Superlega, furia Ceferin: “Sospenderemo tutti. Agnelli un bugiardo”

Il presidente della Uefa si scaglia contro il nuovo torneo: “È un progetto orribile e avido". Sul numero uno della Juve: "La delusione più grande, mente di continuo"
Superlega, furia Ceferin: “Sospenderemo tutti. Agnelli un bugiardo”© ANSA
Andrea Ramazzotti
TagsSuperLegaUefaCeferin

È un durissimo attacco quello lanciato dal presidente della Uefa, Aleksander Ceferin, alla neonata Superlega. “Oggi vi daremo le linee guida per le nostre competizioni per club. Cambieremo il format seguendo il nostro progetto per proteggere le competizioni aperte e inclusive. Si tratta della volontà di far evolvere le competizioni con l'aiuto dell'Eca. Le squadre competono per merito e non per il volere di pochi avidi - ha detto dopo la riunione del Comitato Esecutivo - Tutti i club devono poter coltivare il sogno di parteciparvi. E' questa la nostra idea. Non posso sottolineare di più che la Uefa e il mondo del calcio sono unite contro questa proposta orribile che è stata portata avanti da pochi club europei che sono seguono soltanto l'avidità. Il calcio e i governi sono uniti. Siamo tutti uniti contro questo progetto senza senso. La Federcalcio inglese, spagnola, italiana, la Liga, la Serie A, la Fifa e 55 federazioni nostre si oppongono a questo piano che va contro il calcio. Integrità, meriti sportivi. Non permetteremo che ciò cambi mai. I giocatori che parteciperanno e che giocheranno con le squadre che giocheranno in questa Lega chiusa non potranno giocare né mondiali né Europei".

Ceferin: "La Uefa è il calcio"

"Facciamo appello ai fan, ai media e ai politici e agli organi di governo del calcio di unirsi a noi, per fare tutto quello in nostro potere per non far arrivare a compimento questo piano. I cambiamenti che annunceremo sono i passi europei per il bene del calcio. Introdurremo un nuovo sistema per i pagamenti di solidarietà: la Uefa distribuisce il 90% nei ricavi reinvestendoli nel calcio non solo a livello professionistico, ma anche giovanile e femminile. La Uefa non è una questione di soldi, la Super Lega sì. Sono gli interessi di una dozzina. Non vorrei chiamarla una sporca dozzina... La Uefa è il calcio e finanzia il calcio. Alcune persone non lo capiscono... Le riforme preservano il calcio nazionale e alle competizioni ci si qualifica per meriti. Noi cambiamo le competizioni europee per renderle più interessanti e moderne, ma la solidarietà è qualcosa di eterno. Per alcune persone l'unica cosa che esiste è il denaro nelle loro tasche, non la solidarietà o altro. Il nuovo formato conserva la competitività. Vorrei ringraziare tutta la famiglia del calcio, i campionati, i club tutti tranne quei 12, le federazioni, i governi e il primo ministro Johnson, Macron, Sassoli e altri leader europei che rispettano i nostri fan e i valori europei. Credo che questa idea equivalga a sputare nel viso a chi ama il calcio e non lasceremo ci portino via il calcio”.

La Superlega scatena i social: le ironie del web
Guarda la gallery
La Superlega scatena i social: le ironie del web

Ecco i principali rischi

La Uefa può avere la CL senza i 12 Club? Sì certo, in Europa ci sono tanti buoni club, fan e abbiamo già approvato i cambiamenti. La Champions la faremo con o senza di loro. Quale sarà l'impatto delle sanzioni? I giocatori dei club ribelli potranno giocare l'Europeo? Stiamo ancora valutando la situazione con la squadra legale e non abbiamo una soluzione. Applicheremo tutte le sanzioni possibili, ma il prima possibile dovremo sospendere tutti dalle nostre competizioni”.

Il duro attacco ad Agnelli

"Nella vita ne ho viste tante perché sono stato un avvocato. Mai visto persone del genere. Woodward mi ha chiamato giovedì dicendomi che sosteneva le riforme e voleva solo parlare del FPF. Non parlerò molto di Andrea Agnelli, la più grande delusione di tutte. Non faccio commenti personali, ma non ho mai visto una persona che menta così di continuo. Ho parlato con lui sabato pomeriggio e mi ha detto che erano solo voci e di non preoccuparmi. Mi ha detto ti chiamo in un'ora e ha spento il telefono. Ne ho viste tante, ma una situazione del genere mai. L'avidità è così forte che sconfigge anche i giusti valori umani. Siamo diversi e rimarremo diversi. E' sempre bello scoprire come sono le persone e ora lo sanno tutti. Venerdì Woodward Agnelli Gazidis e Lopez hanno firmato venerdì la nostra riforma, non so se devo davvero dire cosa penso di loro".

Corriere dello Sport in abbonamento

Insieme per passione, scegli come

Abbonati all'edizione digitale del giornale. Partite, storie, approfondimenti, interviste, commenti, rubriche, classifiche, tabellini, formazioni, anteprime.

Sempre con te, come vuoi

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti