Il 2022 della FIT tra grandi novità: "Più opportunità di gioco"

Dalle nuove classifiche fino al lavoro sui giovani ne parla il vicepresidente federale Giovanni Milan
Il 2022 della FIT tra grandi novità: "Più opportunità di gioco"
3 min
Tagspadel

Il 2022 porta con sè tante novità all'interno della Federazione Italiana Tennis. Dall'investimento sui giovani fino alle nuove classifiche FIT padel, vera novità di quest'anno, la Federazione vuole cambiare marcia a questo sport ormai spopolato in tutta Italia.

Padel, tutte le emozioni della Coppa dei Club
Guarda la gallery
Padel, tutte le emozioni della Coppa dei Club

Le classifiche

Partiamo dalle classifiche, con la nuova metodologia delle cinque fasce varata dal Consiglio Federale: "I tesserati agonisti faranno parte delle prime quattro fasce - le parole del vicepresidente FIT Giovanni Milan -, dovremmo essere pronti ad aprile con il nuovo ranking, grazie al lavoro dei nostri tecnici. Abbiamo voluto abbreviare questa fase di transizione, perchè crediamo fortemente che questa nuova impostazione sia più motivante e incentivante per i nostri tesserati. La novità della quinta fascia sarà riservata ai tesserati non agonisti, che potranno salire di classifica, passando in quarta fascia, ma solo con un upgrade della tessera in agonista. All'interno delle fasce, le classifiche cambieranno mensilmente, mentre ogni trimestre si potrà passare da una fascia all'altra. Il nostro obiettivo è offrire maggiori opportunità di gioco a tutti i giocatori".

I non classificati

I maggiori cambiamenti riguarderanno i non classificati: "Il 4NC è un tesserato agonista - continua il vicepresidente Milan - e con le nuove classifiche non ci sarà più la figura del “non classificato”, questi giocatori passeranno di fatto alla quarta categoria. Nei tornei amatoriali, ossia il TPRA, parteciperanno i giocatori non agonisti della quinta fascia e i giocatori della quarta fascia, secondo criteri ai quali stiamo lavorando insieme ai nostri tecnici".

I giovani

Dalle classifiche passiamo all'investimento sui giovani, la chiave di volta per far crescere il padel nel Belpaese. Milan ha le idee chiare: "Come nel tennis, imposteremo l'attività verso i giovani in maniera forte e investendo risorse importanti. Abbiamo una riunione con i nuovi fiduciari tecnici regionali, ogni Regione avrà un responsabile tecnico che farà un monitoraggio su tutti i ragazzi del territorio per gestire al meglio la loro attività. In questo momento stiamo cercando una figura di riferimento tecnico dal punto di vista della metodologia, una figura di grande immagine che possa portare quelle linee guida che servono per insegnare il padel. Stiamo trattando alcuni grandi nomi - conclude il vicepresidente - entro 20 giorni annunceremo questo rapporto di lavoro che darà enorme prestigio alla Federazione".

Padel, Coppa dei Club: lo spettacolo della finale nazionale
Guarda il video
Padel, Coppa dei Club: lo spettacolo della finale nazionale


Abbonati a Corriere dello sport

Scegli fra le nostre proposte Plus e Full e leggi su tutti i dispositivi con un unico abbonamento.

Ora ad un prezzo mai visto!

A partire da 4,99

0,99 /mese

Scopri l'offerta

Commenti