Gravina conferma: "Valutiamo una causa di risarcimento contro Mancini"

Il presidente della Figc ha reso nota la decisione presa a margine del Consiglio Federale: le sue parole
Gravina conferma: "Valutiamo una causa di risarcimento contro Mancini"
2 min

La notizia era nell'aria ma ora è arrivata la certezza. La Figc ha deciso di avviare l'iter per valutare quali margini legali ci siano per una causa di risarcimento contro Roberto Mancini. Il tema è stato affrontato durante il Consiglio Federale odierno e proprio Gravina ha confermato la decisione al termine dello stesso. Il nodo della questione è l'improvviso addio del commissario tecnico alla panchina della nazionale italiana. Si ipotizza che Mancini non abbia ottemperato a tutti gli obblighi previsti dal suo contratto con la Figc.

Gravina: "Chiederemo parere legale sul caso Mancini"

"Ho informato il consiglio di tutto quanto successo ad agosto, in termini di recesso immediato dal contratto con la presentazione delle dimissioni. Il consiglio ha deliberato di poter dare mandato a un professionista per avere un parere tecnico legale e capire che opportunità ci possano essere su un'ipotesi di richiesta di risarcimento. Il tema tornerà all'attenzione del consiglio dopo il parere di un professionista", sono le parole del presidente della Figc. Soltanto  dieci giorni prima delle dimissioni, Mancini era stano nominato anche coordinatore delle nazionali Under 20 e 21. "Non sentivo più la fiducia", aveva detto l'ex ct, spiegando poi la sua decisione, e lamentando in particolare la presenza di una clausola contrattuale che prevedeva la fine del contratto in caso di mancata qualificazione a Euro 2024. Versione fortemente contestata dalla Figc, con la sottolineatura che il ruolo di coordinatore di tutte le nazionali e il nuovo staff erano stati ampiamente concordati ed erano, quello sì, segno tangibile di fiducia. 


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti