Denuncia shock: "La Liga ha uno sponsor legato a terroristi dell'Iran"

Secondo 'Ok Diario' la lega spagnola avrebbe firmato un contratto di sponsorizzazione con una società presa di mira dagli Usa e dalla Nato per i suoi legami con il regime: i dettagli
Denuncia shock: "La Liga ha uno sponsor legato a terroristi dell'Iran"© EPA
4 min

MADRID (SPAGNA) - Clamoroso in Spagna: la Liga avrebbe firmato un contratto di sponsorizzazione dal 2017 al 2020 con la società tecnologica iraniana Mtn Irancell del valore di 770mila euro, società presa di mira dal Dipartimento del Tesoro degli Stati Uniti e dalla Nato per i suoi legami con il regime degli Ayatollah. Secondo il quotidiano spagnolo 'Ok Diario', sia il Patto Atlantico che gli Usa sono convinti che Irancell abbia un legame diretto con il gruppo terroristico Irgc (Corpo delle Guardie Rivoluzionarie Islamiche), meglio conosciuto come 'la polizia morale degli Ayatollah'. Inoltre, questa organizzazione e i suoi leader compaiono nell'elenco dei terroristi nel mirino degli Stati Uniti, del Bahrain e dell'Arabia Saudita.

Irancell, gli Usa, la Liga

Il Dipartimento del Tesoro degli Stati Uniti indaga da diversi anni sui movimenti di Irancell, con il sospetto che si tratti di una delle società utilizzate da Teheran per acquistare merci all'estero, aggirando così ogni controllo. L'amministrazione nordamericana cerca quindi di impedire che organizzazioni con scopi oscuri come l'acquisto di armi o futuri attacchi terroristici vengano pagate con denaro dall'Occidente. In tale quadro la Liga aveva firmato con la società iraniana il contratto di sponsorship a Madrid il 12 dicembre 2017 con Javier Gómez Molina, direttore generale aziendale della Liga e Adolfo Bara Negro, direttore delle vendite e del marketing della stessa lega. Il documento ha poi riconosciuto Iranll Telecommunications Services Iranll (PJSC) come partner regionale. In cambio, la Liga è diventata un fornitore di contenuti calcistici per questo operatore.

La Liga, crescita esponenziale con Irancell

Secondo il quotidiano iberico 'Ok Diario', la lega calcio spagnola ha visto crescere esponenzialmente la collaborazione con il regime iraniano dopo aver addebitato rispettivamente 130mila, 260mila e 380mila euro per quegli accordi, il cui ultimo rinnovo è stato per la stagione 2019-2020. Le transazioni sono però sfuggite alla sorveglianza degli Stati Uniti che avevano vietato, pena sanzioni significative, operazioni economiche ingiustificate con società iraniane tanto che Irancell era stata inserita nell'elenco delle società con le quali era vietato firmare accordi commerciali.

La clausola del contratto

Punto nevralgico del contratto tra la Liga e Irancell è la clausola 10: "La Liga dichiara di essere a conoscenza delle attuali sanzioni imposte alla Repubblica islamica dell'Iran alla data del presente accordo da organizzazioni internazionali e diversi governi che non saranno considerate una questione di forza maggiore." Poi il chiarimento: "In ogni caso, qualsiasi modifica relativa alle sanzioni imposte all'Iran che possa causare un impatto negativo sulla reputazione della Liga sarà considerata una questione di forza maggiore e la Lega può risolvere questo accordo, ai sensi dell'articolo 15”. Alcune settimane dopo la firma di questo accordo iniziale, l'Iran vivrà giorni di massima violenza con migliaia di morti e arresti a causa delle proteste intestine. La Liga invece, lungi dal concludere un accordo che mettesse in dubbio la sua reputazione, l'ha estesa e migliorata tra il 2018 e del 2019.


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti