La Fiorentina a Commisso, lunedì l'annuncio
Calcio
0

La Fiorentina a Commisso, lunedì l'annuncio

Il miliardario italoamericano a un passo dall'acquisto della Fiorentina. L'accordo, dopo un anno di trattative, sarebbe stato chiuso la settimana scorsa a New York con Diego Della Valle. Lunedì l'annuncio

NEW YORK - Il miliardario italaoamericano, Rocco Commisso, è a un passo dall'acquisto della Fiorentina. L'accordo sarebbe stato raggiunto la settimana scorsa a New York, dove Diego Della Valle era arrivato ufficialmente per inaugurare il nuovo store della Tod's nel complesso Hudson Yards, a Manhattan. Lunedì dovrebbe arrivare l'annuncio ufficiale. La notizia, che doveva restare segreta fino alla conclusione del campionato, è stata anticipata dal New York Times, dopo l'accostamento del nome di Commisso alla Fiorentina fatta dal Corriere dello Sport, giovedì. La pubblicazione in Italia della notizia aveva messo in allarme le parti, legate da una clausola di riservatezza. Della Valle e Commisso erano d'accordo nel non turbare la vigilia della squadra, che domenica si giocherà la salvezza in una drammatica sfida con il Genoa. L'intesa sarebbe stata raggiunta, scrive il quotidiano di New York, sulla base di 150 milioni di dollari, ma l'importo, secondo fonti a conoscenza dell'accordo interpellate dal Corriere dello Sport, potrebbe essere più alto. La partita di domani potrebbe avere un peso nella valutazione finale del club.

MONTELLA, SQUALIFICA RIDOTTA

Commisso, 69 anni, emigrato dalla Calabria all'età di 12 anni, grazie al talento di calciatore ottenne una scolarship alla Columbia University, dove nel 1971, a 22 anni, si laureò in ingegneria industriale. Tre anni dopo, conseguì il master alla Columbia Business School. Dopo aver lavorato in banche d'affari, Commisso ha fondato la Mediacom, società che produce cavi per le telecomunicazioni in Usa. Con un patrimonio personale di 4,9 miliardi di dollari, Commisso è al 200° posto nella lista Forbes degli uomini più ricchi d'America. Dal 2017 è proprietario dei New York Cosmos. L'anno scorso aveva tentato inutilmente di rilevare il Milan, ma era stato superato dal fondo Elliott di Paul Singer. La Fiorentina, però, era già da prima nel mirino dell'italoamericano: Nei primi mesi del 2018 una banca d'affari aveva messo in contatto Della Valle e Commisso, ma la richiesta del proprietario della Fiorentina, 300 milioni, era stata ritenuta troppo alta. Negli ultimi mesi, le contestazioni e i malumori dei tifosi nei confronti della proprietà hanno riaperto le trattative. Commisso da bambino era tifoso della Juventus, ma ha sempre seguito tutto il calcio italiano con passione, compresi gli anni viola di Antognoni, Bertoni e Passarella. A convincerlo dell'investimento, l'identità tra squadra e città, la passione dei tifosi e il brand di una città conosciuta in tutto il mondo.

Fiorentina-Genoa, ultima chiamata per la salvezza

Tra i suoi progetti ci sarebbe quello di legare i viola anche al mercato americano, di sviluppare il marketing a tutti i livelli, tra due città simbolo come Firenze e New York, e due squadre storiche come Fiorentina e Cosmos, oltre a rendere più forte l'identità del club con la città. Tra gli obiettivi sportivi, quello di riportare la squadra sul palcoscenico europeo. Chi lo conosce non ha dubbi che Commisso potrebbe portare uno stile diverso nel calcio italiano: è determinato, focoso, a volte duro, a volte ruvido, ma alla mano. Non è difficile vederlo arrivare allo stadio dei Cosmos come una persona qualunque, scambiare battute con i tifosi, stringere la mano, senza barriere. Parla solo inglese, ma si sente sempre italiano. E con la Fiorentina, potrebbe esserlo ancora di più. 

TUTTO SULLA FIORENTINA

FIORENTINA MAI COSI' IN BASSO

Tutte le notizie di Calcio

Per approfondire

Commenti

Potrebbero interessarti

Calciomercato in Diretta