Britney Spears libera: il padre rinuncia alla tutela legale

Dopo le proteste del movimento #FreeBritney Jamie Spears ha deciso di rinunciare al ruolo che ricopre ormai da oltre tredici anni
Britney Spears libera: il padre rinuncia alla tutela legale© EPA

Jamie Spears, il padre della famosa Britney, ha deciso di rinunciare alla tutela legale della figlia. A ufficializzarlo, come riportano Cbs e Variety, è un atto depositato dall’uomo in risposta all’istanza presentata dalla cantante presso la Corte superiore di Los Angeles. Il passo indietro del signor Spears è arrivato dopo lunghi mesi di lotta da parte della popstar e dei suoi fan, che hanno manifestato in tutto il mondo solidarietà alla loro beniamina con l’hashtag #FreeBritney. "È una importante vittoria e un passo avanti verso la giustizia", ha esultato il nuovo legale della popstar, Mathew Rosengart, anche se Jamie non ha indicato la data in cui Britney potrà riprendere il controllo della sua vita: "Risolte alcune faccende il signor Spears sarà nelle condizioni di farsi da parte. Ma non ci sono circostanze urgenti che giustifichino una sua immediata sospensione", si legge nei documenti presentati in tribunale.

Perché Britney Spears è sotto la tutela del padre

Nel 2008 Jamie Spears è diventato il tutore legale della figlia Britney: tredici anni fa un giudice ha stabilito che la cantante, affetta da disturbi mentali, non è in grado di badare a se stessa. Da allora il padre ha assunto il pieno controllo della sua vita privata e professionale. Ma nell'ultimo periodo Brit ha mostrato sempre più insofferenza, tanto da annunciare l’imminente ritiro dalle scene se non sarà completamente libera dal peso della sua famiglia. Una richiesta che ha portato ad una lunga diatriba pubblica fino all’attuale e definitiva vittoria della reginetta del pop.

Corriere dello Sport in Offerta!

Ripartono le coppe europee

Abbonati all'edizione digitale con un maxi-sconto del 56%!

Sempre con te, come vuoi

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti