Derby di Belgrado a porte aperte: 16mila tifosi sugli spalti

La gara è finita 1-0 per il Partizan e la presenza dei tifosi non è stata in contrasto con le norme in vigore nel paese
Derby di Belgrado a porte aperte: 16mila tifosi sugli spalti

Il pubblico è tornato allo stadio in Serbia. Oltre sedicimila spettatori hanno infatti assistito al derby di Belgrado che ha visto di fronte il Partizan e la Stella Rossa, in una gara valida per le semifinali della Coppa di Serbia. La gara è finita 1-0 per il Partizan. La presenza dei tifosi non è stata in contrasto con le norme in vigore nel paese per il contrasto alla diffusione del coronavirus, il governo infatti ha consentito lo svolgimento di eventi sportivi all'aperto senza limiti di pubblico. Il campionato serbo è ripreso il 29 maggio senza pubblico, poi dall'1 giugno le autorità avevano detto sì alla presenza di mille tifosi, restrizione revocata pochi giorni dopo. Quello di Belgrado non è il primo caso di una partita di calcio in Europa a porte aperte da quando è scoppiata la pandemia. A fine maggio infatti nella vicina Ungheria i tifosi sono tornati in tribuna per le partite di campionato, mentre in Bielorussia non c'è mai stato alcun divieto.

Partizan-Stella Rossa, derby di fuoco a Belgrado: scene incredibili
Guarda la gallery
Partizan-Stella Rossa, derby di fuoco a Belgrado: scene incredibili

Corriere dello Sport in abbonamento

Insieme per passione, scegli come

Abbonati all'edizione digitale del giornale. Partite, storie, approfondimenti, interviste, commenti, rubriche, classifiche, tabellini, formazioni, anteprime.

Sempre con te, come vuoi

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti