Vaccino Covid e afasia: "Potrebbe esserci un legame"

A farlo sapere uno studio pubblicato su PubMed, che ha analizzato il caso di un paziente cinquantenne
Vaccino Covid e afasia: "Potrebbe esserci un legame"© ANSA
1 min

L'afasia potrebbe essere uno dei rari effetti collaterali del vaccino contro il Covid-19. Si tratta di una grave patologia che comporta la perdita della capacità di comporre o comprendere il linguaggio. L'ultima scoperta arriva da uno studio pubblicato su PubMed e firmato da Josef Finsterer e Maria Korn. Per gli studiosi tale rischio sarebbe legato principalmente alla seconda dose del vaccino a mRna come il Comirnaty di Pfizer-BioNTech e Spikevax di Moderna.

Il caso di un paziente 

La ricerca ha preso in esame il caso di un 52enne americano che ha sviluppato un’improvvisa difficoltà a leggere e afasia pochi giorni dopo la seconda dose del vaccino per il Coronavirus. Da segnalare, però, che il paziente aveva una storia pregressa di infarto miocardico, ipertensione, iperlipidemia e calcoli renali. Una risonanza magnetica dell’encefalo ha rivelato un'emorragia cerebrale al lobo temporale sinistro ma la malattia è stata fortunatamente risolta poco dopo e i livelli della pressione arteriosa si sono stabilizzati durante l’ospedalizzazione.


Abbonati a Corriere dello sport

Scegli fra le nostre proposte Plus e Full e leggi su tutti i dispositivi con un unico abbonamento.

Ora ad un prezzo mai visto!

A partire da 4,99

0,99 /mese

Scopri l'offerta

Commenti