Arthur nella bufera: il Barcellona minaccia pesanti sanzioni

Il nuovo colpo della Juve, assente ingiustificato ai test Coronavirus della società blaugrana, avrebbe comunicato dal Brasile la volontà di rescindere il contratto in anticipo: si allontana la possibilità di vederlo tra i convocati per la sfida di Champions contro il Napoli
Arthur© Getty Images

La stagione non è ancora ufficialmente conclusa, ma in casa Barcellona è già scoppiata la bufera. Arthur ha deciso di concludere anticipatamente la sua esperienza in maglia blaugrana. Il prossimo centrocampista della Juve non si sarebbe presentato per i test Coronavirus programmati in queste ore, comunicando ai dirigenti le proprie intenzioni via telefono: prima ha approfittato dei giorni di riposo di Setien per godersi dei giorni di relax a Ibiza e poi sarebbe volato in Brasile senza alcun permesso da parte della società come ha riportato la stampa spagnola. La Liga è finita, ma il Barça ha ancora una Champions da giocare. L’8 agosto, al Camp Nou, andrà in scena il ritorno degli ottavi di finale contro il Napoli. I vertici del club lo avrebbero già informato delle pesanti sanzioni, ma la sua decisione sarebbe ormai irremovibile. Nelle ultime gare di campionato non è mai stato preso in considerazione, a differenza di Pjanic, ieri in campo da titolare nella sfida che ha regalato a Sarri il nono scudetto consecutivo.

Arthur chiede la rescissione

Arthur, come svelato dal quotidiano ‘Sport’, avrebbe anche chiesto la rescissione del contratto per unirsi subito al club bianconero. Continuare al Barça non avrebbe senso - questo il suo pensiero - perché si è sentito maltrattato dalla società e dall’allenatore che lo hanno spinto a lasciare il club nonostante le sue intenzioni di restare in Catalogna: il giocatore aveva un contratto fino al 2024 e una clausola da 400 milioni.

Commenti