte una ragione. Da sette mesi le hanno separate e ognuna ha imparato a camminare da sola seguendo l’inclinaziona naturale del proprio brand. La Citroën ad esempio pur senza il supporto della sua “costola” preferita, la DS, diventata autonoma e indipendente lo scorso marzo, viaggia con le vendite a quasi +15% ad ottobre e quasi +8% nei primi dieci mesi dell’anno.

Una soddisfazione totale per Angelo Simone direttore del marchio per l’Italia che a Misano ha puntato tutto sul rilancio della Citroën C4 Cactus, la macchina più originale dell’ultimo decennio, l’auto manifesto, come dicono in PSA. «Con quelle sue forme particolari - ha detto Simone - la C4 Cactus va oltre la definizione di crossover, tra gli airbump, le protezioni che avvolgono le fiancate e i paraurti per tutelare la carrozzeria e i sedili anteriori uniti. E le vendite sono in in linea con le aspettative». Ma per apprezzare davvero la Cactus, bisogna portarla a girare nello sterrato o nel pistino da kart di Misano, come abbiamo potuto fare noi. E allora si capisce che al di là delle forme c’è tanta sostanza, compresi i tergicristalli Magicwash (spruzzano l’acqua direttamente sulle spazzole...). E se il prezzo di 14.950€ vi sembra buono, ricordate che a novembre c’è un’offerta speciale con motore benzina Puretech da 75 CV a 12.950 €, clima incluso. 

L’altra faccia della medaglia è DS che a Misano ha esibito DS4 berlina e nella versione Crossback, sempre più crossover grazie all’assetto rialzato di 30 mm. Andrea Valente, direttore del marchio per l’Italia è sincero: «Non abbiamo ancora compiuto un anno, ma l’ambizione del marchio è forte. Vogliamo essere il premium che si identifica con il senso del lusso alla francese e per riuscirci dobbiamo diventare nel tempo il riferimento di design, avanguardia, connettività e tecnologia». Il test sulle strade collinari intorno a Misano ha messo in mostra tutte le qualità migliori di DS4 nelle due versioni. Compresi i nuovi gruppi ottici anteriori DS LED Vision con indicatori di svolta dinamici e composti da 84 moduli LED: riducono il consumo di energia del 38% come 38 sono le combinazioni di colore tra carrozzeria e tetto. Gemella sì, ma diversa.

Per Approfondire

Commenti