Zidane festeggia con una vittoria le 250 partite sulla panchina del Real

Meritato successo per i blancos, che sbrigano la pratica Eibar con una rete per tempo di Asensio e Benzema. Merengues al secondo posto, a -3 dall’Atletico, in attesa del big match di Champions col Liverpool di martedì prossimo
Zidane festeggia con una vittoria le 250 partite sulla panchina del Real© Getty Images
Andrea De Pauli

MADRID (SPAGNA) - Prosegue la striscia positiva del Real Madrid, che all’Alfredo Di Stefano supera l’Eibar e prolunga la sua imbattibilità in Liga portandola a 7 vittorie e 2 pareggi nelle ultime 9 uscite. Zinedine Zidane non poteva festeggiare meglio la sua 250ª partita sulla panchina dei blancos, che scavalcano al secondo posto il Barça, in attesa del posticipo del lunedì che opporrà ai blaugrana il Valladolid. Domani tocca alla capolista Atletico, che visita il Siviglia forte di 3 punti di vantaggio sui cugini merengues e di 4 sui catalani.

Real Madrid-Eibar 2-0

Real Madrid in emergenza

Di nuovo fuori causa capitan Sergio Ramos, indisponibile alla pari dei vari Carvajal, Fede Valverde e Hazard, e con Toni Kroos non al meglio, Zidane, anche in vista dell’imminente doppia sfida col Liverpool, inframezzata dal Clasico col Barça, ridisegna la squadra con una difesa a tre e con Asensio e Isco alle spalle di Benzema. Scelta che permette, comunque, di spadroneggiare contro i ragazzi di Mendilibar, che scommettono ancora sull’unico vero referente offensivo Kike Garcia, appoggiato sulle fasce dall’ex Pedro Leon e dal gioiellino Bryan Gil, reduce dall’esordio nella Spagna di Luis Enrique.

Juve, se salta Pirlo arriva Zidane?
Guarda il video
Juve, se salta Pirlo arriva Zidane?

Monologo del Real Madrid

Neanche cinque minuti e ci vuole un miracolo di Dmitrovic per evitare l’immediato vantaggio di Benzema, lanciato verso la porta da un retropassaggio suicida di Pozo. Poco dopo, il centravanti lionese segnerebbe di testa, ma il Var lo pizzica in fuorigioco sul perfetto cross dalla mancina del redivivo Marcelo. I blancos non mollano la presa e, prima centrano la traversa con una punizione di Asensio da posizione angolata, poi si vedono annullare il secondo gol del pomeriggio, siglato di tacco dallo stesso Asensio. Prima dello scadere della frazione, però, il cocciuto attaccante di Maiorca trova il gol valido, con un tocco di sinistro dopo un perfetto lancio di Casemiro.

Guizzo di Benzema

La ripresa si apre con Inui che sostituisce l’acciaccato Bryan Gil tra gli ospiti e un nubifragio che si abbatte su Valdebebas. Il più attivo, comunque, rimane Asensio, che impegna severamente Dmitrovic con un sinistro a giro. Kroos e Rodrygo, allo scoccare dell’ora di gioco, sostituiscono lo stesso Asensio e l’estenuato Modric e, poco dopo, Lucas Vazquez rischia di farla grossa, con un passaggio a Courtois che, per il forte vento, prende velocità, ma il portierone belga ci mette una pezza. Sul fronte opposto, arriva il terzo gol annullato per i blancos, stavolta a Casemiro per un fuorigioco del subentrato Arribas al principio della giocata. Prima della mezz’ora, comunque, Benzema sigla il raddoppio valido con un colpo di testa su centro di Vinicius. E sono 18 i gol in Liga per il francese. Il Real scavalca il Barça e si riporta a -3 dell’Atletico, che domani visita il Siviglia.

Classifica Liga

Corriere dello Sport in abbonamento

Insieme per passione, scegli come

Abbonati all'edizione digitale del giornale. Partite, storie, approfondimenti, interviste, commenti, rubriche, classifiche, tabellini, formazioni, anteprime.

Sempre con te, come vuoi

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti